Categorie
Ada Knight Alaska Aqua Saintcall Central City Compagnia Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Heroes Heroes Reborn Hiro Nakamura New York Pandora Black Poteri

Heroes Reborn -Malina

Gli eroi sono persone che usano poteri o abilità per fare del bene e non vogliono niente in cambio e cosi loro possono usare i poteri per continuare a fare del bene . Le persone con i poteri , sono persone che hanno abilità particolari come la Rigenerazione Cellulare Accelerata , Volare , Controllare il Tempo o lo spazio e fare cose che nessuno pensa sia possibile . Di persone che hanno poteri ce ne sono un sacco e ormai sono ovunque nel mondo e nessuno sa quante ce ne sono o almeno cosi pensa la gente . La gente pensa che le persone controllano solo andando sul posto , ma adesso la nuova Compagnia o come si chiama non lavora più solo in quel modo . Adesso ha capito che se utilizzi la tecnologia per studiare tutto quello che c’ e attorno a te e con un po’ di osservazione capisci che una persona ha usato un potere o un altro . Adesso la nuova Compagnia non vuole più fallire , non vuole più avere i fallimenti e cosi farsi scoprire da tutti quanti e cosi essere presa di mira da tutti quanti . Questa nuova Compagnia lavora nell’ ombra più totale e fa finta di dare un futuro alle persone con un potere , quale modo migliore per farsi conoscere e poi rendere queste persone dei mostri agli occhi di tutto . Voglio dire che le persone con i poteri vengono visti come un mostro e loro invece li accolgono li con un modo per rientrare nel sistema e non essere visti come dei mostri . Ma poi le persone con i poteri arrivano li e invece di rientrare nel sistema , le persone dentro quella Compagnia usa la forza e solo sono destinati a usare i poteri per difendersi e allora la nuova Compagnia ha dato al mondo intero dei nemici da abbattere . Nessuno sopporta le persone con i poteri e adesso grazie a questo nuova Compagnia loro vengono visti come dei Terroristi che hanno usato i loro poteri per uccidere un sacco di persone anche se non volevano . Loro volevano solo difendersi , ma agli occhi di tutto loro sono visti come mostri e per questo devono solo uccisi . Durante il mio viaggio dentro questo mondo non solo con Ada , ma con Aqua e Pandora siamo stati in un parco non so era Central Park ma era vicino l’ acqua e li abbiamo visto una ragazza che usava i suoi poteri per controllare gli agenti atmosferici . Cioè riusciva a far volare una persona in aria e alla fine lei se ne andò in Alaska ma le persone della nuova Compagnia l’ hanno trovata subito e adesso lei deve decidere se scappare oppure capire cosa ha creato con i suoi poteri visto che ha fatto qualcosa ma non so cosa . Malina durante il suo viaggio ha incontrato una persona che le ha fatto capire che non è più una persona libera ma è una preda e una Compagnia è il cacciatore pronto a ucciderla . Ma durante il nostro viaggio abbiamo visto Hiro Nakamura del Futuro , poi il padre di Clare e una nuova donna cinese che era li con delle armi cinese ed era pronta a usarle contro qualcuno . Queste persone stanno cercando di usare i loro poteri per salvare il mondo e nuovi eroi , ma prima devono salvare loro stessi oppure non possono essere più visti come eroi , ma come dei terroristi . Aqua era li e aveva visto queste cose con me e aveva capito – spesso le persone hanno paura dei poteri e adesso che hanno viste queste cose non riescono ad accettarli . Avevo visto che Aqua aveva afferrato – adesso tutte queste persone devono scappare e capire cosa è avvenuto . Come sai qui è avvenuto una cosa molto brutta e tutti stanno accusando questi nuovi eroi , ma non credo che siano stati loro . Io , Aqua e Pandora sappiamo che non potevano essere stati loro visto che erano persone innocenti che non avevano nulla di male nella vita e quindi non avevano nessun motivo di fare un attacco terroristico . Credo che la nuova Compagnia voglia fare quello che la vecchia Compagnia non è riuscita a fare e sarebbe a uccidere o catturare tutte le persone con i poteri e poi farsi vedere nel resto del mondo come eroi che aveva preso i terroristi che hanno ucciso un sacco di persone . Cioè loro si fanno vedere come le persone che hanno fermato un mondo che sarebbe andato allo sbando per colpa di alcune persone con i poteri e cosi loro sarebbero stati visti . Ma non credo che andrà cosi visto che loro devono capire dove sono e cosa faranno per restare vivi e vegeti e non morti o dentro a delle celle solo perché hanno dei poteri .

