Categorie
Anna Arandelle Cugina Cugini Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Spazio Tempo

Aspetto di mia cugina Anna

ELIZABETH LAIL

Prima di andare via dalla stanza di Anna lei venne verso di me e mi diede un pugno forte ma io non senti nulla . Lei ruppe la mano – di cosa sei fatto acciaio o qualcosa del genere . Io mi misi a ridere e lei mi disse con una faccia – smettila per colpa tua mi sono rotto la mano . Io presi la mano di mia cugina e gliela curai . Dopo pochi minuti la potè usare in modo perfetto – cosi pure tu sai usare la magia e io no . Pure Elsa lo sa fare e io no . Io andai verso di lei e senti con il mio potere di leggere dentro le persone e vidi che pure dentro di lei c’ era qualcosa di magico . Una volta andato verso di lei – ho guardato dentro di te e ho visto pure tu hai qualcosa di magico . Se vuoi te lo sblocco . Anna lo voleva ma non lo voleva – per il momento non lo voglio ma se voglio avere i poteri te lo dirò . Adesso dimmi come mai la tua pelle e cosi resistente . Mia cugina era parecchio curiosa – non lasciarmi sulle spine voglio sapere . Io alla fine parlai – vedi io ho il potere di essere invulnerabile e grazie a questa abilità se tu mi dai un pugno o mi lanci addosso un oggetto io non sento nulla a meno che non fermo il mio potere e cosi lo faccio . Allora Anna venne verso di me – disabilità questa abilità perchè adesso ti devo dare questo pugno . Io lo feci e lei melo diede bello forte il pugno . Io mi ripresi in fretta – se hai questa forza si può dire che siamo cugini . Una volta ripristinato il mio potere andai verso Anna – vedi io ho un sacco di poteri e li uso per salvare le persone . Anna inizio a sapere tutto di me – e perchè non li hai usati per salvare i miei genitori . Anna andò vicino alla porta e si mise davanti e parlai – vedi io lo volevo fare ma non potevo salvarli  . Quello era un punto fisso nel tempo e nello spazio . Nel senso che quello era un evento che doveva succedere e io non ci potevo fare nulla . Ma se tu o tua sorella siete in difficoltà chiamatemi e io intervengo . Anna era felice di saperlo e mi abbraccio – come ti ho detto prima non sparire e cerca di farti vedere più volte .

 

 

Categorie
Cheeleders Jessica Piano Roberta

Roberta si inizia a preparare

deserto5

Roberta era nella sua stanza e si vide che era magnifica e ringrazio Jessica – grazie per le tue creme e i tuoi rossetti . Sono magnifici e mi hanno reso bellissima . Jessica vide le sue labbra bellissime grazie al rossetto rosso che le aveva messo prima . Jessica prese la sua mano e tocco le labbra – sono cosi belle da baciare . Tutti i ragazzi e le ragazze uccidono per baciare quelle labbra e pure io vorrei baciarle . Roberta non aveva detto un altro segreto e non lo voleva far scoprire . Ma in quella occasione si lascio andare – allora fallo baciale . I miei genitori non ci sono fino a sera e io non ho sorelle o fratelli e nemmeno cugini che mi possono giudicare per quello che vogliamo fare . Jessica si avvicino di più e adesso era vicino a Roberta . inizio a baciare le sue labbra e poi Roberta inizio a fare la sua parte . Poi Jessica ci inizio a mettere la lingua e Roberta provava sempre più piacere a farlo . Jessica bacio il collo di Roberta e lei provo ancora più piacere – non fermarti mi piace sempre di più . Ma Jessica si fermo quando le cose si facevano più bollenti e lo fece per sua volontà e perchè aveva deciso una condizione tra loro due  – adesso mi fermo amica mia . Se vuoi che io faccia tutto devi fare tutto il mio piano questa è la mia condizione . Roberta si avvicino – per favore fammi avere solo un altro bacio e poi finiamo . Roberta fece la prima mossa e bacio Jessica sulle labbra e non la lasciava andare . Jessica uso le sue mani e riusci a staccarsi dalla bocca di Roberta – so cosa volevi fare . Ma io ho detto la mia condizione . Noi contiamo dopo e non adesso . Roberta decise di aspettare – allora aspetto ma una volta fatto il tuo piano voglio tutto e se non lo avrò non ti lascio uscire da qui . Jessica sapeva che Roberta non scherzava e cosi prima di andare si mise una mano sul cuore – te lo giuro che lo farò ma solo dopo il nostro piano .

Categorie
Alice Daniel Saintcall Distruttori Dominatore di Poteri Fantasmi Salir Salir 9

Sarah la Fenice mi parla dei Salir

fenice10

Quando sono i miei genitori su Maraxus il giorno in cui è scoppiata la prima grande guerra dell’ universo tra i Dominatori di Poteri e i Distruttori . Pensavo che la mia famiglia fosse finita li . Sarah la Fenice non mi aveva detto alcune cose sui Salir . Una delle cose che mi disse dopo che ero uscito dall’ università prima – vedi i Salir erano amici intimi dei genitori . Ma non sto parlando di normale amicizia ma di qualcosa di più forte . Sto parlando del fatto che fa parte della tua famiglia . Se era un parente e un amico mi poteva essere utile nel mio futuro scontro contro i Disruttori . Prima di affrontarli dovevo diventare sicuramente più forte oppure sarei morto e questo avrebbe portato ad alcune folle azione da parte non solo da Sarah la Fenice Rossa ma anche il grande e valoroso Salir IX . Se io fossi morto per mano loro si sarebbero uniti e avrebbero cercato di ucciderli . Sarah mi fece sedere su una panchina che era coperta da un grosso albero molto grande . Quell’ albero stava li da 22 anni ed era molto bello . Una volta seduti io guardai Sarah la Fenice per sapere in che io e lui siamo imparentati – in che modo io e lui siamo imparentati . Siamo cugini . Siamo fratelli oppure fratellastri . Sarah la Fenice era li seduta vicino a me . Era li calma e vedeva che era felice di vedere che aveva trovato qualcosa di bello . Però doveva fare con calma perché vedeva con gli occhi della fenice che con il mio futuro incontro con Sali IX gli avrei chiesto dove potevano essere i Distruttori . Sarah la Fenice Rossa decise di andare con calma , perché doveva impedire quella visione del futuro che aveva catturato con il suo bellissimo occhio destro . Sarah aveva messo le sue gambe una sopra l’ altra e poi si giro verso di me – siete cugini di settimo grado . Sarah la Fenice era li seduta con calma e vedeva che nella mia università non c’ era più nessuno – perché non c’ e nessuno li dentro la tua università ? . Io ero li e decisi di dire questa cosa , era molto importante – vedi una mia amica dell’ università è morta per colpa della droga . Prima di seguire la lezione ne aveva presa davvero molta . Io senza farmi vedere dagli altri ho provato a curarla con i miei poteri . Quello che sono riuscito a fare e farla respirare per un po’ e mi ha detto le sue ultime parole . Sarah sapeva che nel lungo viaggio della vita non si può salvare tutti quanti – quali sono state le sue ultime parole di questa ragazza . Aveva 19 anni era molto bella e carina ma era una vera stronza . Si drogava e poi metteva in ridicolo le persone dentro questa università . Le ultime parole di questa ragazza – vi odio tutti quanti . E odio i miei genitori . Io e Sarah eravamo li lontano e vedevamo che l’ambulanza ci aveva pochi minuti a venire . Li vicino c’ era stata un altra overdose . Mentre veniva l’ ambulanza Sarah la Fenice vide il fantasma della ragazza che camminava dentro il cortile dell’ università . Per il momento decise di non fare niente . Non potevamo fare nulla per il momento visto che ci voleva un giorno intero perché poteva rimanere nello stesso posto . Io e Ada la vedevamo scomparire e poi ricomparire in un altro posto . Prima era vicina a me e poi l’ attimo dopo era lontano su un tetto di un palazzo . La ragazza si chiama Alice . Alice era li lontano da me . Mi lancio uno sguardo davvero molto brutto e poi se ne andò . Sarah l’ attimo dopo mi porto via . Mi porto ad incontrare Salir IX per sapere della sua vita e di vedere quello che avevano fatto i Distruttori dopo aver ridotto in cenere il mio pianeta . Adesso dovevo incontrare mio cugino Salir IX . Sarah mi voleva portare da lui per farmi toccare la sua mano per vedere lui cosa aveva visto in tutta la sua lunga vita .

Categorie
Alukard Saintcall Anna Cugini Damon Saintcall Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Elsa Helena Saintcall

Impedisco a Elsa di far del male ad Anna

E ora che vi dico una cosa che ho tenuto segreto , mi dispiace se l’ ho fatto . Adesso però è arrivato il momento di sentirla di dirvela . Elsa come sapete non riusciva a controllare i suo poteri del ghiaccio e per questo aveva ferito Anna ma il colpo era più potente del normale . Il giorno in cui Elsa e Anna avevano deciso di giocare con il ghiaccio , io ero li e vedevo la scena e tutte erano felici un sacco di giocare con la neve creata da Elsa ma più in alto Anna andava più Elsa doveva usare di più i suoi poteri e in quel momento i poteri di Elsa erano divenuti abbastanza sviluppati ma qualcosa andò storto l’ incantesimo era davvero troppo potente e io intervenni e cercai di fare del mio meglio per farlo diventare più debole e alla fine l’ incantesimo non colpi molto forte Anna . Io alla fine la presi e la misi per Terra e dissi ad Elsa – vai a chiamare i tuoi genitori , subito . Elsa fece come le avevo detto io , i suoi genitori accorsero e suo padre trovo subito una soluzione e poi chiese a me – Chi sei ? , io li guardai e dissi – Sono un amico . Il mio nome è Daniel Saintcall e sono venuto qui per impedire che vostra figlia colpisse troppo forte Anna . Adesso io posso curare la mente di Anna e poi se volete vi posso aiutare a fare in modo che Elsa impari a utilizzare i suoi poteri . Se lo volete , la posso aiutare e fare in modo che non succeda più una cosa del genere . Misi con calma e aiutai la mente di Anna a curare e aspettai il momento in cui Anna si risveglio e quando tornai vidi Elsa venire da me e disse – Ma il mio potere non era forte e io le dissi – Senti lo so che non volevi far del male a tua sorella ma il tuo potere stava crescendo dentro di te e ogni volta che tu facevi più alte le montagne succedeva che il tuo potere aumentava da dentro e tu non potevi fare niente per impedire quello che è successo meno male che io ero la al momento giusto e nel posto giusto per farti impedire questa cosa . Elsa mi chiese – posso vedere mia sorella e io le dissi – adesso no ,non si è ancora ripresa dall’ incidente ma appena si riprende te la faccio vedere  . Elsa mi disse – non volevo farlo e io la abbracciai e le disse – lo so che non lo volevi fare ma la magia ha sempre un pezzo .Il padre di Elsa e di Anna di nascosto andò a vedere una cosa dal suo libri e capì chi ero io . I Saintcall sono indicati come membri della famiglia di Elsa e di Anna ,quindi io invece di un estranio per Elsa e per Anna sarei tipo un cugino che non vedono da un sacco di tempo . I Genitori di Elsa e di Anna mi vennero a cercare e dissero – Tu saresti il figlio di Alukard e Helena Saintcall , quindi per Elsa e Anna tu saresti il cugino che Elsa e Anna non hanno e io dissi a loro – Si sono io . I Genitori di Elsa mi chiesero – aiutavi lo stesso Elsa e Anna anche se non eri loro parente e io li guardai e dissi a loro – si , lo avrei fatto lo stesso . Che ne dite se adesso lasciamo riposare Anna e poi domani inizio ad allenare Elsa per far controllare i suoi poteri . Elsa era fuori la porta e aveva sentito tutto anche del fatto che io ero loro parente e quando uscimmo dalla porta Elsa mi fece questa domanda – Sei mio cugino ? , io la guardai e le dissi -si , lo sono . Il libro che aveva il padre di Elsa non era un libro normale , mio padre lo diede a lui e cosi se succedeva qualcosa di importante nella mia famiglia li si sapeva e cosi quando lui andò a vedere vide che io e mia sorella Alyssa e mio fratello Damon siamo stati indicati sul libro come cugini di Elsa e di Anna .

Categorie
2012 Dominatore di Poteri Halloween

Jack Skellignton è cugino di Jack O’ Lantern

Salve a tutti i fan sia di Jack Skelligton e sia di Jack O’Lantern , vi devo dire una cosa su loro due . Dopo un pò di ricerche sia nel tempo e pò qua e la . Ho scoperto una cosa che forse nessuno sa . Jack Skelligton essendo il Re Delle Zucche , quindi un rappresentante della festa di Halloween e Jack O’Lantern essendo il creratore di Halloween . Loro due sono cugini , l’ ho scoperto grazie a i miei viaggi nel tempo e dopo lunghe ricerche ho scoperto questa cosa .

Categorie
Computer Database Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos e Pandora il significato di zio

Dopo aver detto a Kratos tutto sul significato di fratello , le dissi – Pandora adesso spiego pure a te cosa significa nipote e le altre cose riguardanti la famiglia e Pandora disse – ok , Marcello e gli dissi – Kratos adesso ti spiego che significa zio e Kratos disse – comincia quando vuoi. Dopo pochi minuti dissi sia a Kratos sia a Pandora gli dissi tutto sul significato di zio – Gli zii, rispettivamente zio, e la zia, corrispondono ai fratelli, alle sorelle, ai cognati o alle cognate dei genitori di una persona.

 

Gli zii possono essere paterni o materni.

 

Comunemente, vengono chiamati zio e zia (solo dai bambini) gli amici di famiglia, cioè persone estranee alla parentela, ma comunque vicine alla famiglia.

 

Relazioni

 

Una persona è nipote di suo zio.

 

Se lo zio o la zia è fratello o sorella di un genitore:

 Le sorelle degli zii sono la madre o altre zie.

 I fratelli degli zii sono il padre o altri zii.

 I genitori dei propri zii sono nonni.

 I figli dei propri zii sono cugini.