Categorie
Beatrice Ferrante Beatrix Gatti Speciali Gatto

Beatrix

199846_10150107812242477_2910477_n

Beatrix ci aveva pensato alla seconda sfida da affidare alla sua padrona Beatrice Ferrante ed era molto importante per lui . Beatrice stava studiando un libro di Criminologia che era un grande mattone . Beatrix non ci salto sopra ma salto sul tavolo e cosi ottenne l’ attenzione di Beatrice – ora ti dico la seconda prova quale è ? . Beatrice vide Beatrix con una faccia molto seria e non carina e dolce come ce l’ aveva altre volte . Pure Beatrice aveva una faccia seria ed era pronta a sentire la seconda prova di Beatrix – sono tutta orecchie spara . Beatrix si mise un pò a ridere – sicura che sei pronta a sentire se non facevo io un salto sul tavolo la tua testa cadeva sul tavolo e dormivi profondamente . Ma se vuoi passo dopo . Beatrice si fece un pò di caffè molto dolce e poi senti il suo gatto – vedi attorno a mio collo c’ e un collare non devi togliermelo per nulla al mondo oppure non posso più parlare . Se lo perdi io me ne scappo e farò in modo che non salgo più sulle tue gambe e non mi vedrai più in questo casa . Beatrice aveva sentito le parole della sua gatta nera ed era serio il suo discorso . Beatrix inizio a guardare Beatrice con occhi molto seri – lo devi giurare che non perderai mai il mio collare oppure già da adesso me ne vado e non mi vedrai mai più . Beatrice si mise una mano sul cuore e inizio – giuro sul mio onore che non perderò mai il tuo collare . Va bene ora mi lasci studiare Criminologia . Beatrix salto dal tavolo – ora ti lascio studiare il tuo mattone di libro ma se ti addormenti io salto sul tavolo e ti sveglio . E lo faccio perchè hai giurato e sopratutto perchè con me sei molto gentile e mi dai sempre da mangiare .

 

 

Categorie
Ada Knight Angela Ferrante Barry Allen Daniel Saintcall Daniela Pellegrini Dominatore di Poteri The Flash

Daniel Saintcall

250px-AidenRender

Una volta scoperto per quale motivo Barry Allen era li , mentre ci mettemmo in auto feci il numero di Angela . Lei rispose subito – Daniel perchè mi chiami ? . Angela sapeva che era molto importante – cosa c’ e di tanto importante da chiamarmi mentre sto per prendere il caffè ? . Angela era li che si beveva un caffè caldo appena fatto – vedi siamo stati nel mondo di The Flash e li abbiamo scoperto che Barry Allen vuole provare a salvare suo padre dalla prigione usando i suoi poteri . Ecco perchè ti abbiamo chiamato . Questa cosa può rovinare la sua vita da eroe e quindi ti voleva avvisare . Angela era li e vedeva che questa cosa poteva essere un problema e mi disse con calma – Daniel se vuoi intervenire fallo ma sta attento . Dopo aver detto questa cosa ad Angela Ferrante che era li nel suo ufficio e stava vedendo cosa fare con Daniela Pellegrini . Ada era li con me – Questa storia di Barry Allen che vuole salvare suo padre dalla prigione di Central City è molto grossa se la fa lui non sarà un eroe ma un criminale che ha aiutato un criminale a uscire di prigione . Se vuoi fare qualcosa in quel mondo io ci sto . Come supereroe mi piace Flash e non lo voglio perdere perchè lui fa qualcosa di stupido . Ada era con me ma fino a quel momento avevamo tempo per creare un piano .

 

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto T.A.R.D.I.S Wesen

Grimm – Revelation

Rebecca era andata al bar per scoprire qualcosa su un universo che piaceva a me ed era quello di Grimm dove ci sarebbe stata una nuova storia che era molto interessante .Ci potevo andare io ma nel bar dove c’ erano queste informazioni era meglio se ci andasse Rebecca era una persona che andava li quasi tutti i giorni e fece la ragazza semplice con chi aveva queste informazioni . Una volta ottenuta le informazioni se ne andò da quel bar e mi diede le informazioni tramite il suo auricolare – Daniel ci sono delle molte interessanti dentro quell’ universo non ti voglio dire niente ma se ci vai le puoi vedere di persona . Ada aveva dormito nel T.A.R.D.I.S visto che il letto li era molto bello comodo e quindi era il luogo migliore per dormire . Una volta arrivata in cucina con un viso molto assonnato le passai il suo caffè che era molto forte e una volta svegliata le dissi che dentro l’ universo di Grimm c’ e una nuova storia . Una volta mosse insieme le leve del mio T.A.R.D.I.S visto che era molto semplice guidare la mia nave spaziale . Una volta entrati dentro quell’universo vedemmo che Monroe stava per cercare di far convincere la sua famiglia nelle scelte che lui ha fatto e la situazione era molto difficile visto che li c’ era Nick cioè il Grimm . Visto che la famiglia reale sta mettendo i suoi occhi sul bambino di Adalind , il capitano Renard cerca di tenere lontano dalle mani di Viktor che non sappiamo cosa abbia avuto in mente e per questo poteva essere una cosa molto pericolosa .

