La Dea Venere mi parla del piano per bloccare Nemesis

La Dea Venere non si sarebbe mai aspettava di vedere di nuovo Nemesis la Dea della Vendetta visto che lei era intrappolata dentro. Io so di questo fatto perchè la Dea Venere me lo ha detto un giorno quando ci siamo incontrati per parlare della situazione di Pandora. Noi dovevamo capire come liberarla dallo Scrigno di Pandora e le ho detto – prima di andare in avanti con questo nostro piano mi devi dire tutto quello che è successo prima che Pandora venisse messa dentro la Sala del Scrigno dentro al Monte Olimpo. Noi eravamo in un camerino visto che lei doveva partecipare a una sfilata visto che adesso nel mondo reale fa la modella e cosi lei può passare inosservata da tutti quanti e sembrare una persona del tutto normale. Io presi una sedia e decisi di sentire tutto il discorso di Venere- vedi Nemesis stava iniziando a fare cose veramente discutibili cioè stava punendo tutti quanti, ma non nel solito modo. Cioè stava punendo tutti quanti nel modo peggiore cioè non importa se avessero fatto un piccolo crimine lei lo voleva punire nel modo peggiore cioè subito alla morte senza nemmeno pensarci due volte. Oramai stando andando del tutto fuori controllo e non sapevo il motivo e fu allora che la Dea della Speranza mi chiese aiuto per mettere Nemesis dentro allo Scrigno. Grazie a un grande piano abbiamo chiuso Nemesis li dentro e cosi se qualcosa era intrappolata dentro di lei sarebbe rimasta per sempre bloccata dentro allo scrigno. Era un lungo piano e tutto per salvarla da lei stessa e da quello che aveva dentro di se ma qui arriva la parte peggiore nel fare tutto questo la Dea della Speranza resto bloccata li dentro e prima di andare via – prenditi cura di Pandora, adesso ci devi pensare te. Io prima di andare le ho dato una protezione magica, ma se vogliamo che sia al sicuro te e Atena la dovete proteggere.

Pandora ci racconta uno strano annettendo

Prima di venire picchiata da Destronema la Dea del Caos e dell’ Oscurità mi è successo una cosa molto particolare e strana e a che fare con la Dea Atena nel senso che lei mi guardava e ogni volta cercava di capire cosa avevo in mente. Lei ogni giorno cercava di capire dove volevo andare e sopratutto cosa volevo fare e vedeva che io avevo in mente di fare grandi cose ma anche piani abbastanza pericolosi e tutto per andare a vedere il mondo. Nel senso che lei di tanto in frugava nella mia mente e solo dopo lei mi ha spiegato perché aveva fatto una cosa del genere cioè proteggermi visto che io non so perché ma ero il prossimo obbiettivo di Destronema. Dopo che Destronema voleva capire in modo molto chiaro che non si scherza con una dea, loro mi hanno salvato e dopo mi hanno dato una lunga spiegazione perché mi tenevano d’occhio e cercavano di capire cosa volevo fare leggendo dentro la mia mente. Atena aveva percepito che qualcosa non andava nell’ Antica Grecia, alcune persone avevano smesso di credere in lei e nella giustizia e adesso credevano nella vedetta e nel caos e adesso quelle persone nella mente avevano un solo e unico pensiero cioè “ La vendetta è tutto per me “.Atena vedeva che questa frase girava nella testa delle persone che erano state abbandonate dalla giustizia e dalla speranza e che adesso erano del tutto avvolte all’ oscurità e che loro adesso si volevano prendere la loro vendetta. Atena allora si inizio a disperare perché pensava che lei aveva fatto cose orribili a queste persone, ma grazie all’ aiuto di Venere visto che gli occhi di Venere sono capaci di vedere passato, Presente e Futuro e anche se una persona proveniva da un altro universo oppure. Grazie ai poteri di Venere, la Dea Atena capì che qualcuno si stava spacciando per lei e che stava distruggendo tutte le persone che credevano in lei e in quello che portava nel mondo. Atena e Venere mi hanno protetta da Destronema e hanno fatto in modo che io avessi alcune protezioni magiche se un giorno io l’ avessi incontrata, però Atena mi sembrava distratta ogni volta che noi due la incontravamo e sopratutto vedevo che lei nascondeva qualcosa visto che lei non ci diceva tutto e spesso noi la trovavamo in posti diversi e in momenti diversi.

