Categorie
2013 Microsoft Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Sony Xbox live

Dean Hall: “non esiste” una strategia digitale su Xbox One

Dean Hall si è detto interessato a portare DayZ standalone su Xbox One, ma che al momento è impossibilitato a farlo a causa della mancanza di una strategia digitale chiara in Microsoft.

“Dov’è il modello di distribuzione digitale?”, si è chiesto Hall parlando con Gamasutra.

“Non è stato parte di alcuna presentazione. Se prendono il modo in cui funziona ora XBLA e lo portano sulla nuova console, è ridicolo. Il più bel posto in cui portare titoli indie è XBLA, sta supplicando per avere titoli indie. Questo non ha senso per me. Voglio che qualcuno mi spieghi perché sta succedendo tutto questo”.

Il creatore di DayZ si riferisce al blocco dell’auto-pubblicazione sul servizio di Microsoft: salvo novità rumoreggiate per la prossima Build, ogni studio indipendente, anche quelli più facoltosi come Bohemia Interactive, ha bisogno di un editore per pubblicare su Xbox Live.

“Sony sta facendo meglio”, secondo Hall, perché “ha fatto una completa inversione di marcia”. “Lì hanno una strategia per la distribuzione digitale. Quindi vediamo quella di Microsoft e solo allora sarò felice”.

 

Categorie
2012 2013 Foto Galleria Galleria Foto MMO Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo Videogiochi

DayZ Standalone: nuove immagini e notizie sul futuro

Come tutti gli appassionati di DayZ temevano, il 2012 non è bastato per vedere pronta la versione standalone di questo piccolo fenomeno “social-videoludico”. Per fortuna Dean Hall, geniale padre del mod, ha rilasciato alcune gustose informazioni sullo stato dei lavori. Per il momento è in programma una fase beta ristretta a 500/1000 giocatori per testare le novità, e solo dopo un esito soddisfacente verrà decisa una data di rilascio.

Il ritardo della versione standalone è dovuto alla volontà degli sviluppatori di ricreare da zero quanto più possibile del mod, soprattutto per quanto concerne l’inventario, ora completamente rivisto e reso di più facile utilizzo.

Oltre a questi cambiamenti funzionali si punta ad una maggiore coerenza concettuale: per esempio sparare alla testa di un altro giocatore per impossessarci del suo visore notturno ci restituirà un fantastico visore…rotto.

Ulteriore passo avanti, come si può ammirare nella galleria di immagini, viene da textures e ambienti interni nettamente più rifiniti e post-apocalittici, ai quali si affiancherà un’interfaccia utente semplice e poco invasiva, con tanto di oggetti 3D nell’inventario a soppiantare le vecchie figure bidimensionali.

Infine una curiosità: a pesare sulla lentezza di sviluppo è la triste vicenda capitata a Ivan Buchta e Martin Pezlar, creatori della mappa di Chernarus e ancora in carcere in Grecia per spionaggio militare. I due infatti comunicano con Hall a fatica e non possono fornire al team il pieno supporto.