Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri How to Get Away with Murder

How to get Away With Murder – Kill Me, Kill Me, Kill Me

Io e Ada una volta entrati in questo mondo vedemmo Wes e gli altri nel bosco mentre stavamo per bruciare il corpo di Sam . Una volta bruciato il corpo se ne andarono . Poi vidi Michela che si era messa a terra mentre Rebecca aveva il viso pieno di sangue . Li arrivarono Wes e Connor e poi Laurel e tutti videro cosa era successo li dentro . Poi vedemmo cosa era successo al falò . Cioè la Cheerleader che fece il salto e poi attero in modo perfetto e poi  i pupazzi giganti che venivano bruciati . Poco prima Bonnie bacia Asher cosi in modo improvviso e lui ci sta di brutto . Io e Ada seguivamo la scena per capire tutti i fatti e li vedemmo che Connor stava colpendo Sam al volto con una mazza di legno . Per vedere tutti i fatti tornammo indietro nel tempo e vedemmo che eravamo a casa di Annalise . Li c’ era Sam che inseguiva sulle scale Michela . Michela riusci a chiudersi dietro la porta e Sam prova a sfondarla e alla fine riesce . Michela era li dentro a stava con il telefonino in mano . Poi vedemmo che Wes arriva davanti a una porta e li ci sono Michela e Rebecca . E li ce anche Connor e Laurel . Sam riesce a sfondare la porta e Michela inizia a urlare . Io e Ada poi vediamo il futuro di Annalise e vedemmo che il suo primo futuro faceva capire che aveva visto cosa avevano fatto i suoi ragazzi e l’ altro futuro invece era che lei veniva quasi uccisa da Sam prima che tutto accada . Io e Ada abbiamo visto che in quella sera sono successe un sacco di cose e abbiamo fatto un video . Tutto quello che vi ho detto qui sopra lo vedrete nel video .

 

 

Categorie
Cheeleders Deserto Nero Jessica Pioggia Nera Roberta

Aspetto di Roberta

deserto5

Roberta era già nelle Cheerlader e quando vide Jessica vide che era una perfetta nuova Cheerlader . Roberta la vedeva nei corridoio della scuola muoversi con grazia e con dolcezza e come se fosse lei a comandare nella scuola . Roberta decise di accettare Jessica nel gruppo perchè vedeva che nel gruppo serviva un nuovo capo che doveva essere forte e dura e Jessica era cosi . Roberta fece da guida a Jessica e la aiuto a tirare fuori la cattiveria che aveva dentro di se . Roberta le fece conoscere la sua forza , la sua rabbia e tutto quello che sapeva fare ma aveva deciso di non usare . Roberta per farle uscire la rabbia dentro di se le fece picchiare a sangue una donna . Roberta per farla continuare disse a Jessica – Jessica vede se non continui le tue sorelle possono scomparire . Noi siamo Cheerlader e se non lo siamo più saremo delle semplici ragazze . Invece se questa ragazza non parla noi saremo delle dee e pure tu lo sei . Saresti invitata alle feste migliori , avrai i ragazzi migliori e poi tu potrai comandare . Jessica fece quello che aveva detto Roberta e Roberta le diede un pugno molto forte alle stomaco . Jessica vide che Roberta era una di loro . Roberta era stata allenata dentro al Deserto Nero dove li piove sempre . Roberta era una grande guerriera e fece diventare Jessica una grande guerriera .

 