Pandora cerca di ricordare una parte del suo passato

Pandora da quando era dentro casa mia aveva capito che dentro di se le mancava qualcosa come se non fosse completa. Aveva capito che qualcosa dentro la sua mente non andava, no che era fuori testa o pazza ma non riusciva più a ricordare alcuni momenti della sua vita e non sapeva perchè. Da quel giorno lei cerco di riavere i suoi ricordi perduti e lo fece con un trucco che aveva imparato da Venere tanti secoli fa. Lei quasi ogni giorno si metteva sul suo letto, si metteva con le gambe incrociate e poi chiudeva gli occhi e cosi sondava la sua mente per ritrovare i suoi ricordi perduti. Ma ogni giorno falliva e non riusciva a capire perchè visto che faceva tale esercizio alla grande e non aveva sbagliato niente. Io, Alyssa e Kyra sapevamo cosa voleva fare Pandora e le lasciammo spazio per fare questo suo esercizio e poi quando voleva il nostro aiuto glielo avremo dato. Pandora venne da me mentre io stavo dipingendo camera mia con un murales veramente bellissimo in ricordo del mio pianeta scomparso Maraxus. Pandora quando lo vide ne rimase stupita e poi venne da me – quando mi hai tirato fuori dal vaso penso di aver perso qualche ricordo. Alcuni momenti non me li ricordo. Pandora si mise sul letto e inizio a far dondolare i suoi piedi e mi guardava negli occhi in modo fisso visto che io le stavo spiegando che ricordare un momento che è stato cancellato dalle mente è parecchio difficile – ricordare un momento che hai voluto cancellare o ricordare un momento che è stato cancellato dalla mente di una persona è parecchio difficile. Mentre io parlai Pandora si mise a frugare nella mia scrivania e vide un cofanetto dedicato a Parigi e quando lo vidi io cambia faccia visto che apparteneva alla mia sorella perduta Alice e lo tenevo perchè grazie a esso le potevo far ricordare di me, di Maraxus e della Guerra dell’ Universo. Pandora aveva capito che tale cofanetto mi stava riportando ad avvenimenti molto brutti e lo mise a posto e poi tra se e se ” dopo aver parlato con Daniel, vado a parlare con Alyssa e le chiedo del cofanetto”. Pandora allora decise di farmi vedere cosa usava per ricordare i suoi momenti passati o vedere dentro la sua mente o per concentrarsi alla grande e cosi capire se qualcosa dentro di lei mancava oppure no. Pandora era tutta concentrata sul mio letto e poi le misi la mia mano sinistra sulla sua spalla e quel gesto le fece ricordare il primo incontro con la dea Atena successo tanti secoli e adesso lei lo vedeva adesso davanti a suoi occhi come se fosse successo li in quel momento e pochi secondi fa. Dopo pochi minuti si sveglio e mi guardo con un bel sorriso in volto – grazie a tale gesto mi sono ricordata come ho incontrato la dea Atena.

Pandora capisce i secondi

pandora_black_vicino_al_vaso_by_dominatoredipoteri-d3j5riv

Venere e Pandora stavano per tornare sull’ Olimpo ma prima di questa cosa e senza farsi sentire da Zeus o da Efesto decise di spiegare i secondi a Pandora – adesso ti spiego i secondi ? . Venere stava li e vedeva che dentro al villaggio non stava succedendo nulla e poi vide che Pandora era ancora li vicino a lei – allora i secondi ti servono per capire quanto mancano a un minuto . Pandora aveva sentito con attenzione – i secondi mi servono oppure non posso capire quanto tempo manca a un minuto ma anche per capire quanto lontano e un ladro o un assassino . Venere si giro e vedeva che Pandora era girata verso una coppia che era stata rapinata – che cosa stai guardando ? . Pandora indico quelle due persone – so che siamo qui per imparare ma possiamo aiutare quelle due persone che sono state rapinate . Per favore . Tu sei la dea dell’ amore usa un pò del tuo poter per fare qualcosa . Venere decise di fare qualcosa e sarebbe a dire far uscire il bene dal cuore del ladro e fargli restituire quello che ha rubato . Alla fine se ne tornano in Olimpo e li cose si fanno complicate e con complicate intendo una bella lite tra Venere e la dea della giustizia Atena .