Categorie
Ada Knight Alice Olivieri Daniel Saintcall Demone Demoni Dominatore di Poteri Roberta Olivieri Roberto Olivieri

Io e Ada esploriamo la scena del crimine

 

Una volta preparati andammo sulla scena del crimine con la mia macchina . Mentre era li che guidavo mi chiedevo chi poteva aver ucciso questi due potenti invocatori . Se erano cosi potenti , allora la persona che ha fatto tutto questo deve essere stata molto veloce oppure ha agito quando dormiva . Visto che non ero ancora sulla scena del crimine potevo fare solo delle conclusioni affrettate , ma li sulla scena del crimine potevamo capire tutto . Ci mettemmo davvero poco ad arrivare sulla scena del crimine e davanti a noi c’ era questa casa che era davvero molto bruciata . Entrammo dentro e vedemmo che l’ ingresso era tutto bruciato e pure la porta lo era e non solo all’ interno ma anche all’ esterno . Ada aveva chiuso la porta e prima di andare aveva visto questo poliziotto di nome Carlos . Ada verso di lui e in modo molto calmo – nessuno apparte noi deve entrare dentro la casa . Carlos fece in modo che nessuno entrava dentro la scena del crimine e cosi dava a noi la possibilità di utilizzare i nostri poteri senza essere visti né da lui né dai suoi colleghi . Ada si mise a usare il lumen visto che li non si poteva vedere niente e cosi con questo potere c’ era un po’ di luce . Tutte le stanze erano cosi . Non solo l’ ingresso ma anche tutte le altre stanze e non potevo capirlo visto che tutto era bruciato e quindi non potevo toccare il terreno per avere una visione del passato . Per colpa di tutto questo mi toccava fare alla vecchia maniera e sarebbe a dire cercare senza potere il cosiddetta punto di origine di tutto . In ogni incendio c’ e un punto di origine da dove era partito tutto quanto . Ada stava vedendo una cosa che forse ci poteva far capire tutto e sarebbe perché sono stati uccisi . Ada aveva scoperto che Alice e Roberto avevano una figlia e vide che quella zona della casa non era bruciata . Nella casa una stanza non era bruciata e nessuno sapeva perché . La stanza che non era bruciata era quella di Roberta Olivieri . Ada decise di chiamarmi visto che grazie a quella stanza potevamo capire chi poteva aver ucciso Alice e Roberto . Una volta salito le scale e andato in camera di Roberta , mi misi al centro della stanza e Ada mi prese la mano per dare un occhiata a quella visione che potevo avere . Vidi Roberta che era ferma immobile e poi ci trovammo nella sua mente e li dentro c’era un demone che stava giocando con la sua mente e grazie a quello riusci a prendere il controllo del suo corpo. Vedemmo che Roberta stava andando in camera dei suoi genitori e poi li successe tutto . Da li era partito il fuoco e Roberta era stata lei a fare questo . Non potevamo dire che era stata Roberta visto che era stata condizionata da un demone e quindi non era stata lei a fare questo . Io ero tornato in macchina con Ada e le disse – senti che dobbiamo fare con Roberta . Certo ha ucciso i suoi genitori ma è stata condizionata da un demone . Questo può contare per scagionarla da questa accusa oppure vuoi mettere dentro una bambina di 11 anni che si sente in colpa per questa casa . Ada decise di fare una cosa che anche io avrei scelto di fare -per prima cosa troviamo questa bambina e poi decidiamo cosa fare . Se vediamo che il demone si trova li e capiamo che è stato lei a farlo allora sconfiggiamo quel demone e poi lo uccidiamo e poi lasciamo stare la bambina , visto che non voglio metterla dentro per una cosa che non ha fatto . Noi abbiamo deciso di fare cosi visto che ci sembrava la cosa più umana da fare . Perché anche se Roberta ha questi poteri e pur sempre una persona come tutte quante le altre .