Categorie
Cheeleders Foto Jessica Roberta Welma Stuart

Aspetto di Jessica

donne-fantasy-7

Jessica era una ragazza che sapeva cosa era il bene e lo sapeva perchè prima lei era nel bene e non nel male . Uno dei suoi sogni era essere una Cheerlader . Tutte le Cheerlader la misero alla prova ma vedevano che aveva due delle qualità che le altre ragazze non avevano e sarebbe a dire bellezza e popolarità . Durante i test aveva dimostrato che era una grande Cheerlader e riusci ad entrare dentro le Cheerlader . Li dentro le fecero capire che se volevi il potere lo dovevi prendere non con le buone ma con le cattive . Ognuno di loro fece diventare questo piccolo angioletto un vero demonio e cosi divento il nuovo capo delle Cheerlader . Una volta divenuta la capa delle Cheerlader dentro la sua mente entrarono pensieri che erano belli e molto utili per far capire non solo ai maschi ma anche alle persone che erano povere chi erano le vere persone che meritavano il potere cioè loro . Jessica era un capo forte e sicura di se . Non si metteva paura di nessuno e se qualcuna delle se doveva essere curata lo curava e poi le faceva scoprire la sua furia e poi le diceva di mettere più rabbia nelle su azione . Jessica era il nuovo capo delle Cheerlader e tutti la rispettavano e sopratutto l veneravano . Lei non aveva un solo potere ma due . Aveva anche il potere di togliere la vita . Poteva trasformare quel piccolo dolore in una  morte atroce e con grande sofferenza e tutti avrebbero sentito le sue urla ovunque . Jessica sapeva cosa fare sempre e con Roberta era pronta a togliere di mezza questa puttanella di Welma Stuart .

 

Categorie
Cheeleders Superpoteri Welma Stuart

Welma Stuart

pollygoodsm

Welma Stuart era molto in gamba nell’ usare il suo potere . Tutti la chiamavano per cercare di non finire dentro il radar delle Cheerlader . Molte persone avevano paura di loro . Si dicevano che erano molto vendicative con chi faceva loro un torto . Tutti sapeva che ci si metteva contro le Cheerlader la loro reputazione scolastica era finita . Le Cheerleader avevano picchiato una ragazza a sangue perchè voleva dire a tutti che loro erano il male e che nessuno deve starci vicino . Quel gesto fece capire che chi parlava male di loro finiva male . Tutti avevano paura delle Cheerlader . Ma loro avevano paura di una persona che aveva un superpotere . Welma si tolse gli auricolari e andò a parlare con loro negli spogliatoio . Una delle Cheerlader di nome Rebecca la guardo dall’ alto in basso – adesso per minacciarci ci mandano le puttane . Quello fece arrabbiare molto Welma . Prima di dirlo arrabbiata si calmo – smettetela di dare fastidio agli oppure intervengo io e non sarà una bello spettacolo . Nessuna di loro era spaventata a morte e Welma fece uscire dalle sue mani il fuoco e brucio un accappatoio e brucio quello di Jessica che era la capo cheerlader e nel vedere il suo accappatoi in fiamme si mise paura  . Welma fece uno sguardo molto serio – adesso sono stata chiara oppure devo bruciare gli altri accappatoi . Tutte iniziarono a sentire le parole di Welma e capirono la situazione . Tranne Jessica che non vedeva l’ ora di uccidere Welma .

 

Categorie
Alessandra Neri Daphne Strange Dottoressa Amelia Neri Guerriera Oscura L' Ombra Livia Santoro Roberto Auditore Serena Rafferty

L’ Ombra parla con Alessandra Neri e Amelia Neri

 