Categorie
Ada Knight Angela Ferrante Angelo Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Karin Night Kay Knight Osservatore Settembre

Kay Knight capisce che vede i demoni

donna-con-una-spada,-guerriera-159366

Dopo aver aspettato un ora riportai indietro nel tempo Ada Knight e iniziammo a seguire sua madre per vedere cosa succedeva . Io non sapevo molto della vita di Kay e nemmeno Ada . Non sapendo niente della sua vita non sapevo che l’ avevo portata in un momento molto importante e molto definitivo per lei . Questo per Kay era il giorno in cui gli occhi della fenice sarebbero andati a lei e le avrebbero permesso di vedere demoni , angeli , lupi mannari , vedere posti incredibili e altro ancora . Io guardavo da lontano Kay e vidi che era molto bella – tua madre è molto bella . Ada era ancora arrabbiata con me e me lo fece capire dandomi un pugno forte ma non troppo . Il suo pugno non mi fece volare da nessuna parte ma mi fece molto male – sono ancora arrabbiato con te . Quindi cerca di stare attento a quello che mi dici e come ti riferisci a mia madre . Kay era a New York e aveva 25 anni e aveva avuto già Ada Knight e Karin Knight . Non le aveva ancora abbandonate . Stava andando verso Central Park per fare un pò di sport tipo jogging per tenersi in forma . Gli Osservatori stavano guardando me e Ada Knight e sapevano che due eravamo li e tenevamo sotto controllo Kay Knight . Settembre arrivo vicino a me ed Ada e ci disse con uno sguardo nullo – voi due non dovreste stare nel presente e non qui nel passato . Ada lo guardo molto arrabbiato – non sono affari tuoi , quindi ora sloggia e vattene da qui . Settembre sapeva che Ada Knight era molto arrabbiata -pensavo che Ada Knight fosse arrabbiata solo con te e con Angela Ferrante ma mi pare ce l’ abbia pure con me . Io sapevo perchè Ada è arrabbiata con Settembre – è arrabbiata con te perchè tu glielo potevi dire e invece non glielo hai detto . Ada Knight sarà arrabbiata con me , con te e con Angela fino a quando non salviamo sua sorella e se non ci riusciamo non credo che finisce bene per noi tre . Settembre se ne andò da li e segui Kay Knight . Ma altre persone stavano vedendo Kay Knight cioè i Dominatori di Poteri . Si erano riuniti in gruppo e avevano formato un cerchio vicino a un altare e li c’ era la foto di Kay Knight . Dopo pochi minuti Kay ottenne gli occhi della fenice e vide una persona che era un uomo di 27 anni , carino , americano , i suoi occhi erano blu ma Kay li vide neri e vide il suo aspetto . Kay vide che il suo aspetto era molto diverso cioè tutto nero , una faccia diabolica e una falce scura in mano . Non era la Morte ma era un demone era un demone minore che aveva preso aspetto umano per portare anime dentro all’ inferno e ce li avrebbe portate con la sua falce . Io e Ada vedemmo quello che vedeva Kay e Settembre ci fermo – qualcuno sta già salvando tua madre ora sta li e osserva senza farti prendere dalla rabbia e uccidere quel demone .

Categorie
Ada Knight Alieni Alina Conte Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Kratos Black

