Categorie
Ada Knight Aurora Child of Light Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Mondi Fantastici Mondo T.A.R.D.I.S

Porta da mangiare ad Aurora

250px-AidenRender

Aurora era andata dentro il mondo di Lemuria e li non aveva trovato del cibo . Anche se aveva la sua amica lucciola però li non aveva trovato nessun tipo di cibo li adatto a lei . Alla fine decisi di portargli io qualcosa . Andai nella cucina del mio T.A.R.D.I.S e feci dei biscotti al cioccolato . Non sapevo se ad Aurora piacevano oppure no ma il cioccolato piace a tutti . Visto che moriva di fame lei se li sarebbe mangiati come se non ci fosse un domani . Ada senti il buon odore e venne in cucina . Ne prese uno e vide che era buono – per chi sono ? .Io guardai Ada negli occhi – sono per Aurora . Sono per la protagonista di Child of Light . E li non sta mangiando niente da due giorni . Quindi adesso noi andiamo e glieli diamo . Ada decise di farlo visto che lei era una bambina e non si poteva stare li a e vedere una bambina stare li a digiuno . Era da mostri fare una cosa del genere e io di certo non lo ero . Una volta andati nel punto dove era Aurora . Era li vicino a un albero e cercava di trovare qualcosa di buono da mangiare . Ma non trovava niente . Non poteva prendere una mela perchè non poteva volare ancora . Io appari e misi vicino all’ albero il cestino . Aurora senti l’ odore e ci si butto sopra . Li mangio con calma . Aurora andò vicino alla mia cabina che era non troppo lontano dall’ albero e busso alla mia porta blu – c’ e qualcuno ? . Io usci da li e vidi Aurora che era felice di vedere qualcuno  . Vide questa cabina e riusci ad accettare che era più grande all’ intero che all’ esterno lo fece perchè era già in un altro mondo . Aurora con gentilezza mi guardo negli occhi – puoi riportarmi a casa mia ? . Io e Ada sapevamo che lei era li per fermare un grande male – non posso piccolina . Non posso perchè tu qui devi fermare un grande male che minaccia questo mondo e anche il tuo paese . Aurora adesso aveva capito il suo motivo . Aurora aveva capito perchè era qui . Non lo sapeva , ma adesso grazie a me lo sapeva . Prima di farla andare via per la sua lunga strada le dissi una cosa – io e Ada non ti possiamo mandare a casa . Ma noi ti possiamo guardare le spalle . Aurora era felice di aver trovato me e Ada . Prima di andare Ada andò vicino ad Aurora – tu continua il tuo viaggio e noi faremo di tutto per salvarti la vita . Aurora torno ad affrontare il suo cammino e lo fece mentre ci salutava .

 

Categorie
Annie Claus Babbo Natale Cucina Cugini Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Natale Polo Nord T.A.R.D.I.S

Controllo se Annie Claus sta bene

250px-AidenRender

Era da un bel pò di tempo che non vedevo mia cugina Annie . Volevo vedere se andava tutto bene . Una volta entrato nel mio T.A.R.D.I.S puntai sul Polo Nord . Una volta entrato nel villaggio vidi che tutto era pronto per ospitare il prossimo natale . Mentre andavo vicino a un palazzo delle luci di natale si erano rotte . Io ero sempre pronto a fare di tutto per fare in modo che il natale venga celebrato . Con calma presi la mia bacchetta magica e feci tornare quelle piccole lampadine come nuove . Annie mi vide fare qualcosa e venne verso di me . Visto che avevo un nuovo aspetto non mi riconobbe – grazie per aver aggiustato le luci . Tu chi sei ? . Non ti ho mai visto qui . Annie era li vicino a me .