Dopo che L’ Ombra aveva rassicurato Alessandra Neri che adesso era nel suo alter ego la Pistolera Nera e le aveva detto che avrebbe fatto di tutto per salvare la vita della Guerriera Oscura se era in pericolo anche dal più piccolo . Una cosa che aveva detto la professoressa Livia Santoro era che quando dentro la parte più oscura quando vengono colpiti le ferite che si hanno la dentro le hanno pure nella realtà . L’ Ombra decise di dire questa cosa alla Pistolera Oscura anche se sapeva che dopo aver detto quelle parole lei avrebbe fatto ancora molto più di più per proteggerla . L’Ombra si giro verso la Pistolera Oscura e inizio a dire – scusa non ho detto una cosa né a te e nemmeno alla Guerriera Oscura , Non glielo detto per non farla preoccupare di questa cosa . Alessandra Neri era seduta alla sua scrivania per vedere se le sue pistole erano molto ben pulite oppure no e poi chiese in molto cordiale – cosa non hai detto . Se è qualcosa di brutto devi dirmela subito . Alla fine decise di mollare il sacco e di dire tutto ad Alessandra Neri visto che se non glielo diceva nel futuro la vita della Guerriera Oscura sarebbe stata in pericolo – Livia mi ha detto che se uno viene ferito quando è nella parte oscura di una mente manipolata viene ferito anche nella realtà e quindi per salvare le nostre vite anche quella della Guerriera Oscura abbiamo bisogno della Dottoressa Amelia Neri . Quello che aveva detto era molto brutto visto che non sapeva come avrebbe reagito Alessandra Neri a questa cosa – ne sei sicuro , gli chiese mentre teneva ferma una delle due pistole fermo nella mano sinistra . L’ Ombra gli fece cenno con la testa e poi gli disse mentre la guardava nei suoi occhi che erano pieni di rabbia visto che sapeva già che non poteva fare niente visto che gli unici che potevano entrare nella mente di una persona sono quelli che hanno il potere di leggere il pensiero delle persone . Alessandra si alzo dalla sedia e andò vicino all’ Ombra ma questa volta era calma e gli disse come un favore personale visto che adesso la Guerriera Oscura era divenuta una cosa molto preziosa – per favore proteggila visto che li dentro ci saranno pericoli come non mai visto che non so cosa dovete fare ma fai attenzione pure per lei . L’ Ombra decise di fare come aveva detto la Pistolera Oscura visto che non voleva perdere una grande alleata e anche un amica e quindi decise di fare questo – In questa missione dobbiamo farci aiutare pure da Amelia Neri cosi se siamo in pericolo oppure abbiamo qualche ferita lei ci può curare e noi possiamo andare avanti con la nostra missione . Alessandra chiamo dal suo citofono Amelia Neri che era dentro al suo studio per vedere se aveva qualcosa da fare ma per il momento non aveva niente e poi fu chiamata dalla sua amica preside . Una volta arrivata vide li dentro l’ Ombra e capì che doveva essere una cosa molto importante e decise di prendere parola prima lui – non adesso ma tra un giorno abbiamo bisogno del tuo aiuto visto che io e la Guerriera Oscura dobbiamo entrare nella mente di Daphne e stiamo per andare nella parte più oscura e quando veniamo feriti li dentro veniamo feriti anche qui e per questo tu ci devi curare ogni volta che abbiamo delle ferite e anche quelle più gravi . Amelia era felice di aiutare queste persona visto che lo stava facendo per salvare le ragazze rinchiuse li dentro e tutte quante venivano trattate molto male . Amelia capiva quanto poteva essere pericoloso e decise di aiutare l’ Ombra ma prima di farlo fece un avviso all’ Ombra visto che Amelia era stata aiutata più volte dalla Guerriera Oscura in passato e quando lei era in pericolo si faceva aiutare da Amelia Neri . Quando si doveva ricucire andava da Amelia Neri che aveva capito chi era ma non lo aveva mai detto a nessuno per salvare la sua vita e per fare in modo che lei salvasse le persone che avevano un problema oppure no . Amelia Neri sapeva che se moriva Serena Rafferty la speranza delle persone che non erano famose poteva morire e per questo doveva farlo . Visto che se moriva lei le cheerlader o meglio dette I mostri avrebbero fatto tutto quello che avrebbero voluto e questa scuola sarebbe divenuto il loro covo oscura dove fare tutto quello che avevano in mente di malvagio . Se Serena Rafferty moriva qui dentro ci sarebbe stata l’ anarchia e nessuno avrebbe potuto aiutare le persone che non era come le cheerlader . Le cheerlader erano delle Amazzoni e per questo le persone che non erano molto ben allenate non avevano nemmeno una possibilità contro di loro . Amelia sapeva già cosa sarebbe successo se La Guerriera Oscura moriva tutte le ragazze meno popolari sarebbero morte e nessuno ci avrebbero potuto fare niente nemmeno L’ Ombra visto che lui aveva la mente ma loro aveva tutto nel senso una forza mostruosa , un allenamento incredibile e un aspetto che le faceva sembrare e delle dee e per questo nessuno poteva resistere al loro fascino . Nessuno avrebbe potuto fermare queste arpie che adesso non potevano fare niente ma una volta sconfitta la Guerriera Oscura ci sarebbe stata una sola cosa li per i corridoi delle scuola cioè il sangue delle ragazze meno popolari .  