Ada Knight

Eva-Vittoria-crossing-lines-35431967-233-350

Ada Knight sapeva quanto me che i Cyberman sapevano fare una cosa molto particolare e sarebbe ricomporsi con parti meccaniche . Prima che io andassi a rassicurare Alina Conte al Central Park andai li vicino a Kratos e ad Ada Knight – distruggete queste parti di Cyberman oppure tra poco da pochi ce ne saranno molti . Io andai e Ada inizio a dire a Kratos – distruggiamo queste parti meccaniche oppure tra poco questi Cyberman saranno in tutta la città e nessuno sarà al sicuro . Kratos inizio a mettere il suo piede sopra a questi pezzi e li fece diventare pezzi molto piccoli . Erano divenuti minuscoli . Ada e Kratos li misero insieme e li distrussero con il fuoco . Aveva fatto un bel falò ma era necessario oppure le persone di questo quartiere e le altre persone potevano diventare dei Cyberman e cosi conquistare tutta la Terra e solo perchè noi non avevamo fatto attenzione nel distruggere queste parti di Cyberman .  Il fuoco distrusse ogni parte dei Cyberman e nulla era dentro i vestiti di Ada Knight o di Kratos Black . Si controllarono a vicenda e cosi erano sicuri che i Cyberman li erano stati distrutti . Ma prima o poi ne sarebbero arrivati altri . Ada era vicino al T.A.R.D.I.S e prima di andare via da li con Kratos Black – ora dobbiamo stare attenti visto che di questi robot ne possono arrivare altri tipo un esercito intero . Kratos era pronto a ridurli in cenere – se arrivano li trasformo in cenere . Io sarei andato subito dopo nel Rifugio dell’ Infinito visto che era li casa mia e il posto dove mettevamo il T.A.R.D.I.S

 

Categorie
Alieni Alina Conte Daniel Saintcall Dominatore di Poteri New York

Daniel Saintcall

250px-AidenRender

Alina Conte aveva bisogno di aiuto per capire quello che era successo li dentro . Alina Conte doveva capire tramite qualcuno quello che era successo dentro causa sua . Io non sapevo dove era Alina Conte o lo potevo sapere in un altro modo . Presi una mappa di New York che aveva in tasca destra del mio capotto  e cercai di capire dove era Alina . Alina era nel Central Park e tutto da sola . Era li su una panchina che piangeva la morte dei suoi genitori . Non ci credeva che erano morti e poi delle creature fatte di metallo avevano cercato di uccidere pure a lei solo toccandola . Quegli avvenimenti avrebbero scosso tutti quanti pure le persone che dicono di non credere agli alieni . Io ero andato li al  Central Park senza armi e senza niente . Ero li solo con mio distintivo . Non sapevo come avrebbe reagito Alina Conte e dovevo vedere se ci poteva arrivare da sola a quella verità oppure no . Io mi misi li sulla panchina e le mostrai il mio distintivo . Mi presentai dicendo – io sono Daniel Saintcall e sono un Detective . Ho visto quello che hai fatto quei mostri robotici e io ti posso aiutare . Ti posso trovare un riparo e poi dopo ti posso spiegare tutto . Alina non sapeva cosa dire – e uno scherzo oppure e successo realmente . Pure io se fossi umano avrei reagito cosi – no e tutto vero . Quello è successo li dentro la tua casa e successo realmente e io sono qui . Io ti credo visto che li ho distrutti e adesso non ti faranno più del male . Alina aveva bisogno che qualcuno le credeva e che qualcuno le desse un riparo . Alina si fido di me visto che non l’ avevo trattata come una pazza ma come una persona che diceva la verità . Decise di venire con me e vedere il posto dove sarebbe stata li .

 

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto Harold Finch John Reese New York Person of Interest Root

Person Of Interest: 4.01 Panopticon

250px-AidenRender

La macchina ha continuato a dare numeri ma tutte le persone che lo facevano prima per non essere uccise dalle persone che hanno attivato Samarithan li hanno dovuti ignorare . Nessuno lo vorrebbe fare . Dopotutto stiamo parlando di persone che sono in pericolo . Finch si trova al parco e gioca a scacchi da solo . Osserva qualcuno .

Poco dopo arriva John Reese . Io lo so perchè lui è venuto qui . Non ce la fa più a stare li e non fare . Non ce la fa più a ignorare i numeri della macchina .

Forse Finch ha deciso di agire . Forse ha deciso di fare qualcosa per distruggere questa nuova macchina visto che Reese si trova con Shaw da una parte

Finch e la sua squadra hanno iniziato a fare tutto quello che serve per distruggere Samarithan . Finch adesso si trova in un ufficio e controlla delle carte

Non so cosa c’ entra Fusco ma sembra che lui possa aiutare gli altri a fermare Samarithan

Finch alla fine incontra Root . Non so se si incontrati per caso oppure perchè Root ha deciso di trovare Finch

Categorie
Angela Ferrante Daniel Saintcall Dominatore di Poteri New York Occhio della Fenice Person of Interest Samarithan T.A.R.D.I.S The District