 

Categorie
Dana Sherman Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Lazarus Hawking Roberto Auditore Serena Rafferty Zane Taylor

Dana Sherman informa Zane Taylor dei nuovi testimoni

Dana Sherman grazie a me aveva dei nuovi testimoni che grazie a loro poteva mettere dentro Lazarus Hawking che aveva ucciso Serena Rafferty . Prima di aiutarmi nel far dire qualcosa al nuove testimone cioè Roberto Auditore voleva prima riferire tutto al suo capo per dire come procedere e come fare per farlo parlare . Se uno dei due ci andava troppo forte con Roberto potevamo perdere un testimone oculare che sapeva un sacco di se e quindi grazie ai suoi ricordi potevamo far vedere a tutti con ancora più certezza se Lazarus Hawking era li nella mensa a uccidere Serena Rafferty ma ci doveva andare con calma e senza nessuna pressione né da Dana Sherman e né dal suo collega Ronny Watson . Se solo uno avesse forzato troppo Roberto Auditore lui aveva già paura di quello che le avrebbe fatto visto che la prossima volta che lo avrebbe ucciso Roberto sarebbe stato manipolato e per questo sarebbe morto in qualunque circostanza . Dana Sherman era andato a bere un caffè caldo e molto forte e poi andò dal suo capo dopo che io gli avevo detto dei nuovi testimoni oculari che avrebbero potuto far mettere Lazarus in carcere per davvero molto tempo visto che lo potevano accusare di omicidio , tentato omicidio non solo per una volta ma anche per quello di Gabriella Roccaforte che era stata quasi uccisa due volte e non era solo il suo caso era quello anche di Sussurro che il giorno in cui mi ha detto tutto quello che aveva detto sul fatto di Lazarus Hawking . Dopo aver bevuto il caffè che aveva preso da Starbucks che era vicino al suo Dipartimento di Polizia dove lavorava . Dopo essere tornato nel Dipartimento andò dal suo capitano , busso alla porta dell’ ufficio di Zane che era fatta di un legno davvero molto duro e se lo era fatto perché lo voleva cosi . Zane la fece entrare con calma e la fece accomodare sulla poltrona sulla sinistra che erano di colore rosso visto che le pareti erano di colore rosso come il fuoco visto che il suo colore preferito era rosso . Zane vedeva che negli occhi di Dana erano felici come se avesse scoperto qualcosa di molto importante e gli chiese – scoperto qualcosa ? . Dana vide che Zane aveva gli occhi puntati su di lei visto che era pronto a sapere tutto quello che aveva scoperto grazie a me e gli disse – Daniel Saintcall ha trovato altri due testimoni oculari che possono confermare che Lazarus Hawking era sulla scena del crimine . Ma uno non vuole parlare .

Quando Zane seppe che uno dei testimoni che avevo trovato non voleva parlare vide che era una cosa molto brutta visto che se non parlava non potevamo fare niente contro Lazarus Hawking e cosi non potevamo onorare la memoria di Serena Rafferty . Zane si alzo dalla sua poltrona molto bella comoda e andò nella poltrona che era vicina a quella dove era seduta Dana Sherman e cosi la poteva vedere con calma e gliela poteva vedere davanti a lei e non dietro a una scrivania . Zane la guardo e voleva capire cosa gli voleva dire il suo capitano visto che si era alzato e stava iniziando a camminare avanti a indietro e Zane faceva cosi solo se stava per dire qualcosa – Allora con questo testimone che non vuole parlare andateci piano e cercate di non forzare troppo le cose oppure lui non vi dirà niente e quindi invece di tre testimoni ne abbiamo solo due e quindi non avremmo abbastanza prove per accusare Lazarus Hawking . Dana aveva capito molto bene quello che disse il suo capitano e visto che alcune volte Ronny ci andava troppo forte con le persone e per questo disse al suo capitano – Ci andrò io a parlare con il testimone . Zane era felice di sapere che avrebbe fatto Dana visto che con tutti i testimoni era gentile e solo in casi molto estremi avrebbe usato la forza . 