 

Categorie
Alessandra Neri Bright Falls Guerriera Oscura Pistolera Oscura Serena Rafferty

Serena Rafferty e Alessandra Neri parlano dell’ incontro con l’ Ombra

Serena Rafferty non sapeva chi era L’ Ombra non né aveva mai sentito parlare visto che non c’ erano voci sul suo conto e per questo andarci da solo era una missione suicida . Serena non sapeva se andarci oppure no visto che quell’ invito poteva essere un tranello un modo per smascherare La Guerriera Oscura e poi farla diventare una schiava come le altre ragazze rapite . Meno male che pensarci avevano un intera giornata ma una persona non era d’ accordo sul fatto che lei ci doveva andare da sola li sopra . Quella persona era Alessandra Neri che aveva un certo senso molto particolare e in molte occasioni questo sesto senso le ha salvato il culo molte volte e per queste decise di seguire quella vocina dentro di se che diceva “ Serena Rafferty è una tua studentessa e adesso una tua aiutante e forse una tua futura Pistolera Nera , poteva tramandare la generazione e cosi far essere a lei il suo idolo e non puoi farla andare da sola “ . Alessandra aveva ascoltato la vocina che era dentro di se e decise di fare questo per salvare la vita di Serena visto che andando li da sola sulla torre dell’ orologio poteva essere una missione suicida e morire e per questo la responsabilità cadeva sulla preside Alessandra Neri . Alessandra fece sedere Serena sulla poltrona non aveva paura ma aveva un po’ di indecisione . Una volta seduta e messe le gambe accavalcate e per farla calmare la preside le fece bere un tè che era davvero molto buono e la fece calmare con calma . Una volta che la calma aveva preso il sopravvento sulle altre emozioni poterono parlare di questo incontro e a parlare per prima fu la preside visto che era grande e sopratutto la ragazza che era seduta sull’ altra poltrona era una sua responsabilità – Serena non ti posso mandare da sola li sopra e per questo che domani verrò con te sulla Torre dell’ Orologio e incontriamo insieme questa persona . Serena aveva ascoltato le parole della sua amata preside mentre stringeva in modo non molto forte le mani di Alessandra . Una volta pensato a cosa dire visto che aveva molti pensieri e non sapeva cosa sarebbe potuto succedere domani li sopra ma adesso aveva una persona che non le avrebbe fatto correre pericoli e non era una persona di cui non si fidava anzi era una persona di fiducia per lei e avrebbe affidata la sua stessa vita nelle sue mani visto che la preside era la nota “ Pistolera Nera “ . Serena Rafferty sapeva che se si sarebbe fidata della sua eroina tutto sarebbe andato bene e per ringraziarla le disse – sono felice di sapere che domani nell’ incontro con questa persona ci sarà qualcuno che mi guardi le spalle . Alessandra era felice di conoscere una persona che anche se era una cheerlader e spesso loro se ne fregano della gente questo non l’ha fermata e aveva fatto questa cosa cioè essere la sua eroina soltanto con un nome diverso ma non importa il nome importa quello che tramandi attraverso questo simbolo che stai portando . Alessandra Neri le accarezzo i capelli che erano soffici e molto lisci e poi le dissi per farla sentire meglio con se stessa e cosi farle dei sogni belli – io per te ci sarò sempre dopotutto noi siamo amiche e alleate e lo saremo sempre . Domani ci sarò li a vegliare su di te visto che tu sei una mia studentessa ma anche una persona cara a me e sopratutto una persona con un grande cuore . Serena dopo aver sentito che ci sarebbe andato con Alessandra li sopra perché non sapeva chi avrebbe incontrato li sopra e non sapeva se era un amico che la voleva aiutare oppure un nemico per prenderla per i capelli e trascinarla dentro al Distretto 18 mentre lei cercava in tutti i modi di non farsi portare li dentro . 

