Categorie
Ada Knight Aurora Child of Light Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Mondi Fantastici Mondo T.A.R.D.I.S

Porta da mangiare ad Aurora

250px-AidenRender

Aurora era andata dentro il mondo di Lemuria e li non aveva trovato del cibo . Anche se aveva la sua amica lucciola però li non aveva trovato nessun tipo di cibo li adatto a lei . Alla fine decisi di portargli io qualcosa . Andai nella cucina del mio T.A.R.D.I.S e feci dei biscotti al cioccolato . Non sapevo se ad Aurora piacevano oppure no ma il cioccolato piace a tutti . Visto che moriva di fame lei se li sarebbe mangiati come se non ci fosse un domani . Ada senti il buon odore e venne in cucina . Ne prese uno e vide che era buono – per chi sono ? .Io guardai Ada negli occhi – sono per Aurora . Sono per la protagonista di Child of Light . E li non sta mangiando niente da due giorni . Quindi adesso noi andiamo e glieli diamo . Ada decise di farlo visto che lei era una bambina e non si poteva stare li a e vedere una bambina stare li a digiuno . Era da mostri fare una cosa del genere e io di certo non lo ero . Una volta andati nel punto dove era Aurora . Era li vicino a un albero e cercava di trovare qualcosa di buono da mangiare . Ma non trovava niente . Non poteva prendere una mela perchè non poteva volare ancora . Io appari e misi vicino all’ albero il cestino . Aurora senti l’ odore e ci si butto sopra . Li mangio con calma . Aurora andò vicino alla mia cabina che era non troppo lontano dall’ albero e busso alla mia porta blu – c’ e qualcuno ? . Io usci da li e vidi Aurora che era felice di vedere qualcuno  . Vide questa cabina e riusci ad accettare che era più grande all’ intero che all’ esterno lo fece perchè era già in un altro mondo . Aurora con gentilezza mi guardo negli occhi – puoi riportarmi a casa mia ? . Io e Ada sapevamo che lei era li per fermare un grande male – non posso piccolina . Non posso perchè tu qui devi fermare un grande male che minaccia questo mondo e anche il tuo paese . Aurora adesso aveva capito il suo motivo . Aurora aveva capito perchè era qui . Non lo sapeva , ma adesso grazie a me lo sapeva . Prima di farla andare via per la sua lunga strada le dissi una cosa – io e Ada non ti possiamo mandare a casa . Ma noi ti possiamo guardare le spalle . Aurora era felice di aver trovato me e Ada . Prima di andare Ada andò vicino ad Aurora – tu continua il tuo viaggio e noi faremo di tutto per salvarti la vita . Aurora torno ad affrontare il suo cammino e lo fece mentre ci salutava .

 

Categorie
Annie Claus Babbo Natale Cucina Cugini Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Natale Polo Nord T.A.R.D.I.S

Controllo se Annie Claus sta bene

250px-AidenRender

Era da un bel pò di tempo che non vedevo mia cugina Annie . Volevo vedere se andava tutto bene . Una volta entrato nel mio T.A.R.D.I.S puntai sul Polo Nord . Una volta entrato nel villaggio vidi che tutto era pronto per ospitare il prossimo natale . Mentre andavo vicino a un palazzo delle luci di natale si erano rotte . Io ero sempre pronto a fare di tutto per fare in modo che il natale venga celebrato . Con calma presi la mia bacchetta magica e feci tornare quelle piccole lampadine come nuove . Annie mi vide fare qualcosa e venne verso di me . Visto che avevo un nuovo aspetto non mi riconobbe – grazie per aver aggiustato le luci . Tu chi sei ? . Non ti ho mai visto qui . Annie era li vicino a me .

