Categorie
2013 Cinema Film Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Lovelace – primo trailer, clip, locandine e immagini del biopic con Amanda Seyfried

Il film segue l’ascesa alla fama di Linda Boreman, protagonista dell’iconico film Gola Profonda, il suo abbandono del mondo dell’hard e la sua successiva trasformazione nell’attivista anti-pornografia Linda Marchiano.

Dopo Boogie Nights – L’altra Hollywood con Mark Wahlberg e Wonderland – Massacro a Hollywood con Val Kilmer ecco un altro film che esplora il mondo della pornografia, la sua patinata apparenza e i suoi molti lati oscuri, tutto attraverso lo sguardo della sua più celebre star femminile.

La Seyfried a proposito del suo ruolo:

Sento che questo film per me è davvero l’inizio di qualcosa di diverso.

Il regista Rob Epstein parla della protagonista:

Tu segui la sua psicologia nelle diverse fasi della sua vita e quando lei è pronta a guardare la vita in modo diverso, anche noi siamo pronti a raccontare la storia in modo diverso.

Il co-regista Jeffrey Friedman parla del periodo in cui è ambientato il film:

La sua storia colma il periodo che va dalla rivoluzione sessuale al femminismo e lei è stata una figura chiave in entrambi i momenti.

Il cast a dir poco stellare include anche Sharon Stone, Juno Temple, Wes Bentley, Hank Azaria, Bobby Cannavale, Chris Noth, Robert Patrick, James Franco, Eric Roberts, Adam Brody, Chloe Sevigny e Sarah Jessica Parker.

Nel 1972, prima di internet, prima dell’esplosione del porno, Gola Profonda era un fenomeno: il primo lungometraggio pornografico teatrale sceneggiato, con una storia, alcune battute e una star sconosciuta e improbabile, Linda Lovelace. In fuga da una rigorosa famiglia religiosa, Linda scopre la libertà e il lusso quando sposa il carismatico imbroglione Chuck Traynor. Nel frattempo Linda Lovelace è diventata la fantasia da paginone centrale di un’affascinante ragazza della porta accanto con una “abilità” sorprendente. Vivendo appieno la sua nuova identità, Linda diventa l’entusiasta e disinibita portavoce della libertà sessuale e dell’edonismo. Sei anni più tardi troviamo un’altra Linda, del tutto contraddittoria, pronta a raccontare se stessa al mondo come la sopravvissuta ad una storia molto più oscura.