Categorie
2016 Ada Knight Battlefield 1 Creativi Creativi Principale Creativo Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Prima Guerra Mondiale. Universing

19 milioni di persone visitano il mondo di Battlefield 1

I Creativi pensavano che molte persone non avrebbero accettato un mondo di Battlefield ambientato nel passato, anche se gli utenti avevano chiesto alla DICE di fare una cosa del genere. Ma si sa come vanno le cose dentro a una votazione per fare in modo che un brand come il mondo di Battlefield possa andare in avanti cioè ognuno vuole una cosa diversa. Sono sicuro che ad alcuni non piace questa scelta di ambientare questo mondo verso la Prima Guerra Mondiale e cosi noi li possiamo vedere personaggi storici e personaggi nuovi come questa donna a cavallo. Molte persone volevano un altra ambientazione e sopratutto delle armi nuove incredibili e invece alcuni non hanno avuto quello che chiedevano. Ma lasciamo perdere se molte persone non hanno ricevuto quello che volevano, in un modo o in un altro il mondo di Battlefield 1 ha ricevuto un record di visite incredibili. Molto universi o molti mondi ricevono un certo numero di visite, ma spesso dopo giorni o mesi. Ma il nuovo mondo di Battlefield 1 lo ha ricevuto in pochi giorni. In pochi giorni questo nuovo mondo è stato visitato da 19 milioni di persone che sono venute li dentro per vedere il trailer, per capire quante missioni ci sono, quanti eserciti dobbiamo sconfiggere per dare una mano non solo ai normali eroi, ma anche agli eroi storici per vincere la Prima Guerra Mondiale e così noi siamo i vincitori. 19 milioni di persone hanno visitato questo mondo e lo hanno fatto perchè gli è piaciuto quello che hanno visto, quello che hanno capito li dentro e sopratutto per quello che hanno potuto fare. Molti mondi hanno ricevuto un tale numero di visite ma dopo molto tempo e dopo che se nè parlato per alcuni mesi. Ma questo mondo ha ricevuto il record di visite totali cioè 19 milioni di persone in pochi giorni visto che tutti non vedevano l’ ora di vedere questo mondo dedicato alla Prima Guerra Mondiale. Il mondo di Battlefield 1 è stato creato grazie alla scelta delle persone e quindi se un mondo del genere è nato e stato grazie a noi che abbiamo permesso alla DICE di dire la nostra e cosi loro poi hanno potuto fare il lavoro e adesso verso il 21 Ottobre del 2016 noi possiamo giocare a questo capolavoro di mondo.

Categorie
2016 Ada Knight Battlefield 1 Creativi Creativi Principale Creativo Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Gazzetta dell' Universo Melissa Mcarthur Notizie dall' Universing Pandora Black Universing

Notizie dell’ Universo- Battlefield 1

I Creativi hanno mostrato un sacco di cose nel nuovo mondo di Battlefield 1 e tutto per farci capire che sarà un mondo vasto, molto bello e pieno di personaggi non solo nuovi ma anche personaggi storici. I Creativi con questo nuovo mondo ci vogliono far capire che con il tempo hanno capito come rendere i migliori i loro mondi o come farli unici non solo per loro, ma per le persone che vanno dentro questi mondi e vedono che sono mondi stupendi, pieni di eventi incredibili e che se sono utilizziamo bene i nostri occhi possiamo vedere non solo personaggi che non abbiamo mai visto, ma li nel campo di battaglia possiamo vedere personaggi storici e che hanno permesso a noi di vincere la Prima Guerra Mondiale. Il capo della Compagnia DICE grazie a una intervista ha fatto in modo che noi possiamo capire meglio questo mondo, le sue dinamiche e sopratutto cosa possiamo vedere al suo interno. Melissa Mcarthur nel suo giornale ha usato le parole di questa persona per farci capire chiaro e tondo cosa potremo vedere li, quali personaggi famosi possiamo vedere e sopratutto quali eserciti sono coinvolti in questa grande guerra. Melissa Mcarthur nel suo giornale ha usato le parole dette dal capo della Compagnia DICE per far capire a tutti cosa possiamo vedere in quel mondo – quando i Creativi hanno  deciso di creare questo mondo hanno deciso di vedere ogni parte della Prima Guerra Mondiale e così noi tutti possiamo esplorare questo grande mondo e vedere tutto quello che ci offre e quindi possiamo vedere cose stanno creando gli altri eserciti per vincere questa guerra, ma sopratutto cosa fanno i vari personaggi storici per vincere la Prima Guerra Mondiale . Cioè in parole povere hanno preso ogni aspetto della Prima Guerra Mondiale e lo hanno reso migliore in questo grande mondo pieno di eventi, pieno di personaggi non solo nuovi ma anche famosi. Uno tra i vari personaggi nuovi è la donna a cavallo e con la scimitarra in mano e si trova nel deserto per cercare di vincere questa guerra in cui si è trovata in mezzo.

