Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Coppa del Mondo: le pagelle. Ferrari stellare, Price eroica

Ieri pomeriggio si è disputata a Stoccarda la prima tappa della Coppa del Mondo di ginnastica artistica. Come di consueto, diamo le pagelle alle ragazze scese in pedana

 

VANESSA FERRARI: 10. Cosa ha combinato lo sa solo lei! A metà gara era distante praticamente un punto dal podio, ferma a una sesta posizione che poco si addiceva al suo rango e sembrava avviata a una gara senza sussulti. Con lei, però, nulla è scontato!

La Leonessa lancia l’urlo di guerra, recupera colpo su colpo e si regala un fantastico terzo posto finale con una rimonta quasi antologica. Questo è il suo primo podio in Coppa del Mondo(parliamo di concorsi generali), il penultimo che le mancava in una carriera stellare. Ora deve salire su un altro gradino per completare il Grande Slam ed ha il colore dei giochi cerchi…

Fosse solo questo, sarebbe anche normale, in un certo senso. La bresciana, però, si è messa al collo il bronzo con uno stupendo esercizio alla trave (secondo punteggio di giornata) nonostante delle penalizzazioni sull’artisticità e poi si è letteralmente scatenata al corpo libero.

Al quadrato magico ha esibito lo stesso esercizio che ad Anversa le ha regalato l’argento mondiale, ma questa volta è stata letteralmente perfetta. Superlativa su tutte le diagonali, in sincronia con la musica, sorridente al massimo, sbarazzina come non mai, capace di sfoderare un perentorio 14.833 che è il terzo punteggio internazionale in questa stagione (davanti solo le punte assurde di Simone Biles e un 15.1 della Izbasa esibito nella sua Romania). Da amare.

 

ELIZABETH PRICE: 10. Il grande ritorno è servito! La statunitense riparte da dove aveva lasciato: vincendo. Dopo un brutto infortunio che l’ha costretta ai boxe per quasi tutta la stagione (la partecipazione ai Campionati Nazionali non le ha dato soddisfazione), la 17enne sbarca in Europa e alza al cielo la Deutscher Pokal come fece esattamente dodici mesi fa.

Questa è una delle più forti ginnaste d’oltreoceano e solo la sfortuna non le ha consentito di essere ancora più in alto nelle gerarchie a stelle e strisce. Il suo Amanar è assolutamente tra i migliori al Mondo, davvero al pari di quelli delle connazionali Biles e Maroney; le parallele sono ottime, da rivedere la trave ancora non tirata al massimo. Sarà una pedina importante nel 2014 e assolutamente da tenere d’occhio, soprattutto in una competizione a squadre.

 

CARLOTTA FERLITO: 7. La performance in generale è stata abbastanza lineare, senza particolari picchi e con diverse imperfezioni. La siciliana, però, è scusata per due motivi: la tonsillite acuta che le ha complicato l’inizio settimana e l’emozione della prima grande partecipazione alla Coppa del Mondo.

Il voto positivo è un po’ una media tra gli squilibri all’amata trave, dove è quinta al Mondo e dove è stata sottovalutata per la parte artistica, e il premio al nuovo corpo libero che rivisto e aggiornato la accompagnerà nel 2014: musica coinvolgente che ben le si addice, alcune variazioni tecniche e artistiche e un soddisfazione complessiva di rilievo.

La diciottenne va via con un complessivo sesto posto e ha subito l’occasione per riscattarsi: tra sei giorni, a Glasgow, nella seconda tappa della Coppa del Mondo, la gara che chiude la stagione.

 

LARISA IORDACHE: 8,5. Sfiora l’impresa. Lo scricciolo di Bucarest era accreditata alla vigilia del secondo posto ma non ha mollato fino all’ultimo e sarebbe salita sul gradino più alto del podio se non fosse caduta alle odiate parallele (anche se l’esecuzione è stata migliore rispetto al suo consueto livello). La rumena accusava un punto e mezzo dalla Price a metà gara e a quel punto decideva di scatenarsi. Alla trave esibiva un esercizio letteralmente mostruoso che sfondava il fatidico muro dei 15 punti (ma dopo un ricorso che le ha ridato quattro decimi), al corpo libero si inchinava solo a Vanessa. Risucchiava quasi tutto il ritardo, ma deve cedere di soli 34 piccoli millesimi alla ragazzina stelle e strisce.

