Categorie
2013 Laura Pausini Mondo Musica Notizie Notizie dal Mondo Storia Tempo

Laura Pausini è diventata mamma, è nata Paola Carta

Laura Pausini è diventata mamma di una bellissima bambina di nome Paola. L’annuncio è stato dato sul profilo ufficiale di Facebook della cantante, corredato di una tenera immagine con tanto di nastro rosa. Ad incorniciare le mani di Laura e Paolo, un pensiero, forse il primo che Laura ha voluto condividere in primis con i suoi fan:

Io e Paolo siamo felici di annunciare la nascita della nostra piccola. Il suo nome è l’unione dei nostri nomi e il simbolo del nostro amore.

Categorie
2013 Cantare Canzone Elisa Fabri Fibra Foto Mondo Notizie dal Mondo Persone

Fabri Fibra duetta con Elisa in Dagli sbagli si impara nel nuovo album Guerra e Pace (tracklist)

Notizie interessanti per i fan di Fabri Fibra, direttamente rilasciate dal cantante attraverso il suo account Twitter.

La foto in apertura post vede il rapper in compagnia di Elisa in uno scatto accompagnato dalla frase rivelatrice:

“Io con Elisa dopo aver registrato il pezzo per il mio disco”

Poche righe e un’immagine che già ottenuto ben 75 Retweets e 83 Favorites e che anticipa qualche dettaglio dell’imminente disco, “Guerra e pace“. Per i due la collaborazione non è nuova. Ricordate il brano “Anche se non trovi le parole“? E’ stato il secondo singolo estratto dall’album “Heart” di Elisa, pubblicato il 22 gennaio 2010 in download digitale e nell’interpretazione solista. Però, sempre a novembre di quell’anno, venne realizzato anche il duetto con Fabri Fibra, inserito poi nel nuovo disco Ivy. Ma le novità non finiscono qui. Il pezzo inciso dai due artisti si intitola “Dagli sbagli si impara“, come potete leggere dopo il salto…

Nemmeno un’ora dopo, il cantante ha infatti pubblicato un altro tweet:

Nell’allegato uno screenshot con i titoli del brani all’interno del suo nuovo Lp in uscita fra un mese esatto. Noi ve li riportiamo qui sotto:

01. 2031 (Intro)
02. Bisogna scrivere
03. Voce
04. Che Tempi con Al Castellana
05. Pronti, Partenza, Via!
06. A Me di Te
07. Non correre
08. Tutto in un giorno
09. La solitudine dei numeri uno
10. Panico (con Neffa)
11. Frank Sinatra
12. Raggi Laser
13. Nemico Pubblico
14. Non credo ai media
15. Guerra e Pace
16. Alta vendita
17. Centoquindici
18. Ring Ring
19. Dagli sbagli si impara (con Elisa)
20. Troppo di tutto (traccia bonus su iTunes)

Due pezzi in duetto, il primo con Elisa e l’altro -Panico- inciso con Neffa. Proprio quest’ultimo è sempre stato un grande sostenitore della musica di Fabri Fibra. Non per niente, proprio Turbe Giovanili, il primo album del rapper, uscito inizialmente nel lontano 2002, era stato quasi interamente prodotto da lui. E la stima era presente anche nel booklet all’interno di quel Cd:

“Neffa un giorno mi telefonò per dirmi che aveva recuperato delle basi dal suo vecchio hard disk. Questo album è dedicato a tutti i turbati distratti che insistono a credere in questa scena che ancora continua a darci energia. Personalmente non smetterò mai di credere in ognuno di voi, da chi mi ama, a chi mi odia, chiunque scrive o produce, chiunque balla o dipinge, chi lo fa da un anno e chi da una vita. In memoria di Dj Ciso”

 

Categorie
2012 Lucio Dalla Riposa in Pace

Riposa in Pace Lucio Dalla

Lucio Dalla

Lucio Dalla è stato un grande cantante , ha fatto bellissime canzoni come Storie di Casa Mia , Alla Fermata del Tram e moltissime canzoni . Oggi 1° Marzo all’ età di 68 anni , in Montreaux , Svizzera è morto il noto cantante Lucio Dalla . Riposa in pace Lucio Dalla e fa diventare il cielo più bello grazie alla tua meravigliosa musica .

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos chi sono i Cantanti , i vari strumenti musicali e i videoclip .