Parlo con Angela Ferrante

250px-AidenRender

Dopo aver scoperto con Pandora che il Samarithan aveva un nuovo agente . Non sapevo cosa faceva questo nuovo agente . Sapevamo solo che faceva parte del gruppo che aveva attivato il Samarithan . Questo nuovo agente faceva parte di questo gruppo molto pericoloso . Io e Pandora eravamo ancora li nel Central Park di New York in un posto dove ci potevamo mangiare qualcosa in santa pace . Una volta finito di mangiare Pandora prese con la sua mano destra che era molto bella , delicata e coperta con un guanto nero . Una volta finito di bere voleva sapere adesso a che dovevamo dare questa informazione – a chi la diamo adesso questa informazione che hai preso dal database del Samarithan ? . Io ero li a vedere se la Rete si era sbarazzata di tutti gli uomini in nero oppure no . Ci era riuscita poi diedi attenzione alle parole di Pandora e la guardai in faccia senza nessuna preoccupazione – adesso andiamo da Angela Ferrante e le diciamo quello che abbiamo scoperto visto che questa missione me l’ ha affidata lei personalmente . Pandora sapeva che io avevo fatto degli auricolari e uno lo aveva dato anche ad Angela – perchè non la chiami attraverso il tuo auricolare ? . Io lo potevo fare ma poi avrei avuto gli occhi della macchina nota come Samarithan su di me . Avrebbe cercato di capire chi ero e chi era questa famosa Angela Ferrante che avevo detto li nel Central Park . Iniziai a bere un pò di acqua – lo potrei pure fare da qui ma poi noi due avremo gli occhi del Samarithan su di noi . Non voglio che una macchina sappia tutto su di me . Se lo sa . Allora saprà tutto su di te e sugli altri della mia squadra . Quindi per il momento andiamo al T.A.R.D.I.S e ci andiamo a parlare di persona . Devi sempre vedere tutte le opzioni . Tu hai visto quella più facile ma con gli occhi della fenice devi sempre vedere tutte le possibilità . Devi sempre vedere tutte le opzioni oppure potresti finire nei guai . Pandora venne con me al T.A.R.D.I.S e poi andammo a parlare nell’ ufficio di Angela Ferrante . Una volta entrati nell’ ufficio di Angela . Angela era un pò preoccupata visto che io ero andato li e stavo sfidando da lontano la macchina nota a tutti come Samarithan . Era una cosa che metteva paura . Angela quando mi vide si tranquillizzo – avevo paura che eri stato preso e meno male che pure Pandora sta bene . Cosa avete scoperto ? . Io mi misi sulla sedia e Pandora sulla poltrona accanto a me .Mise la gambe una sopra l’altra e poi fece parlare me – Una volta entrato dentro il Database del Samarithan ho scoperto che hanno un nuovo membro . Non so se il nome che ho è un nome falso oppure uno vero . Però so che lei è un membro del gruppo che ha attivato il Samarithan e sembra che lei sia come Root . Nel senso che può parlare con la macchina .Per il momento non ho foto o informazioni su di lei . Ma appena scopro altro su di lei ti informo Angela . Angela era felice che io e Pandora eravamo al sicuro . Pandora mi stava guardando negli occhi tipo per dire qualcosa ma non me lo diceva . Pandora allora decise di prendere parola . Guardo Angela e vide che voleva sapere tutti i fatti – Grazie alla amica di Daniel . Una persona nota come la Rete ha attirato da molte parti gli agenti che stavano per venire dalla nostra parte . Anche grazie a lei siamo sani e salvi . Io sapevo che lo dovevo dire ma volevo che Pandora fosse più sicura . Grazie a quell’ intervento si sentiva importante . Si sentiva una persona forte e che poteva fare tutto . Quando andammo al T.A.R.D.I.S Pandora mi fermo li vicino – perchè non gli volevi dire ad Angela della Rete ? . Io mi fermai li davanti all’ entrata del T.A.R.D.I.S – li dentro non avevi aperto bocca . Sentivo che volevi essere importante li dentro e come posso dire ti ho dato un piccolo aiuto . Ti aiuto sempre Pandora . Che me lo chiedo o non me lo chiedo ti aiuto .Pandora era felice di sapere che io ero li per aiutarla in qualunque momento .