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Mondo Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico

Faccio il rapporto con Ada Knight

Ada Knight si era svegliata verso le 6 , era molto mattutina e si era già fatta il caffè e una bella doccia calda . Non aveva dovuto aspettare che qualcuno uscisse dal bagno per entrarci con l’ acqua calda che era finita . Lei per tanto tempo era stata per come si può dire un lupo solitario che voleva stare per le sue e alla fine dopo un litigio per un piccolo furto , lei fu prese in adozione da una donna che l’ ha voluto molto bene . Quando lei è morta ha lascia tutto ad Ada e Ada alla fine trasformò la casa di sua madre in un posto migliore da vivere e abitarci . Anche se stava da sola in casa lavava e puliva da casa , perché non sapeva mai se arrivava qualcuno in casa sua e voleva che fosse pulita . Lei verso le 7:30 era già li e pure io era nel mio ufficio e vide quella bella fenice rossa – Mi piacciano molto i murales e questo è davvero molto bello , l’hai fatto tu ? . Si l’ ho fatto io e ci ho messo molto tempo per farlo , adesso però mettiamoci a fare il rapporto di quello che è successo al Manicomio che oggi è stato chiamato SarenStorm Asylum . Iniziammo a scrivere tutto quello che era successo li dentro , cosa era successo agli uomini dentro la cella e come io avevo capito cosa era successo e poi di come lei ha avuto il piano di prenderli alla sprovvista dai condotti di areazione e poi nel mondo in cui qualcuno aveva fatto fuggire il Dottor Saren Selphstom . Io dovevo dire come avevo superato le trappole e lo stesso valeva per Ada Knight , inizia a dire io come avevo superato i gas lacrimogeni che il Dottor Saren aveva piazzato e poi Ada Knight scrisse sul rapporto come aveva superato i cavi elettrici . Dopo aver scritto tutto questo finimmo verso le 10:55 e insieme andammo a dare il rapporto a Zane Taylor . Io andai a prendere due caffè e ne diedi uno molto forte ad Ada tutte quelle scartoffie mettono un po’ sonno dopo tutto . Ada se ne stava tornando a casa – Ada puoi venire un attimo nel mio ufficio .

Ada con un tono un po’ stanco anche se aveva bevuto il suo caffè con calma – Ti devo fare una cosa sola , forse è un po’ dolorosa ma credo che tu lo possa superare .

Ada era un po’ preoccupata e disse – che cosa sarà doloroso ? . Io la guardai con uno sguardo tipo per dire “ti fidi di me “ – ti devo cancellare le impronte delle mani e dei piedi e anche di tutte le scarpe che hai .

Perché devo fare questo ? – Ada lo chiese in modo sfacciato e un po’ arrabbiata

Ora te lo spiego collega , li fuori ci sono persone che contro di noi potrebbero fare di tutto , anche utilizzare le nostre impronte contro di noi . Quindi per favore fatti cancellare le impronte digitali dei mani e dei piedi .

Dopo lungo pensarci Ada decise di farselo fare , io inizia a premere il pulsante rosso e la parte di sopra e di sotto della mia scrivania cambiarono e diventare due cerchi rotondi uno con le impronte delle due mani e l’ altra quello per i piedi . Le mise le mani li sopra e poi i piedi e per lei non fu per niente doloroso , anzi sopporto il dolore e poi io feci comparire con un mio incantesimo tutte le scarpe di Ada Knight nel mio ufficio e le misi su un distruttore di impronte e tolse tutto il calco della scarpa e poi una volta finito di passare tutte le scarpe di Ada , con un ‘ altro incantesimo le rimandai indietro dove stavano e nel loro luogo esatto .

Dopo tutto quel tempo senza mangiare nulla , lo stomaco di Ada stava morendo di fame e io le dissi prendendo il mio giubbotto nero – ci andiamo a prendere un hotdog .

Certo , andiamo e paghi tu visto che hai scelto tu .

Io non potevo dire di no , avevo scelto e io potevo sempre dire di no a quell’ idea ma mi andava di farlo e comprare due hotdog uno per me e uno per lei . Era un modo per conoscere la mia collega senza doverle leggere la mente , non volevo leggerle la mente i suoi pensieri non li volevo sapere e per il momento non volevo sapere nemmeno i suoi segreti . Mi bastava parlare con lei e conoscerla parlando e non leggendole la mente , se l’ avrei fatto sicuramente si sarebbe arrabbiata e forse mi avrebbe dato uno schiaffo per cosa così brutta . Ada mi disse – mi leggerai la mente oppure no ? Lo voglio sapere e non mentire .