Dopo aver spiegato a Kratos i vari tipi di torcia e il bengala e avergli fatto vedere alcune foto sia della torcia , torcia professionale e del bengala io dissi –adesso ti spiego chi sono i cantanti , gli strumenti musicali e i videoclip e Kratos – ok , inizia pure quando vuoi e io inizia a dire a Kratos tutto quello che c’ era da sapere sui Cantanti , videclip e i vari strumenti musicali – allora i cantanti siamo noi persone che utilizziamo la nostro voce per cantare canzoni . Non se al tuo tempo c’ era la musica , forse c’ era uno suonava l’ arpa non è che dico che l’ arpa fa schifo come strumento sto dicendo che al tuo tempo andava questo strumento , adesso nel nostro tempo . Kratos disse – quali strumenti esistono ? , io risposi – esistono la batteria , la chitarra elettrica , Il Basso e altri strumenti musicali , grazie a questi strumenti riescono a fare delle buona musica e hanno un successo enorme . Kratos  disse – quindi con questi strumenti i camtanti riescono a fare buona musica e diventano famosi , deve essere  , io risposi – si , diventano delle superstar e hanno moltissimi fan , Kratos disse – adesso mi puoi spiegare cosa sono i videoclip e io risposi – si , adesso si . Poi dissi a Kratos  tutto quello che sapevo sui videoclip. Io dissi a Kratos – Il videoclip (conosciuto in Italia anche come video musicale o anche semplicemente video o clip) è un breve filmato prodotto a scopo promozionale per un brano musicale, solitamente una canzone presente in tutta la lunghezza del video.

 

In alcune parti del mondo, come in Giappone, è anche detto promozionale video, abbreviato in PV. I videoclip utilizzano differenti forme stilistiche ed espressive per commentare visivamente il brano musicale: molti di essi si compongono della semplice riproduzione filmica del cantante o del gruppo musicale che eseguono il brano; altri creano minifilm con trama (recitati talvolta dagli stessi componenti del gruppo) oppure non narrativi e si possono avvalere di sequenze animate o di immagini documentaristiche.

 

La pratica di abbinamento di immagini filmate a brani musicali risale sin dagli anni cinquanta, ma il videoclip diviene molto popolare a partire dall’inizio degli anni ottanta con la nascita delle prime televisioni con palinsesto interamente musicale. Poi ripresi fiato e dissi – Come ha dimostrato con le sue ricerche Michele Bovi, i primi filmati musicali a colori che usano le immagini per accompagnare una canzone sono realizzati in Italia, a partire dal 1959. In quell’anno infatti si sperimenta un juke-box ad immagini: il Cinebox, brevettato come “fonografo visivo” dall’inventore Pietro Granelli e realizzato dalla Ottico Meccanica Italiana diretta da Paolo Emilio Nistri. Le prime pellicole del Cinebox, girate dai registi RAI Vito Molinari, Beppe Recchia ed Enzo Trapani, sono interpretate da Peppino Di Capri, Domenico Modugno, Johnny Dorelli, Renato Rascel, Giorgio Gaber, i Brutos, Gino Paoli, Edoardo Vianello e altri. Nel 1963 il Cinebox viene esportato sul mercato americano col nome di Colorama coinvolgendo star come Paul Anka e Neil Sedaka, ma in breve tempo l’esperimento è abbandonato.

 

Tra gli altri precursori del videoclip contemporaneo si possono elencare i soundie (cortometraggi abbinati a brani musicali trasmessi da un rudimentale videojuke-box detto “panorama soundie” nei primi anni cinquanta negli Stati Uniti), gli scopitone (corrispettivi francesi dei soundie girati in technicolor e lanciati sul mercato nel 1964) e le performance che sopperivano all’assenza delle band in studio in alcuni celebri show televisivi degli anni sessanta come Ready Steady Go! (trasmesso dalla BBC) o l’Ed Sullivan Show.