h0b6

Io la guardai negli occhi e poi il suo registro e la salutai in questo modo – un pò di aiuto cugina . Prima non aveva capito ma poi mi guardo gli occhi – Daniel sei tu . Il suo sguardo era sul mio nuovo aspetto – dove eri finito e da molto tempo che non ci si sente . Io e lei iniziammo a camminare per le strade della città di Santa Claus – ho avuto molto da fare . Però sono qui e se hai bisogno di aiuto nei preparativi per il Natale chiedi pure . Annie prima di dire qualunque cosa mi diede un piccolo pugno sul braccio destro – questo è perchè sei scomparso . Io non senti nulla , lei non si fece troppo male – lo scusa , ma non ti potevo chiamare oppure ti mettevo nei guai . Invece per il fatto del nuovo aspetto te lo avrei dovuto dire . Ma vedi non ho avuto tempo . Scusami . Però adesso sono venuto qui per vedere se stai bene e se hai bisogno di aiuto nel fare il Natale . Annie mi chiese di andare li vicino a quei aiutanti che stavano vedendo se alcune palline del grande albero di natale che era al centro della città si stavano fulminando . Due o tre palline luminose si erano fulminate . Andare li era una follia . Io ero li . Mi concentrai e sulle mie braccia appari l’ elettricità . Puntai quelle palline e le feci tornare a emettere luce . Babbo Natale mi vide fare questa cosa da lontano . Sapeva che ero io . Visto che solo una persona poteva emanare l’ elettricità in quel modo . Per il momento Annie Claus non aveva bisogno di altro o almeno cosi pensava . Prima di venire verso di me corse dentro per togliere dal forno i biscotti al cioccolato che aveva fatto . Li tolse appena in tempo usano un panno . Li prese e li mise a raffreddare sul tavolo . Io andai a controllare e senti l’ odore di biscotti al cioccolati appena fatti .Erano a forma di albero di natale ed erano molto buoni . Una volta in cucina Annie era li – ecco perchè sei corsa dentro in fretta e furia . Annie fece una faccia felice – sono caldi e sono buoni . Li avevo messi a fare ma mi sono dimenticata che erano li dentro . Se non te lo ricordarvi tu , lo facevo io visto che lo sapevo . Annie non si era bruciata la mano . Mi avvicinai con calma e vidi la mano di Annie . Non era bollente e non era bruciata . Grazie al panno non era bollente . Una volta vista la mano di Annie presi uno dei suoi biscotti ed era molto buono . Dopo aver mangiato uno dei suoi biscotti me ne andai via da li . Salutai Annie Claus . Annie Claus prima di farmi andare via mi disse – fatti vedere più spesso . Io la vidi un pò triste – va bene verrò più spesso qui . Questa volta verro . A Natale o se ci dovrebbe essere qualche problema mi vedrai qui e aiutarti a risolvere tutti i problemi o aiutarti con la tua luna lista .

 

 

Categorie
Ada Knight Angela Ferrante Beatrice Beatrice Ferrante Beatrix Bright Falls Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Francesca Guerra

Angela Ferrante chiede a sua figlia se è di nuovo amica di Francesca

Dopo aver parlato con la sua amica andò a farsi un bella doccia cala visto che era molto sudata e tutto quello che aveva addosso era pieno di sudore . Una volta fatta la doccia ed essersi messo delle cose pulite per non farsi dire da sua madre che era tutta sudata . Beatrix venne da lei e si mise vicino ai suoi stivali neri e inizio a miagolare e Beatrice capì che voleva qualcosa di buono da mangiare . Angela stava per tornare visto che stava vedendo la posta , voleva vedere se c’ era qualche invito o qualcosa di nuovo per lei o per sua figlia Beatrice . Una volta tornata a casa vide che sua figlia stava dando da mangiare alla sua dolce gattina che era sempre più carina e dolce e ogni volta che la vedevi nei suoi occhi ti faceva tenerezza . Beatrice era andata in camera sua a studiare Storia della Magia visto che tra tre giorni c’ era un compito in classe e non voleva sbagliarlo . Angela voleva sapere come avrebbe risolto la situazione con la sua amica Francesca con la quale era arrabbiata e quindi non sapeva se aveva già risolto oppure . Angela salì le scale uno alla volta e poi si diresse nella camera di sua figlia , busso con calma e sua figlia la fece entrare . Angela si mise sul letto della figlia e vide che era occupata con Storia della Magia ma la disturbo un attimo andando vicino a lei e dicendole in modo carino – mi puoi dire come risolverai la situazione con la tua amica Francesca . Beatrice che era seduta su una sedia girevole nera , si giro verso la madre che non vedeva l’ ora di saperlo e se le poteva essere utile in questo modo ma poi le disse che le fece piacere – in verità mi hanno già aiutato Daniel Saintcall e la sua collega Ada Knight . Ada mi ha detto che dovevo andare da lei da sola e parlare con lei fino a quando non mi avrebbe aperto . Angela era molto curiosa di sapere come era andata questa piccola missione di sua figlia e mentre venne verso di lei in modo molto felice e agitato – avanti voglio sapere come è andata . Beatrice visto che aveva iniziato questa storia decise di finirla – Sono andata da sola a casa di Francesca , sua madre fa dei biscotti al cioccolato molto buoni . Poi sono andata sopra e ho fatto un grande bel discorso per farmi aprire la porta da Francesca che era molto arrabbiata con me ma alla fine mi ha aperto e adesso abbiamo stretto un patto che salva la nostra amicizia anche in situazione molto pericolose . Angela aveva ascoltato tutto il discorso della figlia ed era molto orgogliosa visto che in questi distretti ci sono molti pericoli ma lei era riuscita a superarli da sola e a ritornare ad essere di nuovo amica di Francesca . Beatrice riprese fiato e inizio a bere un po’ dalla bottiglia d’ acqua che aveva alla fine della sua grande scrivania e poi riprese il discorso iniziato con sua madre – allora questa patto che abbiamo fatto io e lei e questo cioè : Se lei è in pericolo come lo è stata adesso io ti posso chiamare e senza mettere in pericolo la nostra amicizia . Angela torno di sotto visto che si era portata un po’ di lavoro a casa ma prima di tutto voleva sapere se c’ era ancora la amicizia tra sua figlia e la sua amica Francesca Guerra visto che era molto amica e quando veniva a casa di Beatrice piaceva non solo a lei ma anche a sua madre Angela .