h0b6

Io la guardai negli occhi e poi il suo registro e la salutai in questo modo – un pò di aiuto cugina . Prima non aveva capito ma poi mi guardo gli occhi – Daniel sei tu . Il suo sguardo era sul mio nuovo aspetto – dove eri finito e da molto tempo che non ci si sente . Io e lei iniziammo a camminare per le strade della città di Santa Claus – ho avuto molto da fare . Però sono qui e se hai bisogno di aiuto nei preparativi per il Natale chiedi pure . Annie prima di dire qualunque cosa mi diede un piccolo pugno sul braccio destro – questo è perchè sei scomparso . Io non senti nulla , lei non si fece troppo male – lo scusa , ma non ti potevo chiamare oppure ti mettevo nei guai . Invece per il fatto del nuovo aspetto te lo avrei dovuto dire . Ma vedi non ho avuto tempo . Scusami . Però adesso sono venuto qui per vedere se stai bene e se hai bisogno di aiuto nel fare il Natale . Annie mi chiese di andare li vicino a quei aiutanti che stavano vedendo se alcune palline del grande albero di natale che era al centro della città si stavano fulminando . Due o tre palline luminose si erano fulminate . Andare li era una follia . Io ero li . Mi concentrai e sulle mie braccia appari l’ elettricità . Puntai quelle palline e le feci tornare a emettere luce . Babbo Natale mi vide fare questa cosa da lontano . Sapeva che ero io . Visto che solo una persona poteva emanare l’ elettricità in quel modo . Per il momento Annie Claus non aveva bisogno di altro o almeno cosi pensava . Prima di venire verso di me corse dentro per togliere dal forno i biscotti al cioccolato che aveva fatto . Li tolse appena in tempo usano un panno . Li prese e li mise a raffreddare sul tavolo . Io andai a controllare e senti l’ odore di biscotti al cioccolati appena fatti .Erano a forma di albero di natale ed erano molto buoni . Una volta in cucina Annie era li – ecco perchè sei corsa dentro in fretta e furia . Annie fece una faccia felice – sono caldi e sono buoni . Li avevo messi a fare ma mi sono dimenticata che erano li dentro . Se non te lo ricordarvi tu , lo facevo io visto che lo sapevo . Annie non si era bruciata la mano . Mi avvicinai con calma e vidi la mano di Annie . Non era bollente e non era bruciata . Grazie al panno non era bollente . Una volta vista la mano di Annie presi uno dei suoi biscotti ed era molto buono . Dopo aver mangiato uno dei suoi biscotti me ne andai via da li . Salutai Annie Claus . Annie Claus prima di farmi andare via mi disse – fatti vedere più spesso . Io la vidi un pò triste – va bene verrò più spesso qui . Questa volta verro . A Natale o se ci dovrebbe essere qualche problema mi vedrai qui e aiutarti a risolvere tutti i problemi o aiutarti con la tua luna lista .

 

 

Categorie
Angelo Baldassare Elizabeth Storm Irisa

Angelo Baldassare scopre il potere di Irisa

 

Irisa nel suo primo appuntamento con Angelo non gli aveva detto del suo potere perché prima di farglielo sapere voleva sapere la sua opinione su questo genere di cose e poi gli poteva dire cosa sapeva fare . Ma lui non lo scopri in un modo normale ma la sera del suo secondo appuntamento visto che la persona che avevano arrestato che era un uomo molto pericoloso aveva pagato degli uomini con soldi sporchi per uccidere Irisa . Irisa sapeva troppo e doveva essere tolta di mezzo e non doveva arrivare per nulla al mondo al processo e cosi aveva chiamato un suo amico per ingaggiare questi due criminale che non mancavano mai il bersaglio . Irisa e Angelo era seduti e stavano parlando di cosa era successo visto che non aveva detto tutto a Elizabeth ma per paura . Angelo si tolse la camicia e la mise addosso a lei e cosi le fece perdere un po’ la paura – lo so che hai paura . Tutti hanno paura pure io ho paura ma se non ci dici tutto non ti possiamo andare e pure io se voglio fare qualcosa per te non posso fare niente per toglierti da questa brutta situazione . Due uomini con la moto e con il casco in testa erano pronti con i loro mitragliatori e iniziarono a sparare a raffica dentro la casa . Qualche minuto prima Irisa aveva sentito quei rumori e aveva sentito i pensieri dei due uomini “ La donna e in casa . Adesso la uccidiamo facendo bruciare la casa colpendo con uno dei nostri colpi il serbatoio del gas e lei muore “ . Irisa decise di prendere Angelo e di uscire dalla porta di dietro e poi vide la casa andare a fuoco visto che l’ uomo che era alto un metro e settanta cinque aveva fatto come diceva nei suoi pensieri . Angelo abbraccio Irisa visto che aveva paura e molto paura e gli chiese come facevi a saperlo – ho il potere di leggere il pensiero e grazie a quello ho sentito i pensieri dei due uomini che erano in moto e loro hanno fatto saltare in aria casa mia . Angelo la guardo negli occhi e le diede un bacio e disse – vuoi sapere cosa penso dei poteri che una cosa molto bella e ci hanno salvato la vita . Quindi adesso andiamo da Elizabeth dopo che abbiamo chiamato i vigili del fuoco e hanno spento questo incendio e gli dici tutto e io starò al tuo fianco . Voglio stare con te e se significa rischiare però sarò felice visto che sei una donna bellissima e abbiamo molte cose in comune . Angelo decise di portare a casa sua Irisa visto che adesso la credono morta era meglio che stava li a casa sua . Angelo viveva con sua sorella minore di nome Tina che quando vide suo fratello vivo lo abbraccio moltissimo come una stretta per non lasciarlo andare visto che aveva quasi perso la vita . Angelo vide sua sorella minore e gli disse – lo so ti ho fatto preoccupare ma adesso e tutto apposto e adesso vi voglio presentare Irisa lei stara qui a casa nostra fino a quando non finisce il processo . Irisa vide che Tina voleva mangiare e cosi si mise a fare i biscotti al cioccolato e vide che piacevano un sacco non solo ad Angelo ma anche a Tina che era felice di sapere che suo fratello aveva trovato una persona che era cosi . Tina fece venire suo fratello in salotto e gli disse – pensi di stare con questa donna . Allora hai scelto bene Angelo . Angelo guardo Tina negli occhi e disse in maniera gentile visto che pur sempre sua sorella di 18 anni – lo stai dicendo solo perché fa questi mitici biscotti al cioccolato . Tina fece con la testa si e alla fine decise di portare sopra Irisa per farle vedere dove dorme e una volta entrata le disse – certo lo so non sarà come casa tua ma per dormire va bene . A Irisa andava bene visto che le importava solo stare li fino a quando questa storia non finisce .