Categorie
Alessandra Neri Alice Miller Azzurra Alfieri Guerriera Oscura Luce Miller Serena Rafferty

Serena Rafferty avverte Alessandra Neri della sparizione delle sue amiche

 

Serena Rafferty prima di essere la vera Guerriera Oscura che fa tutto da sola e opera nella notte più oscura e profonda . Prima aveva deciso di operare anche alla luce del sole e non in modo tipo che aveva il bastone o la pistola ma niente e la sua arma per dire qualcosa era la preside . Alessandra Neri era sempre pronta a tutti i problemi nella scuola e da li a poco c’ e ne sarebbe stato uno davvero grande cioè il rapimento di tre ragazzina . Chi rapisce tre ragazzine è un mostro che deve essere solo ucciso ma visto che sono dei buoni li butto dentro al carcere e butto la chiave anche se fosse per me gli vorrei fare lo sguardo della penitenza e fargli affrontare tutto il dolore delle loro vittime e riversarlo su di lui ma non posso visto che farei un omicidio . Serena Rafferty prima di avvertire la preside controllo in lungo e in largo e pure fuori dalla scuola ma niente di loro non c’ era traccia e cosi Serena decise di farlo di andare dalla preside visto che era una situazione molto brutta e se non la trovavamo era come se le avessimo uccise noi . Serena andò nell’ ufficio della preside che era al secondo piano e non in una delle prima stanze ma l’ ultima e mentre camminavi potevi sentire il battito del tuo cuore che pompava sempre più forte . Serena arrivo alla fine del corridoio e busso alla porta della preside e quella era la prima volta per lei stare dalla preside ma non l’ aveva portata nessuna dalla preside aveva deciso lei di andarci . Alessandra senti bussare e fece entrare la persona che era dietro il suo enorme portone . Serena entro nel grande ufficio e si mise comoda sul una delle due poltrone mentre la preside era alzata e stava per prendersi un buon caffè dopo che aveva firmato delle carte e quando aveva bussato Serena aveva appena finito . Le carte che la preside stava firmando erano dei documenti su prendere tecnologia per le guardie . Alessandra voleva sapere cosa portava Serena dentro al suo ufficio e glielo chiese in modo garbato e molto cordiale – ti posso aiutare in qualche modo ? . Serena aveva deciso di farlo era stata una sua scelta e cosi parlo guardando negli occhi la preside – se sono venuta qui e per dirvi che tre delle mie amiche sono sparite . So che mi dirà forse sono andate da qualche parte ma ho controllato tutta questa città e le provato a chiamare un sacco di volte e nessuna di loro mi risponde . So che forse fa paura quello che sto per dire ma potrebbero essere state rapite e anche se le altre cheerlader mi hanno detto di farmi gli affari miei . Non posso stare come le altre a chiudere gli occhi e non fare niente e per questo che sono venuta qui per avvisarvi . Le ragazze che sono scomparse sono Azzurra Alfieri e poi pure le sorelle gemelle Alice e Luce Miller . Alessandra sapeva che Serena era molto diversa dalle altre cheerlader visto che non era una persona che chiudeva gli occhi e smetteva di pensare agli altri . Visto che aveva fatto una cosa per Azzurra per farlo entrare dentro questo posto aveva detto che era sua sorella minore e avevano deciso di affidarla a lei fino a che Azzurra non fosse divenuta grande . Alessandra sapeva che se non era una cosa molto importante Serena non sarebbe mai venuta da lei e prima che se ne andasse dall’ ufficio della preside , Alessandra la guardo e le disse – grazie per avermelo detto delle sparizioni delle tue amiche e adesso ci mettiamo e le cerchiamo dentro la scuola o in qualunque parte fossero . Serena aveva controllato solo le parti della scuola che conosceva bene ma dentro la scuola ci sono luoghi che gli studenti non sanno . Serena non sapeva cosa sarebbe successo o se dire alla preside fosse una buona mossa ma alla fine decise di mettersi il costume che aveva fatto ieri sera prima di andare a letto e metterlo sotto il suo letto . Aveva deciso di andare di sera e cercare di trovare qualcosa su dove loro possono trovarsi . Erano sue amiche e avrebbe fatto di tutto per trovarle dovunque fossero .