Per il momento no , perché ti voglio conoscere parlando e non leggendo la tua mente . Se lo vorrò fare e per sapere qualcosa che mi nascondi o altro , ma adesso no . Ada grazie a questa risposta che le avevo dato lei si poteva fidare di me ceca-mente . Poi andammo a fare il nostro lavoro visto che subito dopo aver mangiato i nostri hotdog ci fu una chiamata e noi visto che eravamo in servizio rispondemmo e andammo con la mia macchina . 

Categorie
Laura Melissa Mcarthur Osservatore Persone

Melissa Mcarthur parte 3

Lara l’ amica del liceo di Melissa , dal suo laboratorio aveva preso tutto quello che serviva per fare una buona visita medica alla sua amica , che con tanta forza e con tanta ostinazione non voleva farsi visitare . Lara si era presa sempre cura di Melissa , la vedeva come una sorella minore e le era molto affezionata . Lara quando era piccola ha perso sua sorella minore , era un stato incidente d’auto . Erano le tre di notte , alla guida c’ era suo padre , ma per colpa di una cosa aveva visto in camera sua , cioè sua moglie che lo tradiva con un ‘ altro uomo . Quello fece molto infuriare , inizio a bere molti alcoli mentre era a casa , Lara era uscita ma sua sorella minore Rossella che aveva un anno meno di Lara . Rossella era ancora dentro la macchina , il padre di Lara arrabbiato andò a fare un giro con l’ auto un po’ per distrarsi o un po’ altro . La madre di Lara di nome Dana era molto bella , capelli rossi , occhi blu con calmò andò a vedere le bambine come stavano . Entrò nella stanza e vide solo Lara e chiese alla bambina con molta calma – dove è tua sorella Rossella ? .Lara si girò e disse – l’ ho cercata in tutta la casa , non c’ e . Poi Dana capi dove poteva essere la bambina , cioè in macchina . Il padre di nome Luca stava andando molto forte , tipo 200 km orari , quando era salito in auto non aveva sentito la voce della bambina che gli diceva varie cose . Era cosi pieno di alcol in corpo che l’ aveva bevuto come se fosse acqua fresca , per lui l’ unica cosa era bere e bere fino a quando nella sua mente non avrebbe più quella cosa che aveva visto cioè sua moglie con il suo migliore amico . Rossella inizio a piangere moltissimo , dove è la mamma – continuava a dire molte volte . Luca non sentiva niente neanche la voce della bambina , anzi la sentiva ma la sentiva distorta e sopratutto non vedeva bene , né la strada che stava davanti a se né la bambina che stava dietro . Cioè in poche parole lui era talmente pieno di alcol che lui scambio che lui con i suoi occhi non vide sua figlia che stava piangendo e voleva la mamma . Ma la scambio per la moglie che aveva paura di stare accanto a lui e che si era seduta dietro per non soffrire e sopratutto non venire picchiata da lui . Rossella inizio a piangere e lui scoppio dalla rabbia e ogni parlava gli gridava contro . Purtroppo una volta lui grido alla moglie peccato che non era la moglie , ma era la figlia , perché quando stai morendo quella lucidità che hai perso bevendo un po’ di alcol scompare e tu puoi vedere chi è . Luca purtroppo quella lucidità la ottenne molto dopo e se ne penti , cioè perso il secondo bene più grande del mondo cioè sua figlia Rossella . Per Laura fu davvero molto difficile superare la morte di sua sorella , ma quando conobbe Melissa fu come se sua sorella Rossella fosse rinata in un nuovo corpo . Melissa aveva saputo dell’ incidente e non aveva trattato con Laura con compassione , ma la trattava come amica e grazie a questa cosa loro divennero grandi amiche . Certo la sorella di Laura era morta , ma con aiuto delle tue amiche puoi superare tutto anche il dolore più grande . Laura non dovette solo superare tale evento , ma anche il fatto che sua madre aveva tradito suo padre , questo fu un grande evento ed era molto arrabbiata con lei . Lei ogni giorno incolpava la madre di quello che era successo , visto che era stata colpa sua , Laura aveva perso suo padre e sua sorella . Quelle erano due grandi cose che lei era riuscita a ottenere nella vita . Prima che Melissa potesse perdonare sua madre ci vollero 7 anni . 