Categorie
Angelo Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Kay Knight Sefira

Sai di Serafina

elek3

Serafina abita nella valle di Sefira e li una parte nascosta esiste un tempio che non viene usato più da nessuno . In quel tempo ci abitava un fabbro che creava le armi per gli angeli ma non armi normali ma armi con acqua santa sopra e ci restava ogni volta e cosi potevi distruggere i demoni in un solo colpo . Serafina visto che era li dentro e decise di provare a fare tutto da sola . Decise di imparare a forgiare un arma per se . Ci mise un pò di tempo perchè doveva capire quale arma e come doveva essere questa arma . Un giorno mentre era sulla Terra a New York vide una donna dentro camera sua allenarsi con dei Sai . Non era Elektra ma era un altra donna . Li Serafina vide i Sai erano perfetti per lei e per uccidere i nemici . Serafina li forgio e vedendo quella donna capì che i Sai potevano bloccare armi e nemici contro la parete . Serafina vide che i Sai erano sia un arma da corpo a corpo ma anche da lancio e anche per fare tortura . Serafina aveva deciso i Sai sarebbero divenuti la sua arma definitiva e cosi avrebbe ucciso i demoni non solo per salvare la sua vita , il suo cuore ma anche per salvare la vita della sua protetta di nome Kay Knight .

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Giudici Giudici degli Universi Universo

I Giudici degli Universi danno i voti all’ universo di Ultra Street Fighter 4

A tutti piace lo scontro tra le varie persone . A molte persone piace lo scontro fisico e dentro l’ universo di Ultra Street Fighter 4 ci sono tanti scontri molto belli da vedere .Visto che questi non sono scontri normali ma sono scontri con tecniche incredibili . Tecniche che possono sconfiggere il tuo nemico in pochi minuti . Tecniche possono uccidere il tuo avversario in pochi secondi . Oggi i Giudici degli Universi danno i voti all’ universo di Ultra Street Fighter 4 .

1° Giudice : 8/10

2° Giudice : 9/10

3° Giudice : 8/10

 

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Rain Sheppard Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall

Rain Sheppard mi allena un po’ nel corpo a corpo

Dopo che Rain Sheppard mi aveva detto quello che dovevo sapere sulle Amazzoni mi fece allenare un po’ nel corpo a corpo . Rain Sheppard mi stava per dare un pugno ben assestato al mio braccio destro ma io lo scansai prima che arrivasse . Io non sapevo cosa voleva fare la mia professoressa Rain ma poi lo capi mi stava insegnando a combattere se nel caso mi servisse durante la missione di domani . Dopo che avevo scansato il colpo con una bella finta si avvicino a me con passo lento e mi stava per dare un altro pugno e io lo scansai di nuovo e mi disse – Bravo hai scansato due colpi ma stai sempre in movimento . Il tuo nemico non aspetta che tu fai la mossa , la farà lui e non sarà molto buono con te e te lo darà alla tua massima potenza . Rain Sheppard vide che stavo sudando anche se non avevo fatto niente e il mio cuore per colpa della superforza che era bloccata e non sapevo quando si sapeva risvegliata stava pompando al massimo . Rain fece fermare lo scontro che era tra noi e si mise dietro di me e vide che il mio corpo era resistente ma non troppo . Rain decise di aiutarmi cioè risvegliando il potere della superforza , mi fece chiudere gli occhi e mentre era accanto a me – adesso smetti di pensare . Smetti di cercare da qualche parte quello che cerchi . Quello che cerchi è dentro di te e solo concentrandoti su di te puoi sbloccare i tuoi grandi poteri e tra i quali la superforza . Alla fine decisi di lasciar andare tutto quello che tenevo dentro e per colpa mia la palestra era distrutta . Sarah Saintcall vide la palestra in questo stato cosi brutto e ed era davvero malridotta come se fosse venuto un mostro e l’ avesse distrutta . Sarah Saintcall entro in palestra e vide me che ero sudato , ma adesso ero più calmo e non avevo più rabbia dentro e adesso il mio cuore che prima era molto agitato invece adesso era calmo e adesso potevo usare la mia superforza senza alcun problema . Rain Sheppard aveva visto che il mio corpo era più calmo e vedeva che mi dovevo riposare un po’ . Mi prese e mi porto su una delle panchine vicino a uno dei mura della palestra , poi mi prese delle acqua e dell’ asciugamano . Sarah Saintcall mi passo l’ asciugamano su tutto il corpo visto che il mio corpo era tutto sudato e dopo pochi minuti la mia tuta stava assorbendo il mio sudore . Ci mise molti minuti e alla fine il mio corpo non era più coperto dal sudore e poi Rain mi fece bere litri di d’ acqua . Una volta bevuto un po’ d’ acqua Rain mi fece fare una bella doccia calda e alla fine Sarah che aveva in mano la mia tuta e fece uscire tutto il sudore che era dentro e se non lo toglieva io non mi potevo muovere in modo veloce e in modo molto semplice . Una volta finita la doccia Sarah mi porto la tuta e io la misi subito e dopo tornai ad allenarmi con Rain Sheppard . Rain mi diede un pugno e io mi mossi più veloce del solito e riusci a scansare il suo colpo che era forte ma non troppo e davvero molto veloce . Io ero riuscito a scansare il colpo e adesso grazie al fatto che adesso sapevo cosa controllare i miei poteri e adesso potevo fare tutto ed ero molto più calmo . Rain Sheppard era felice di sapere che adesso ero più calmo e adesso avevo il potere della superforza e almeno sapevo fare un po’ di lotta corpo a corpo se dovevo combattere contro una delle Amazzoni . 