 

Categorie
Bright Falls Bruce Rafferty Distretto 15 Sabrina Harris Serena Rafferty Warren Harris

Serena Rafferty diventa la Guerriera Oscura

Serena Rafferty aveva deciso di diventare una guerriera pronta a salvare tutti quanti da tutti i pericoli dentro tutta la scuola visto che tra persone con i poteri e dentro questa città con persone che provengono da diversi tempi , spazi e universi ci sono davvero molti problemi . Serena Rafferty lo voleva fare ma non sapeva come iniziare visto che era sempre circondata dalle sue amiche cheerlader e quindi secondo loro non doveva fare niente per salvare queste persone visto che anche se loro erano delle Amazzoni pure secondo loro questa gente non meritava niente nemmeno il loro aiuto . Ma Serena la pensava in modo molto diverso visto che lei aveva sempre provato a essere una brava ragazza ed aiutare tutti quanti e doveva trovare un modo per non farsi scoprire dalle altre . Una sera quando Serena non era con le sue amiche cheerlader vide che nel Distretto 15 dove lei stava da sola e vide che li nel palazzo tra la discoteca e un bar . Non molto lontano li c’ era una casa che era molto bella e sapeva che li ci abitava una ragazzina di 7 anni di nome Sabrina Harris e viveva con un padre che era sempre ubriaco e poi questo padre aveva un potere cioè quello del fuoco . Appena toccava un oggetto lo poteva trasformare in un arma che emetteva calore e alcune questa piccola bambina portava quei segni . Un giorno mentre era a scuola la sua professoressa vide che sul collo della ragazzina c’ era dei segni ma non segni di strangolamento ma erano segni di bruciature sul collo . Quando il padre gli aveva fatto tale segni era molto ubriaco e aveva preso la cintura dei suoi pantaloni e l’ aveva resa una cintura di fuoco e poi gliela aveva messa vicino al collo . Sabrina aveva fatto solo cadere la birra a terra e il padre di nome Warren Harris le aveva fatto dei segni sul collo e poi dopo si chiuse a chiave dentro la sua stanza e inizio il suo pianto senza limiti . Quel giorno Sabrina aveva fatto cadere più birre dei solito visto che per colpa di tutto quello che le aveva fatto il padre aveva le mani che le temevano e per colpa di questo le bottiglie di vetro di birra era finite tutte a terra . Warren era molto furibondo con la figlia e anche aveva bevuto un sacco non penso che c’ era della birra a terra e quando manco la figlia tutto l’appartamento andò in fiamme . Serena conosceva la piccola Sabrina visto che in alcuni momenti l’ aveva vista da sola in alcuni angoli della città da sola che piangeva per quello che le faceva il padre troppo violento . Serena cercava di curare le ferite della piccola come poteva ma non ci riusciva molto e la fece visitare dalla madre che come potere aveva quello della guarigione e per questo curo con molto garbo la piccolina Sabrina che era molto carina . Warren trasformo la sua cintura in una cintura di fuoco e per colpa sua tutto il loro appartamento andò in fiamme . Sabrina si era rinchiusa in camera sua e li c’ era un piccolo balcone e da li vide che c’ era Serena e disse prima di iniziare a tossire per colpa delle fiamme che da li si sarebbero arrivate nella camera di Sabrina – aiuto , qualcuno mi aiuti . Serena cercava qualcosa per aiutarla a respirare li dentro e alla fine che se poi forse finita in carcere strappo un po’ la manica di un pezzo nero e poi fece chiamare al tizio i vigili del fuco . Entro dentro alla casa e vide che le fiamme erano ovunque e alla fine cerco di andare nella camera di Sabrina , butto la porta con un calcio unico e poi uscirono da li . Serena poteva portare una sola persona alla volta e porto prima la piccola Sabrina che era svenuta tra le forti braccia di Serena . Serena aveva cercato anche il padre ma era morto tra le fiamme visto che una parte del salotto era caduto e Warren che alto , capelli neri e vestito da una persona che aveva perso tutto quanto . Era caduto tra le fiamme visto che quella parte della casa doveva essere riparata ma nessuno lo aveva mai fatto e per questo lui era morto per colpa di questa cosa . Serena si era messa questa cosa che aveva strappato sul volto e sulla bocca per non prendere troppo fumo e quando vide che Sabrina non respirava inizio a fare la respirazione bocca a bocca e poi dopo qualche minuto Sabrina si ristabilì e fu portata in ospedale per curare le ferite da ustione che aveva sul corpo e poi per curare anche Serena Rafferty se era in pericolo per il troppo fumo che aveva preso . Serena quando fu portata a casa dai suoi genitori che erano molto fieri della loro figlia che aveva fatto una cosa e il padre Bruce decise di fare una cosa per ricordare tale momento preso la sua stella che aveva ottenuto per aver salvato una vita e la mise sulla maglietta di Serena per farle capire che quello che aveva fatto era una cosa bella e da ricordare . Serena quando torno in camera sua ricordo quello che aveva fatto per Sabrina e aveva deciso di fare una cosa molto bella cioè aveva deciso di diventare una persona che aiutava tutti quanti e per farlo decise di chiamarsi La Guerriera Oscura . 