 

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Presentazione Storia

Foto della Colazione visto da Kratos e Pandora

Categorie
Computer Database Mondo Panorama Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Pandora la colazione

Dopo aver spiegato a Pandora tutto quello che sapevo sul segno del uguale e averglielo fatto vedere  , gli dissi – adesso ti spiego tutto quello che so sulla colazione e Pandora – ok , inizia a spiegare quando vuoi . Io allora iniziai a spiegare a pandora tutto quello che sapevo sulla colazione – La prima colazione (comunemente chiamata solo colazione) è il primo pasto della giornata. Esso è molto importante perché l’organismo proviene da circa 8 ore di digiuno ed ha bisogno di energia di rapida utilizzazione per affrontare una nuova giornata. La colazione deve essere quindi abbondante e ricca di zuccheri.

La tipica colazione italiana, in casa come al bar o in pasticceria, è essenzialmente costituita da cibi dolci (biscotti, croissant, pane con cioccolata o marmellata, yogurt, cereali da colazione, pasticcini), accompagnati da caffè e/o latte, cappuccino o tè.

In Grecia e in Turchia si usa mangiare salato: pomodoro, olive e formaggio feta. Anche nel nord Europa di primo mattino si mangia salato: in Gran Bretagna la colazione tipica (full breakfast) è composta da uova strapazzate (o uova all’occhio di bue), bacon, salsiccia, fagioli, pomodori e funghi; la versione dolce è composta da latte e cereali, pane con burro di arachidi e marmellata, porridge. Dolce o salata è accompagnata da un buon tè al latte. In Polonia la colazione tradizionale è composta da almeno 3 portate: un primo (generalmente una zuppa di latte e avena), un secondo composto di formaggi freschi o stagionati, burro, pane bianco e nero, un “dessert” composto di marmellate da spalmare su pani dolci.

Molti hotel, per far fronte a diverse esigenze dei turisti, sono soliti offrire 2 tipi di scelte: la colazione continentale, composta generalmente da tè o caffè, un croissant e un succo di frutta, o la colazione internazionale, composta da varie portate comprensive di formaggi, affettati misti, uova, dolci, bibite e caffè americano.

I prodotti più comunemente utilizzati per una colazione completa e varia sono:

 Bevande: caffè (liscio, ristretto, lungo, decaffeinato, macchiato, americano) latte, latte macchiato, cappuccino, tè, cioccolata calda, camomilla (molto di rado), succhi e centrifugati di frutta o verdura, yogurt naturale o alla frutta.

 Dolci: croissant, krapfen, cereali, pane dolce, torte casalinghe, biscotti. Marmellate, confetture e gelatine alla frutta, crema di nocciola, cioccolato, miele.

 Cibi salati: insaccati, formaggi, toast, omelette (frittata), bacon, torte salate, burro.

 Frutti: mele, banane, ecc.