 

Categorie
Ada Knight Angela Ferrante Beatrice Beatrice Ferrante Beatrix Bright Falls Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Francesca Guerra

Angela Ferrante chiede a sua figlia se è di nuovo amica di Francesca

Dopo aver parlato con la sua amica andò a farsi un bella doccia cala visto che era molto sudata e tutto quello che aveva addosso era pieno di sudore . Una volta fatta la doccia ed essersi messo delle cose pulite per non farsi dire da sua madre che era tutta sudata . Beatrix venne da lei e si mise vicino ai suoi stivali neri e inizio a miagolare e Beatrice capì che voleva qualcosa di buono da mangiare . Angela stava per tornare visto che stava vedendo la posta , voleva vedere se c’ era qualche invito o qualcosa di nuovo per lei o per sua figlia Beatrice . Una volta tornata a casa vide che sua figlia stava dando da mangiare alla sua dolce gattina che era sempre più carina e dolce e ogni volta che la vedevi nei suoi occhi ti faceva tenerezza . Beatrice era andata in camera sua a studiare Storia della Magia visto che tra tre giorni c’ era un compito in classe e non voleva sbagliarlo . Angela voleva sapere come avrebbe risolto la situazione con la sua amica Francesca con la quale era arrabbiata e quindi non sapeva se aveva già risolto oppure . Angela salì le scale uno alla volta e poi si diresse nella camera di sua figlia , busso con calma e sua figlia la fece entrare . Angela si mise sul letto della figlia e vide che era occupata con Storia della Magia ma la disturbo un attimo andando vicino a lei e dicendole in modo carino – mi puoi dire come risolverai la situazione con la tua amica Francesca . Beatrice che era seduta su una sedia girevole nera , si giro verso la madre che non vedeva l’ ora di saperlo e se le poteva essere utile in questo modo ma poi le disse che le fece piacere – in verità mi hanno già aiutato Daniel Saintcall e la sua collega Ada Knight . Ada mi ha detto che dovevo andare da lei da sola e parlare con lei fino a quando non mi avrebbe aperto . Angela era molto curiosa di sapere come era andata questa piccola missione di sua figlia e mentre venne verso di lei in modo molto felice e agitato – avanti voglio sapere come è andata . Beatrice visto che aveva iniziato questa storia decise di finirla – Sono andata da sola a casa di Francesca , sua madre fa dei biscotti al cioccolato molto buoni . Poi sono andata sopra e ho fatto un grande bel discorso per farmi aprire la porta da Francesca che era molto arrabbiata con me ma alla fine mi ha aperto e adesso abbiamo stretto un patto che salva la nostra amicizia anche in situazione molto pericolose . Angela aveva ascoltato tutto il discorso della figlia ed era molto orgogliosa visto che in questi distretti ci sono molti pericoli ma lei era riuscita a superarli da sola e a ritornare ad essere di nuovo amica di Francesca . Beatrice riprese fiato e inizio a bere un po’ dalla bottiglia d’ acqua che aveva alla fine della sua grande scrivania e poi riprese il discorso iniziato con sua madre – allora questa patto che abbiamo fatto io e lei e questo cioè : Se lei è in pericolo come lo è stata adesso io ti posso chiamare e senza mettere in pericolo la nostra amicizia . Angela torno di sotto visto che si era portata un po’ di lavoro a casa ma prima di tutto voleva sapere se c’ era ancora la amicizia tra sua figlia e la sua amica Francesca Guerra visto che era molto amica e quando veniva a casa di Beatrice piaceva non solo a lei ma anche a sua madre Angela .

