Categorie
Ada Knight Alice Olivieri Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Roberta Olivieri

Trovo Roberta Olivieri

 

Quando devo trovare una persona , io non lo faccio nel modo normale e sarebbe a dire che io utilizzo i miei poteri per farlo . Dovevo usare i miei poteri per cercare Roberta visto che li sulla scena del crimine non c’era . Ada era nella mia macchina e poi vide fuori dal suo finestrino che più in la c’ era del sangue che non era fresco ma c’ era del sangue . Ada mi mise la mano sulla spalla destra , io la inizia a vedere e sapevo che se faceva cosi poteva aver scoperto qualcosa di importante – cosa hai scoperto Ada ? . Ada mi fece cenno con il dito del sangue , mi affaccia un po’ dal suo lato e vidi del sangue che era li . Scendemmo dalla macchina e andammo verso il sangue , c’ erano piccolo gocce di sangue e tutte andavano verso la strada . Le seguimmo fino a quando non finirono e ci dovemmo fermare – le trecce di sangue di fermano qui . Adesso che facciamo . Io sapevo cosa fare e le dissi ad Ada guardandola in faccia – torniamo dentro casa e cerchiamo un ritratto di Roberta . Sappiamo che la sua stanza non è bruciata e questo gioca a nostro vantaggio . Ada sapeva che avevo ragione e li dentro avremo sicuramente trovato un ritratto della ragazzina . Andai prima io e poi entro Ada e chiuse la porta , andammo con calma in camera di Roberta , Dovevamo andare con calma visto che se toccavamo qualcosa poteva diventare polvere e noi in quel caso potevamo dire che avevamo contaminato la scena del crimine . La stanza da letto di Roberta era molto carina , visto che sulle pareti c’erano delle rose di colore molto rosse e molto belle . Furono Alice e Roberta a dipingerle , si divertirono moltissimo a farlo . Alice sapeva che a sua figlia piacevano le rose e cosi senza dirle niente fece delle lenzuola con ago e filo e li sopra c’ erano delle rose rosse . Roberta quando le vide si innamoro di quelle lenzuola fatte da sua madre . Roberta sulla sua scrivania aveva una foto di lei con i capelli raccolti a forma di cyghon e accanto a lei c’ era sua madre Alice . In pochi minuti avevamo trovato quello che cercavamo e adesso dovevamo trovarla . Arya non aveva più detto niente a Carlos visto che non si fidava di lui . Arya non gli poteva dire che lei era una invocatrice o che vicino al letto di Roberta c’ era un demone che era anche sua sorella maggiore . Arya non sapeva come poteva reagire a quelle informazioni e cosi decise di non dire più niente a lui . Arya fece finta di non sapere nemmeno chi fosse Carlos . Prima di andare avanti con la sua missione aveva chiesto a Lenny che se telefonava Carlos doveva modificare il suo timbro vocale e cosi pensava che Arya le aveva dato un numero falso . Se potevo avere qualche informazione su dove era Roberta non le potevo avere certo da lui . Una volta tornati vicino alla mia macchina e apri il portabagagli e li c’ era un sacco di mappe di tutti i luoghi . Mi ero procurato tutte quelle mappe visto che avevo bisogno di sapere dove fossero le persone . Li dentro avevo anche le puntine . Una volta prese la mappa di New York e una puntina , chiusi gli occhi e mi concentrai su Roberta Olivieri . I miei occhi erano divenuti bianchi e la mia mano si inizio a muovere da solo e centrai con la puntina il General Ospital di New York . Adesso sapevo dove era Roberta e ci andai subito visto che volevo aiutare Roberta e non mandarla in carcere per qualcosa che un demone le aveva spinto a farla .

 

 

Categorie
2013 Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Me Mondi Fantastici Mondo Racconto Sarah la Fenice Rossa

Costruisco una stanza dove mettere i dipinti e i quaderni sul futuro di me e mia sorella .

