Categorie
1996 2013 Dominatore di Poteri Macchina Mondo Parlare con la Rete Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico Racconto Rete supereroi Superpoteri Telefonini

Allenamenti per controllare il potere di parlare con le macchine

Non significa niente se ero o no riuscito a parlare con la Rete , la persone che mi ha aiutato in diverse cose . Per esempio a creare un auricolore di colore giallo come il mio telefonino , lei mi ha detto quali schede dovevo prendere e sopratutto lei mi ha guidato passo dopo passo a collegare i fili senza farmi del male o bruciarmi . Per questo le sono debitrice , ma adesso io dovevo mettermi di impegno , cioè da solo e senza l’ aiuto di nessuno volevo provare a spegnere la città per 5 minuti . 5 minuti mi poteva dare l’ oppurtintà di scomparire in qualunque parte del mondo . Ma non perchè era ricercato dalla polizia , io faccio parte della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e quindi io potevo andare in ogni posto e potevo fare tutte le investigazioni che volevo , ma anche se io  non avevo quel distinitivo facevo comunque indagini . Io sono il Dominatore di Poteri e quindi come compito ho il diritto di progettere le persone non solo dal male normale ma anche dal male più potente , quello che nessuno riesce a vedere , entra dentro di te , si nutre di te e alla fine cerca di prendere il totale controllo del tuo corpo e della tua mente . Lo fa perchè cosi può uccidere chiunque lei vuole fare del male , anche per un nulla lei uccide , lo fa perchè è scritto nel suo DNA . Comunque io era nel magazzino con la Rete che mi osservava da lontano , lei di nascosto aveva messo delle telecamere , però le aveva messe per vedere se ero al sicuro o no . Inizia a esercitarmi a spegnere la città per 5 minuti , il primo tentativo non face nulla , il secondo riusci a spegnere solo una barca a tre chilometri , il terzo nè spensi due . La Rete vide che mi stavo arrendendo e disse – Daniel , tutti quanti facciamo degli errori , ma sono proprio i nostri errori che ci portano a grandi risultati , non ti arrendere continua a provare fino a quando non ci riesci . Cosi mi misi di impegno e provai ogni giorni , fino a quando dopo molto tempo riusci a spegnere la città per 5 minuti . La Rete mi disse – bravo Daniel . Dopo 5 minuti la corrente tornò a tutti quanti e La Rete mi disse – utilizza questa cosa solo in casi estremi , solo quando sei braccato da qualcuno di pericolo , qualcuno di molto pericoloso . Dopo io dissi alla Rete – io vado a fare un pò di jogging , per una persone che ha dei poteri si deve fare anche allenamento se no di potrebbe uscire del sangue se sforzi troppo i tuoi poteri o li usi troppo a lungo . Mi misi un felpa nera con un capuccio che copriva la testa , misi il cellulare nella mia tasca destra e poi l’ auricolare dentro l’ orecchio dentro e iniziai a farlo .

Categorie
2013 Angela Ferrante Angelica J. Lincol Dialoghi Dominatore di Poteri Federica Nami Lincol Mondi Fantastici Mondo Nexus Persone Racconto Raven City Sarah la Fenice Rossa Shadow Black Universo