 

Categorie
Alessandra Neri Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Rete

La Rete informa Alessandra Neri di quello che ha fatto L’ Informatico

L’ Informatico era un mostro di intelligenza e aveva fatto una cosa molto intelligente cioè creare un telefonino per me ma era molto di più visto che Lazarus Hawking aveva messo delle parti per spiarmi . La Rete decise di fare questo dopo che mi aveva dato questo telefonino e alla fine lei decise di dire alla preside Alessandra Neri . La Rete lascio il suo posto nella sezione informatica e andò dalla preside , prese la sua borsa a tracolla che dentro aveva il portatile e dentro la sua tasca sinistra aveva un telefonino molto bello e che proveniva dal 2048 . La Rete prese tutto quello che le serviva e andò dalla preside che erano amiche da molto tempo e aveva chiesto a lei di tenermi sotto stressa sorveglianza visto che sapeva che L’ Informatico mi poteva chiamare e mi poteva spiare tramite un telefonino o peggio e per questo Alessandra aveva chiesto alla Rete di fare qualunque cosa per mettermi sotto controllo . La Rete arrivo all’ ufficio della preside , busso con calma e la preside e la fece entrare e gli disse con un tono serio – Entra Rete . Rete entro nell’ ufficio che era davvero molto bello e accogliente e quindi la Rete li si trovava molto bene e sopratutto stava in ottima compagnia cioè la compagnia di una grande amica che era li ad aiutarla in tutto . Alessandra fece sedere La Rete su una delle due poltrone che erano tutti e due molto comode e poi prima di chiedere cosa stava succedendo con Daniel le offri dei biscotti al cioccolato che aveva fatto poco fa senza magia . La Rete ne prese uno con la sua mano sinistra che era coperta da un bel capotto bianco e tutto il suo braccio era nascosto visto che aveva qualche tatuaggio ma non lo voleva far vedere né a me né a mia sorella Alyssa . Se noi avessimo visto uno solo di quei tatuaggi tutto sarebbe andato male e per questo Daniel del futuro le aveva detto che se voleva fare una cosa del genere doveva nascondere tutto quello che aveva sul corpo e non doveva farmi vedere il suo volto visto che questo avrebbe portato a quello che si chiama Paradosso e sarebbero intervenuti gli Osservatori che avrebbe fatto delle cose e la storia sarebbe stata riscritta o peggio e io con La Rete ero stato molto chiaro come dovevo fare e per questo lei decise di attenersi a tale cosa . Dopo che si era messa comoda e con calma magio l’ ottima biscotto al cioccolato fatto dalla preside Alessandra Neri . La Rete decise di parlare della cosa che aveva provato a fare per scoprire i nostri piani -L’Informatico aveva dato a Daniel Saintcall un nuovo telefonino per spiarlo ma io sono intervenuta e glie no ho dato uno nuovo di zecca visto che li c’ erano molte cose per spiarlo e per capire dove andava e spiare ogni sua mossa ma menomale che sua sorella Alyssa l’ ha fatto venire da me e io ho impedito all’ Informatico di fare questa cosa . Alessandra era felice di sapere che L’ Informatico non aveva scoperto niente sui nostri piani e poi non era felice di sapere che L’ Informatico voleva spiare Daniel ma adesso grazie alla Rete non poteva succedere visto che la prossima volta ci sarebbe stato una lotta tra due persona che parlano con le macchine . 

