Categorie
Kay Knight Volpe Rossa Umana

Kay Knight viene salvata dalle Volpe Rosse Umane

donna-con-una-spada,-guerriera-159366

Kay Knight quando aveva 19 anni aveva ottenuto il potere del fuoco ma non lo riusciva a controllare e per questo aveva paura di toccare le cose . Aveva paura di toccare le cose perché non sapeva se il suo potere si sarebbe manifestato avrebbe incendiato qualcosa e cosi tutti quanti l’ avrebbero visto con quello sguardo di odio . Per questo Kay Knight indossa sempre dei guanti di pelle e ha deciso di toccare le cose solo con quelli e niente altro . Kay Knight aveva deciso di farlo perché cosi pensava che niente sarebbe andato male e invece tutto andò male . Prese un pezzo di pane e una volta preso in mano le fiamme fecero il pane in polvere tante piccole che era impossibile mangiarlo . Kay Knight non mangiava da una settimana e tutto perché non riusciva a controllare il suo potere . Era arrivata vicino a una foresta per trovare una fragola da mangiare e poi da bere . Le labbra di Kay erano secche per colpa del suo potere e non mangiava da giorno . Kay Knight era nella foresta e vide una bella fragola ma non appena lo tocco quella prese fiamme . Kay Knight inizio a piangere perché voleva qualcosa da bere e da mangiare ma non poteva per colpa del suo potere . Una volta finito di piangere svenne a terra . Una delle Volpe Rosse Umane era li e stava prendendo senza bruciare niente delle fragole , bacche e molta acqua . Vide a terra Kay Knight e la soccorse . Vide che aveva le labbra secche e poi senti dentro di lei il fuoco che diceva tutto di lei . Selina prese in braccio Kay e la porto al suo villaggio segreto . Una volta arrivata al suo villaggio la porto in una tenda . Aspetto che lei riprese conoscenza e per farlo ci mise due giorni . Kay era stata salvata delle Volpe Rosse Umane . Kay non appena si sveglio vide vicino a lei cibo e acqua e inizio a mangiare come se non ci fosse un domani – grazie per il cibo . Io sono Kay Knight . Selina si avvicino a lei – piacere di conoscerti io sono Selina e sono io che ti ho portato qui . Eri nella foresta ed era svenuta perché non mangiavi e bevevi da giorni . Selina era molto interessata da Kay . Kay dopo aver bevuta molta acqua guardo Selina – io ho il potere del fuoco e non lo riesco a controllare il mio potere . Ogni cosa che tocco prende fuoco e per questo non mangiavo e bevevo . Selina capì molto bene perché pure lei prima non lo sapeva controllare il suo potere – ti capisco molto bene . Pure io ho tale potere e prima come te non riuscivo a fare nulla . Non mangiavo e non bevevo . Per cercare di fermare le fiamme usavo dei guanti di pelle ma non funzionato . Alla fine ho incontrato i miei fratelli e le mie sorelle e adesso controllo alla perfezione i miei poteri . Se hai bisogno di aiuto nel controllare i tuoi poteri qui noi ti possiamo aiutare . Inoltre ti conviene restare qui puoi bere e puoi mangiare quando vuoi . Come vedi tu non hai bruciato tutto quello che tocchi . Kay vide la tazza e la bottiglia d’ acqua e videro che erano intatte e Kay non capiva come mai – mi puoi dire come mai queste cose non si sono bruciate quando le ho toccate . Selina lo sapeva molto bene – vedi tu ti sei concentrata su una cosa e solo su quella . Ti sei concentrata nel fare colazione e sul bere . Puntando su quello non hai bruciato nulla . Che ne dici di rimanere con noi e cosi tu potrai capire tutto quello che sai fare . Kay decise di rimanere non solo per il fatto di rimanere in forze ma anche per controllare il potere del fuoco .

Categorie
Allenamento Angela Ferrante Beatrice Beatrice Ferrante Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Occhio della Fenice

Libero lo stress dal corpo di Beatrice

Oggi iniziavo l’ allenamento con Beatrice Ferrante per farla diventare una grande guerriera in grado di difendersi da sola quando non c’ ero io o qualcun’ altro a salvarla . Anche se ero rimasto alzato fino a tardi visto che non era riuscito a dormire per il fatto successo a Maraxus , ma ce la poteva fare a stare alzata . Io una volta che Beatrice Ferrante e Angela Ferrante si erano alzate verso le 7 io andai li e visto che oggi Beatrice non ci doveva andare io la potevo allenare . Beatrice era sveglia con occhi ben aperti , svegli era un po’ stanca ma ce la poteva fare a stare in piedi e verso le sette e mezzo lei si era svegliata molto bene e io potevo con i miei occhi potevo vedere che loro due erano davvero molto sveglia e pronte a incominciare la propria mattinata . Una volta arrivato fuori casa loro bussai con calma alla porta di ingresso ma lo feci con calma e senza sbattere troppo – Angela sono io Daniel . Angela che grazie al caffè si era svegliata molto bene e mi venne aprire dalla porta e con molta gentilezza mi fece entrare dalla sua porta di ingresso che dopo l’ attacco dei Collezionisti nella sua scuola , Angela aveva fatto diventare la sua porta di ingresso di legno a una prima visione ma se vedevi sotto bussando sulla porta vedi che era ferro molto forte e quindi era un modo più giusto per salvare sua figlia Beatrice da criminali .

Andai vicino Beatrice e con i miei occhi della fenice potevo vedere tutto , anche quello che c’ era sul corpo di Beatrice e cose che gli altri non vedono perché non hanno la mia abilità oculare . Pensavo che tutto ero a posto ma non lo era affatto e lo potevo vedere sulla schiena di Beatrice .Mi misi dietro Beatrice e vidi la sua schiena ed era piena di lividi ma non lividi che si potevano vedere con un occhio normale ma con un abilità oculare .