Angela Ferrante parte 6

Avere uno shock è molto brutto , davvero molto brutto quando hai uno shock ci vuole davvero molto tempo prima di riuscirlo a sconfiggerlo . Spesso però alcune volte lo shock lo si deve affrontare , se non affronti tale shock non potrai andare in avanti , più non l’ ho affronti più inizia dentro di te a pensare tali pensieri “ Non posso più andare in avanti , non ce la faccio “ Questi pensieri sono già dentro di noi ed escono fuori solo quando noi siamo in uno shock . Angela dopo molto tempo l’ ha superato o pensavo che era cosi , ma dopo il brutto incidente che è successo con il potere dell’ elettricità non lo credo più . Anzi penso più che lo shock è ancora dentro di lei , nella sua mente e se non faccio qualcosa con Angelica J . Lincol e Federica Nami Lincol non potrò mai far diventare Angela Ferrante capo della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Sarah la Fenice Rossa che era dentro il luogo che avevo fatto per Angela Ferrante e vide che li dentro c’ era una infermeria ben attrezzata e pronta all’ uso . Angela vieni ti voglio fare un piccolo controllo e vedere se tu stai bene oppure – disse ad Angela in maniera molto amichevole , Angela disse a lei in maniera molto preoccupata – mi farà male questo controllo , Sarah la Fenice Rossa guardò in faccia Angela e le disse in maniera non molto agitata , ma calma e senza preoccupazione – non ti farò male , te lo prometto . Angela si fidò di Sarah la Fenice Rossa e come le aveva promesso lei non le fece nessun male , prese una piccola lume e la indirizzo negli occhi di Angela – guarda la luce e seguila con gli occhi . Angela inizio a seguire la luce con calma e poi fece tutti i controlli che Sarah la Fenice Rossa gli volle fare . Sarah la Fenice Rossa era una grande dottoressa , davvero molto brava , se tu eri malata lei cercava di curarti in tutti i modi , non solo malattie normali ma anche malattie non umane . Su Fenix ogni guerriero veniva addestrato anche a curare tutte le malattie umane e non umane , non solo per curare loro stessi ma anche le persone che avevano bisogno delle sue cure . Sarah la Fenice Rossa venne con lei nell’ altra stanza dove io , Angelica J . Lincol e Federica Nami Lincol stavamo parlando . Sentite tutti e due , se dobbiamo fare questa cosa , cioè entrare nella mente di Angela Ferrante dobbiamo stare molto attenti , seno lei potrebbe finire molto male e sopratutto lei potrebbe morire . Quindi quando noi stiamo li dentro dovremo faremo massima attenzione a tutto , basta una piccola cosa e potremmo perdere per sempre Angela Ferrante . Quando pronunciai perdere per sempre , Angela Ferrante e Angelica J . Lincol si fecero serie e molto preoccupate e dissero – faremo molto attenzione quando staremo li dentro , dentro la mente di Angela , cioè nostra sorella adottiva , l’ abbiamo conosciuta e noi la riteniamo già come nostra sorella . Io dissi a loro in maniera molto calma – sentite insieme ce la possiamo fare , uniamo le forze e possiamo fare tutto anche salvare la vita di vostra sorella . Sarah la Fenice Rossa portò Angela Ferrante li dentro , Angela Ferrante si avvicinò dietro di me e – Io sono pronta , quando vogliamo iniziare , sono pronta . A dire quella cosa ci volle molto coraggio e molto forza , se doveva andare male potevamo perdere tutto e non potevamo fare assolutamente niente se si perdeva . Tutto finiva , non solo il suo destino ma anche il mio , se non riuscivo ad addestrare Angela Ferrante , tutto il mondo mi sarebbe caduto addosso. Per entrare nella mente di Angela Ferrante dovevamo concentraci , iniziammo a farlo e dopo un po’ di tempo entrammo nella mente di Angela . La sua mente era rappresentata dalla sua vecchia , la casa in cui erano morti i suoi genitori che le volevano davvero molto bene , tanto che sua madre e sua madre la chiamavano principessa . Appena entrati in casa c’ era un piccolo tavolino vicino alla porta e li c’ era il telefono di casa , quel luogo era il luogo dove il padre e la madre di Angela insieme a lei vedevano molti film e molte cose . Li facevano giochi e moltissime cose , adesso invece per lei era solo una cosa brutta . Camera sua era dipinta con le stelle , con i pianeti e con le galassie , i suoi genitori avevano fatto questo perché il sogno più grande .