La Iordy ferma qui la sua striscia vincente (tre successi consecutivi) che aveva aperto dopo i deludenti Mondiali e le due fantomatiche cadute dai 10cm. L’importante è che la diciassettenne abbia ritrovato il feeling con il suo amato attrezzo: è lei la reginetta dell’eleganza femminile e questo non va messo in discussione.

 

GIULIA STEINGRUBER: 8-. La svizzera è ufficialmente la ginnasta che ha gareggiato di più in stagione: non manca davvero mai a una competizione. Con un rapido conto mentale, la bella bionda dovrebbe essere intorno ai 25 giorni di gara in questo 2013…

A Stoccarda è stata eccellente quarta, con un volteggio da vera Campionessa europea di specialità. Poteva salire sul podio, ma nulla ha potuto di fronte al numero di Vanessa al corpo libero.

 

RUBY HARROLD: 7,5. Sorprendente. Miglior punteggio alle amate parallele, bravissima sugli altri attrezzi che non sono storicamente suoi, riesce ad agguantare un quinto posto che in pochi avrebbero previsto e si ritrova completamente.

ELISABETH SEITZ: 5. Non è mai stata in gara, ha provato a non deludere di fronte al suo pubblico, ma non ci è mai riuscita. Brutta stagione per la tedesca che dovrà assolutamente rifarsi.

BRIANNAH TSANG: 6. La novità della competizione. Ha iniziato bene con un doppio avvitamento al volteggio, poi si è spenta man mano cadendo spesso. Sufficienza di incoraggiamento.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Coppa del Mondo: Ferrari incredibile terza! Price, ritorno vincente

Vanessa Ferrari brilla anche a Stoccarda, si classifica al terzo posto (56.866) e si regala il primo podio della carriera in Coppa del Mondo (parliamo dei concorsi generali, ovviamente)!

La Cannibale di Orzinuovi realizza una nuova, grandissima impresa nella sua infinita carriera che si impreziosisce di un podio che le mancava. Ora gliene resta solo uno su cui salire: quello olimpico…

 

La 23enne si regala l’ennesimo pomeriggio di gioia e felicità (inaspettato), ma al di là del bellissimo terzo bisogna festeggiare per il modo con cui lo ha ottenuto. Una rimontona epicache spiega l’adrenalina e il carattere di questa ragazza: a metà gara era al sesto posto, distanziata di otto decimi dal podio virtuale. Dopo il volteggio era addirittura a un punto dal bronzo…

Ma proprio lì iniziava la gara della ginnasta italiana più forte di tutti i tempi. Con una trave magistrale (secondo punteggio di giornata, 14.433), precisa e tirata a lucido, si portava in quarta posizione e accorciava il distacco dalla Steingruber a mezzo punto.

A quel punto serviva un’impresa epica al corpo libero. Che puntualmente arriva! La vicecampionessa del Mondo di specialità fa capire che al quadrato magico non ce n’è per nessuna e annichilisce la concorrenza con un fantasmagorico 14.833: è il punteggio più alto della stagione per l’azzurra, a memoria personale dovrebbe essere il terzo dell’anno a livello internazionale (dietro solo a quelli imprendibili della Biles e a un esercizio della Izbasa, ma esibito nella sua Romania). Non ha sbagliato nulla! Altissima su tutti i salti (Tsukhara fantastici), plastica in tutti gli atterraggi, sorridente ed espressiva. Missione compiuta.

 

Il successo va, come da pronostico, ad Elizabeth Price (58.032). La statunitense ritornava in pedana dopo un brutto infortunio che l’ha tenuto praticamente out per tutta la stagione e ricomincia da dove aveva lasciato: vincendo, proprio qui a Stoccarda, come nel 2012.