Categorie
DICE EA Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

Battlefield 4: la nuova patch su PC non risolverà del tutto il bug one-hit kill

La versione PC di Battlefield 4, ultimo capitolo della famosa serie sparatutto prodotta da DICE e EA, riceverà nei prossimi giorni una patch che risolverà diversi problemi del gioco e garantirà un miglior equilibrio generale al sistema. Purtroppo però sembra che gli sviluppatori non siano ancora riusciti a risolvere in maniera definitiva il bug one-hit kill, come confermato in alcune sue dichiarazioni da un rappresentante di DICE:

“La nuova patch risolverà solo parzialmente i problemi legati al bug one-hit kill, la colpa è solo nostra e ci scusiamo con tutti i nostri fan.”

 

Categorie
Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

Battlefield 4: China Rising in cinque immagini inedite

 

Categorie
DICE EA Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox 360 Xbox One

DICE al lavoro sui problemi di Battlefield 4 China Rising

Battlefield 4 China Rising non è purtroppo esente da problemi, ma EA ha oggi annunciato che DICE è già al lavoro perché questi vengano risolti nel minor tempo possibile. Ecco quanto dichiarato in merito da un rappresentante di EA:

“Il DLC presenta alcuni problemi sia quando viene scaricato sia quando si prova a giocarci, prevalentemente su PC e su Xbox 360. DICE ha ben chiara la natura del problema e sta lavorando per trovare una soluzione il prima possibile: la situazione tornerà assolutamente normale molto presto.”

 

Categorie
Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Battlefield: DICE vuole il vostro tempo, non teme Call of Duty

In una presentazione al Montreal International Game Summit, il general manager di DICE LA Fredrik Loving ha spiegato che il primo competitor di Battlefield non è Call of Duty, quanto il tempo speso su altri mezzi di intrattenimento dai giocatori.

Loving ha elencato tra i rivali Facebook, HBO e Spotify, come riporta GamesIndustry International, sottolineando che le persone ritengono più prezioso il tempo che il denaro, quando si tratta di entertainment.

HBO rimane un esempio da seguire, secondo il GM, perché gli spettatori continuano a seguirla anche al termine de Il Trono di Spade, cosa che non sempre si può dire dei videogiochi: una volta terminati, quanti vi ritornano per cercare nuove esperienze?

 

Categorie
Mirror's Edge Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo

DICE sta lavorando a 15 titoli basati su Frostbite

Stando a Johan Andersson, direttore tecnico del team Frostbite presso DICE, la software house sta lavorando a 15 titoli basati sul motore grafico. Tra questi c’è il prossimo titolo della saga di Mass Effect, un titolo su cui Andersson non vede l’ora di lavorare.

Al momento sappiamo che Need for Speed: Rivals, Dragon Age: Inquisition, Star Wars: Battlefront, Mirror’s Edge 2 e il già citato nuovo capitolo di Mass Effect sfrutteranno le possibilità offerta da questo motore grafico.

Questo vuol dire che si stanno sviluppando 10 giochi di cui non sappiamo niente, voi avete qualche idea in merito?

 

Categorie
Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Xbox 360 Xbox One

DICE ha imparato dagli errori sui setup di Battlefield 3

DICE ha ammesso di aver sbagliato in materia di personalizzazioni con Battlefield 3.

“Abbiamo lanciato Battlefield 3, per il quale dovremmo essere presi a schiaffi, con probabilmente i peggiori setup di sempre”, ha spiegato il creative director Lars Gustavsson durante un evento australiano.