Dove siamo ? – chiedemmo alla mente di Angela Ferrante , Angela Ferrante era con noi e in modo un po’ di triste , come se non volesse dircelo , ma poi disse – questa è casa mia , la casa dove sono morti i miei genitori . Tra le varie che vedemmo nell mente di Angela Ferrante fu i corpi dei suoi genitori morti , stesi li a terra in una pozza di sangue . Il coltello con cui la donna li aveva uccisi proveniva dalla sua cucina , lei li aveva minacciati di darla loro figlia , quella non era sua figlia ma chi ha problemi mentali non se ne importa niente , con i suoi occhi vede soltanto quello che vuole vedere e lei vedeva la figlia morta 5 anni fa . Visto che loro non volevano dare la loro figlia a lei , lei li uccise e se ne andò , ma prima andò a cercare sua figlia dentro la casa . Non la trovò e se andò a casa sua a ripensare dove potesse trovare sua figlia e cosa potesse farlo per trovarla . In tutta la casa sentivamo il male , molto male e pure dentro i corpi dei suoi genitori sentivamo il male , prima lo senti solo io ma poi sentimmo la presenza del male anche gli altri . Quando poi il male si accorse di noi , prese tutte le sue parti e si trasformò in una copia identica ad Angela Ferrante , ma molto cattiva . Fece apparire una spada uguale a quella di Angela Ferrante e disse con tanta rabbia e con tutta la sua oscurità che la sua voce venne deformata ed era terrificante – vogliamo Angela Ferrante , ci dobbiamo battere contro di lei , se qualcuno si intromette lo uccideremo . Angela non sapeva cosa fare , se combatteva poteva andare , ma poteva andare anche bene . Io , Angelica e Federica guardammo con sguardo molto coraggioso ad Angela e dicemmo – adesso se ci ascolti con molta attenzione , ce la puoi fare . Angela decise di ascoltarci e disse – ok , cosa devo fare ? , io risposi – allora , quella è la tua parte malvagia non la puoi uccidere , né sconfiggere , ma ce un modo per farlo . Quando dissi quelle cose , Angela fu un po’ felice , perché c’ era un modo per sconfiggere il suo lato negativo , poi mi guardò e disse – come la sconfiggo ? , io con tutta sincerità le dissi – ti può sembrare pazzo , ma devi abbracciare la tua parte oscura . Angela mi guardò come se fossi impazzito o avessi detto una follia , ma lei si fidava di me e poi disse – ci proverò . Angela inizio a combattere , sfoderò la spada e la incrocio con la sua spada versione oscura , misero le spade uno contro l’ altra . Tutti e due utilizzavo tutte le loro forze per far togliere la spada dalla mano , chi ci riusciva aveva un grande vantaggio . Se ci riusciva la parte oscura di Angela , le avrebbe fatto cose terribili , l’ avrebbe presa per i capelli e poi dopo tutte le torture che gli poteva fare dentro la sua mente solo piena di morte , avrebbe preso la sua spada e gliela messa dentro il suo cuore . Anche se era morta , gli avrebbe rimasto la spada nel cuore e se ci riusciva , la parte oscura vinceva e Angela sarebbe divenuta molto cattiva e ci avrebbe ammazzato tutti e avrebbe distrutto Raven City e tutto il mondo di Nexus . Angela prese molto occasioni e dopo tentativi , alcuni vuoti e altri no lei riusci a togliere dalla mano la spada alla sua parte oscura . Poi la parte oscura di Angela disse a lei con quella voce che faceva paura – che vuoi farmi , uccidermi , tu non né hai il coraggio . Angela poi disse alla parte oscura con tutto la sua felicità – ucciderti non ci penso proprio . Poi fece come le avevo detto io , prese e andò ad abbarbicare la sua parte oscura , la parte oscura si disperse e disse con tutta la sua ira e tutta la sua furia e la voce gli venne ancora più spaventosa – tornerò e la prossima volta tu non mi batterai . Angela guardandola negli occhi e mentendo gli occhi fissi su di lei con tutta la calma che ha , le disse – ti aspetterò e quando ti incontrò ti sconfiggerò come ho fatto oggi . Dopo la parte oscura se ne andò a noi andammo ad abbracciare Angela e dissi a lei – adesso noi possiamo uscire dalla tua mente . Dopo ce andammo dalla mente di Angela Ferrante , noi andammo da lei l’ abbracciammo tutti insieme e dicemmo a lei – bravissima , sei riuscita a sconfiggere la tua parte oscura . Adesso che la sua parte oscura era tolta noi potevamo riprendere il nostro allenamento con i poteri che Shadow Black le aveva dato .   

Categorie
2013 Angela Ferrante Foto Mondi Fantastici Mondo Nexus Storia Tempo

Volto di Angela Ferrante

Molto persone si domandano nel futuro quale aspetto ha Angela Ferrante , il capo della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Adesso ve lo faccio vedere .

Ghost Whisperer