Ero dietro Beatrice nel vedere con attenzione la sua schiena e volevo tanto sbagliarmi ma aveva ragione sulla schiena di Beatrice c’ erano i lividi spirituali. Angela prima di andarsene a The District voleva vedere se era tutto a posto e lei vedeva con attenzione che io guardavo la schiena di sua figlia Beatrice – Daniel va tutto bene ? .

Io vidi che Beatrice si muoveva molto e non stava ferma un momento e io le dissi con un tono piano mentre lei era su una sedia – Beatrice fammi un piccolo piacere , stai ferma .

Beatrice si inizio a stare ferma sulla sedia dove era seduta per fare una buona colazione e io con calma e con attenzione guardai se c’ era qualche livido spirituale sulla schiena .

– Sulla schiena di Beatrice c’ e qualche livido spirituale ma se mi lasci fare glieli posso togliere – guardai Angela Ferrante mentre vedeva pure lei quei lividi sulla schiena di sua figlia Beatrice ,ma non era molto preoccupata dopotutto c’ ero io li con loro .

Beatrice si alzo e mi abbraccio con tutto il suo affetto e prima che se ne andasse in camera sua – Beatrice devi metterti a terra con le gambe incrociate. Beatrice mi guardo e non sapeva come mai e mi guardo con lo sguardo un po’ confuso , io le misi la mano sulla sua spalla sinistra – ti fidi di me . Beatrice fece come le avevo detto io , lei si fidava di me e quindi lo fece – adesso chiudi gli occhi e pensa al tuo stress . Tutto quello che io dicevo la faceva e io trasformai il suo stress in un mostro . Feci apparire la mia spada e mi concentrai con tutta la mia forza e distrussi il suo stress . Quando Beatrice si alzo vide che il suo corpo era leggero , non aveva più nessun dolore e non aveva più nessuno stress . Angela mi guardo con molta attenzione e poi guardo Beatrice che adesso era molto più felice e molto calma e davvero meno dolore sulla spalla e mi disse mentre muoveva il corpo con molta scioltezza – Mi sento meglio . Adesso senza stress noi due potevamo cominciare il nostro allenamento . 

Categorie
Angelica Wood Collezionisti Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Domino Harvey Osservatore Osservatori Punto Zero Tempo Settembre Shadow Black

Angelica Wood parte 34

Shadow Black e Angelica Wood avevano deciso il piano e Shadow Black doveva fare almeno finta di aiutarla per poi darla nelle mani di Domino Harvey . Se Shadow Black avrebbe detto ad Angelica Wood che non poteva aiutarla a uccidere tale creatura allora Angelica Wood avrebbe perso ogni traccia di speranza che era nel suo cuore .

Shadow Black non dormiva bene da quando Settembre gli aveva fatto visita nel salotto e per non far sentire a lei cosa dicevano gli disse con calma e gentilezza – puoi andare un attimo in camera tua . Angelica all’ inizio lo fece ma poi fece una cosa che Shadow Black non si aspettava da una bella signorina come lei cioè origlio la loro conversazione .

Alcuni giorno dopo prima di fare colazione Angelica rivolse una parola a Shadow Black e aveva uno sguardo non molto bello ma uno sguardo di sfida tipo per dire “ mi vuoi dare in pasto ai Collezionisti “ . Angelica stava guardando Shadow Black con uno sguardo che non aveva mai fatto ed era pieno di tutto le emozioni cattive che aveva dentro di se e poi sbatte la mano sul tavolo e disse molto arrabbiata – cosi mi vuoi dare in mano ai Collezionisti e non ci vuoi nemmeno provare a lottare per me .

Shadow Black prese dalla tasca sinistra dei pantaloni uno degli oggetti del tempo cioè la sfera del tempo e la lancio a terra e il tempo si era bloccato e disse – infatti non mi arrendo ma voglio farti prendere da lei perché tu possa entrare li dall’ interno e cosi ucciderli dall’ interno grazie al Dominatore di Poteri .

Angelica Wood non capiva come mai non poteva dirlo quando il tempo stava scorrendo e disse in maniera più calma una vola sentite le parole di Shadow Black – quindi in tutto questo tempo hai escogitato un piano per fare in modo che io possa uccidere i Collezionisti dall’ interno .

Angelica Wood lo guardo un po’ storto e disse – mi puoi dire perché non me l’ hai detto prima , invece di farmi pensare che tu avessi finto di non volermi aiutare .

Shadow Black fece comparire li delle sedie e poi con calma si diresse verso Angelica Wood che era confusa e non aveva ancora ben capito come mai lui gli aveva potuto far credere questo e mettendo le sue mani forti sulle sue spalle – l’ ho fatto perché gli Osservatori mi vedono e quindi io ho dovuto fare cosi e adesso noi abbiamo questo piano segreto che solo io , te e Il Dominatore di Poteri sappiamo che c’ e e nessun ‘ altro .

Angelica era davvero molto arrabbiata ma alla fine si calmò e andò ad abbracciare Shadow Black sia per come aveva recitato e sia perché aveva creato un piano per aiutarla alla grande in questa brutta situazione in cui era . Shadow Black sapeva che gli Osservatori vedevano ogni sua mossa e quindi se creava un piano che secondo loro non ci doveva essere loro lo sapevano ma a lui aveva incontrato me nella zona chiamata Punto Zero Tempo e li iniziammo a creare il piano perfetto per salvare Angelica Wood e sconfiggere i Collezionisti . 

Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Demone Demoni Francesca Laura Roberto

Laura da una strigliata a Cassandra

Erano passate 24 ore e Cassandra e Dana era ritornare vispe e allegre e quando andarono a fare colazione giù trovarono Laura loro madre che era divenuta un angelo . Laura era davvero molto arrabbiata con Cassandra e quando Cassandra andò ad abbracciare Laura , lei la prese per l’ orecchio e glielo stava facendo diventare rosso e disse – la prossima volta che vuoi fare una pazzia del genere , devi chiamare qualche angelo , sono stata chiara figlia . Cassandra alla fine disse a Cassandra – scusami se non ho chiamato molti angeli , ma il punto che è l’ho fatto ma quei arroganti di angeli non mi hanno ascoltato e io ho dovuto contare solo su mio padre Roberto , su Francesca e poi sull’ angelo Samuele e quindi non ho potuto fare altro e poi per dirla tutta non è stata mia le idea .