7 anni per poter di nuovo parlare con la madre , Laura era davvero molto insistente , se non ci fosse messa Melissa questa cosa non sarebbe mai avvenuta . Laura come macchina aveva una Ford Fiesta , l’ aveva comprata da un concessionario non molto lontano da casa sua . Usci dal suo laboratorio , si tolse il camice e poi come si risolve al suo assistente Mario che stava analizzando per lei delle fibre di capelli per capire a chi appartenevano . Senti Mario io vado a fare visita a Melissa , voglio vedere se sta bene oppure no – Mario senti quello che aveva detto la Dottoressa e poi si rivolse a lei – Spero che Melissa stia bene e possa tornare a lavorare al più presto . Laura non ci mise molto ad arrivare all’ appartamento di Melissa , arrivo alla porta busso – ci sei Melissa , andiamo apri . Melissa si sveglio per colpa di Laura , ci mise la prima cosa che aveva tra le mani , si pettino e andò ad aprire la porta e vide che era Laura . Laura che ci fai qui ? – chiese con gli occhi stanchi , come se si era svegliata adesso . Laura guardo Melissa che stava danti a lei , non l’ aveva fatta ancora entrare . Melissa disse – certo entra pure , fa come se fosse casa tua . Laura entro e disse – Sono venuta qui a vedere come sta la amica che è stata attacca da uno sconosciuto che l’ ha messa a terra .Non potevi avvisarmi per via telefonino o altro , avendo un po’ di mal di testa , avevo deciso di mettermi un po’ a letto e dormire un po’ e vedere se riuscivo a dormire . Non dico che la tua visita non la volevo , ma la prossima volta avvertimi – disse ancora con quello sguardo assonato e mezzi aperti . Laura disse – mi dispiace , però volevo farti una bella visita . Melissa alla fine ci passo sopra e disse a lei mentre aveva preso dalla sua borsa il suo telefonino per vedere se c’ erano telefonate perse oppure sms , ma non c’ era niente . Laura vide che la sua era davvero molto stanca e decise di fare un bel caffè caldo , cosi da risvegliare Melissa e stare un po’ con lei e visitarla . Laura cercò la caffettiera e il caffè e li trovo nell’ anta dove teneva i bicchieri di carta . Prese tutto e inizio a fare il caffè , il buon odore del caffè caldo venne anche nella stanza dove stava Melissa e disse all’ amica – stai facendo il caffè ? .Si , lo vuoi ? – rispose l’ amica e Melissa rispose – si è che sia bello forte , Melissa per risvegliarsi aveva davvero bisogno di un caffè davvero molto forte , inoltre Laura aveva portato con se un sacca con il ghiaccio per metterlo sulla testa testarda di Melissa . Melissa prima di andare a prendere il caffè che la sua amica aveva fatto , decise di andare in camera sua e di nascondere il telefonino , cosi Laura non lo poteva vedere . Melissa pensava che se Laura lo vedeva gli faceva un sacco di domande , moltissime domande alle quali lei non sapeva rispondere . Dopo andò a bere il caffè con Laura e mentre era li sul tavolo vide la sacca con il ghiaccio , appena la vide disse in modo molto scocciato – sto bene , non preoccuparti è solo una piccola botta . Laura disse a Melissa – voglio solo farti una semplice visita per vedere se stai bene o no , non fare la testarda . Melissa dopo tante storie , decise di farsi mettere la sacca con il ghiaccio sulla testa e poi Laura vide che lei stava molto meglio , di come stava prima . Laura era preoccupata per Melissa , perché nel college in cui si erano conosciute non erano divenute solo amiche , ma erano divenute come due sorelle , unite in tutto . Laura e Melissa al college facevano tutto insieme e stavano sempre insieme , cioè dopo che Laura aveva perso una sorella , era come se ne avesse ottenuta una nuova . Laura non avrebbe mai dimenticato Rossella , ma era ora che andasse in avanti e che si trovare amiche e che facesse delle cose belle nella sua nuova vita . Dopo che Laura se né andò nella sera inoltrata , Melissa cerco ancora di capire alcune , cosa poteva fare con il telefonino , come mai la ferita non gli faceva male e molte altre domande .