 

Categorie
Alice Serra Andrea Serra Chiara Marino Dafne Marino Diana Serra Luca Marino New York

Andrea condivide con Alice i ricordi visti nella mente di Dafne Marino

 

Quando leggi il pensiero e vedi dei ricordi quei ricordi entrano pure dentro di te e ci rimangono e se vuoi puoi farli vedere agli altri . Ad Andrea era successa una cosa del genere e stava decidendo di farli vedere pure a sua moglie . Decise di farlo prima di entrare li dentro e dare inizio a una grande giustizia . Si fermo un attimo al Central Park perché aveva paura che se glieli faceva vedere durante il viaggio vero la casa di Dafne Marino poteva avere un incidente . Alice e Andrea andarono verso una panchina che era quella su cui si erano conosciuti – perché siamo venuti qui ? . Andrea lo sapeva perché si erano fermati li e prima di andare da Chiara e Luca Marino per parlare di alcune cose – Ho letto la mente di Dafne Marino per vedere cosa le era successo nel passato . Andrea aveva quella faccia come se doveva dire qualcosa di molto brutto e Alice lo riconobbe subito quello sguardo e si avvicino a lui con calma – cosa hai visto li dentro ? . Cosa hai visto dentro la mente di Dafne Marino ? . Andrea sapeva che era troppo difficile dirlo e a parole non era bello e cosi decise di fare una cosa condivisione mentale per far vedere cosa aveva visto li dentro – a parole non ci riesco e non né voglio parlare . Ma adesso facciamo una condivisione mentale per farti vedere cosa ha visto li dentro . Alice accetto visto che l’ unico modo per capire cosa avevano passato non solo Chiara Marino ma anche Dafne Marino . Andrea prese le sue mani e le mise vicino alla fronte di Alice e inizio a condividere le informazioni . La prima cosa che Alice vide fu un evento in cui dentro casa c’ era una lotta tra Luca e Chiara . Luca era molto sbronzo ma grazie alla rabbia usava il suo potere alla grande . Chiara non aveva bevuto e stava cercando di fermare suo marito prima che potesse prendere un altra birra . Luca la prese visto che lui in quel momento era molto forte grazie alla rabbia e mise Chiara contro il muro e la stava strangolando sotto gli occhi di Dafne Marino . Dafne Marino era li e non poteva distogliere lo sguardo visto che Luca usava su di lei il potere di leggere il pensiero e aveva messo dentro la sua mente il pensiero che diceva guarda . Una volta finito tutto Luca mise Dafne vicino al muro e la stava strangolando con il suo potere e sul collo ebbe un grande livido rosso su tutto il collo . Alice vide che la visione non era ancora finita e vedeva che Luca si avvicinava all’ orecchio di Dafne – se dici una sola parola a qualcuno ti uccido con il mio potere . Alice capiva perché era difficile parlare di questa faccenda visto era molto brutta e non poteva passare cosi come se niente fosse . Dafne voleva solo avere una vita normale e per colpa di suo padre Luca non ce la poteva avere . Dopo la scuola non tornava subito a casa visto che li non ci poteva stare e non ci voleva stare . Non voleva che suo padre Luca facesse qualcosa di male contro qualcuno . Alice e Andrea erano li su quella panchina e pure Alice era motivata a fare qualcosa di buono . Alice era stata li a vedere quelle scene e non poteva fare nulla . Dentro il suo corpo e la sua anima voleva tanto entrare dentro quelle visioni e usare il potere della telecinesi per dare una bella lezione a Luca e cosi portare via Dafne da li e darle una vita normale . Alice e Andrea insieme andarono alla loro macchina e non vedevano l’ ora di arrivare li davanti a quella casa dove per molto tempo aveva vissuto Dafne Marino . Non sapevano come era il posto ma dopo il loro arrivo era sicuro che Chiara e Dafne Marino non avrebbero vissuto più in un modo del genere . Alice e Andrea quando avevano visto quelle scene quasi volevano chiudere gli occhi per non vedere e non sentire . Ma avevano visto e sentito e adesso avevano deciso di dare inizio alla giustizia e fare in modo che Chiara e Dafne Marino non avrebbero più vissuto qui ma dentro una casa accogliente dove aveva vissuto Diana Serra .