 

Il primo vero successo cinematografico del videoclip avviene in Italia nel 1965 con la proiezione nelle sale dei tre film del regista Tullio Piacentini: 008 Operazione ritmo, Viale della canzone e Questi pazzi, pazzi italiani. Questi film, realizzati in funzione ad un accordo avvenuto agli inizi degli anni ’60 tra Tullio Piacentini e la RCA che prevedeva la realizzazione di almeno 200 ‘filmati musicali’, contengono ognuno una raccolta di decine di videoclip (interpretati dagli esordienti Gianni Morandi, Peppino di Capri, Luigi Tenco, Gigliola Cinquetti, Jimmy Fontana, Bobby Solo, Fred Bongusto, ecc.) e intervallati da barzellette animate. Forme vicine al videoclip contemporaneo vengono realizzate da registi di fama dalla fine degli anni sessanta: i The Beatles per fronteggiare la continua richiesta delle loro apparizioni in giro per il mondo per promuovere i nuovi singoli, realizzarono dei video, col tempo sempre più particolari e fantasiosi, che venivano trasmessi dalle Tv o dai programmi televisivi, una sorta di proto-MTV ante litteram, idea seguita anche da Bob Dylan con il video di Subterranean Homesick Blues girato dal documentarista D. A. Pennebaker e inserito in apertura del film del 1967 Dont Look Back, che si avvale della presenza del poeta Allen Ginsberg come “figurante speciale”.

 

Nel 1974 gli ABBA fecero uscire il loro primo videoclip, Waterloo, diretto da Lasse Hallström (che dirigerà la maggior parte dei loro video), seguendo poi ad accompagnare l’uscita dei loro singoli con dei clip promozionali. Nel 1975 i Queen realizzano un lungo videoclip, considerato erroneamente il primo della storia grazie al lancio ideato dai loro promoter, del loro brano Bohemian Rhapsody per il programma televisivo Top of the pops. Con la nascita di MTV (che il 1º agosto 1981 ha ironicamente aperto le proprie trasmissioni con il videoclip Video Killed the Radio Star dei Buggles) e di altre televisioni musicali il videoclip ha assunto sempre maggiore importanza nelle strategie di lancio promozionale dei brani musicali e si è fortemente evoluto dal punto di vista artistico.

 

Il primo videoclip con un alto budget di produzione è stato quello del brano Thriller di Michael Jackson nel 1983, che fu studiato e girato come un vero film dal regista John Landis. Il successivo videoclip considerato ancora oggi tra i più costosi fu quello di Wild Boys dei Duran Duran nel 1984.

 

Il record di videoclip più costoso al mondo è stato raggiunto di nuovo da Michael Jackson con il singolo Scream, uscito nel 1995 appartenente all’album HIStory, videoclip costato 7.5 milioni di dollari, seguito al secondo e al terzo posto da Madonna con il costo di 6 milioni di dollari con il singolo Die Another Day, e al terzo con il singolo Bedtime Story del 1994, con un costo di 5 milioni di dollari. Di entrambi il regista è Mark Romanek.

 

Dopo aver spiegato a Kratos la storia del videoclip, i cantanti e gli strumenti musicali  Kratos disse –se ha avuto tutto questa fama allora deve essere una cosa bellissima , poi dissi – domani ti mostrerò vari video musicali di gruppi del mio tempo e spero tanto che ti piaceranno e Kratos disse – non vedo l’ ora di sentire alcuni di queste canzoni spero tanto che mi piacciano .

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Pandora Pandora Black

883 – Come deve andare (videoclip)

250px-AidenRender

Ero li sul letto non steso e avevo la testa sul cuscino e dormivo . Invece ero li sul letto e stavo a sentire a Pandora cantare la canzone Laura Pausini – Un fatto Ovvio . Una volta che aveva finito di cantare quella canzone guardai Pandora – allora sei molto brava a cantare . Ma se vuoi diventare proprio brava devi essere capace di cantare molte altre canzone . Non solo cantante da ragazze ma anche da ragazzi . Adesso ti metto una canzone bella che piace a me e forse piace anche a te . Se ti piace prova a cantarla . Pandora vide che io mi ero alzato dal letto e avevo preso in mano il telecomando e stavo mettendo un altra radio ma poi la canzone che dicevo io stava vedendo cioè 883- Come deve Andare . Io ero in piedi e stavo li con calma a sentire Pandora che stava ferma sulla sedia e stava vedendo se le piaceva oppure no . Inizio a sentirla e vide che le piaceva un sacco – è molto bella . Mi piace davvero molto . Adesso prova a cantarla . Oramai la canzone era già iniziata e non potevo fargliela sentire dall’ inizio . Lei si mise a cantare da quel punto cioè da 1:50 e poi canto tutta la canzone . La voce di Pandora era forte e sovrastava quella della radio e di Max Pezzali . Dentro la stanza arrivo mia sorella Alyssa e si mise a sentire Pandora cantare e poi le fece un piccolo applauso – complimenti Pandora . La tua voce è un vero e autentico dono .