 

Continua

 

Categorie
2013 Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Racconto

Alyssa ferma uno stupro su una giovane ragazza

Alyssa è andata a lavorare all’ ospedale , perché quel giorno avevo molti pazienti da visiti e da curare . Il primo paziente era un ‘uomo di mezz’età che per il troppo fumo aveva il cancro ai polmoni , quindi mia sorella Alyssa anche un po’ amareggiata non poteva fare niente . L’ unico modo per salvare la vita a quel paziente era mandarlo in chirurgia e farlo operare , se il cancro era molto piccolo c’è la poteva fare se era grande avrebbe avuto il 50% di possibilità di farcela . Il Secondo paziente era una ragazza che non era tanto grave , lei era li solo perché aveva avuto una piccola botta alla spalla ed era li per curarla .La pazienta di nome Sara diceva alla madre che non era niente , ma la madre prudentissima , aveva deciso di portare la figlia all’ospedale Saint Mary . Il Terzo paziente era una ragazzina a cui avevano sparato al cuore ed era andata in coma . Anche se i chirurghi poteva togliere il proiettile dal cuore , per lei non ci sarebbe stata niente da fare . Ma Alyssa avrebbe potuto cambiare la situazione di quella ragazzina e quando nessuno era nella stanza e nessuno poteva vedere Alyssa utilizzare i propri poteri , decise di curare quella ragazzina con i suoi poteri di guarigione . Dopo pochi minuti la ragazzina si riprese e stava benissimo , la madre teneva la mano della figlia e la figlia chiamò la madre . La madre si sveglio e abbraccio la figlia , dopo aver salvato la figlia di quella madre disperata , lei se ne stava andando a casa a riposarsi un po’ . Quando lei verso un bar per prendersi qualcosa da mangiare e ci andò con la sua moto . Una vota preso un cornetto al cioccolato e una bella tazza di caffè non molto bollente , lei senti dietro l’ angolo una ragazzina di nome Laura Russo che sta gridando . Un uomo di 27 anni , capelli neri e lunghi , maglietta nera e pantaloni blu e scarpe nera , lui aveva iniziato a violentare quella giovane donna . Alyssa si precipito li e gridò a lui – Polizia , mani in alto , l’ uomo inizio a scappare ma mia sorella fu più veloce di lui , prese le manette e l’ arresto . Poi andò verso la donna ancora sotto shock , cercò di farla calmare e la portò a casa sua che non era neanche tanto lontano . Prima di arrivare a casa sua , la ragazzina guardò mia sorella negli occhi e disse – Io sono Laura e mia sorella disse a lei – io sono La Dottoressa Alyssa Saintcall . Una volta arrivati a casa sua , la donna ancora in stato di shock , si andò a prendere un po’ d’ acqua . L’ acqua però non la fece calmare , anzi la fece agitare di più e poi dopo quando si mise a sedere e cerco di raccontare come erano andate le cose , inizio ad avere un po’ di confusione . Prima della confusione ,c’ era l’ ansia , inizio ad essere agitato e per questo mia sorella per farla calmare gli fece un po’ di tè . Poi gli chiese a lui – quanto zuccherò vuoi ? , Laura rispose – due zollette di zucchero . Laura inizio a bere con molta calma il tè .Anche se un po’ si è calmata , in lei c’era della confusione , non riusci a raccontare bene le cose a mia sorella , poco dopo qualche minuto senti un po’ di intorpidimento alle mani , le sentiva ma era come se qualcosa le impediva di muoverle . Lo stupro fatto da questa ragazzina non è avvenuto completamente , seno la sua situazione sarebbe stato peggiore . Alyssa decise di rimanere con lei fino a quando lei non si sarebbe calmata un po’ , Senti ho deciso di fare questo , di rimanere con te fino a quando non ti calmi – disse a Laura . Laura disse a lei ancora sempre shoccata disse – va bene .  

Categorie
2013 Ada Knight Detective Dialoghi Distintivo Dominatore di Poteri Mondi Fantastici Mondo Mutanti Parlare con Ada Knight Parlare con Pandora Parlare con Tempesta Presentazione Racconto Sopralluoghi Storia supereroi Superpoteri

Dico a Pandora cosa fa un agente e un detective della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi .

Mi piace tanto lavorare per la Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi anche se come posso dire è un po’ una rottura di scatole , perché tra scartoffie che devi compilare e fare rapporti ai superiori . Ma anche se ci sono queste scocciature è davvero bello lavorare per loro , perché puoi viaggiare nel tempo , nello spazio e nei mondi .Certo quello lo faccio già grazie al T.A.R.D.I.S e viaggio nel tempo e nello spazio e nei mondi quando voglio io e dove svoglio io . Ma lavorare per loro e bello , perché puoi rendere l’ universo , i pianeti e un posto migliore per vivere per tutti . Una cosa che mi colpi fu il fatto che Pandora aveva mostrato questo nuovo carattere , ma sopratutto la cosa che mi piacque di Pandora che lei un giorno venne verso di me e mi disse che voleva entrare a far parte della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Quando Pandora mi disse tale cosa lo devo ammettere rimasi un po’ stupito ma poi decisi di fare tutto il possibile per far in modo che questa cosa possa essere realizzata . Quindi io feci imparare diverse cose a Pandora , come prendere le impronte digitali e altro .