Laura era un po’ confusa e disse con calma verso Cassandra – mi puoi dire chi è stata a chiedere tale richiesta ? . Laura tolse la mano sull’ orecchio di Cassandra che era divenuto un po’ rosso e Cassandra le diede con assoluta certezza – è stata Dana a chiedere tale questione . Io ho accettato tale follia per fare in modo che se io o qualcuno di noi era in pericolo lei da angelo ci poteva aiutare .

Dopo aver fatto colazione tutti insieme Laura andò da Dana in camera sua e chiuse la porta e Cassandra che era molti spiona voleva capire cosa diceva Laura a sua sorella Dana . Laura era molto arrabbiata per colpa di questa follia , se questo processo finiva male Dana poteva morire e lei chiese con molta rabbia e disse – mi puoi dire perché hai voluto farti fare tale follia ? . Dana prese tutto il coraggio con cui aveva affrontato Roberto e disse – l’ho fatto perché non ho fatto altro che fare casini con Cassandra . Facevo tutte cose malvagie e per colpa mia Cassandra stava morendo in alcuni situazione e in altre stavo per morire io . Cosi alla fine ho deciso di smettere di fare queste cose e ho deciso di aiutare Cassandra e cosi poi ho chiesto a a lei che volevo provare a fare tale cosa , cosi io potevo aiutare nostro padre Roberto , mia sorella Cassandra , Francesca o chiunque mi chiedesse aiuto . Dana stava già pensando che sua madre le stava per dare uno schiaffo in faccia per questa faccenda e Laura la abbraccio e disse – se lo hai fatto per questo motivo allora va bene , ma la prossima volta fate più attenzione alle follie che volete fare e cercate di non farle da sole seno la prossima volta i demoni vi possono uccidere se non ci sono io avete capito .

Laura si giro verso la porta chiusa e la apri e apparve da dietro Cassandra e Dana le chiese – si può sapere cosa ci fai li dietro ? . Cassandra si invento una scusa e disse – la maniglia non si apriva e io volevo vedere cosa succedeva . Laura guardo Cassandra e le disse guardando in faccia e disse – Cassandra fai schifo a raccontare bugie , di che volevi sentire quello che dicevo a Dana e vedere se non ero molto severa con lei . Dana sapeva che Cassandra spesso origliava quello che succedeva in camera sua e Cassandra era stata sorpresa da Dana e da sua madre Laura e disse – si ero venuta qui a sentire se non trattavi male Dana , questo era il mio scopo . Laura non la rimprovero e nemmeno Dana e l’unica cosa che disse Laura – continua a farlo , cosi se è in pericolo puoi intervenire . 

Categorie
Alexander Wood Alieni Angelica Wood Angelina Shadow Black Tara Wood

Angelica Wood parte 14

Alexander e Tara Wood si era sacrificati per il loro unico tesoro , per la loro unica di vita cioè Angelica, da quando aveva adottato Angelica la loro era molto felice e Angelica era una modello e ben educata , cioè una di quelle ragazza che tutti i genitori vogliamo e appena vedono si innamorano di lei perché è cosi carina e dolce . Il compito più difficile per Angelina Smith e Shadow Black stava per arrivare , quale era dire ad Angelica che i suoi genitori erano morti . Nessuno all’ età di Angelica vuole ammettere che qualcuno è morto ma anche quando sei più grande per nessuno è difficile accettare che una persona a te cara è morta , faresti di tutto per dire che non è vero ma purtroppo sono morti e uno quando sa questa cade in quella parte oscura chiamata depressione e solo parlandone con qualcuno puoi superare quel momento oppure facendo finta che non sia mai successo . Angelica riposava nel suo letto e ce l’aveva messo Angelina e poi come se fosse sua madre le diede un bacio in fronte e poi le disse – Buona Notte tesoro . Angelina poi torno da Shadow Black e le disse con le mani dentro i capelli – dobbiamo trovare il modo adeguato e senza sconvolgere troppo Angelica . Gli dobbiamo dire che i suoi genitori sono morti per salvare la sua vita . Angelina quando c’ era Angelica non aveva fumato ma per calmarsi un po’ inizio a fumare e poi Shadow Black prese una delle sigarette d Angelina e se le accese e disse – hai ragione dobbiamo trovare il modo giusto per farlo e se glielo diciamo nel luogo sbagliato potrebbe andare in questa città e fare un casino incredibile e tutto è colpa nostra per aver detto a una ragazza di 16 che i suoi genitori . Shadow Black e Angelina fumarono per tutta la sera e poi alla fine Angelina guardo Shadow Black e disse – glielo vado a dire ad Angelina e cosi poi le facciamo affrontare la cosa anche se secondo me non la prenderà in qualunque glielo diciamo.

