Categorie
Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

The Witcher 3: Wild Hunt – spuntano in rete nuove immagini di gioco

Alcuni utenti del celebre forum videoludico di NeoGAF hanno ben pensato di festeggiare i sei anni di vita (e i sei milioni di copie vendute) della serie di The Witcher rendendo pubbliche tantissime nuove immagini di gioco di Wild Hunt, l’attesissimo capitolo della saga fantasy di CD Projekt che, con ogni probabilità, sancirà la fine delle avventure di Geralt di Rivia.

L’altalenante qualità grafica di alcuni di questi scatti (ma non di tutti) ci induce a credere che questa galleria provenga direttamente dalla scrivania di un designer di CD Projekt RED: tra un magnifico scorcio ambientale e un’intensa sessione di combattimenti all’arma bianca, le scene immortalate sono la dimotrazione plastica degli sforzi profusi dagli artisti del team di Varsavia per evolvere la saga abbattendo i muri invisibili che delimitavano le ben più ristrette aree di gioco dei due capitoli originari.

Dal punto di vista narrativo, il titolo andrà a collocandosi temporalmente subito dopo gli eventi conclusivi di Assassins of Kings e ci permetterà di reindossare i panni di quell’irriducibile donnaiolo di Geralt di Rivia per aiutarlo a portare a termine una pericolosa spedizione tra le isole più settentrionali dei Regni del Nord: lo scopo principale del viaggio sarà quello di cercare Triss Merigold, la rossa compagna di Geralt che, per un motivo o per l’altro, finirà tra le tra le grinfie del Re della Caccia e verrà tenuta prigioniera dai suoi inseparabili spettri e dalla folta progenie di mostri e di creature che, volenti o nolenti, dovremo affrontare lungo tutto l’arco di una campagna principale votata all’esplorazione che promette di essere estremamente longeva (a voler dar retta agli sviluppatori, serviranno 50 ore per completare la main quest e altre 50 per finire le missioni secondarie).

Il periodo di commercializzazione di The Witcher 3: Wild Hunt indicatoci dai CD Projekt è la primavera del 2014, anche se diverse voci di corridoio rincorsesi in questi giorni sui più importanti e seguiti forum del settore sembrano suggerire settembre (sempre del 2014) come mese di lancio su tanto su PC quanto su PlayStation 4 e Xbox One. Staremo a vedere: nel frattempo, godiamoci le immagini odierne.

 

Categorie
Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

CD Projekt e Dark Horse insieme per The Witcher

CD Projekt sta preparando una sorpresa legata a The Witcher 3: Wild Hunt per gli amanti dei fumetti.

Come evidenzia il teaser di seguito, gli sviluppatori polacchi sveleranno venerdì 11 ottobre, in occasione del New York Comic-Con, “qualcosa di davvero speciale per i fan del genere fantasy”, realizzato in collaborazione con Dark Horse.

“C’è un mistero vicino il confine della Foresta Nera”, recita il video. “Ci piacerebbe invitarvi a temerlo con noi”.

C’è una Foresta Nera, in effetti, in The Witcher. Cosa dobbiamo aspettarci?

 

Categorie
Bioware EA Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

Dragon Age: Inquisition – immagini e artwork dal PAX Prime

Dopo aver saltato a piè pari la GamesCom di Colonia, gli sviluppatori di BioWare ritornano al centro del ring mediatico per combattere contro gli agguerriti concorrenti di CD Projekt (The Witcher 3) e Bethesda (The Elder Scrolls Online) pubblicando una nuova serie di immagini di gioco e di bozzetti preparatori di Dragon Age: Inquisition.

Mostratici per accompagnare i filmati di gameplay trapelati dalla conferenza a porte chiuse tenuta poche ore fa dal PAX Prime di Seattle, gli scatti e gli artwork propostici dalla rinomata sussidiaria canadese di Electronic Arts ritraggono alcune delle ambientazioni che saremo chiamati a esplorare nei panni del nostro impavido alter-ego. A giudicare dalle dichiarazioni rilasciate in questi giorni dai curatori del progetto, il canovaccio narrativo steso per tratteggiare la storia di Inquisition garantirà al titolo una trama più matura e profonda di quella dei precedenti episodi della serie, con una campagna principale caratterizzata da molteplici bivi e con un sistema di dialoghi che, similarmente a Mass Effect, ci permetterà di modificare gli eventi in base alle risposte che sceglieremo di dare al PNG di turno.