“Come pilota, dovevi far volare il tuo aereo e solo uccidere gli altri con i tuoi cannoni. Non avevi delle contro-misure; non avevi missili. E questo è fondamentalmente per il migliore dei migliori piloti, in modo che essi potessero mostrare le proprie skill”. Da principiante, invece, “avresti dovuto avere contro-misure, missili a ricerca di calore che potessero accompagnarti nel gioco e da quel punto in poi avresti dovuto personalizzare”.

In Battlefield 4 le cose saranno molto diverse, perché “i set-up completi sono pensati per essere alquanto facili da imparare e dominare, e da lì in poi inizi a sbloccare cose e a vedere quale sia il tuo setup preferito”.

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto Microsoft Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Sony Xbox 360 Xbox One

Battlefield 4: immagini e video sulle caratteristiche del Battlelog

Dopo aver concesso al produttore esecutivo Patrick Bach lo spazio mediatico necessario per rivelare degli interessanti dettagli sul canovaccio narrativo di Battlefield 4 e sulla “forma videoludica” che assumerà la campagna in singolo, gli sviluppatori di EA DICE tornano a volgere lo sguardo in direzione della metà multiplayer del cielo digitale del loro prossimo sparatutto in prima persona per renderci partecipi dei cambiamenti apportati al Battlelog.

Senza scomodare le immagini che rimpinguano la galleria multimediale odierna, basta scorrere le scene ritratte nel video-diario realizzato per l’occasione dai rinomati studios svedesi per accorgersi degli enormi passi in avanti compiuti dai DICE per estendere il range di servizi offerti dalla loro piattaforma sociale con lo scopo ultimo di garantire ai propri appassionati la migliore esperienza videoludica possibile.

Assieme al già apprezzato sistema con cui poter personalizzare l’equipaggiamento del nostro alter-ego e ai non meno importanti pannelli informativi sulle medaglie e sulle piastrine conquistate, il nuovo Battlelog proporrà infatti un inedito modulo per le missioni custom (da portare a termine sia nelle operazioni della campagna singleplayer che nelle sfide in rete). In virtù delle ricche funzionalità social della piattaforma digitale di DICE, le missioni create dagli utenti potranno essere proposte ai propri amici o all’intero network nella canonica forma delle sfide da dover portare a compimento per riceverne in cambio un gruzzolo di punti esperienza congruo alla difficoltà stessa delle missioni.

Sempre all’interno del Battlelog troveremo poi la funzionalità interattiva legata al Comandante, ossia all’opzione che permetterà agli utenti di sincronizzarsi alle partite multiplayer per lanciare in tempo reale degli importanti ordini di squadra, dei missili teleguidati e dei segnali elettromagnetici di disturbo servendosi del proprio tablet o smartphone.

Senza indugiare oltre, chiudiamo la news ricondando a chi ci segue che la commercializzazione di Battlefield 4 è prevista per il 29 ottobre prossimo su PC, PlayStation 3 e Xbox 360. La disponibilità della doppia edizione per Xbox One e PlayStation 4, invece, coinciderà con la data di lancio della nuova ammiraglia di casa Microsoft (pianificata per il mese di novembre) e della futura e altrettanto attesa console next-gen di Sony (anch’essa prevista a novembre o, al massimo, entro la fine dell’anno).

Categorie
EA EA Labels Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps3 Xbox One

Next-gen, EA ha risparmiato grazie al Frostbite

Avere il Frostbite a guida della transizione da piattaforme current-gen a quelle di nuova generazione sta aiutando Electronic Arts a risparmiare tempo e denaro.

“Quando hai una tecnologia provata con strumenti che funzionano” e quanto i team di sviluppo “sono tutti addestrati sullo stesso engine”, “lo sviluppo diventa efficiente e a basso rischio”, secondo Frank Gibeau.

“Investire prima e metterci delle risorse” sul motore firmato DICE “è stata una decisione fondamentale”. Farlo “ha messo sotto stress altre parte del business perché molti dei nostri migliori elementi stavano lavorando sulla next-generation dietro le quinte. Ma è stato un grande punto di rottura per noi, sicuro”.

Il presidente di EA Labels ha ribadito l’intenzione di non danneggiare troppo i conti dell’azienda a causa del passaggio alla nuova generazione di console, cosa che non è mai successa prima.

“Penso che nell’ultima transizione le nostre spese per l’R&D siano cresciute del 30%”.