Categorie
Aqua Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dr Alyssa Saintcall Kratos Pandora Universing

Elimino le impronte digitali di Kratos , Pandora e Aqua

Dopo tutto il tempo in cui Kratos , Pandora e Aqua erano arrivati a casa mia e avevano fatto un sacco di cose mi ero completamente dimenticato di fargli fare una cosa che poteva proteggere

la loro identità e fare in modo che ovunque loro andassero loro non potevano essere trovati quasi da nessuno tranne dai loro amici quando loro volevano . Io andai in cucina del mio T.A.R.D.I.S e vidi mia sorella con un bel grembiule rosso e stava preparando dei biscotti al cioccolato e si sentiva il buon odore da tutte le parti del T.A.R.D.I.S . Feci finire di far fare a mia sorella i biscotti , lei li aveva imparati a fare proprio nel giorno della creazione di questa cosa cosi deliziosa . Una volta finiti di mangiare fermai Kratos , Pandora e Aqua prima di iniziare a dare la caccia ai Collezionisti e dissi a loro – Sentite prima di fare questa caccia , dovete fare una cosa molto importate e serve a proteggere la vostra identità . Aqua mi guardò e disse – cosa dobbiamo fare ?

Dovete cancellare le vostre impronte digitali che avete sulle mani – dissi a loro . Kratos mi guardò in faccia – lo dobbiamo fare per forza questa cosa ? . Io li guardai in faccia e dissi a loro – sentite se andiamo in un posto e li sentono sparare e li arriva la polizia , quella che non conosce di alieni e di altre cose . Si mette di mezzo e noi possiamo perdere le tracce del nostro nemico , invece se noi ci togliamo le impronte digitali nessuno può sapere se eravamo li oppure no e cosi la polizia non interviene nei nostri affari e cosi noi non perdiamo nessuno . Seguitemi – insieme a Kratos , Aqua e poi Pandora andavamo in una stanza del T.A.R.D.I.S che solo mia sorella conosceva . Una volta entrati si poteva vedere che la stanza era fatta di ferro e poi al centro c’ era una sfera rotonda con due mani e li si cancellava le impronte digitali . Daniel farà male – mi disse con uno sguardo felice e si fidava di me .

Poco , non sentirete quasi niente e poi grazie ai vostri poteri lo potere sopportare il dolore , non mi dite che avete paura . Il primo a farlo fu Kratos per far vedere che non aveva paura e sopratutto lui non senti per niente il dolore .

Aqua lo fece per seconda e voleva farlo per seconda perché voleva dare un po’ di speranza a Pandora che non sapeva se quella cosa faceva male oppure no e quando andò li a farlo senti pochissimo il dolore . Infine andò Pandora e fu supportata sia da me , sia da Kratos e da Aqua ma anche da mia sorella Alyssa che era venuta pure noi per dare sostegno a Pandora visto che per lei quel momento era brutto , dentro di lei c’ era quell’ immagine fissa la morte delle sue amiche e lei che era stata li ferma senza fare niente . Senza dirmi niente lei aveva provato a togliersi la vita ma senza nessun risultato perché la differenza tra lei e loro e che lei ha la rigenerazione cellulare accelerata e quindi grazie a questo ogni ferite che si faceva lei guariva subito . Alla fine andò lei e come Kratos non aveva sentito nessun dolore perché il dolore lo stava già provando in modo mentale e grazie a questa cosa lei non provò niente . Poi dissi a loro quattro – Alyssa , Aqua , Kratos e Aqua adesso andiamo a cercare dentro nell’ Universing i Collezionisti . Quindi state attenti e tenete gli occhi aperti il nemico ci potrebbe attaccare in ogni momento li dentro . Poi prese parola Pandora e disse – Ascoltatemi , cercate di non farvi uccidere ho già perso le mie amiche non voglio perdere nessun altro , questo discorso lo fece con le lacrime agli occhi e Kratos abbraccio Pandora e disse – io sarà accanto a te e questa volta nessun farà del male a te e a nessun altro . Alla fine decidemmo di dividerci in squadre e andammo dentro l’ Universing a cercarli , l’ altra volta erano loro i cacciatori e noi le prende , ma adesso eravamo noi i cacciatori e loro le nostre prende .