Sempre dalla manifestazione videoludica di Seattle ci arriva inoltre la conferma che il titolo vedrà il ritorno delle razze nel character editor iniziale e della visuale tattica con prospettiva dall’alto, due elementi presi di peso da Origins: per quanto riguarda le novità assolute, invece, citiamo l’adozione del modello “simil-Witcher” per l’esplorazione libera della mappa di gioco, la riscrittura completa del codice di gioco deputato al sistema di combattimento e la “standardizzazione” del livello dei nemici (diversamente da Skyrim o da Borderlands 2 e in maniera analoga a Neverwinter, i mostri e le creature non cresceranno di livello all’aumentare dell’esperienza dell’eroe ma avranno un livello proprio e lo manteranno per tutta la partita).

La commercializzazione di Dragon Age: Inquisition è prevista per la fine del 2014 su PC, PlayStation 3, Xbox 360, PlayStation 4 e Xbox One.

 

Categorie
Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

Charles Dance, da Game of Thrones a The Witcher 3

CD Projekt RED ha annunciato che l’attore Charles Dance, dopo aver impersonato Tywin Lannister in Game of Thrones, comparirà anche in The Witcher 3: Wild Hunt.

Dance reciterà il ruolo dell’Imperatore Emhyr var Emreis, sovrano di Nilfgaard.

“Charles Dance è il candidato perfetto per impersonare l’imperatore Nilfgaardiano nel nostro titolo”, ha dichiarato il lead writer Marcin Blacha. “Poter lavorare con un attore affermato e dalla personalità così magnetica è un sogno che si realizza per il team RED”.

 

Categorie
Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

CD Projekt RED anticipa la rivelazione di The Witcher 3: Wild Hunt

Al posto del conto alla rovescia, sul sito è comparso ora il nuovo trailer.

A poco meno di 10 ore dal termine del countdown comparso sulla sulla nuova sezione del sito dedicato a The Witcher 3: Wild Hunt, è comparso in rete un nuovo trailer che sembra coincidere con gli artwork visibili sul sito.

Probabilmente proprio a causa del leak, CD Projekt RED sembra aver rimosso il conto alla rovescia della sezione Killing Monsters.

Restando in attesa di comunicati ufficiali, vi presentiamo intanto di seguito il nuovo spettacolare trailer che rivela quali siano in realtà i “mostri” con cui ha a che fare Geralt.

 

Categorie
2013 E3 E3 2013 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

The Witcher 3: Wild Hunt – nuove informazioni dagli sviluppatori

Dopo aver fatto il pieno di premi all’E3 2013 ed aver dato ad Andrzej Kwiatkowski la possibilità di lavorare sulla mod Full Combat Rebalance 2 di The Witcher 2 per fare felici gli utenti PC di Assassins of Kings, i boss di CD Projekt RED riprendono la scaletta di marcia di The Witcher 3: Wild Hunt realizzando due splendidi sfondi per il desktop accompagnati dalla scheda informativa della prossima, attesissima epopea fantasy di Geralt di Rivia.

Suddivisa in diversi paragrafi per approfondire tutti i concetti espressi dai CD Projekt nelle dichiarazioni rilasciate alla stampa di settore, il ricco fact sheet propostoci dal team di Marcin Iwinski fissa su carta tutti i punti toccati dagli sviluppatori polacchi nel corso di questi mesi. Per evitare di riprendere argomenti già trattati ritornando inutilmente alle analisi delle interviste, dei video-diari e degli speciali prodotti fino ad oggi (a cui abbiamo già dedicato un ampio spazio), ci concentriamo così sugli elementi di novità rintracciabili tra le righe di questa preziosa scheda per evidenziarli attraverso la lista a seguire:

  • Wild Hunt sarà il capitolo finale della saga di Geralt di Rivia. Diversamente dalle voci di corridoio rincorsesi in questi mesi sui forum e sui siti di settore, quindi, con The Witcher 3 si la storia del Lupo Bianco si avvierà definitivamente alla conclusione
  • Il mondo di gioco sarà 35 volte più grande di quello di The Witcher 2 (e il 20% più di Skyrim, dungeon e DLC inclusi)
  • Quasi ogni azione dell’utente avrà riflessi diretti e indiretti sulla storia principale, sulle quest secondarie e più in generale sulla vita di tutti i PNG
  • La campagna principale potrà portare a tre distinti Epiloghi (gli ultimi capitoli della storia con scene in cinematica alternate a sessioni ingame) ambientati in 12 diversi “stati” del mondo (ciascuno “stato” verrà determinato dalle scelte compiute dal giocatore nel corso dell’avventura. Viene inoltre confermata la presenza dei finali multipli con 36 diverse scene conclusive
  • Non ci sarà alcun caricamento tra una zona e l’altra o tra un ambiente interno e uno esterno: tutto verrà gestito attraverso dei caricamenti in streaming
  • Per andare da un estremo all’altro della mappa di gioco ci vorranno non meno di 40 minuti, che però diventano più di 150 se si decide di viaggiare a piedi senza avvalersi del cavallo
  • L’intero gioco sarà ambientato tra le isole maggiori dell’arcipelago Skellige. Ciascuna isola potrà essere raggiunta solcando i mari con la propria nave, con vascelli di fortuna o con imbarcazioni governate da PNG
  • Le Skellige avranno decine di biomi naturali e di aree completamente diverse le une dalle altre: si passerà dalle foreste di conifere ai ghiacciai d’alta montagna, dalle paludi salmastre alle steppe.
  • Il meteo dinamico influenzerà l’intero mondo di gioco, sia per ciò che riguarda il gameplay che per tutto quello che ha a che fare con l’aspetto stesso delle ambientazioni: con il bel tempo i mercanti e i contadini lavorano di più e garantiscono più prodotti a un minor prezzo, con l’arrivo dell’inverno si assiste alla migrazione degli animali e all’emigrazione degli abitanti dei villaggi più sperduti, con la pioggia e con le tempeste i trasporti marittimi diventano estremamente più pericolosi, con il vento forte le creature, i briganti e i mostri cercano riparo nelle grotte o nelle foreste, eccetera eccetera…
  • Il sistema di combattimento sarà sensibilmente migliorato con l’adozione di una nuova serie di attacchi, di parate e di mosse elusive. Geralt di Rivia potrà contare su 96 diverse animazioni (in The Witcher 2 erano appena 20). Ciascuna animazione, inoltre, cambierà in relazione allo stile di gioco dell’utente e alle abilità sbloccabili aumentando il proprio livello personaggio: gli incantesimi di segno Igni, ad esempio, produrranno effetti visivi e “ludici” completamente diversi se lanciati da un eroe con un alto livello di abilità con le armi da taglio rispetto a un personaggio focalizzato sulla magia
  • Ci saranno tre diversi livelli di specializzazioni – Spadaccino, Alchimista e Mago – ognuna delle quali potrà essere sviluppata su più livelli per combinarne gli effetti e dare forma a un eroe “ibrido”
  • Confermata l’assenza degli eventi quick-time e delle sequenze d’attacco scriptate (anche negli scontri con le creature più grandi e i nemici più arcigni)
  • L’ambientazione sarà un fattore determinante del nuovo sistema di combattimento: durante uno scontro, ad esempio, potremo disorientare il nemico colpendo un alveare o incendiando un barile
  • I nuovi Segni legati agli incantesimi saranno cinque, ognuno con due differenti “tipi di lancio”. L’effetto dei Segni e dei relativi incantesimi non dipenderà solo dal livello di Magia ma sarà strettamente collegato al livello di tutte e tre le specializzazioni dell’eroe
  • Il sistema di crafting ci permetterà di creare pozioni in maniera ancora più intuitiva. Sarà inoltre possibile forgiare armi e armature personalizzate
  • I menù di pausa verranno modificati per rendere più semplice la lettura delle statistiche, l’organizzazione dell’inventario, la gestione dell’equipaggiamento e la fruizione dei dati relativi alle abilità, al crafting e alle specializzazioni.

