Categorie
2013 Foto Laura Pausini Mondo Notizie Notizie dal Mondo Storia Tempo

Laura Pausini mamma: è nata Paola

A settembre Laura Pausini aveva annunciato la sua gravidanza ai fan, spiegando di non poter essere presente al concerto di Campovolo. Tour cancellato ma la gioia di poter finalmente diventare mamma. Un sogno coltivato da tempo per la cantante e finalmente realizzato. Per l’occasione aveva voluto pubblicare anche un video per il brano Celeste, canzone scritta, incisa e dedicata proprio alla sua bimba futura. Ed è arrivata. Oggi, infatti, è nata Paola, come annunciato dalla stessa cantante sulla sua pagina Facebook (”Io e Paolo siamo felici di annunciare la nascita della nostra piccola”) Due paia di mani stringono delicatamente la pancia con la scritta “Paola 08-02-2013″. E sotto, “Il suo nome è l’unione dei nostri nomi e simbolo del nostro amore”.

Laura Pausini è incinta

“E poi avrò il coraggio di aspettarti,
ancora un po’
e ti prometto che vedrai dalle finestre
un cielo così…celeste…
celeste…
un cielo così celeste…”

Quello che avete letto sono alcune righe di Celeste, brano contenuto nell’ultimo album diLaura Pausini, Inedito. E proprio Celeste è il nome dato al raduno per i fan, di cui vi avevamo parlato proprio ieri. Nel racconto del sul nuovo album, la cantante aveva ammesso che il titolo della canzone era proprio dedicato al bimbo, o alla bimba, che non era ancora arrivato.

Una canzone d’amore, una dedica ad una bambina, la spiegazione di un mondo che ancora la piccola non conosce, con un testo dolce, materno, malinconico, nel quale si può leggere il desiderio fortissimo della Pausini di diventare madre. Ebbene, per lei è un sogno che si è ufficialmente realizzato: Laura Pausini è incinta. E a quanto pare è una femmina.

Qui sotto il testo integrale di Celeste, noi di Soundsblog facciamo gli auguri alla futura mamma Laura!

Avrai gli occhi di tuo padre
e la sua malinconia
il silenzio senza tempo che pervade
al tramonto la marea
Arriverai
con la luna di settembre
che verserà
il suo latte dentro me
e ti amerò
come accade nelle favole per sempre…

ti aspetterò
senza andar via
come fanno già le rondini nell’aria
nella terra mia
che invecchia ma
sulla scia di un’altra età ballando
sogna
mentre la tenera luce dell’est
all’alba illumina speranze e ginestre
e il cielo è così…celeste…
celeste…

Avrai libri, sandali e secchielli
luminosi “amarcord”
saranno neri come i miei i tuoi capelli
ma in un attimo lo so
volerai via
verso l’isola lontana
di una città
come ho fatto un giorno anch’io
amore mio
perché il sole può scordarsi della luna…

ti aspetterò
e prima o poi
arriverai senza nemmeno far rumore
ti sentirò
e resterai
mentre ormai le foglie cambiano colore
al mio paese che ancora non sai
dove l’autunno odora di caldarroste
e il cielo è così…celeste!

Come il soffio della vita
che spalanca anche le imposte
e a sorridere ti invita
anche quando non lo vuoi
questo vento innamorato
che anche tu respirerai che respirerai…

e poi avrò il coraggio di aspettarti
ancora un po’
e ti prometto che vedrai dalle finestre
un cielo così…celeste…
celeste…
un cielo così celeste…