Il 22 Gennaio io avevo deciso a Pandora di farle capire cosa significava essere un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Entrai in camera sua e vide Pandora che era sul suo letto con una maglietta e pantaloni neri e con le gambe incrociate e si stava concentrando per vedere il passato o il futuro . Dopo tanti tentativi lei riusci a vedere l’ evento prolungato che era riuscita a vedere nelle settimane precedenti , cioè il piccolo Connor mentre era nel suo villaggio in fiamme . Io bussai alla sua porta e Pandora mi fece entrare e io dissi a lei – oggi ti faccio vedere cosa significa essere un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi .Possiamo dire che Pandora stava aspettando tale momento da un bel po’ di tempo , Pandora si era iniziata a mettere una maglietta qualsiasi e dei pantaloni cosi . Io però fermai Pandora e le dissi – senti Pandora , visto che tu vuoi diventare un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi non ti puoi vestire con una maglietta normale o dei pantaloni . Ti devi vestire bene , cioè una camicia e dei pantaloni . Pandora mi disse – ma io non ho queste cose , dove le prendiamo e io dissi a lei – però queste cose c’ e l’ ha mia sorella Alyssa . Io e Pandora con molta calma in camera di Alyssa e bussai alla sua porta e – Alyssa puoi aprire la porta . Mia sorella Alyssa ci apri la porta con molta calma , vide me e Pandora insieme e disse in maniera molto calma e gentile – cosa volete ? . Io guardandola in faccia – posso avere una camicia e dei pantaloni della misura di Pandora , le voglio mostrare come è essere un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Alyssa fece provare alcune camicie e alcuni pantaloni . Dopo poco tempo trovò i pantaloni e la camicia perfetta per Pandora e quando la vidi con queste cose messe bene , io dissi – che gli stavano bellissimo . Dopo un po’ di tempo io e Pandora andammo nella grande mela cioè New York , dove si trova la nostra base . Una volta entrati incontri quella della sicurezza e dissero vedendo me e Pandora – Ciao Marcello , chi è la tua amica ? . Io risposi a loro stringendo la mano – lei è Pandora vorrebbe diventare un agente della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Uno della sicurezza guardo Pandora vestita con la camicia e con i pantaloni e stringendogli la mano a Pandora e lei strinse la sua molto forte – spero tu potrai diventare una noi . Io e Pandora salimmo le scale e subito incontrai la mia collega Ada Knight con una bella camicia nera , pantaloni blu e soprabito nero . Io insieme a Pandora andammo verso di lei e dissi in maniera molto gentile – come te la passi ? , Ada mi guardò e vide me e Pandora – bene , me la passo bene ho solo bisogno di un po’ di caffè . Poi guardò dietro di me e vide Pandora tutta vestita bene e mi disse – che ci fa Pandora qui ? . Pandora senti quello che aveva chiesto Ada e disse – vorrei diventare un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e Marcello mi sta facendo vedere cosa significa esserlo . Ada sentendo le parole di Pandora , le disse – spero tu possa diventarlo e se hai bisogno di aiuto questo è il mio biglietto da visita . Ada prese dalla sua tasca sinistra dei pantaloni il biglietto da visita dove ci stava scritto “Ada Knight Polizia Internazionale del Tempo dello Spazio e dei Mondi . N° Telefonico 0817955171 , 225 A,M Streat .” Pandora in modo molto cordiale – certo se ho qualche problema ti chiamo , mentre Pandora iniziò a parlare con la mia collega di alcune io ero andato a fare un po’ di caffè sia per me e per Ada . Con molta calma li portai insieme e poi lo diedi ad Ada . Ada lo prese e disse- grazie Marcello . Poi lo inizio a bere con molta calma , io iniziai a far visitare il posto a Pandora , il primo posto fu quello degli uffici e sopratutto il mio ufficio . Pandora inizio a farmi tipo tremila domande tipo come una macchina che spara a raffica proiettili ma invece lei sparava domande . Io iniziai a rispondere a Pandora , visto che Pandora si stava scocciando andammo fuori per le strade a risolvere un caso .Il primo caso che era passato sulla mia scrivania era un furto , ma non furto normale , ma una persona non era entrato un potere . Non aveva scassinato né porte , né finestra e sopratutto non era scassinato niente . Allora questa persona ha un potere , cioè il potere di attraversare le pareti , leggendo il rapporto che mi ero portato appresso capì che la persona aveva il potere di attraversare le pareti e io dissi a Pandora – Ascoltami bene noi cerchiamo una persona che ha 12 o 13 anni , capelli corti , maglietta nera e pantaloni neri . Facciamo cosi dividiamoci , cosi copriamo più zone , iniziammo subito le ricerche , io andavo di posto in posto e non trovavo nessuna traccia del ragazzino . Pandora inizio pure lei a cercare e dopo un po’ di vie , riusci a trovare il ragazzino , Pandora si avvicino a lui e disse – ti ho preso , fermati non ti voglio far del male . Il ragazzino disse a Pandora – lasciami , Pandora prese il telefono e mi chiamo e mi disse dove eravamo , io arrivai subito e dissi a Pandora – brava l’hai trovato . Pandora mi chiese – adesso che ne facciamo di lui ? , io risposi – adesso non andrà in un posto normale , cioè in galera ma se vuole può andare in un posto dove ci sono persone speciali con i suoi stessi poteri . Lui è un mutante e adesso lo portiamo in posto dove lui imparerà il controllo dei suoi poteri e un giorno utilizzarli per il bene . Il ragazzino di nome Zane sentendo le mie parole – quindi adesso mi porterai in un posto dove ci sono persone che hanno i miei stessi poteri e dove posso imparare a prenderne il controllo e io dissi – si . Poi io dissi a loro – datemi la mano , mi concentrai e ci teletrasportammo nella scuola di Xavier , che ora viene gestita da Wolverine , molti ragazzi mi videro apparire e si stavano domando se io ero un mutante o ero qualcosa’ altro . Insieme a Pandora e a Zane andammo alla ricerca di Wolverine , ma non c’ era da nessuna parte , poi dietro le mie spalle sulla scale apparì Tempesta e disse in maniera molto gentile – chi sei ? , io risposi – Sono Marcello il Dominatore di Poteri , questa è Pandora è questo è Zane , volevo parlare con Wolverine . Tempesta disse – non c’ e , comunque che cosa gli volevi dire , io dissi a Tempesta – ho trovato questo ragazzino che già da qualche giorno rubava grazie ai suoi poteri , mi chiedevo se per caso lui si poteva unire alla vostra scuola . Tempesta si avvicino a Zane che si era messo dietro me e Pandora , non lo so forse per proteggersi , Tempesta si avvicino e disse a Zane – calmati qui non ti verrà fatto nessun male . Zane andò con Tempesta e io dissi a lei – io e Pandora ce ne andiamo , forse ci rivediamo Tempesta . Tempesta ci saluto e disse – Ciao Marcello . Tornammo alla stazione di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e Pandora – grazie per questa giornata , adesso sempre più voglio diventare un agente . Pandora grazie a questa giornata aveva capito cosa significa essere un agente di Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . 

