Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Presentazione Storia

Foto del Disegno visto da Kratos e Pandora

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos il Disegno

Dopo aver detto a Kratos quello che gli avrei spiegato oggi , io dissi a Kratos – adesso ti spiego tutto quello che c’ e da sapere sul disegno e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi aKratos tutto sul disegno – Il disegno è il processo di tracciare dei segni su una superficie tramite l’applicazione di una pressione o il trascinamento di un apposito strumento sulla superficie. Gli strumenti usati sono: matite in grafite o colorate, penna ad inchiostro, pennelli fini con inchiostro, pastelli a cera o carboncino.  Questi segni possono rappresentare ciò che l’artista vede quando disegna, una scena immaginata o ricordata, un’astrazione o, nel caso della scrittura automatica, ha a che fare con il movimento automatico della mano dell’artista sulla carta o su un’altra superficie (nel processo di grafomania entropica, nel quale dei puntini vengono impressi sopra ad impurità o cambi di colore della carta e questi vengono successivamente collegati da linee superficialmente. Il soggetto inoltre può essere il completo frutto della fantasia dell’disegnatore , mentre i supporti sono tipicamente carta e cartoncino ma anche molti altri. Molti materiali da disegno non sono a base di acqua od olio e vengono applicati a secco, senza nessuna preparazione. Un aspetto che differenzia il disegno dalla pittura è che nel disegno un artista usa i colori puri e non può miscelarli prima di applicarli (nella pittura i colori sono creati mischiando dei colori base).

 

 

 

Nel disegno i colori possono mischiarsi sulla superficie a causa di una interazione chimica diretta. Tipicamente la miscelazione è un effetto ottico più che chimico: quando i colori vengono sovrapposti su strati precedenti e la luce riflessa da sotto passa attraverso la superficie, o quando i colpi di colore sono abbastanza ravvicinati che l’occhio li mischia.