Categorie
Amazzoni Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Rain Sheppard Sarah la Fenice Rossa Sarah Saintcall Serena Rafferty

Chiedo a Rain Sheppard di parlarmi delle Amazzoni

Anche se era una sola missione per scoprire chi erano le Amazzoni e chi no , volevo sapere cosa potevano fare e come potevo sconfiggerli . Lo dovevo sapere mi dovevo informare su questa minaccia che dovevo affrontare . Non sapevo come sarebbe andata la missione al funerale di Serena Rafferty e sarebbe potuta andare storta in ogni modo possibile e tra i modi in cui la missione poteva andare male era affrontare una delle Amazzoni e visto che per la mia superforza si risvegliasse dovevo essere in pericolo . Ma anche se non ero in pericolo dovevo capire come affrontarli e come difendermi dai loro colpi . Visto che loro sono ben allenate e un solo colpo ben assestato mi avrebbero atterrato prima che io mi potevo difendere . Ero ancora in incantesimi e dovevo aspettare che potevo fare questa cosa , prima che io me ne andassi dall’ aula di incantesimi fui fermata dalla professoressa che aveva letto i miei pensieri senza accorgermene e prima di lasciarmi andare – Daniel buona fortuna con le Amazzoni . Una volta finite le lezioni andai da Sarah la Fenice Rossa e le diedi le mie cose , le mi fermo perché voleva sapere dove andavo – Dove stai andando ? . Io mi fermai e decisi di risponderle guadandola in faccia e senza dirle bugie – Devo sapere delle Amazzoni e sto andando da Rain Sheppard . Ho visto come ha bloccato quel colpo ed è molto allenata e quindi lei mi può aiutare a capire tutto sulle Amazzoni . Non voglio dire che tu non sei brava ma lei forse sa più cose e quindi io vado da lei . Sarah Saintcall stava vedendo che stavo facendo una cosa sensata e prima di lasciarmi andare mi diede una tuta che non era una tuta normale ma una tuta assorbix . Una volto che era apparsa sul mio corpo andai in palestra e li c’ era Rain Sheppard che si stava allenando nel corpo a corpo . Io andai verso di lei con passo lento , Rain mi vide da lontano e anche senza io potessi dire niente sapeva già perché io ero la . Rain mi vide negli occhi e vide che ero pronto ad affrontare le Amazzoni se lo dovevo fare e io ero andato da lei per farmi dire tutto sulle Amazzoni . Le Amazzoni erano molto pericolose e molto ben allenate e quindi contro di me non si sarebbero fermate visto che erano controllate da Lazarus Hawking in persona e lui avrebbe dato a loro il compito di uccidermi senza mostrare nessuna pietà . Rain Sheppard sapevo che ero pronto ma affrontare le Amazzoni senza un duro allenamento sarebbe stata una pazzia anche per me . Il giorno prima della mia missione mi disse le cose teoriche sulla loro razza e mi disse con un tono molto forte e in modo molto chiaro – Non lo devi affrontare , non sei addestrato e perderesti contro di loro . Dovevo fare come diceva lei dopotutto sapeva di cosa parlava e sopratutto lei mi doveva proteggere nella missione che si sarebbe svolta nel funerale di Serena Rafferty . 