Categorie
Alessandra Neri Dana Sherman Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Marta Alvarez Roberto Auditore Serena Rafferty

Dana Sherman scopre il motivo dell’ omicidio di Serena Rafferty

Dopo che avevano parlato con Roberto Auditore e gli aveva detto tutto quello che sapeva o per cosi meglio dire visto che nascondeva ancora un segreto molto grande e non lo voleva dire ma per il momento nessuno lo sapeva perché non lo voleva dire né a Dana Sherman e nemmeno a me . Dana lo aveva capito che Roberto stava nascondeva qualcosa di molto importante e che riguardava l’ omicidio di Serena Rafferty . Ma per il momento non lo voleva dire e quando Dana glielo chiese – che cosa stai nascondendo ? . Roberto capì che non sapeva ancora chi era Serena Rafferty e cosi le disse ma non in modo chiaro ma un po’ strano come se fosse un indovinello e sopratutto qualcosa da scoprire e disse non solo a me ma anche a Dana – se volete che io vi dica tutto quanto dovete scoprire il segreto di Serena Rafferty e dovete capire chi è La Guerriera Oscura . Se un poliziotto normale avesse ascoltato le parole di Roberto pensava che erano le parole di un pazzo e quindi non avrebbero accusato Lazarus Hawking ma per l’ omicidio di Serena Rafferty avrebbero accusato Roberto Auditore che era innocente ma se fosse stato visto negli occhi di un normale poliziotto che non vive nell’ Universing e per questo sarebbe stato ritenuto colpevole . Ma Dana riusci a capire che Roberto stava dicendo la verità su questa situazione e sopratutto aveva dato a noi due un messaggio per farci scoprire quello che teneva nascosta Serena Rafferty e sopratutto quello era il motivo della sua morta . Per scoprire tale messaggio Dana mi fece venire con lei nella camera di Serena Rafferty e forse li avremmo scoperto qualcosa . Ma prima di farmi fare questa cosa con lei mi fece venire con lei da una parte e poi dalla sua giacca nera che era molto bella ed elegante tirò fuori un distruttore di impronte digitali . Dana mi fece mettere tutte e due le mani li e mi fece cancellare le impronte digitali e una volta finito potemmo andare a cercare indizi nella camera da letto di Serena . Serena abitava li con una ragazza di nome Marta Alvarez un anno di più di lei , messicana e molto carina e si stava mettendo qualcosa addosso visto che si era appena fatta una buona doccia calda visto che era seduta visto che per tutto il giorno per aggiustare alcune cose rotte nella scuola ha dovuto usare il suo potere di tecnopate . Marta li aveva il compito non solo di studiare ma anche di aggiustare quello che era guasto nella scuola . Alessandra Neri aveva visto che alcune volte qualcuno faceva saltare in aria le apparecchiature tecnologiche che aveva fatto mettere e poi quando nei corridoi del secondo piano vide questa giovane ragazzine che stava su una scala e stava aggiustando le telecamere di sicurezza che erano state manomesse oppure distrutte e per questo da quel giorno aveva chiesto a Marta di svolgere il compito di aggiustare le cose tecnologiche li nella sua scuola visto che servivano per proteggere non solo lei ma anche gli altri studenti . Una volta entrati iniziammo a guardare ovunque e quando guardai sotto al letto di Serena vidi questo costume nero molto ben fatto e davvero molto bello e poi chiedemmo spiegazione a Marta che sapeva davvero molto cose . Ci disse questa cosa di essere la Guerriera Oscura era iniziata sette mesi fa quando per salvare una ragazza da un incendio e si era messa una tuta nera e cosi da quel giorno aveva deciso di fare questa cosa . Io le dicevo di non farlo visto che le cheerlader che sono anche delle Amazzoni non lo avrebbero mai accettato vestirsi cosi e aiutare le persone meno popolari con questo costume . Alla fine capimmo che Serena Rafferty e la Guerriera Oscura sono la stessa persona e adesso potevamo chiedere a Roberto cosa stava nascondendo di tanto importante per risolvere il caso . 

