Categorie
Alexander Cavaliere Jedi Competizione Dominatrice di Poteri Gara Helena Saintcall Spada Laser

Spada Laser di Helena Saintcall

Helena Saintcall

Mia madre Helena Saintcall se l’ e creata da sola la spada laser . Suo padre Alexander gli ha dato i pezzi giusti e poi lei ha usato il potere della forza per crearla . Ma non usato solo il potere della forza ma ha usato anche qualcosa che aveva dentro di lei e sarebbe a dire la bontà . Helena Saintcall uso anche quel potere perchè voleva usare la spada laser solo quando era necessario . Una volta creata la spada laser usci un colore blu molto accesso . Nessuna spada laser era stata cosi luminosa ma la spada laser di mia madre lo era . Helena per fare la spada laser ci aveva messa tutta se stessa e per farla aveva usato la sua bontà . Helena lo fece perchè voleva usare quella spada laser per difendere le persone a lei cara , le persone che erano in difficoltà . Voleva usare quella spada laser per far capire che lei era una guerriera e che era pronta a salvare tutti quanti . Helena Saintcall era pronta a farlo visto che non voleva essere una donna ma voleva essere una grande guerriera . Alexander diede a sua figlia Helena solo i pezzi e poi la lascio da sola dentro la sua spada . Prima di andare le disse – questa non è una gara e nemmeno una competizione a chi fa la spada laser più veloce . Quindi fa con calma e falla bene . Quella è la tua arma e una volta fatta starà con te per sempre .

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Mondiali: Italia, sono arrivate le convocate!?

Domani pomeriggio si disputerò il Trofeo Massucchi, vera prova pre-mondiale per la Nazionale italiana femminile di ginnastica artistica.

Enrico Casella, però, sembra aver già definito la formazione che volerà ad Anversa tra meno di due settimane.

Vanessa Ferrari

Carlotta Ferlito

Adriana Crisci

Alessia Leolini

 

Queste le dichiarazioni che il nostro DT ha rilasciato alla Federginnastica dopo la prova podio di Vigevano.

Scontate le convocazioni di Ferrari e Ferlito ha poi continuato:

Adriana (Crisci, ndr), al momento, è l’unica in Italia ad eseguire il doppio avvitamento al volteggio, ha lavorato molto bene e merita questa opportunità in una competizione individuale. Vedremo poi se rischiarla o meno al corpo libero, visto il piccolo problema accusato alla schiena.

Sono contento anche della risposta di Carlotta (Ferlito, ndr), che dopo il break per la maturità si è messa sotto, stabilizzando l’uscita D alla parallela e l’avvitamento e mezzo al volteggio. Vanessa si ripresenta con un esercizio nuovo al corpo libero, o meglio ripresenterà le diagonali che l’hanno resa grande, stavolta montate su un tango.

Alessia (Leolini, ndr), infine, è una giovane di buone prospettive che ha bisogno di fare esperienza”.

 

“Non è che poi ci separi molto tempo dagli impegni di squadra del 2014 – conferma il DTN – Elisa (Meneghini, ndr) sta cercando di aumentare i contenuti dei propri esercizi. Non ritengo utile, in questo momento, distrarla con la trasferta in Belgio. Lo stesso discorso vale per tutte le altre. Sono stato chiaro con loro, la rosa è sufficientemente ampia, bisogna dare il massimo per meritarsi un posto in squadra. Ho chiesto cose precise a ciascuna ginnasta, chi saprà farsi trovare pronta avrà la sua chance”.

 

Categorie
1993 1995 1997 1999 2000 2013 Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Assoluti -2: presentiamo tutte le ginnaste/2

Meno due giorni agli Assoluti di ginnastica artistica che andranno in scena nel weekend ad Ancona(cliccate qui per tutte le informazioni sull’evento http://www.olimpiazzurra.com/2013/05/ginnastica-assoluti-4-programma-dirette-partecipanti-assenti/). Dopo esserci soffermati nel dettaglio su dodici delle ginnaste in gara (cliccate qui per leggere l’articolo http://www.olimpiazzurra.com/2013/05/ginnastica-assoluti-3-presentiamo-tutte-le-ginnaste1/), oggi concludiamo la fase di presentazione con le altre dodici ginnaste iscritte alla competizione. L’ordine è assolutamente discrezionale.

 

Elisa Meneghini (24 luglio 1997, Gal Lissone). La brianzola è al primo Assoluto da senior e sbarca nelle Marche per coronare cinque grandissimi mesi: scudetto con la Gal da trascinatrice, settimo posto nel concorso generale agli Europei, partecipazione alla Coppa del Mondo, miglior italiana a Jesolo dietro alle statunitensi. La quindicenne è entrata in un nuova dimensione ed è la grande favorita per la conquista del titolo all-around insieme a Campana e Preziosa (l’anno scorso fu terza dietro solo a Ferrari e Ferlito). Rimane la grande favorita per il successo alla trave dove solo una Preziosa in forma potrebbe essere alla sua altezza (nel 2012 fu d’argento alle spalle della Ferlito).