Aspettarono che Angelica si sveglio e lei andò in bagno e vomito moltissimo e alla fine poi andò a fare colazione e poi disse ad Angelina – dove sono i miei genitori e lo fece con una faccia da schifo . Angelina non sapeva da dove cominciare e alla le disse – mi dispiace ma i tuoi genitori ti hanno fatto svenire e ti hanno fatto portare da Shadow Black . Angelica non accetto la loro morte e disse – io li ho visti e sono sani e salvi e poi inizio a piangere e poi se voleva andare da quella casa e Angelina la fermo , Angelica stava cercando di togliere Angelica dalla sua strada ma non ci riusci e Angelina la abbraccio e con gentilezza disse – Tesoro calmati , adesso ti aiutiamo noi ad affrontare la terribile morte dei tuoi genitori . Angelica stava continuando a piangere e poi disse – davvero mi aiuterete voi , sia Shadow Black e Angelina dissero – certo noi siamo qui per aiutarti e ti faremo superare questo brutto momento . Se Angelica non superava questo momento bene e senza subire altri shock come questo della sua famiglia lei si trasformava in un mostro assetato di sangue e di carne umana . Subire uno shock già una cosa grave ma essere un mutaforme e non sapere quando la fame arriva e fa in modo che quello shock si trasformi in qualcosa di peggio . Qualcosa che ti faccia fare una cosa molto brutta una strage ma non delle persone che hanno del male ai suoi genitori ma a degli innocenti che non hanno fatto niente ma lei nella condizione in cui pur di mangiare avrebbe ucciso tutto e tutti anche gli animali avrebbe ucciso per mangiare qualcosa . Poco prima che Angelica si era svegliata da tutto quello che le era successo , Shadow Black guardo Angelina e anche se era un muta-forme era una donna bellissima e una parola tira l’ altra e la sera fecero sesso tra loro . Anche se erano di due razze completamente diversa cioè Shadow Black era un alieno e Angelina era un muta-forme ma tra loro era scoppiato qualcosa tra loro e prima di baciarsi Shadow Black aveva iniziato con bel bacio sul collo e ad Angelina piaceva moltissimo . Angelina e Shadow Black si fecero una bella doccia calda insieme e alla fine si concentrarono sul problema di Angelica . Angelina la prese e la porto in camera sua e poi le accarezzo la testa con dolcezza e le dissi – sfogati pure con me , io sono qui e possiamo parlare in libertà .

Angelica non capiva come mai i suoi genitori lo avevano fatto e Angelina le disse – lo so che sei arrabbiata per la loro decisione ma vedi dalla loro prospettiva . Angelica non sapeva cosa voleva dire e in modo meno arrabbiato disse – cosa intendi dire vederla nella loro prospettiva ? . Angelina si era tolta da Angelica e si era seduta sulla sedia e le disse – Lo so che li volevi qui ,ma erano da tutte le parti e se non avessero fatto come hanno fatto tu non saresti qui a parlare con me o con Shadow Black . Angelica guardò Angelina e disse in maniera sincera – lo credi davvero ? , Angelina la guardo negli occhi e le disse in maniera davvero sincera e come se avesse il cuore in mano – si , Shadow Black prima di farti entrare li dentro ha visto che pure dietro ci stavano dei nemici e per questa cosa all’ ultimo secondo noi abbiamo cambiato piano e ti abbiamo fatto entrare cosi e avevamo pure un piano per uscire ma non mi aspetto che Alexander e Tara ti facevano svenire e ti facevano portare via da Shadow Black , visto che avevamo deciso di fartene andare dalla tua famiglia tramite i poteri di Shadow Black . Angelica e Angelina erano e anche se Angelica era disperata per la morte dei suoi genitori chiese ad Angelina – anche se non è giusto mi aiuti a fare giustizia per i miei genitori e Angelina la guardo e disse – si , questo lo possiamo fare . 

Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Dark Demone Demoni Francesca

Cassandra da la buona notizia a sua sorella Dana

Dana stava dormendo glielo aveva detto sua sorella maggiore Cassandra di riposare per ritornare in forma . Cassandra le aveva pure curato le ferite , cucito i vestiti dark e le aveva curato i suoi bellissimi capelli neri ma doveva riposare e soli cosi lei poteva ritornare pipante come prima . Dana alla fine si alzo verso le 7 e mezza di mattina e lei si tolse i vestiti dark e appena se li tolse vide che nei punti in cui era stata pestata ed erano strappati erano ricuciti . Dopo se ne andò sotto una bella doccia calda e poi se li rimise , mentre facevano colazione Francesca disse a Dana – molto bello questo look dark mi piace molto . Ma la prossima volta devi chiedermi le cose , non sarò tua madre ma devi almeno farlo . Dana aveva sentito tutto e disse a Francesca – si te lo chiedo la prossima volta e l’ ho fatto per avere un’ aspetto da dura ma devo scusami se mi sono messo in questo casino . Alla fine arrivo Cassandra ed era davvero molto felice e Dana vedendo sua sorella cosi felice , le chiese – Cassandra posso sapere come mai sei cosi felice stamattina? . Cassandra mentre prendeva il suo caffè – Oggi mi ha fatto visita quell’ angelo Samuele e ha visto quello che hai fatto per me , cioè salvarmi da quella casa e hanno deciso di non ucciderti se ti comporti bene . Questo mi è venuto a dire stamattina verso le sei e Dana era davvero molto felice di saperlo e Francesca venne verso di Dana e disse – anche se ti sei comportata male però sei riuscita a far fare una bella figura con gli angeli e hanno deciso di non ucciderti . Dana era felice e disse a Cassandra – grazie per la notizia e devo questa cosa la devo a te sorella , Dana andò ad abbracciare sua sorella e Francesca disse – grazie Cassandra per questa cosa . Cosi noi possiamo stare insieme . Cassandra era davvero molto felice e poi insieme come una famiglia fecero colazione , fatta da Francesca e pure lei era davvero molto felice di sapere questa e poi disse a Cassandra – grazie per questo tuo gesto enorme .  

 

Categorie
Ada Knight Aqua Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Kratos Kyra Saintcall Pandora

Il Colloquio di Pandora per entrare nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi .

Pandora quel giorno si sveglio molto presto verso le 6 e subito si preparò per il suo colloquio , lei aveva sentito per telefonino Ada Knight , aveva chiamato ieri . Tramite me Ada Knight seppe il numero di cellulare di Pandora , quando spillo Pandora non sapeva chi , poi capì che era Ada e disse – Felice di sentirla Ada . Pandora e Ada non si conoscevano molto ma Pandora la saluto come una vecchia amica , ma questa cosa alla mia collega di lavoro non diede per niente fastidio e disse – pure a me è un piacere sentirti Pandora , Daniel mia dato il tuo numero di cellulare , cosi ti posso avvertire a che ora ti devi presentare al colloquio . Pandora era davvero molto emozionata nel fare il colloquio , aveva tutto per farlo bene , avere il suo coraggio e tra le varie cose aveva trovato anche un motivo per entrare nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Molte persone che ho incontrato nella polizia , ci mettono davvero molto a trovare uno scopo nel lavoro , per alcuni è perché lo vogliono fare , invece per altri e vendetta o giustizia . Per Pandora era giustizia , la sua infanzia e adolescenza erano state rovinate da mostri che avevano solo brutte intenzioni e basta . Ada disse – il colloquio lo devi fare oggi alle 9 , quindi hai tempo per farti una doccia e fare una buona colazione e prenderti un buon caffè . Pandora fece quello che aveva detto Ada , ma non perché lo aveva detto lei ma perché lei lo voleva farlo . Chiuse un attimo camera sua per non essere disturbata , prima di spogliarsi e stare sotto una bella doccia calda , voleva vedere se non c’ era davvero nessuno che poteva disturbarla . Si tolse tutto e andò in bagno che stava dentro camera sua e si fece una bellissima doccia calda . Per Pandora fare una buona doccia calda la mattina era buona , visto che gli dava un buon modo per svegliarsi dal torpore in cui sta la mattina presto . Una volta vestita venne giù per fare una bella colazione ed era già pronta , lo voleva essere per non stare li ferma senza fare niente . Le nove si avvicinarono e io e Pandora scendemmo e andammo nella mia macchina e ci dirigemmo al centro di Brigh Falls , prima di entrare nell’ edifico con la macchina voleva vedere di non essere seguito da nessuno . Una volta visto e Pandora mi chiese – come mai hai guardato se c’ era qualcuno oppure no . Vedi Pandora questo posto deve essere nascosto ad alcune persone , perché se le persone sapessero quello che succede li dentro , potrebbero non capire e distruggerebbero il nostro intero lavoro e tutte le persone che abbiamo catturato sia nel tempo , nello spazio e dei mondi . Tornano nel tempo , nello spazio e nei mondi e porteranno questo mondo nel caos più totale ma anche gli altri . Pandora vide che il posto era grandissimo , tanto grande che una qualsiasi dipartimento di polizia era la metà di questo posto . In questo posto ci persone che provengono da mondi , da diversi pianeti , da diversi universi e persone che sono morte e che sono tornate in vita e lavoro in questo dipartimento . Li dentro le persone che sono morte e sono tornate in vita , ma per restare in vita hanno fatto un patto cioè devono lavorare su casi e non cercare di tornare alla loro vecchia vita perché se lo fanno muoiono e loro non vogliono morire . Non lo volevano prima di morire e non lo vogliono adesso , nel senso che loro devono andare avanti con le loro vite e basta . Pandora nella sua testa gli erano partite infinite domande , io per il momento non potevo rispondere a nessuna delle sue domande perché quando sono entrato nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi ho dovuto firmare un modulo di riservatezza . Era andata cosi , proprio che mi Zane Taylor mi diede il distintivo , mi mise davanti un foglio e lessi “ Modulo di Riservatezza “ e Zane disse – Daniel , sei entrato ma prima che ti diamo il tuo distintivo devi firmare questo modulo che ti impedisce di dire alle persone che non sanno niente di questo mondo , non dire niente su cosa lavori e su altre cose . Io dissi – quindi non posso dire a nessuno quello che faccio , quindi se sto combattendo contro un mostro o altre creature , non posso dire niente . Zane mi guardò dietro negli occhi – si , proprio cosi , io presi la penna e firmai , ripensai a quel momento quando stavo accompagnando Pandora all’ ufficio di Ada Knight . Tutti nel dipartimento hanno ufficio , altri invece solo delle scrivanie , ma per noi non importata chi ha un ufficio bello grande o solo una scrivania a noi importa solo collaborare tra noi e basta . Una volta arrivati all’ ufficio di Ada , che era chiuso e da li sentivamo che Ada stava lavorando a un caso di furto , stava guardando il fascicolo che lei aveva fatto e stava iniziando a scrivere le varie informazioni sulla lavagna .Bussai e Ada – entrare e tenete aperta la porta , entrammo e Ada vide che Pandora era diversa e poi vide me e disse – Daniel , grazie per aver accompagnato Pandora , adesso però aspetti fuori fino a quando non finisce il colloquio . Chiudi la porta – disse Ada e Pandora poi si mise comoda ma era calma e poi Ada la guardò e disse – molto bello il tuo nuovo look e Pandora la guardò in faccia e disse – volevo fare una buona prima impressione e per questo mi sono fatta aiutare da Alyssa , la sorella di Daniel per dei vestiti più professionali in modo da fare una buona prima impressione . Ada poi le inizio a fare le domande come “ Chi Sei ? , Che Razza sei ? E molte altre domande “ . Poi Ada fece la domanda più importante per Pandora – perché vuoi diventare un agente della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Pandora prima di rispondere chiuse gli occhi e ripenso alla sua piena di dolori e ferite , anche se non c’ erano ci stavano ed erano belle grosse . Tra le varie che Pandora dovette dire ad Ada Knight fu la sua storia da quando è nata , fino a quando è arrivata qua . Poi riapri i suo occhi e disse – lo voglio fare perché nel mondo ci sono troppi morti , bambine a cui vengono tolte il futuro e moltissimi crimini . Vorrei andare nel tempo , nello spazio e nei mondi e cercare di aiutare tutte le persone in difficoltà . Ada vide Pandora e vide lo spettro della Pandora che aveva conosciuta , ora era diversa e con questo piccolo discorso Ada Knight si era accorta di quanto era cresciuta . Pandora aveva un po’ paura ma non lo faceva vedere e poi Ada Knight disse – sei passata , con il tuo discorso prima mi hai fatto capire che stando appreso Daniel sei maturata moltissimo e adesso puoi entrare dentro questo grande posto . Pandora era davvero molto felice e poi Ada mise sulla sua scrivania e davanti a Pandora e Pandora disse – questo è un modulo di riservatezza , con questo documento dici che non puoi parlare di quello che succede qui dentro e fuori da questo edificio . Pandora disse ad Ada che adesso le era accanto e disse – Lo devi firmare per un motivo , perché quando vai nei vari tempi , nei vari mondi o altre parti nessuno deve sapere quello che facciamo . Lo devo firmare per forza – disse Pandora ad Ada , poi entrai io e dissi a Pandora – senti Pandora pure io , l’ ho firmato non mi è piaciuto per niente ma per entrare qui dentro e sapere investigare nel mondo o nell grande universo ho dovuto firmarlo . Pandora prese la penna e firmo con una bella calligrafia e Ada tranquillizzo Pandora e disse – adesso Daniel ti può dire tutto su questo posto e sui numerosi segreti di questo e anche altro . Pandora vide l’ ufficio di Ada ed era bello grande , con una bella scrivania nera e sulle pareti c’ erano dei draghi e ritratti che si muovevano sulle pareti . In quei ritratti c’ erano la famiglia di Ada Knight e tutte le persone che lei aveva conosciuto nelle tappe in cui lei è andata . Prima che ce ne andammo da li , Ada aprì il primo cassetto e diede a Pandora il suo distintivo e poi le strinse la mano e disse – Benvenuta nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e dopo tutti diedero il benvenuto alla nuova arrivata . Qui siamo come una grande famiglia , spero che tu possa sentirti a tuo agio e che tu rimanga per sempre . Pandora fu molto felice di essere entrata nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi , la sua infanzia e adolescenza erano andate perdute , ma adesso aveva la vita da adulta e questa volta avrebbe fatto di tutto per non farsi rovinare quei momenti . Poi tocco a me e la abbraccia e dissi a lei – Benvenuta Pandora , adesso dimmi quando e ti faccio fare un giro in questo posto cosi grande . Pandora disse – grazie Daniel , sono molto felice di essere riuscita ad entrare . Poi ci dirigemmo verso il mio ufficio e le dissi – puoi chiedere un attimo gli occhi , perché ‘? – disse Pandora con molta curiosità e io le dissi con molto orgoglio e molta gioia e felicita – ti voglio dare due cose che nel tuo lavoro ti servono . Pandora chiuse gli occhi e io apri il terzo cassetto quello che era chiuso a chiave , non facevo vedere a nessuno quello che c’ era all’ interno . Presi una pistola di colore nero e sopra c’ era scritto “ Ordine Nero “ e poi c’ era una fondina per mettere tutte le due pistole . Apri gli occhi – Pandora apri gli occhi e vide la pistola e la fondina e poi Pandora mi disse – per il mio lavoro , queste due cose mi servono ? . Io la guardai – senti lo so che uccidere non è giusto , ma alcune volte non puoi fare altro per fermare le persone . Io se devo proprio fare qualcosa le sparò a un braccio o un ‘ altra parte del corpo per cercare di non uccidere tale persona e se vuoi pure tu puoi fare questa cosa . Pandora mi guardò in faccia – quando andremo in pattuglia insieme ti faccio capire meglio la cosa , ma adesso ti voglio mettere questa cosa . Pandora si tolse un attimo il giubbotto bianco e io le misi le fondine e Pandora vide che poteva prendere le pistole senza alcun problema e mise tutte e due le pistole li dentro nelle fondine ma prima presi le pistole e ci misi le sicure per non farle sparare . Tornammo a casa e festeggiamo moltissimo per la riuscita di Pandora per entrare nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . 

