Categorie
2013 2014 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

Rocksmith 2014: Ubisoft lo definisce “un vero e proprio insegnante”

Rocksmith 2014 un vero e proprio insegnante di chitarra? Così lo definisce il publisher Ubisoft, che promette un sistema di lezioni molto più avanzato di quello visto nel titolo originale. Dal blog ufficiale, lo sviluppatore Michael Madavi scrive:

«In Rocksmith 2014 le lezioni saranno molto, molto più dinamiche e reattive. Ora il software non si limita a segnalare che avete commesso un errore, ma vi dice quale errori avete commessi e come dovreste correggerli. State provando ad imparare il bending e non avete spostato la nota abbastanza in alto? Rocksmith 2014 ve lo farà sapere. State suonando un tasto più giù di dove dovreste? Rocksmith ve lo dirà, e vi dirà sempre nello specifico cosa avete sbagliato. Oltre a questo, se Rocksmith si accorgerà che avrete problemi con una tecnica in particolare, vi proporrà una parte specifica di lezione e vi darà ulteriori istruzioni, corredate con filmati a diverse angolature e trucchetti vari.»

Rocksmith 2014 Edition arriverà il prossimo ottobre, e conterrà il triplo delle lezioni contenute nel primo Rocksmith. Pur non mettendo in dubbio il miglioramento di un prodotto che aveva già un suo senso ben specifico, rimango estremamente titubante di fronte a queste dichiarazioni, secondo me troppo altisonanti e “di marketing”.

Nella nostra recensione di Rocksmith avevo messo in guardia i lettori sostenendo proprio che un prodotto del genere, per quanto valido come strumento di apprendimento “extra”, non potrà mai sostituire un vero insegnante: «Rocksmith non basterà da solo per imparare a suonare la chitarra o il basso: per queste cose non esistono scorciatoie, e c’è bisogno di ore e ore di pratica, possibilmente sotto la guida di un insegnante qualificato. Ma per la sua funzione, Rocksmith è un prodotto estremamente interessante che dovrebbe essere preso in fortissima considerazione da chiunque voglia un mezzo in più per imparare. […] Consigliamo senza riserve l’acquisto di Rocksmith a tutti coloro che vogliano integrare la propria pratica quotidiana con uno strumento piuttosto pratico e divertente. E, perché no, chi non ha mai pensato di imbracciare una chitarra potrebbe trovare gli stimoli giusto proprio grazie a questo “videogioco”, che sarebbe più giusto chiamare, appunto, “software didattico”. A chi invece pensi di imparare a suonare non affiancando altri strumenti didattici a Rocksmith, o a chi voglia un giochetto in stile Rock Band dove qualsiasi profano può divertirsi sin da subito, consigliamo di stare alla larga.»

 

Categorie
2013 Assassin's Creed 3 Assassin's Creed 4 Assassin's Creed Liberation Assassinare Assassino Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps Vita Ps3 Ps4

Assassin’s Creed 4 : Black Flag , i dettagli sulle missioni extra con Aveline di Ps3 e Ps4

Aveline, la scaltra assassina protagonista di Assassin’s Creed III Liberation per PlayStation Vita, tornerà nel nuovo episodio della serie principale, Assassin’s Creed IV: Black Flag, all’interno di una serie di missioni extra contenute esclusivamente nelle versioni PlayStation 3 e PlayStation 4 del gioco.

Le missioni si volgono molto tempo dopo gli eventi di Liberation, e infatti quella che ritroviamo è una Aveline con qualche anno in più. Non ci saranno collegamenti con il finale dell’episodio per PSVita, bensì questi livelli andranno a comporre una sorta di “racconto breve” a sé stante. Il lead writer Darby McDevitt ha spiegato che i nuovi assassini vengono “ricordati” grazie a una nuova versione dell’Animus di proprietà della Abstergo, che consente di mettersi nei panni degli antenati di altre persone.

 

Categorie
2013 E3 Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Videogiochi Wiiu

Game & Wario doveva essere un gioco installato su wiiu

“All’inizio l’idea era di realizzare un gioco pre-installato su Wii U. Sono stato coinvolto nel progetto quando era già partito, e ho cominciato a chiedermi che tipo di giochi fosse possibile creare utilizzando il GamePad della console”, ha scritto Iwata. “Quando mi è venuta un’idea che coinvolgeva l’intera direzione del progetto, sapevo che dovevo metterla in pratica per capire se sarebbe stata divertente o meno, quindi ho chiesto a Intelligent Systems di lavorarci su. A quel punto non era previsto che il progetto avesse a che fare con la serie WarioWare. L’E3 si avvicinava e dunque abbiamo cominciato a lavorare a qualcosa che potessimo presentare e con cui il pubblico avrebbe potuto cimentarsi fin da subito.”

“La premessa doveva essere quella di un gioco che chiunque avrebbe apprezzato. Il team di sviluppo di WarioWare ha sempre avuto carta bianca per quanto concerne le più bizzarre idee da inserire nei titoli della serie, ma in questo caso ci siamo dovuti imporre dei limiti. Nell’estate del 2011, la realtà è che il team aveva messo a punto troppe idee perché fossero contenute in un gioco pre-installato, dunque il progetto è diventato una produzione destinata al mercato retail.”