Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Idris Elba nel thriller Bastille Day; Jason Statham sostituisce Daniel Craig in The Pusher 2

Casting news per il thriller internazionale Bastille Day e il sequel del crime The Pusher (Layer Cake) di Matthew Vaughn.

Dopo Pacific Rim, aver ripreso il ruolo Heimdall nel sequel Thor : The Dark World e aver interpretato Nelson Mandela in un nuovo biopic, l’attore Idris Elba è stato reclutato nel cast diBastille Day.

Variety riporta che Elba sarà protagonista di questo thriller internazionale scritto da Andrew Baldwin incentrato su un agente americano che ha il compito di interrogare e alla fine far “sparire” un ragazzo americano, al fine di evitare una situazione scomoda per il governo degli Stati Uniti, dato che il ragazzo in questione è stato il primo sospettato di un attacco terroristico alla metropolitana di Parigi. Il problema è che l’agente operativo si renderà conto ben presto che il ragazzo è in realtà innocente mentre una nuova serie di attentati andranno a segno e porteranno i due a dover lavorare insieme per scoprire chi sta orchestrando questi devastanti attacchi.

In origine c’era il regista francese Pierre Morel (From Paris with Love) designato alla regia, ma ha successivamente abbandonato il progetto. I produttori sono attualmente alla ricerca di un nuovo regista.

Dopo i sequel statunitensi Fast and Furious 7 e I Mercenari 3, che usciranno entrambi nel 2014, l’attore inglese Jason Statham tornerà a lavorare da protagonista in patria nel sequel della pellicola The Pusher (Layer Cake) diretta nel 2004 da Matthew Vaughn (Kick-Ass, Stardust).

Deadline riporta che Statham e il suo partner produttivo Steve Chasman hanno acquisito i diritti del romanzo Viva La Madness dello scrittore JJ Connolly, il libro è il sequel del romanzo Layer Cake (edito in Italia con il titolo L’ultima partita).

Secondo la fonte Statham sarebbe intenzionato a riprendere il ruolo del pusher interpretato da Daniel Craig nel film del 2004, mentre Connolly come accaduto con il film di Vaughn dovrebbe occuparsi dell’adattamento.

Viva La Madness segue il protagonista mentre si muove nel mondo della criminalità organizzata e come da semplice spacciatore passerà ad occuparsi di un ingente traffico di droga, di riciclaggio di denaro e di frodi hi-tech. Deadline al momento non menziona alcun nuovo potenziale regista.

 

Categorie
2013 2014 2015 2016 Cinema Film Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Penélope Cruz nuova Bond-girl?

Giusto un paio di giorni fa era arrivata la bella notizia della conferma in cabina di regia, dopo lunghi corteggiamenti e negoziazioni, di Bond 24 dell’acclamato regista inglese Sam Mendes (qui i dettagli). Ora arrivano altre novità su questo prossimo capitolo del franchise con protagonista l’agente con licenza di uccidere 007: da quel che riporta Yahoo! Movies UK, sembrerebbe infatti che si sia anche già trovata una nuova Bond-girl… Penélope Cruz.

L’attrice spagnola (Oscar per Vicky Cristina Barcelona) sarebbe infatti in trattative per vestire i panni della sensuale e misteriosa donna che intrigherà il protagonista Daniel Craig. Come fa notare il sito, se le trattative andassero in porto, la Cruz (39 anni) sarebbe la Bond-girl più vecchia della storia della saga: dettaglio a dire il vero tutt’altro che importante anche perché l’affascinante Craig è ormai alla soglia dei 45. Per i produttori Barbara Broccoli e Michael G. Wilson quello di  Penélope Cruz è assolutamente il nome giusto ed entrambi sono motivati convincere l’attrice ad accettare il ruolo e a cercare di incastrare i suoi impegni pregressi per rendere la sua partecipazione a Bond 24 (e magari anche a Bond 25) possibile. Vi terremo aggiornati.

Le riprese di Bond 24 dovrebbero iniziare nell’estate 2014: con una certa prudenza si è parlato di una release per il 2016, ma anche l’ipotesi di un’uscita nel 2015 non è poi così remota.

La “venerazione” dei produttori del franchise Barbara Broccoli e Michael G. Wilson verso Mendes è cosa nota e il suo iniziale diniego nel dirigere Bond 24 (le motivazioni non erano legate a nessuna incomprensione artistica o frizioni con la produzione quanto al fatto che il regista inglese aveva già in corso altri progetti, per lo più teatrali, che non voleva trascurare) li aveva lasciati molto amareggiati. Con Skyfall, l’autore inglese Sam Mendes aveva confezionato un prodotto spettacolare e raffinato al tempo stesso, un film elegante e commerciale che è arrivato ad incassare più di 1,1 miliardi di dollari nel mondo. Ora che il suo nome è confermato e che anche una Bond-girl è (quasi) stata trovata, sembra che il progetto si stia realmente mettendo in moto.