 

Elisabetta Preziosa (21 settembre 1993, Esercito Italiano/Gal Lissone). La diciannovenne si presenta alla prima occasione di riscatto dopo la mancata convocazione agli Europei. Capiremo davvero se la “nuova” mentalità e la sicurezza psicologica che abbiamo ammirato in campionato hanno trovato una continuità nel corso del tempo. È una delle quattro ragazze olimpiche che ammireremo al Pala Rossini (tre di Londra 2012 più la Crisci che partecipò a Sidney 2000). L’attrezzo preferito è la trave su cui si giocherà le maggiori chance di medaglia. Quest’anno è stata molto positiva al corpo libero quindi potrebbe replicare (se non addirittura migliorare) il bronzo della passata edizione. Per quanto riguarda il concorso generale, nei pronostici della vigilia, parte un filino indietro rispetto a Campana e Meneghini.

 

Giulia Leni (4 maggio 1995, Mens Sana Siena). Togliendo un lievissimo infortunio che le ha fatto saltare una tappa di A1, fino ad ora è stato un 2013 positivo per la fresca maggiorenne contando anche l’eccellente prestazione di Jesolo. La senese deve difendere il bronzo alle parallele asimmetriche del 2012 e potrebbe avere le carte in regola per farlo. Per quanto riguarda gli altri attrezzi staremo a vedere. Il ritiro annunciato a settembre è ormai un lontano ricordo…

Alessia Leolini (3 febbraio 1997, Giglio Montevarchi). Anche la toscana è al primo Assoluto da seniores. La Serie A1 è stata un po’ sotto alle aspettative della vigilia. Proprio per questo motivo,l’appuntamento di Ancona è fondamentale per ben figurare e lanciare un segnale. Non dimentichiamoci mai che faceva parte della formazione che conquistò l’argento agli Europei juniores nel 2012.

 

Arianna Rocca (31 maggio 1996, Forza e Virtù). Campionessa italiana al volteggio in carica. Ad Ancona proverà a confezionarsi un regalo anticipato per i diciassette anni che compirà venerdì prossimo: la riconferma. L’avversaria sulla sua strada sarà Adriana Crisci, proprio come lo scorso anno. Reduce da un buon primo quadrimestre e da un campionato spettacolare con la formazione di Novi Ligure.

 

Pilar Rubagotti (4 agosto 2000, Brixia Brescia). Una delle promesse più limpide dell’artistica italiana. Reduce dal Trofeo Internazionale di Lugano chiuso al quinto posto. Attrezzo preferito è la trave. Seconda in campionato con la Brixia.

Sofia Busato (4 settembre 2000, Brixia Brescia). La più giovane atleta in gara. Anche lei è reduce dal superlativo quarto posto al Trofeo Internazionale di Lugano dietro solo alla stella Munteanu e alle russe. Ama la trave e le parallele. Seconda in campionato con la Brixia.

 

Martine Buro (28 novembre 1997, Pro Lissone). Primo assoluto da senior dopo delle buone prove in campionato e un successo di specialità.

Alessia Praz (14 maggio 1997, Gal Lissone). Anche per lei è il primo Assoluto da senior. Reduce dallo scudetto con la Gal e da una regolarità su tutti gli attrezzi.

 

Sofia Bonistalli (15 gennaio 1998, Polisportiva Casellina). Ottimo campionato di Serie A2. Adora il corpo libero.

Joana Caroline Favaretto (8 maggio 1999, S.G.A. Gymnasium). Ha appena ottenuto la promozione in A2 con la sua squadra. Ottimo prospetto. Ha partecipato al Trofeo di Jesolo di fronte al suo pubblico. Ama il corpo libero.

Chiara Imeraj (9 novembre 1999, Brixia Brescia). Prospetto della scuola Brixia, dalle grande potenzialità. L’abbiamo vista tante volte in A1 con ottimi risultati. Adora le parallele.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, Europei: Afanaseva al libero. Ferlito quinta

Ultima finale di specialità al femminile agli Europei di ginnastica artistica. A Mosca, Carlotta Ferlito rientrava in pedana dopo la delusione per il quarto posto alla trave. La siciliana ha condotto un ottimo esercizio al corpo libero, sporcando poco e mostrando un’interessante espressività. Il 14.216 finale la spedisce al quinto posto, a meno di due centesimi dal quarto posto di Anastasia Grishina (non sfrutta al meglio il regalo della Mustafina che le ha offerto il suo posto in finale), le consente di migliorare il risultato della qualifica ed è un parziale riscatto dopo quanto accaduto sui 10cm, dove era chiamata a conquistare il bronzo.

L’oro, come da previsione, è andato a Ksenia Afanaseva. Un altro successo casalingo per la Russia che si appresta a conquistare il medagliere finale della competizione (manca solo la finale alla sbarra). Il 15.166 finale è un filino esagerato per quanto visto sul quadrato magico, ma il titolo è ampiamente meritato. Seconda Larisa Iordache: la rumena chiude il suo Europeo con un oro e ben tre argenti, ma la grande rivale Aliya Mustafina risulta la migliore con due ori all’attivo. Terza l’altra rumena Diana Bulimar (14.533) che conquista un’altra medaglia dopo quella alla trave.

Giulia Steingruber aveva concrete possibilità di andare a podio. La svizzera con due diagonali di rilievo sbalordisce il pubblico ma esce dalla pedana per due volte, scivolando al sesto posto finale (14.100).

 

Questo il dettaglio dei punteggi di tutte le ginnaste in gara:

1.         Ksenia Afanaseva                   15.166

2.         Larisa Iordache                       14.733

3.         Diana Bulimar                        14.533

4.         Anastasia Grishina                 14.233

5.         Carlotta Ferlito                   14.216

6.         Giulia Steingruber                  14.100

7.         Roxana Popa Nedelcu            13.900

8.         Krystyna Sankova                  12.866