Categorie
2011 Damon Saintcall Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Kyra Saintcall Mare Mia Madre Oliver Saintcall Pandora Parenti Parlare con Kyra Parlare con Oliver Parlare con Pandora Pensieri Persone

Chiedo a mio padre Oliver e mia madre Kyra se Pandora può stare qui a casa nostra

Il giorno dopo ci svegliammo verso le 9 del mattino e io con i miei genitori volevo parlare di una cosa che riguardava Pandora . Pandora con calma ci segui fino allo studio e vide che io e i miei genitori stavamo parlando . Io dissi a mia madre Kyra – senti vorrei chiedervi se Pandora può stare qui a casa nostra , l’ ho trovata quasi morta sulle rive del Mar Egeo , ho visto prima se nessuno la veniva a prendere oppure no e cosi l’ ho salvata e l’ ho portata qui a casa nostra . Kyra aveva conosciuto Pandora e come era successo con mia sorella Alyssa , le era sembrata gentile , altruista e sopratutto responsabile e disse – Marcello però se deve stare qui ti devi occupare di lei , devi cercare di farle capire moltissime cose e altro Oliver mio padre era d’ accordo con mia madre , pure per lui Pandora sembrò e non solo quello , lo era veramente una persona gentile , altruista e responsabile e per questo lui disse – va bene può restare .Poi senti dei respiri e sopratutto senti i pensieri di Pandora “ chissà se posso restare oppure no qui in questa casa , non ho dove andare e non so dove vivere , né come preoccuparmi da mangiare , né da bere “ . Poi io dissi a Pandora – perché invece di origliare , non entri , Pandora apri la porta dello studio e abbraccio mia madre Kyra e disse – grazie per farmi stare qui dentro e mia madre Kyra disse – Pandora so che sei una persona gentile , altruista e quindi in questa casa puoi stare tutto il tempo che vuoi . Dopo andammo a fare colazione in cucina , anche mio fratello Damon , il tavolo in cui facemmo colazione erano molto grande e fatto davvero molto bello . Mia madre Kyra fece in cucina e fece a tutti quanti pure per Pandora le frittelle , non le faceva sempre ma quando le faceva le faceva davvero molto belle e buone . Pandora inizio a mangiarle e per lei erano la casa più buona in assoluto , dopo disse a Kyra – grazie per farmi restare qui e grazie per le frittelle sono buonissime . Mia madre la guardò negli occhi erano come il mare e disse – non c’ e di che e grazie se vuoi quando sarai un po’ più grande ti insegno come le faccio , cosi nel futuro se vuoi qualcosa da mangiare potrai mangiarle quando vuoi . Pandora fu felice di questa cosa , voleva imparare a cucinare e a preparasi da mangiare cosi nel futuro lei quando voleva qualcosa mangiare , bastava che andava in cucina e si poteva fare li con calma e tranquilla le frittelle . 