 

Categorie
Alice Serra Andrea Serra Chiara Marino Dafne Marino Diana Serra Luca Marino New York

Alice e Andrea Serra parlano con Dafne Marino

 

Anche se avevano deciso di andare a parlare con Chiara e Luca Marino che sono i genitori di Dafne Marino si doveva capire di cosa erano capaci . Alice , Andrea e Dafne erano li in salotto che era molto grande e aveva delle finestre che davano a un bel parco ed era il Central Park . Loro abitavano li vicino e cosi potevano vedere meglio cosa faceva Diana Serra . Alice prima di iniziare andò vicino a sua figlia Diana – tesoro devi andare di sopra . Io e tuo padre dobbiamo parlare con Dafne . Diana sapeva che era una cosa seria e andò di sopra con calma . Una volta vicina alla sua porta fece una cosa che era di suo solito sbattere la porta perché era arrabbiata con Alice per non averla coinvolta nella vicenda . Diana non era dentro camera sua ma sopra le scale e non faceva nessun rumore visto che avrebbe ascoltato ogni cosa . Era una cosa importante pure per lei e solo perché i suoi genitori le avevano detto di andare in camera e di non sentire niente . Diana non lo avrebbe fatto visto che se le cose andavano male lei ascoltando questa discussione tra i suoi genitori e Dafne Marino poteva fermare quello che sarebbe successo tra i suoi genitori e quelli della sua amante . Dafne era seduta su una poltrona e aveva davanti a se i genitori di Diana Serra – sentite lo so che mio padre non doveva dire quella frase a vostra figlia . Ma io volevo solo la sua approvazione non sapevo che si sarebbe comportato male . Non sapevo che avrebbe fatto . Alice sapeva che non era colpa di sua – non è colpa tua tesoro ma solo di tuo padre . Adesso noi siamo qui e ti sosteniamo . Ma prima di parlare con i tuoi genitori dobbiamo capire qualcosa su di loro . Dafne sapeva che i genitori di Diana Serra avevano dei poteri e sapeva che se questa faccenda finiva male poteva andare tutto storto e portare a uno scontro tra Alice e Andrea e tra Chiara e Luca – io ve le dico ma dovete cercare di non fare del male ai miei genitori . Andrea sapeva che la rabbia può far diventare quei poteri troppo forti e quindi usarli per fare del male – non te lo possiamo assicurare . Dafne era li e non sapeva cosa sarebbe potuto accadere ai suoi genitori – perché non me lo potete assicurare ? . Quella domanda per Dafne era molto lecita e insieme dissero – non possiamo perché non sappiamo come ha cambiato tuo padre la rabbia . Dafne era li seduta comoda sulla poltrona e non capiva cosa c’ entrava la rabbia con i poteri – che vuoi dire che la rabbia ha cambiato mio padre ? . Lo voglio sapere ora e non tra un mese o dopo che avete sistemato tutto . Li dentro c’ e mia madre e non voglio che si faccia del male visto che c’ e un uomo la può uccidere in pochi minuti . Dafne prima di dire quelle parole si era alzata dalla poltrona e aveva uno sguardo furioso e davvero pieno di rabbia . Diana scese dalle scale dove stava ascoltando con calma – Papà e meglio se gli dici quello che sta succedendo e prima che tutto possa peggiorare . Andrea sapeva che tutto poteva andare in un modo peggiore di questo e decise di dire tutto a Dafne Marino visto che era una sua richiesta e anche di Diana – Quando noi abbiamo i poteri alcuni di noi si lasciano condizionare dalla rabbia che dimora dentro di se . Dentro tuo padre c’ e davvero molta e quindi se si arrabbia ancora di più potrebbe diventare pazzo e uccidere Diana Serra . Quindi è per questo che ti abbiamo chiesto se ci puoi dire cosa sanno fare i tuoi genitori almeno così tua madre ci può aiutare a fermare Luca Marino e farlo tornare alla normalità o almeno se possiamo . Dafne si alzo dalla poltrona – in che modo vi posso aiutare ? . Alice e Andrea avevano quello sguardo – no tu non ci aiuti . Tu e Diana Serra sarete qui dentro fino a quando non finisce questa storia e non voglio sentire storie oppure non mi interessa se Dafne non è nostra figlia oppure no vi chiudiamo a chiave nella stanza di Diana Serra . Diana e Dafne Marino accettarono e andarono di sopra . Una volta dentro la stanza Dafne che era nella stanza di Diana e stava camminando avanti e indietro – cosa facciamo non posso stare qui dentro mentre mia madre potrebbe morire per colpa di mio padre . Diana vedeva che Dafne era li e pensava a cosa fare – Andrea tra poco ci chiude a chiave . Dopo che se ne sono andati io scassino la porta e ce ne andiamo a casa tua e da li aiutiamo a i miei genitori a salvare tua madre e tuo padre .

 

Categorie
Dafne Marino Diana Serra New York Universing Universo

Diana Serra e Dafne Marino parlano dei loro genitori

 

Diana era ancora sulla panchina che era nel Central Park e vicino ad alcune rose molto belle e di colore rosso molto vivo e accesso . Diana era li e finì di dare quel bacio a Dafne e poi arrivo il momento di parlare dei suoi genitori – veramente non sono venuta solo per avere una risposta sulla nostra relazione ma sono venuta qui per parlare dei miei genitori . Prima di andare in avanti voglio dirgli cosa provo per te . Dafne era molto felice di sapere che Diana voleva fare questo passo e significava che l’ amava visto che stava facendo – vuoi dire che non sai come possono reagire a questa nostra relazione . Dafne aveva centrato il punto – si voglio dire proprio questo e quindi può essere che mi urlano contro oppure mi mettono in castigo per davvero molto tempo . Qualunque cosa succede tu devi restare fuori e aspettare . I miei genitori li devo affrontare da soli . Se non riesco ad affrontare loro e sopratutto questo problema non posso poi venire con te e affrontare i tuoi genitori con te . Diana non sapeva veramente come potevano reagire i suoi genitori visto che anche se la loro mente e aperta grazie alla scoperta dei propri poteri e dell’ Universing non sapeva come avrebbero reagito al fatto che lei era lesbica . Forse avrebbero accettato il fatto che la loro figlia ha ottenuto i poteri che doveva eredita ma non il fatto che sua figlia poteva amare una donna . Dafne era molto coraggiosa – no non ci vai da sola . Se noi dobbiamo essere una vera coppia che fa squadra per ogni cosa dobbiamo affrontare anche questo problema insieme come una vera coppia e anche se non lo accettano lo facciamo senza il loro appoggio visto che è la nostra vita e non la loro . Diana e Dafne era molto d’ accordo su questi punti e mentre stavano studiando Criminologia in biblioteca andarono d’ accordo sopratutto sul fatto che il loro destino lo doveva scegliere loro e non i loro genitori . Questa fu una delle cose per le quali quando le persone le vedevano pensano che non erano solo amiche ma sorelle visto che pensavano la stessa cosa su tutto quanto . Adesso toccava Dafne a dire a Diana qualcosa sui suoi genitori e cosi capire se loro avrebbero accettato questa sua natura . Dafne vide che Diana stava giocando con Beatrice e le stava facendo le coccole – Diana puoi venire un attimo . Ti devo parlare dei mei genitori e credo che abbiamo un problema e quindi lo devo fare da sola . I genitori di Dafne Marino erano due professori e alcune volte non accettavano tutte le scelte fatte da Dafne . Per prima cosa non volevano per niente al mondo che Dafne Marino diventasse una federale e quindi vederla andare via ogni volta e non vederla mai a casa . Ma avevano paura che potesse morire visto che vedevano che sua figlia non aveva i loro poteri e si chiedeva se li avrebbe ottenuti oppure no . Dafne non diceva niente a loro di questi poteri prima perché non sapeva come dirlo e poi se lo avesse detto avrebbero pensato che era una pazza o peggio un mostro e per questo non lo disse mai . Diana venne li vicino a Dafne Marino e vide che Dafne aveva quella faccia di quando c’ era un problema – che problema c’ e Dafne ? . Dafne si mise seduta sulla panchina che era dietro di lei – vedi i miei genitori sono professori e già mi è stato difficile che non mi mandassero da un altra parte e non in Criminologia dove volevo io . Diana sapeva cosa stava per dire Dafne – no non ci vai da sola a parlare con i tuoi genitori . Ho capito quello che volevi fare perché prima avevo lo stesso sguardo e mi dispiace ma non ti lascio affrontare i tuoi genitori da sola . Come io non affronto i miei da soli , tu non affronti i tuoi da sola . Dafne era felice di aver trovata la persona giusta – grazie del tuo aiuto . Diana vide che Dafne stava piangendo lacrime di gioia e Diana prese un tovagliolo dalla sua tasca destra e glielo tolse con calma e con dolcezza .