La gara si era già decisa dopo le prime due rotazioni. Un Amanar eccellente, a cui eravamo piacevolmente abituata, le regala 15.700 al volteggio. Alle parallele non sbaglia nulla (14.466, secondo punteggio di giornata): a metà gara aveva già un punto di vantaggio sulla Steingruber e addirittura 1.6 sulla Iordache…

 

Ottima seconda Larisa Iordache (57.598), che però interrompe qui la striscia consecutiva di successi dopo il Mondiale. Lo scricciolo di Bucarest, dopo un buon volteggio (doppio avvitamento), è salita sugli staggi e ha subito capito che non poteva far nulla per la vittoria: le parallele asimmetriche sono un dazio incredibile per la rumena che non va oltre un modesto 13.466.

Sulla trave, però, è davvero la reginetta mondiale. Precisa, puntuale, artistica, acrobatica, elegante: c’è tutto su quei 10cm. Il 14.766 che esce al termine è il sunto di un esercizio davvero spaventoso. Ha sperato in qualche caduta della Price al corpo libero, ha siglato il secondo punteggio di giornata dietro Vanessa ma non è bastato.

 

Carlotta Ferlito era alla sua prima Coppa del Mondo generale ed è chiuso al sesto posto (54.199). Tantissima l’emozione per la siciliana che ha pagato a caro prezzo una tonsillite acuta che l’ha tenuta ko ad inizio settimana. Peccato soprattutto per l’amata trave su cui, a causa di un paio di sbilanciamenti e di un’uscita non perfetta, non è riuscita a brillare come ci ha abituata (13.566, quarto punteggio di giornata).

Era un grande giorno per la 18enne, però, perché ha esibito un nuovo corpo libero con una nuova musica che a questo punto dovrebbe farle compagnia per il 2014. Ha commesso un’imprecisione sul doppio salto ed è uscita di pedana, ma la prestazione è stata comunque convincente.

 

Quarta la svizzera Giulia Steingruber (56.699) rimontata proprio da Vanessa, quinta a sorpresa la britannica Ruby Harrold che ha fatto meglio del previsto ed è stata la migliore alle parallele (14.700), settima Elisabeth Seitz davanti al suo pubblico (53.392), chiude la classifica la canadese Briannah Tsang (50.132, nonostante un buon volteggio).

Tra sette giorni si replica a Glasgow (Scozia), con la seconda tappa di Coppa del Mondo. 

 

Di seguito tutta la classifica con i punteggi dettagliati:

Nazione Volteggio Parallele Trave Corpo libero TOTALE
1. Elizabeth Price USA 15.700 14.466 13.500 14.366 58.032
2. Larisa Iordache Romania 14.933 13.466 14.766 14.433 57.598
3. Vanessa Ferrari Italia 13.900 13.700 14.433 14.833 56.866
4. Giulia Steingruber Svizzera 15.400 13.600 13.633 14.066 56.699
5. Ruby Harrold Gran Bretagna 13.700 14.700 12.966 13.733 55.099
6. Carlotta Ferlito Italia 13.700 13.700 13.566 13.233 54.199
7. Elisabeth Seitz Germania 14.666 13.400 12.666 13.200 53.392
8. Briannah Tsang Canada 14.266 10.233 12.500 13.133 50.132
Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Coppa del Mondo: gli ordini di rotazione a Stoccarda. Le italiane…

Sono stati estratti gli ordini di rotazione per la prima tappa di Coppa del Mondo di ginnastica artistica che scatterà tra pochi minuti a Stoccarda (Germania). Si partirà ovviamente dal volteggio e si seguirà l’ordine olimpico.

 

Elisabeth Seitz (Germania)

Elizabeth Price (USA)

Ruby Harrold (Gran Bretagna)

Giulia Steingruber (Svizzera)

Carlotta Ferlito (Italia)

Larisa Iordache (Romania)

Vanessa Ferrari (Italia)

Briannah Tsang (Canada)

 

La rotazione seguente si svolgerà capovolgendo la classifica avuta al termine della rotazione precedente. La migliore al volteggio sarà dunque l’ultima a esibirsi alle parallele, la peggiore alla tavola sarà invece la prima a salire sugli staggi.

Lo stesso procedimento si ripeterà per tutta la gara.

 

Buon sorteggio per le azzurre che mettono a sandwich la Iordache e partono ben dopo la Price.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Coppa del Mondo -1: tutto sulle partecipanti. Chi vincerà?

Meno uno al ritorno della tanto attesa Coppa del Mondo. La prima tappa del circuito iridato si svolgerà a Stoccarda (Germania), con in programma anche un concorso a squadre oltre al classico all-around individuale. Clicca qui per sapere tutto sulla Coppa del Mondo.

 

Tanti nomi importanti tra le partecipanti. Big, ginnaste che non si esibivano da tempo e ora da riscoprire, una novità, due italiane e tanto altro ancora. Molte di loro porteranno in campo esercizi nuovi di zecca. Assistere a questa prima tappa ci può dare un idea approssimativa di quello che succederà durante la stagione 2014 ormai alle porte.

Ricordiamo che Elizabeth Price difende il titolo conquistato lo scorso anno. Vanessa Ferrari concluse al quinto posto nel 2012.

 

Analizziamo le ginnaste che parteciperanno al concorso generale individuale e cerchiamo di stilare una nostra classifica (semplici previsioni, come d’abitudine).

 

ELIZABETH PRICE

Anni: 17

Nazione di provenienza: USA

Miglior risultato in carriera: oro AA World Cup 2012

Attrezzo migliore: volteggio e corpo libero

La Price è tornata in pista!  Dopo un lungo periodo di stop causa infortuni e un campionato nazionale in cui ha gareggiato con esercizi semplificati, il grado di preparazione della statunitense  è ancora un incognita. Ma sappiamo che le feroci ginnaste statunitensi siano un osso duro anche  malconce. E la caparbia Ebee non è da meno. Non si accontenterà di un secondo o terzo posto.

Chissà se riporterà il suo programma completo o se ci mostrerà ancora una volta quello semplificato. Quello che è certo è che tutti i fans della ginnastica vogliono rivedere il suo spettacolare Amanar al volteggio e il suo Silivas al corpo libero, da lei eseguiti in maniera unica!

 

LARISA IORDACHE

Anni: 17

Nazione di provenienza: Romania

Miglior risultato in carriera: oro alla trave agli Europei 2013, oro al corpo libero agli Europei 2012

Miglior risultato stagionale: oro alla trave agli Europei 2013, bronzo al corpo libero ai Mondiali 2013

Attrezzo migliore: Trave

La Iordache è una delle favorite del circuito. Saranno lei e l’americana Elizabeth Price a contendersi il primo posto (salvo sorprese inaspettate). Reduce da una stagione ricca di soddisfazioni (oro alla trave e argento al corpo libero agli europei, bronzo al corpo libero ai mondiali) lo scricciolo di Bucarest vorrà finire in bellezza questo 2013 (ha una striscia aperta di tre vittorie consecutive). La delusione olimpica e quella mondiale sono ormai un brutto ricordo. Ha ormai superato i suoi problemi alle parallele: ad Anversa abbiamo assistito ad un esercizio di grande rilievo. Ha inoltre mostrato anche un netto miglioramento del suo DTY sulla tavola che la rende più competitiva. E poi la sua trave da 6.9 fa davvero la differenza!

 

VANESSA FERRARI

Anni: 23

Nazione di provenienza: Italia

Miglior risultato in carriera: oro nel concorso generale individuale – Mondiali 2006

Miglior risultato in stagione: argento al corpo libero – Mondiali 2013

Attrezzo migliore: Corpo libero

La Leonessa di Orzinuovi è pronta a ruggire di nuovo. Campionessa AA e al corpo libero ai Giochi del Mediterraneo, argento al corpo libero ai Mondiali di Anversa, la nostra beniamina non si ferma mai.  Dopo sette anni ha ancora dimostrato di essere ai vertici. In quel di Stoccarda potrebbe benissimo giocarsi il terzo posto insieme alla Steingruber e alla Seitz, alle spalle delle intramontabili Price e Iordache. Non vediamo l’ora di vederla ancora in campo, chissà magari con qualche novità.