 

Categorie
2013 Abbigliamento Aqua Kratos Mondi Fantastici Mondo Pandora Parlare con Aqua Parlare con Kratos Parlare con Pandora Sport Sport nel Mondo Tardis

Porto Pandora , Kratos e Aqua a comprasi delle tute per allenarsi

Negli ultimi mesi il tempo non è stato il tempo che ci possiamo aspettare per la primavera o anche se non era primavera il tempo è stato peggio lo stesso . Finalmente dopo tanto tempo è arrivato il mese di Maggio e inizia il caldo , quel cado né troppo afoso né troppo bollente , cioè il caldo giusto da poter stare con le cose leggere . Per esempio prendi Pandora , visto che iniziava a sentire caldo anche la sera , avendo il potere dell’ incensurabilità non solo ledi , ma noi lei non sentiva freddo e grazie a questa grande caratteristica lei quando andava a letto e visto che lei non poteva sentire né freddo , né caldo lei si toglieva maglietta e pantaloni e restava soltanto con reggiseno e mutandine . Io non le poteva dire niente visto che anche mia sorella Alyssa e Aqua deciderò di dormire allo stesso modo. Alla fine quando Kratos capì che iniziava a fare caldo , decise pure lui di fare la stessa cosa e tutti quanti dormivamo con molta calma e sopratutto senza preoccuparci né del freddo , né del caldo . Dopo molto tempo avevo deciso di allenare Kratos , Pandora e Aqua in alcune cose , se volevano aiutarmi nelle mie avventure nel tempo , nello spazio e nei mondi loro dovevano sapere diverse cosette e inoltre allenarsi a utilizzare diverse e sopratutto fare diverse cose . Quel giorno Pandora e Aqua si svegliarono verso le 7 di mattina e Kratos verso le 7 e mezza e io mi svegliai alla stessa di Aqua e Pandora . Dopo aver fatto colazione , io dissi a loro – ascoltatemi , io adesso vi voglio portare da una parte a comprare delle tute per allenarvi , dopo che vi avrò spiegato diverse cose e sopratutto avrò allenato voi in queste cose . Noi faremo questo poterete tutte le vostre cose nel T.A.R.D.I.S e da li viaggeremo nel tempo , nello spazio e nei mondi e andremo a risolvere casi e sopratutto a fare tutto quello che vogliamo e aiutare chiunque . Kratos , Pandora e Aqua ascoltarono il mio discorso e poi mi guardarono con uno sguardo serio – Va bene e Aqua mi guardò e chiese – verrà anche tua sorella Alyssa e tuo fratello con noi oppure no ? , io le risposi con tutta sincerità , perché non sapevo ancora le loro risposte , mi avrebbero potuto dire si oppure mi avrebbero potuto dire no – Non lo so ancora non l’ ho chiesto ancora a nessuno dei due , sperò che accettino . Pandora mi guardò e disse – spero che venga tua sorella e anche tuo fratello con noi , io poi dissi a loro – se vi vestite , andiamo a comprare le tute e cosi iniziamo il nostro addestramento . Kratos , Pandora e Aqua decisero di andare nei loro rispettivi bagni e farvi una bella doccia calda e poi mettersi addosso qualcosa di non molto pesante visto che era una bellissima giornata di sole . Dopo pochi minuti salimmo sulla mia bellissima macchina della quale mi prendo molto cura e se c’ era qualche problema io lo aggiustavo . La macchina che avevo scelto la Shelby Mustang Gt500 Kr , macchina bellissima e velocissima , era talmente veloce che arriva da zero a cento in 5 secondi .Io mi misi al posto di giuda , Kratos vicino a me e Pandora e Aqua al posto di dietro , prima di partire vidi se era tutto apposto e poi dissi a loro – allacciatevi le cinture di sicurezza , tutti mi guardarono un po’ sorpresi e dissero – cosa sono queste cinture di sicurezze ? , io risposi – servono a proteggere le persone che sono in una macchina e si trovino vicino a voi . Tutti e tre le misero e poi partimmo e andammo a comprare le tute , sapevo già quale negozio era giusto , cioè Decathlon . Il luogo perfetto per chi vuole fare sport o vuole trovare attrezzi sportivi per quel determinato sport o vuole trovare tute per allenarsi . Azionai la mia macchina e arrivammo a Decathlon dopo molto tempo nel viaggio dentro la mia macchina e nel viaggio intrapreso faceva caldo e per questo Kratos , Pandora e Aqua aprirono i finestrini per far passare il fresco . Anche se in quella giornata loro si erano vestiti in molto molto leggere , Pandora con una maglietta nera a mezze maniche e dei pantaloni lunghi ma leggeri e delle scarpe estive . Aqua era vestita con una maglietta blu a maniche corte e una gonna che non coprivano non tutte le gambe di Acqua e delle scarpe nere . Kratos invece pure lui con una maglietta nera e pantaloni neri e corti e scarpe nere giuste per l’ estate . Noi quando arrivammo , scendemmo dalla macchina e ci dirigemmo dentro e con calma iniziammo a vedere dove c’ erano le tute , non molto pesanti ma leggere . Volevamo che siano leggere per allenarci , anche se a noi non importava del troppo sole , però comunque volevamo delle tute leggere . Dopo molto cercare trovammo il reparto delle tute e ce ne erano un infinità , davvero moltissime e di tutti i colori . Pandora cercava una tuta rosa , cosi inizio a cercarla con molta calma e con molta attenzione e alla fine la riusci a trovare , vide un camerino , entrò e provò la tuta , anche se nel camerino c’ era quella poco luce , Pandora dopo piccoli problemi riusci a mettersi la tuta . Come mi sta ? – chiese a me , Kratos ed Aqua e noi rispondemmo – ti sta perfettamente , Kratos cercava una tuta rossa e molto leggera , alla fine la trovò dopo molto tempo , se la provo in un camerino . Kratos quando entrò nel camerino per provarsi la tuta , vide che non c’ era tanta luce , quanto pensava che c’ era , però lui ci riusci a infilarsi quella tuta rossa e ci chiese a noi in molto serio come ci chiedeva qualsiasi cosa che ci chiedeva – Come mi sta ? – Io , Aqua e Pandora guardammo con sguardo serio e senza ridere Kratos con questa tuta rossa , molto bella e leggera e giusta per i suoi allenamenti , adesso l’ unica tuta che dovevamo comprare era la tuta per Aqua . Aqua cercava come noi una tuta blu , il suo colore preferito e gli piaceva moltissimo , anche gli occhi di Aqua sono blu . Aqua girava e guardava , ma sembrava non trovare la tuta che desiderava , poi io , Kratos e Aqua dicemmo ad Aqua con molto gentilezza e con molta serietà – se vuoi ti aiutiamo a trovare una tuta . Si aiutatemi , insieme la troviamo più in fretta , ci mettemmo alla ricerca di una tuta blu e dopo tanto cercare trovammo la tuta blu per Aqua . Era la tuta giusta per Aqua , del suo colore preferito , leggera e piaceva ad Aqua , se la andò a provare nel camerino che era dietro di lei . Il camerino non aveva molta luce , ma si vedeva quel tanto che bastava per vedere qualcosa e cambiarsi gli abiti . Aqua usci con la tuta blu , ci guardò in faccia in modo serio e ci chiese – come mi sta ? , io e gli altri le dicemmo con molta serietà e guardandola negli occhi – ti sta benissimo e inoltre si abbina al colore dei tuoi occhi . Dopo io dissi a loro con molto garbo e con molta calma – adesso tornate nei camerini e toglietevi le tute , perché adesso dobbiamo andare a pagare queste tute . Kratos , Pandora e Aqua rientrarono nei loro camerini e ci dirigemmo a una cassa vuota , pagammo le tute e ce ne tornammo a casa . Ci volle un po’ però noi adesso potevamo iniziare il nostro addestramento e sopratutto potevo iniziare a spiegare alcune a Kratos , a Pandora ed Aqua . 