Io e mia sorella già da molto tempo abbiamo il potere di vedere eventi futuri come per esempio la morte di Jessica , la fidanzata di Sam Winchester e moltissimi altri eventi . Io ebbi questo potere a 13 anni , un giorno stavo in camera mia e stavo in pigiama e con me c’era Sarah la Fenice Rossa , mi guardava e mi aiutava . Poi non so cosa ma improvvisamente feci apparire dalla mia mano un pennello e poi dei pennelli , poi i miei occhi divennero bianchi , non solo mi era scomparso l’ iride dell’ occhio o solo una parte , ma tutto l’ occhio . Poi iniziai a dipingere un evento passato , ma non evento normale come tutti o un ‘ evento che non centrava con me , ma io senza saperlo dipinsi la distruzione del mio pianeta natale Maraxus . Quando alla fine di dipingere in quello stato di trance in cui ero entrato , mi resi conto solo dopo di quello che avevo fatto e Sarah guardò il dipinto sul muro e come poteva non riconoscere il luogo dove era scappata con me . Io chiesi a Sarah la Fenice Rossa – quale pianeta era ? , Sarah si rivolse a me e mi disse – Daniel quello che hai dipinto senza rendertene conto è il tuo pianeta natale che è stato distrutto . Il giorno in cui scopri il potere di dipingere il futuro , fu anche il più doloroso perché quel giorno avevo scoperto cosa era successo al mio pianeta natale . Pure mia sorella Alyssa dipinse il futuro , ma molto più tardi , cioè quando lei ebbe 15 anni , fece apparire dal nulla un pennello e la pittura di vari colori e lei come avevo fatto io dipinsi il futuro sul muro ed era il nostro pianeta natale . Come era successo a me i suoi occhi erano divenuti completamente bianchi , dopo essersi ripresa Sarah la Fenice Rossa con molta calma disse a mia sorella – quello che hai dipinto è il tuo pianeta natale distrutto . Anche per mia sorella Alyssa fu molto triste saputa la notizia che il suo pianeta era stato distrutto . Negli anni cercammo di controllare questo potere , con molta pratica e con molta concentrazione ci riuscimmo , inoltre le visioni che non riuscivamo a dipingere venivano nei nostri sogni e grazie al potere di ricordare tutto , ricordavamo tutte le nostre visioni e iniziammo a scrivere tutte queste visioni su quaderni a righi . Con gli anni ne mettemmo molti , alcuni li mettemmo nella mia stanza e altri nella sua stanza . Dopo averci pensato molto , decisi di costruire una stanza per contenere tutte queste cose , mi misi a cercare il punto giusto , alla fine lo trovai , misi le mani sul punto giusto mi concentrai e feci una stanza vuota , completamente vuota e poi feci apparire tutti gli oggetti che mi servivano per mettere quadri e altro . Andai a prendere tutti i miei quadri e i quadri sul futuro di mia sorella Alyssa , una volta presi , iniziai ad appenderli sul muro . Poi andai a prendere i miei quaderni e poi quelli di mia sorella e li portai dentro quella stanza . I quaderni che riguardano il futuro li misi dentro quella stanza , in una stanza con la password e senza password non si poteva entrare . Alyssa vide la stanza e disse – quindi in questa stanza ci sono tutte le cose che riguardano il futuro e io dissi – si , i tuoi e i miei quaderni sul futuro sono dentro quella stanza e dopo con calma ti darò la password per entrare . Alyssa pure lei voleva un posto dove mettere i nostri quaderni e i nostri quaderni che riguardavano il futuro , perché tutti quanti potevano entrare nelle nostre stanze e prenderli e per questo non erano al sicuro .  

Categorie
Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Pandora Pandora Black

Pandora capisce chi sono i pittori

pandora_black_vicino_al_vaso_by_dominatoredipoteri-d3j5riv

Pandora era interessata all’ arte e da me aveva saputo dei pittori ma non aveva capito chi era e sopratutto cosa faceva nel mondo . Si mise vicino al mio portatile e si mise a cercare pittori . Inizio a leggere da Wikipedia tutto quello che c’ era scritto e capì che i pittori erano persone davvero incredibili . Erano persone che guadavano una cosa in una stanza o in altro posto e cercavano di farlo una cosa bellissima non solo ai loro occhi ma anche alle persone che erano presenti dentro la stanza e di fronte a loro . Pandora aveva disegnato Venere in un modo perfetto e adesso aveva deciso di provare a fare un quadro tutto da sola e senza l’ aiuto di nessuno . Pandora voleva vedere era capace di essere una grande pittrice come Leonardo da Vinci o come altri pittori storici . Pandora non sapeva cosa era capace di fare dopo che era stato dentro al Vaso per mezzo secolo e quindi dipingere poteva essere una delle cose che era brava . Pandora ci voleva provare e nessuno sarebbero riuscita a fermarla visto che lei è determinata come non mai e se provi a non farglielo fare si mette a fare la scena piangi e tutto verrà da te .