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Serena Rafferty Sussurro

Sussurro chiede aiuto a Lazarus Hawking

Sussurro dopo aver visto le sue amiche andare in carcere decise di andare subito da Lazarus Hawking per farsi aiutare da lui e cosi far uscire le sue amiche dal carcere . Sussurro in modo defilato cerco in tutta la scuola Lazarus che era l’ unico che la poteva aiutare . Lazarus era in mensa con i suoi amici a dire cose molte brutte su Serena Rafferty che secondo loro era una persona molto facile e quindi secondo loro lei andava a letto con un sacco di persone . Sussurro aspetto che Lazarus fosse da solo e per fare in modo che questa situazione possa succedere ci mise lo zampino l’ Informatico e mando un messaggio sul telefonino di Lazarus e c’ era scritto “ Fuori dalla mensa c’ e Sussurro che ha bisogno del tuo aiuto per una cosa molto importante e gli serve subito il tuo aiuto “ . Lazarus usci dalla mensa e andò da Sussurro e non la poteva vedere in volto visto che era coperta un un capotto tutto nero . Lazarus la vide subito visto che era vicino alla porta e poi le diede il suo sguardo più brutto visto che era molto arrabbiato e poi gli chiese – dove sono le altre cheerlader ? . Sussurro non glielo voleva dire ma lui era l’ unico che poteva togliere le cheerlader da questa bruttissima situazione e gli disse – ci devi aiutare le cheerlader sono state arrestate per tortura e per averti aiutato in un omicidio . Lazarus si mise le mani dentro i suoi bellissimi capelli e adesso non sapeva cosa fare e poi prese per il braccio Sussurro e la porto nella torre dell’ orologio . La torre dell’ orologio era il posto molto alto e qui quasi nessuno ci andava e quello era il posto giusto per dire cosa stava succedendo alle varie cheerlader che erano in carcere . Lazarus stava guardando Sussurro negli occhi e poi disse con un tono molto serio – dove sono le altre cheerlader ? . Sussurro non teneva lo sguardo basso e teneva lo sguardo puntato su Lazarus Hawking – Le cheerlader sono in carcere e purtroppo ci sono delle prove che non si possono falsificare e per quanto né ho scoperto c’ e anche un testimone oculare ma non ho scoperto chi è . Lazarus aveva visto che tutto stava andando nei casini e purtroppo in modo molto serio – Sei venuta da me perché io potessi aiutare le Amazzoni ma non posso fare niente visto che ho già troppa attenzione su di me e quindi loro devono restare dentro . A me non possono farmi niente ma se alle Amazzoni e successo questo non ci possono fare niente . Mi dispiace ma quello che posso fare è niente e anche tu non puoi fare niente e quindi non fare niente . Sussurro non credeva alle sue orecchie che Lazarus la persona di cui si fidava di più non faceva niente per aiutarli . Sussurro era arrabbiata e disse in modo molto arrabbiato – devi fare qualcosa per aiutare le cheerlader sono tue amiche . Lazarus stava guardando Sussurro negli occhi e credeva veramente quello che diceva e poi le si avvicino al suo orecchio sinistro che anche se era coperto riusciva sentire molto bene e gli disse mentre continuava a guadarla negli occhi – quelle puttane di Amazzoni non sono miei amiche e non lo sono mai state . E pure te non lo sei per me voi siete state un oggetto che mi servivano solo per non finire dentro e io ho già fatto tutto per non far dire niente a nessuno sul mio conto . Se hai visto i  loro occhi una parte e di un colore un po’ sbiadito quello è dovuto a me e quello l’ ho fatto per quando vorrò io loro moriranno e io non potrò essere accusato nemmeno di quello e per tutti sembrerà che si sono suicidate . Sussurro scappo via lontano e decise di cercare l’ altra persona che la poteva togliere da questo casino cioè me e anche se si faceva arrestare avrebbe fatto di tutto per togliersi da questo casino . La persona che la poteva aiutare ero io e mia sorella Alyssa .