 

CARLOTTA FERLITO

Anni: 18

Nazione di provenienza: Italia

Miglior risultato in carriera: argento alla trave agli Europei 2011

Miglior risultato in stagione: quinto posto alla trave ai Mondiali 2013

Attrezzo migliore: Trave

Carlotta Ferlito sembra essere in forma più che mai. Dopo un notevole miglioramento in tutti e quattro gli attrezzi, come ha dimostrato ad Anversa dove si è aggiudicata l’undicesimo posto nel concorso generale e il quinto alla trave, la siciliana a Stoccarda sarà una rivale di tutto rispetto. Nonostante una grande concorrenza internazionale, grazie al suo esercizio sui 10 cm da un alto valore di partenza, il suo corpo libero semplice ma efficace, il suo saldo salto sulla tavola potrebbe ottenere una buona posizione individuale. Chissà se ci stupirà con il suo nuovo esercizio alle parallele…

 

GIULIA STEINGRUBER

Anni: 19

Nazione di provenienza: Svizzera

Miglior risultato in carriera/stagionale: oro al volteggio agli Europei 2013, quarta al volteggio ai Mondiali 2013

Attrezzo migliore: volteggio

La Steingruber è uno dei fenomeni del momento. È una delle ginnaste che hanno mostrato maggiori miglioramenti nell’ultimo anno. Ha aumentato la difficoltà di tutte le sue routines e migliorato l’esecuzione al volteggio che l’ha fatta arrivare quarta ai mondiali di Anversa. Oltre al volteggio è da tenere d’occhio il suo corpo libero. È una delle poche ginnaste ad eseguire il doppio teso con un avvitamento (valore H). Non da meno il suo esercizio sugli staggi e sulla trave, che però ha ancora qualche difettuccio di esecuzione. È senza ombra di dubbio una delle maggiori candidate al terzo posto.

 

ELIZABETH SEITZ

Anni: 20

Nazione di provenienza: Germania

Miglior risultato in carriera: argento all-around agli Europei 2011

Attrezzo migliore: Parallele asimmetriche

Elizabeth Seitz ha sempre mostrato una grande stabilità come all-arounder. Un buon volteggio, un gran bell’esercizio alle parallele, una trave di tutta rispetto e una routine al corpo libero discreta. Alle Olimpiadi di Londra ha sorpreso tutti, anche se stessa, con il suo quinto posto alla finale alle parallele con uno sbalorditivo 15.200. Ma quest’anno è un po’ sottotono. L’abbiamo vista leggermente stanca e più pesante del solito nelle ultime competizioni. A Stoccarda vedremo se sarà ritornata in forma come nel 2012.

 

RUBY HARROLD

Anni: 17

Nazione di provenienza: Gran Bretagna

Miglior risultato: settima alla finale a parallele ai mondiali 2013

Attrezzo migliore: Parallele asimmetriche

Il suo esercizio alle parallele è uno dei più originali e spettacolari al Mondo, ma Ruby non è solo questo. Qualificandosi ottava nel concorso generale agli Europei di Mosca 2013 ha dimostrato di essere anche una buona all-arounder. I suoi esercizi non hanno altissime difficoltà e presentano alcuni problemini di esecuzione, quindi è improbabile che a Stoccarda riesca ad accaparrarsi i primi posti. Da tenere d’occhio la sua trave e le sue parallele.

 

BRIANNAH TSANG

Anni: 17

Nazione di provenienza: Canada

Miglior risultato: sesta al volteggio alla World Cup – Anadia 2013

Attrezzo migliore: corpo libero

La canadese è a una delle sue prime uscite internazionali. L’abbiamo vista gareggiare quest’anno nella World Cup di Anadia dove ha collezionato un sesto posto (vt) e un settimo posto (fx). Non è una delle migliori del circuito ma ha un esercizio al corpo libero di spessore e un buon volteggio. Pecca un po’ negli altri due attrezzi.

 

E in conclusione, come da tradizione, la nostra previsione per la classifica finale:

Elizabeth Price

Larisa Iordache

Giulia Steingruber

Vanessa Ferrari

Elisabeth Seitz

Carlotta Ferlito

Ruby Harrold

Briannah Tsang

Ester Vicentelli