Categorie
2012 Caffè Foto Foto del Giono Mondo Notizie dal Mondo Panorama Presentazione Racconto Storia Tempo

Foto del Giorno . A tazza ‘e cafè

(Hong Yi/Bournemouth News & Picture Service/Iberpress)

Una tazza di caffè è un piacere a cui in pochi riescono a resistere e, nelle giuste dosi, non solo fa bene, ma crea addirittura delle incredibili opere d’arte. È il caso del ritratto in questa foto, realizzato con una tazza e del caffè. Nient’altro.
Ispirata da una delle canzoni del musicista taiwanese Jay Chou, l’artista Hong Yi, in arte Red, ne ha disegnato il ritratto utilizzando le macchie di caffè lasciate dalla base della tazzina su una tela bianca.
In questo video realizzato dalla stessa Red, anello dopo anello l’atmosfera evocata dalle note della canzone ispiratrice “Secret” si fa immagine e gli innumerevoli cerchi, molti dei quali volutamente imperfetti o interrotti, si fondono per creare un unico volto.

I caldi toni del caffè creano un effetto seppia che richiama l’autunno e la nostalgia del passato di cui parla la canzone, conferendo al ritratto un aspetto rustico e antico.
Ma il caffè non è un materiale semplice da utilizzare per dipingere: se troppo forte, per quanto possa essere piacevole al palato, risulterebbe molto scuro e pressoché indelebile, quindi difficile da manipolare. Viceversa, un caffè troppo leggero non riuscirebbe a creare gli anelli tipici delle sue opere.
Nata in Malesia e cresciuta in Australia, la 26enne ha conseguito una laurea in architettura e nel tempo libero si cimenta nella sperimentazione dell’arte e del colore impiegando tecniche e materiali del tutto innovativi, “rubati” all’uso quotidiano come i semi di girasole e i palloni da basket.