Categorie
Casa del Detective Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto Rebecca Russo Valentina Richardson

Rebecca Russo scatta foto per l’ universo di LEGO Movie: The Videogame

Rebecca Russo si stava allenando con Valentina Richardson nel corpo a corpo e stavano andando molto bene . Aveva deciso di farlo dopo aver pranzato un pò per stare in allenamento e fare in modo che niente le potesse sorprendere . Quando finirò erano bagnate di sudore e cosi andarono a farsi una bella doccia calda di sopra . Rebecca Russo andò in cucina e vide che c’ erano degli aggiornamenti sulla Gazzetta dell’ Universo . I nuovi aggiornamenti parlavano dell’ universo di  LEGO Movie: The Videogame , parlano di alcuni momenti tra i quali c’ era Batman e altri personaggi di quel luogo . Rebecca sali le scale busso alla porta di Valentina , Valentina aveva dei problemi a chiudere il suo vestito che si doveva chiudere con la zip ma lei non aveva le mani dietro e quindi non ci riusciva . Rebecca vide che sua figlia Valentina era in difficoltà le tolse i capelli con calma e poi le chiuse la zip con calma .Una volta chiusa fece vedere a sua figlia Valentina mentre si stava mettendo delle scarpe nere di moda con la zip – Senti se vuoi venire con me , io adesso vado con Daniel nell’universo di Lego Movie . Valentina stava ascoltando sua madre Rebecca e le disse con calma una volta messa e chiusa l’ altra scarpa – certo che vengo . Rebecca prese il suo telefonino mi chiamo e io ero pronto ad aiutarla nel completare il suo book fotografico e cosi noi tre visto che veniva anche Valentina insieme a noi . Una volta arrivati li io e Valentina aiutammo Rebecca a scegliere i momenti migliori da fotografare .

 

Categorie
Angeli Angelo Cassandra Dana Fashion Style Shop Francesca Francesca Delgato Laura Russo

Cassandra impara a combattere

Cassandra non sapeva combattere , non si sapeva difendere invece sua sorella Dana che era piccola ma sapeva il fatto suo nel corpo a corpo . Doveva imparare a difendersi ma non solo dai demoni ma anche dagli uomini . Nel mondo ci sono molti pericoli e non tutti provengono da angeli , demoni o cacciatori di demoni . Alcuni provengo dagli uomini e quindi gli uomini fanno delle cose davvero molto brutte come la violenza sessuale . Adesso che sono un Detective in alcuni momenti ricevo strani casi molto particolari e alcuni riguardano angeli che per alcuni problemi che non vogliono parlare possono perdere il controllo dei loro poteri . Alcuni di questi angeli per lo più femmine quando li ho visti hanno lividi e anche se hanno i loro poteri non se li riescono a togliere visto che i loro poteri non rispondono ai loro comandi . Ma la ferita più grande e quella dentro il cuore , nel cuore c’ e qualcosa di sporco , qualcosa di disumano cioè qualcosa di orribile che ogni volta che provano a usare i loro poteri se la ricordano e questo da meno forza all’ angelo . Cassandra sapeva che c’ era questi pericoli e cosi decise di imparare a combattere per fare in modo che a lei o a sua sorella Dana o a Francesca non potesse succedere qualcosa di brutto come questo . Cassandra sapeva che una palestra era vicino al Fashion Style Shop di Francesca . Cassandra usci senza dire niente a nessuno e inizio a prendere lezioni di autodifesa , Cassandra non lo volle dire nemmeno a Dana . Cassandra non aveva molti soldi e cosi prese un po’ dei soldi da sua sorella Dana , si intrufolo nella stanza della sorella e prese i soldi necessari per pagare le le sue lezioni di autodifesa . Dana quando vide i soldi mancanti andò da sua sorella Cassandra e le chiese in maniera molto arrabbiata – hai preso tu i miei soldi . Cassandra con i soldi che gli erano rimasti aveva imparato anche a recitare e disse una bugia perfetta e le disse – no mi dispiace ma non né so niente . Laura arrivo e vide Dana molto arrabbiata e si fece spiegare tutto perché era arrabbiata , Laura lesse gli occhi di Cassandra e capì subito che era stata lei , la prese per l’ orecchio e Cassandra disse – li ho presi io per pagarmi le lezioni di autodifesa e per imparare a mentire mi dispiace se non te l’ ho detto . Dana capì la situazione e decise di non fare niente contro sua sorella ma prima di andarsene in camera sua – la prossima volta che vuoi dei soldi chiedili invece di rubarli . Laura teneva ancora l’ orecchio ti sua figlia Cassandra nella sua mano e lo stava facevano diventare molto rosso e poi le disse – non devi rubare a tua sorella , se lo fai te la do io una bella lezione . Grazie alla palestra Martial Art Cassandra imparo a combattere alla perfezione e cosi poteva difendere lei e le persone care a lei .

