Mass Effect: le origini della saga nei primi bozzetti preparatori di Matt Rhodes

Dopo aver contribuito a dare forma alle ambientazioni e ai personaggi della saga di Mass Effect, il direttore artistico Matt Rhodes ha deciso di pubblicare sulle pagine del suo blog i bozzetti preparatori e gli artwork realizzati di suo pugno nei caldi mesi che lo hanno visto collaborare a stretto contatto con il team creativo di BioWare per occuparsi assieme a loro del primo, glorioso capitolo dell’epopea sci-fi del comandante Shepard.

Alcuni bozzetti testimoniano il grande lavoro di cesellatura digitale compiuto dai designer per perfezionare i modelli dei protagonisti del cast dei tre capitoli della saga, altri invece s’allontanano volutamente dalla visione artistica predominante per esplorare soluzioni più ardite e rifocillare di idee gli autori della trama della campagna in singolo e il team di sviluppo spesosi per garantire la miglior esperienza narrativa e videoludica possibile agli utenti che, a partire dal 2007, hanno voluto immergersi nella dimensione di gioco gravitante attorno alla figura del capitano della Normandy.

I lavori mostratici da Matt Rhodes coprono l’intero arco temporale della trilogia e offrono degli interessanti spunti di riflessione sulle forme che avrebbero potuto assumere determinati aspetti del plot narrativo e della componente grafica: scorrendo i bozzetti, infatti, possiamo scoprire la visione originaria degli artisti di BioWare in merito alle fattezze fisionomiche dei Prothean, agli atti finali dell’ultimo capitolo, alla conformazione delle corazze esoscheletriche delle truppe Cerberus e, soprattutto, all’aspetto di Tali, immaginato da Rhodes con gli occhi di un gatto, il volto glabro e la pelle scarlatta (un aspetto decisamente meno “attraente” di quello sognato dalla gran parte degli appassionati).

Prima di lasciarvi in compagnia delle restanti opere d’arte di Matt Rhodes, ricordiamo a chi ci segue che il prossimo capitolo della saga, conosciuto in maniera impropria come Mass Effect 4, è attualmente in fase di sviluppo. Stando alle frammentarie informazioni forniteci al riguardo da BioWare nel corso di questi mesi e alle risorse impiegate da questi ultimi per garantire a Dragon Age Inquisition il più ampio spazio mediatico e commerciale possibile, il primo episodio post-Shepard di Mass Effect dovrebbe vedere la luce dei negozi nel 2015 su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

inFamous: Second Son – nuovo video-diario di sviluppo sulle sfide della next-gen

Nel delicato periodo di debutto di una nuova console casalinga, la fatica compiuta dagli sviluppatori per realizzare i loro primi titoli next-gen viene data ingiustamente per scontata dalla maggior parte del popolo videogiocante. È forse questo il motivo principale della scelta compiuta dai vertici di Sucker Punch di dedicare il primo video-diario di inFamous: Second Son agli sforzi profusi dai designer, dagli autori e dai programmatori del loro team di sviluppo per garantire ai futuri acquirenti di PlayStation 4 un progetto in grado di riflettere di luce propria e di porsi in evidenza tra i titoli che accompagneranno il lancio del futuro monolite nero di Sony.

Stando alle parole pronunciate per l’occasione dal fondatore della compagnia Brian Fleming, dal direttore Nate Fox, dal designer capo Jaime Griesemer e dal direttore artistico Horia Dociu, grazie all’impegnativo lavoro portato avanti dai loro ragazzi Second Son non sarà un mero “seguito” ma garantirà agli appassionati un’avventura compiutamente “next-gen” per via di una serie di coraggiose scelte legate, ad esempio, alla rivisitazione dello schema dei controlli in funzione della maggiore libertà di gameplay dovuta alla presenza del touchpad e della Light Bar.

L’entusiasmo dei boss di Sucker Punch che riusciamo ad avvertire sottotraccia lungo tutto il filmato trova così una facile spiegazione nel ventaglio di possibilità creative legate alle funzionalità inedite del DualShock 4, ma anche nel boost prestazionale rappresentato dall’hardware di PS4, nella facilità di sviluppo garantita dall’architettura della piattaforma e dal relativo ecosistema software e, per ultimo ma decisamente non per ordine di importanza, nel continuo supporto offertogli in questi mesi dalla multinazionale giapponese.

Per tutte le altre dichiarazioni rilasciate dai Sucker Punch, e per ammirare delle scene di gioco completamente nuove e ambientate in una Seattle in notturna dominata dalle pattuglie degli agenti del Dipartimento della Protezione Unificata, vi lasciamo quindi al video di cui sopra, non prima però di ricordare a tutti i cultori di action sandbox “supereroici” che inFamous: Second Son è atteso in uscita nei primi mesi del 2014 in esclusiva su PlayStation 4.

 

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

Lost Route

Riscopriamo la bellezza della natura, camminando...

fatiquei

strane cose in salsa ferrarese

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: