Categorie
Angela Ferrante Compagno Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Pain Rikku Yuna

Yuna si accorge del veleno dentro la flebo di Shinra

 

Yuna era stato sempre vicino a Shinra visto che voleva sapere come stava . Era un ragazzino e faceva parte della loro squadra insieme a Fratello e Compagno e per questo voleva stare vicino a lui se moriva oppure no . Yuna era una persona con un occhio davvero molto attento ai dettagli e se non le lasciava perdere nessuno e nemmeno il più piccolo . Quando vide che il sangue della flebo non era rosso ma era viola come il veleno si inizio a chiedere cosa stava succedendo li dentro . Senza farsi vedere dagli altri cerco di farlo capire a Compagno – guarda la flebo . Quello non è sangue , quello è veleno . Compagno si poteva fidare di Yuna e anche delle sue doti visive anche se quando lo aveva visto sulla nave non lo aveva riconosciuto per niente e per questo se la prese un po’ . Ma era successo solo quella volta e da quel giorno decise di dare seguito a tutto quello che diceva Yuna . Yuna sapeva che stava male per quello che stava nella flebo ma nessun dottore poteva fare niente visto che le loro famiglie erano sotto minacce e quindi non potevano fare altro che fare finta di niente . Yuna aveva provato a dirlo a tutti quanti ma nessuno la voleva ascoltare perché quella era una questione di vita o di morte . Uno di loro decise di aiutarmi e sarebbe il Dr . Jonathan Strauss vi che lui era l’ unico senza una famiglia e aveva notato il veleno dentro la flebo di Shinra . Jonathan aveva visto che Yuna aveva provato di tutto per aiutare il suo amico ma la flebo non era passata per le vene ma direttamente al cuore . Jonathan lo aveva capito e cosi corse subito da me che ero in sala relax a parlare con mia sorella di Rikku . Jonathan venne verso di me e decise di farmi andare con lui vicino alla stanza di Shinra – adesso ascoltami . Questo ragazzino sta per morire visto che ho visto la flebo e si trova conficcata nel suo cuore e adesso solo tu puoi salvarlo e gli altri invece non possono perché hanno delle famiglie in pericolo e solo facendo tu le cose da solo ce la puoi fare . Sapevo che Jonathan aveva ragione e dissi a lui una volta entrati dentro la stanza davanti a quella di Shinra – senti tu vattene . Fa finta che tu non sai niente di questa cosa . Me la devo sbrigare da solo e tu non ci devi entrare di mezzo . Se qualcuno di queste persona ti vede che hai fatto qualcosa con me una di queste persone rischia e tu di più . Jonathan se ne andò via da li e fece finta di non sapere niente di questa situazione particolare e in cui tutti erano in pericolo . Entrai dentro la stanza di Shinra e Yuna venne verso subito di me e fu molto arrabbiata visto che aveva visto che i medici li dentro non li aiutavano a salvare Shinra . Io feci calmare Yuna e presi dalla tasca destra del mio camice una siringa vuota e presi un po’ del mio sangue . Mi girai verso Yuna e Compagno – adesso ascoltami molto attentamente . Cercate di tenere tutti fuori da questa stanza , non devo essere interrotto mentre faccio questa cosa . Yuna non capiva come mai aveva preso il mio sangue e cosi venne verso di me con calma e con passo lento – perché hai preso un po’ del tuo sangue e adesso e dentro questa siringa ? .

Il mio sangue ha delle capacità curative e appena glielo metto ci vorranno cinque minuti prima che faccia effetto . Ma per tutta la procedura non devo essere interrotto oppure tutto sarà stato vano e queste persone perderanno i loro cari . Yuna con Compagno si mise davanti alla porta e non fece entrare nessuno per tutti i cinque minuti . Per tutto quel tempo Shinra stava soffrendo moltissimo e io mi misi vicino alla flebo e senza farmi vedere misi il mio sangue li dentro e il mio sangue in pochi minuti distrusse il veleno in modo molto veloce visto che anche le ferite le curava in modo molto veloce e andò dritto nel cuore di Shinra che ritorno a partire in modo normale . Anche senza usare il mio stetoscopio senti i battiti del cuore di Shinra che erano regolari e non agitati come prima . Il cuore di Shinra adesso era calmo e andava in modo normale come qualunque cuore . Bussai alla porta e quello era il segno per far entrare Yuna e Compagno . Yuna vide che Shinra non sudava più e vedeva che adesso il suo respiro era molto più calmo e non più agitato quando aveva la febbre . Adesso Shinra stava bene e l’ unica cosa che doveva succedere era il suo risveglio visto che stava dormendo profondamente .