Categorie
Angelica Wood Angelina Armi Armi da Taglio Collezionisti Shadow Black

Angelica Wood parte 44

Adesso che il corpo di Angelica era senza stress e senza paura , leggero come l’ aria e quindi come nuovo . Era come se qualcuno avesse donato ad Angelica Wood un corpo nuovo di zecca e cosi Shadow Black poteva insegnare ad Angelica tutto quello che sapeva sul corpo a corpo e anche altre cose . Angelica con il corpo a corpo sapeva qualcosa ma non era brava come Shadow Black e come dargli torto Angelica aveva scappava da tutta la vita, per questo fuga lei non poteva rimanere molto tempo in un posto e quindi proprio per questo motivo Angelina la mutaforme che era amica di Angelica e per lei era come una piccola sorellina che doveva essere protetta . Angelina con il tutto il suo affetto aveva insegnato alcune cose sul corpo a corpo e sui kai ma erano cose accennate , invece Shadow Black era un maestro in molti campi e quindi era molto meglio di Angelina . Se Angelina e Shadow Black si fossero scontrati avrebbe vinto con molta probabilità Shadow Black ,visto che Shadow Black avrebbe utilizzato i suoi poteri e quindi con questo fatto era in vantaggio su Angelina e quindi per questo motivo avrebbe vinto ma anche per la sua grande abilità con la spada e con le altri .

Angelica quando era in camera sua , prese in mano i suoi Kai che aveva fissato vicino alla sua scrivania di legno . Angelica prese in mano i suoi Kai e vide subito che li poteva tenere in mano senza che le sue mani tremassero neanche una volta e tutto questo era stato grazie a Shadow Black e del suo addestramento che per lei era sembrato strano ma per Shadow Black non lo era visto che era una cosa normale per lui .

Angelica una volta messe i suoi Kai vicino alla scrivania e poi andò da Shadow Black che era in cucina a fare qualcosa di buono da mangiare non solo per lui e anche per Angelica . Angelica senti un buon odore ma non capiva cosa era e alla fine vide che era frittelle e con Shadow Black si mangio le frittelle . Una volta finito di mangiare una buona colazione , era ancora seduta e con calma si mise una gamba sopra l’ altra e non vedeva l’ ora di sapere cosa facevano il suo addestramento – cosa facciamo per il nostro addestramento ? .

Shadow Black vedeva Angelica sulla sedia che era rivolta verso di lui e con le gambe uno sopra l’ altra e gli aveva chiesto cosa fare per il loro addestramento , Shadow Black sapeva che adesso che Angelica non aveva più paura doveva iniziare il loro addestramento – Adesso io e te ci mettiamo e forgiamo il tuo corpo . Lo faremo diventare da un fustello che non si regge in piede a un corpo forte e resistente . Angelica tolse le gambe una sopra l’ altra e la mise a terra , si alzo e andò a bere un po’ ‘ acqua – quindi sarà duro il nostro esercizio .

Shadow Black sapeva che non ci doveva troppo forte con Angelica , se avesse fatto qualcosa di molto più duro e forte e tutto quello che aveva fatto per togliere la paura da Angelica e questo non poteva rischiare – Non ti preoccupare andremo piano e con il tempo ti faccio diventare forte e cosi puoi sopravvivere contro i Collezionisti .