Categorie
2012 Aqua Bere Bevanda Buona Colazione Buongiorno Caffè Colazione Cuore Dialoghi Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Keyblade Keyblade Gunblade Kratos Maestro Keyblade Me Mondi Fantastici Mondo Pandora Parlare con Aqua Parlare con Kratos Parlare con Pandora Pennelli Pennello Persone Pittura Presentazione Racconto Storia

Aqua vuole dipingere un grande cuore blu nella sua stanza

5/05/2012

Aqua quel giorno si era svegliata alle 8 e prima di scendere e di fare colazione con tutti noi decise di andarsi a lavare i denti e a lavarsi e poi si inizio a vestire con la sua biancheria intima e il suo bel pigiama blu del colore del mare . Dopo essersi vestita decise di scendere  in sala da pranzo e li entrando  vide che io , Kratos e Pandora eravamo li a fare colazione e vedendoci disse – buongiorno a tutti e io dissi a lei – Buongiorno a te , ti ho fatto il cornetto al cioccolato  , e Aqua disse – Grazie Marcello  . Dopo lei con calma ancora un po’ assonata e Alyssa vedendo lei assonata disse – vuoi un po’ di caffè ?  e Aqua disse – fammi un po’ di caffè , perché ne ho bisogno  . Alyssa che era vestita con la maglietta rossa e dei pantaloni rossi , si alzò con calma dalla sedia , andò in cucina e prese tutto l’ occorrente per fare il caffè , cioè la caffettiera , il caffè , la moka e gli altri ingredienti per fare il caffè . Una volta fatto lo prese e lo portò ad Aqua e inizio a soffiare il caffè per farlo diventare più freddo , una volta diventato tiepido lei lo inizio a bere . Dopo aver bevuto il suo caffè e mangiato il suo cornetto al cioccolato , lei mi chiese – Marcello , vorrei fare un bel grande cuore blu nella mia stanza , mi puoi aiutare ?  e io dissi a lei – certamente , ti aspetto in camera tua  . Sali in camera di Aqua e concentrandomi avevo fatto apparire tutto quello che serviva per dipingere , barattoli di pittura , pennelli . Aqua era arrivata , io aveva già aperto i barattoli di pittura , presi i pennelli e iniziato a dipingere e lei disse – non iniziare senza di me . Io mi fermai e Aqua si chino e prese il pennello e inizio a dipingere pure lei , mentre stavamo dipingendo arrivò Pandora e disse – posso aiutarvi ? e Aqua disse – certamente , vieni dacci una mano . Feci apparire un nuovo pennello , lo diedi a Pandora e inizio a dipingere pure lui , il grande cuore di colore blu come il mare stava venendo benissimo . Alle nostre spalle venne anche Kratos e vide che stavamo dipingendo e disse – che cosa state dipingendo ? e prima che io potessi rispondere , rispose Aqua – stiamo dipingendo un grande cuore blu e Kratos disse – voglio dipingere pure io . Visto che Kratos aveva di dipingere con noi , feci apparire un pennello e lo passai  a Kratos e inizio a dipingere con noi . Grazie all’ aiuto di tutti quanti il grande cuore blu stava venendo benissimo e dopo poco venne ed era bellissimo .