 

Categorie
Dafne Marino Diana Serra New York

Diana Serra vede se Dafne Marino fa sul serio

 

Diana Serra era una ragazza molto prudente e prima di fare una mossa la voleva valutare molti bene visto che non sapeva cosa poteva succedere se sbagliava oppure no . Prima di andare dai suoi genitori e dirgli in faccia che non amava gli uomini ma le donne e quindi che lei era lesbica . Diana non sapeva come avrebbero reagito i suoi genitori ma prima di vedere questa azione di persona doveva vedere un attimo una cosa che era molto importante non solo per lei ma anche per Dafne . Prima di dare inizio a tutto tra loro Diana doveva vedere con i suoi occhi se Dafne non era una di quelle ragazze che prima fa finta di essere lesbica e fa finta di esserlo solo per andare dai suoi amici e dirgli – sto prendendo in giro una lesbica . Devi vedere è una tale allocca . E caduta nel mio scherzo e proprio una stupida per essere caduta in tale trappola . Diana Serra doveva vedere prima questo fatto e poi poteva dare inizio al piano che poi le avrebbero detto per dire ai suoi genitori che era lesbica e poi insieme a Dafne avrebbe affrontato i genitori di Dafne per capire se erano stati di mentalità aperta come i genitori di Diana Serra . Diana senza dire niente a Dafne decise di seguirla per vedere se era come pensava lei oppure aveva pensato male . Diana segui Dafne in un parco e vide che stava giocando con un cane di nome Beatrice era un dalmata davvero bellissimo . Diana si era nascosta dentro dei cespugli e da li entro dentro la mente di Dafne . Una volta entrata dentro la sua mente vide che stava pensando “ Spero che Diana sia felice di essere non solo una mia amica ma anche una persona che amo . Farei di tutto per lei anche una grande follia . La amo quanto la grandezza del mio cuore “ . Diana sentendo quelle parole smise di leggere il pensiero di Dafne e andò verso di lei . Beatrice aveva già incontrato Diana ed era molto legati e inizio a leccarli la mano destra con molta calma . Diana prese la palla e la lancio con la mano destra non molto forte ma la giusta forza per far andare lontano il cane . Diana sapeva che leggere il pensiero di Dafne era molto brutto ma voleva farlo per vedere se quello che provava era tutto vero oppure no . Dafne vide davanti a se Diana e sembrava molto dispiaciuta e invece Dafne era davvero molto arrabbiata – ti è piaciuto leggere la mia mente ? . Dafne se ne era accorta e non gli era piaciuto per niente e da quel gesto fu molto arrabbiata – no , non mi è piaciuto . Scusami non volevo farti una cosa del genere . Ma la paura che ho dentro di me . Mi ha afferrato il cuore e dovevo capire se tu provavi davvero qualcosa per le lesbiche oppure era tutto una tua idea per fare uno scherzo con i nostri compagni . Dafne se ne stava andando via di corsa ma poi si fermo e andò verso l’amica e la abbraccio con molto amore – se dovevi capire questo me lo chiedevi . Per colpa di questo gesto potevi mandare tutto a puttane . Diana e Dafne dopo l’ abbraccio si andarono a sedere su una panchina e Dafne chiuse gli occhi – leggimi dentro di me . Non leggere i miei ricordi o quello che penso ma cerca di leggere il mio cuore e leggendo quello potrai capire se provo veramente qualcosa per te oppure . Diana era vicina a Dafne e avevano le mani una sopra l’ altra e inizio a leggere il suo cuore e vide che li provava un grandissimo amore per Diana Serra . Dafne apri gli occhi con calma e senza nessuna fretta e poi chiese a Diana se adesso aveva ottenuto la sua risposta oppure doveva avere un’ altra prova certa . Diana apri gli occhi con calma dopo Dafne – ho la mia risposta . Scusami non volevo farlo davvero ma avevo paura e non sapevo se venire da te oppure provare questo approccio dietro a dei cespugli . Dafne non ci penso più – mettiamoci una pietra sopra . Noi siamo amiche e forse andando in avanti saremo amanti . Dafne e Diana si scambiarono un bacio sulla bocca e quello fu la prova che tutto era passato e che tra loro c’ era ancora l’ amore che aveva fatto sbocciare Cupido .