The Witcher 3: Wild Hunt è previsto in uscita nel 2014 su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

 

Categorie
2013 2014 E3 E3 2013 Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

The Witcher 3: Wild Hunt – nuove immagini sulle capacità tecniche del REDengine 3

Ormai ripresisi dal jet lag provocato dal viaggio in California compiuto a metà mese per presenziare all’E3 2013, gli sviluppatori polacchi di CD Projekt vengono di nuovo catapultati (anche se solo virtualmente) tra gli stand della manifestazione videoludica losangelina per veder assegnare al loro The Witcher 3: The Wild Hunt il premio di miglior videogioco della fiera messo in palio dai curatori di GameTrailers, a cui bisogna necessariamente aggiungere gli omologhi premi ricevuti nei giorni scorsi dai giornalisti di GameSpot, di IGN, di Polygon e di diverse altre testate internazionali.

Per festeggiare questa pioggia di riconoscimenti della stampa di settore, i ragazzi dell’esperto team creativo di Konrad Tomaszkiewicz hanno così deciso di attentare alle coronarie dei loro fedeli appassionati pubblicando una nuova serie di immagini di gioco ritraenti alcune delle ambientazioni e delle situazioni che saremo chiamati a vivere nei panni di Geralt di Rivia.

Già intravisto nello speciale redatto dai giornalisti di EDGE sul numero di giugno della loro autorevole rivista, il set di immagini propostoci quest’oggi dai CD Projekt rende l’idea del lavoro immane che i programmatori e i designer hanno dovuto sorbirsi in questi mesi per dare forma alle isole dell’arcipelago Skellige, alle centinaia di creature e di persone che dovremo incrociare lungo tutta l’avventura e alle animazioni a corredo del nuovo sistema di movimento e combattimento di quel donnaiolo incallito di Geralt.

Ricomponendo il puzzle di informazioni fornite a più riprese dagli sviluppatori durante il tour de force mediatico cui si sono sottoposti prima, durante e dopo l’E3, infatti, sappiamo per certo che con Wild Hunt verranno adottati tutta una serie di accorgimenti tecnici per fare in modo che le sessioni di combattimento possano risultare più fluide e realistiche rispetto a quelle dei precedenti capitoli della saga: il modo stesso in cui si impugna l’arma, ad esempio, non sarà sempre lo stesso ma rifletterà in maniera automatica le diverse situazioni di gioco affrontate dal protagonista (cambiando di volta in volta la tecnica d’attacco e la guardia), il tutto per omaggiare il genio di Sapkowski e la descrizione particolarmente poetica delle piroette, delle schivate e delle mosse fulminee compiute dall’eroe dei suoi splendidi romanzi (gli stessi, lo ricordiamo, da cui ha avuto origine nel 2007 la serie videoludica di The Witcher).

Nel lasciarvi in compagnia di Geralt di Rivia e delle restanti immagini di gioco a lui dedicate, chiudiamo il pezzo informando tutti gli appassionati di GDR a mondo aperto che The Witcher 3: Wild Hunt è atteso in uscita nel 2014 (si spera non più tardi dell’inizio dell’estate) in contemporanea su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

 

Categorie
2013 E3 E3 2013 Foto Galleria Galleria Foto Microsoft Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

Lords of the Fallen: prime immagini di gioco dall’E3 2013

Non potendo certamente lasciarsi sfuggire la ghiotta occasione offertagli dai curatori dell’E3 losangelino, i curatori di City Interactive e gli sviluppatori tedeschi di Deck13 Interactivehanno deciso di dare in pasto agli appassionati di GDR “all’occidentale” accorsi alla kermesse videoludica californiana le prime, spettacolari immagini ingame di Lords of the Fallen.

Capitanato da Tomasz Gop (l’ex produttore di The Witcher 2: Assassins of Kings), il team di sviluppo al lavoro su questo ambizioso gioco di ruolo a mondo aperto sfrutterà la superiore potenza computazionale delle future piattaforme targate Microsoft e Sony per sfidare l’agguerrita concorrenza di From Software, CD Projekt e Bethesda con un’avventura fantasy che, nelle intenzioni di Gop e dei suoi ragazzi, saprà tenere testa a Dark Souls II, a The Witcher 3 e a The Elder Scrolls Online.

Considerando il blasone dei capolavori succitati e il prestigio conquistato negli anni dai rispettivi team di sviluppo, la sfida lanciata di Deck13 sembra impossibile: ciononostante, lo stesso Tomasz Gop confida nella bravura dei suoi ragazzi e promette di dare battaglia con un titolo dalla profonda struttura narrativa, da un impianto di gioco multisfaccettato e da un comparto grafico slogamascella.

Ambientato in una dimensione sconvolta dai conflitti scatenati dai clan che si contendono le ultime risorse di un mondo lacerato dal caos causato dalla morte di un titano e dalla conseguente trasformazione delle sue spoglie in una sconfinata catena montuosa, Lords of the Fallen ci vedrà impersonare un impavido condottiero disposto a tutto pur di riportare la pace nel regno combattendo contro le fazioni nemiche spalleggiate dai famelici mostri piovuti dal cielo assieme al Dio caduto. Dal punto di vista delle meccaniche di gioco spicciole, il plot narrativo steso dai Deck13 tratteggerà un’avventura caratterizzata da una grande libertà d’azione e d’esplorazione, il tutto condito da un ramificato sistema di abilità e di personalizzazione di classe, da un sistema di combattimento dall’alto tasso di sfida e da centinaia di armi, di magie e di armature da acquisire immergendoci nei pericolosi dungeon disseminati a macchia di leopardo sulla mappa di gioco.

L’uscita di Lords of the Fallen è prevista nella seconda metà del 2014 su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

 

Categorie
2013 2014 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

The Witcher 3 – Nuovi Dettagli da Edge

The Witcher 3 occupa la copertina del nuovo numero di Edge, con un Geralt più in forma che mai con tanto di barba lunga e sguardo truce.

Dalla medesima rivista arrivano anche nuovi dettagli sul prossimo capitolo dell’RPG di CD Projekt RED. Ecco i punti salienti, come riportati da WorldsFactory:

– Non ci sarà un vero e proprio tutorial, sostituito dall’introduzione graduale di nuove meccaniche nella struttura di gioco
– Nuovi sistemi di schivata che avvicinano i combattimenti alle descrizioni nei libri
– E’ possibile decidere di giustiziare o risparmiare i banditi, anche se è comunque possibile prendergli il bottino
– 30 fps è l’obiettivo su console
– Geralt cambia la posizione di guardia a seconda della situazione (ad esempio se è circondato dai nemici)
– Il senso del Witcher è applicato in maniera simile alla modalità Detective nei giochi di Batman. Questo può essere utilizzato sia per determinare i punti deboli dei nemici in combattimento che nelle fasi investigative, per individuare le prove e ricostruire gli eventi
– La storia principale dura 40-50 ore, con altre 40-50 sparse nel mondo aperto
– Non ci saranno “Fedex Quest”, con riferimento alle quest in stile “corriere”, in cui si deve semplicemente recuperare oggetti e portarli al destinatario
– Scelte e conseguenze saranno permeanti per tutto il mondo di gioco
– L’obiettivo non è la costruzione di un sandbox, ma un’esperienza ancora guidata principalmente dalla narrazione
– Alcune location nuove comprendono Skellige, un arcipelago modellato sullo stile del nord Europa, No Mans Land sullo stile dei territori slavi e la città di Novigrad che si preannuncia alquanto estesa
– Geralt adesso può saltare.

 

Categorie
2013 Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Videogiochi

Witcher 3 “non ha posto per il multiplayer”, sviluppatore conferma

Witcher 3: Caccia Selvaggia non includerà alcuna forma di multiplayer, sviluppatore CD Projekt RED ha confermato. Semplicemente non c’è alcun posto per esso come offrono dell’ottimo story-driven, dicono.

Parlando con Eurogamer, responsabile marketing Michal Platkow-Gilewski confermato che Witcher 3 non includerà multiplayer, e ha aggiunto: “Non c’è posto per la modalità multigiocatore in così fortemente un gioco story-driven come The Witcher 3. Vogliamo mettere a fuoco l’esperienza single-player, offrendo più di 100 ore di gameplay davvero coinvolgente. Geralt può essere uno solo. ”

Questo è probabilmente brillante notizie, come non ho potuto vedere personalmente multiplayer in Witcher 3 scendendo bene a tutti. Cosa ne pensi?