Categorie
Alieni Alina Conte Cyberman Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Serena Ricci

Alina Conte

Skater_girl_by_tatareen

Io non modificai subito il telefonino di Alina Conte ma le diedi un pò di tempo visto che adesso voleva stare sola . Serena ci era passata pure lei dalla stessa situazione in cui era passata Alina Conte . Pure Serena aveva perso la sua famiglia per colpa dei Cyberman . Alina cerco di calmarsi in un modo unico che sapeva lei cioè si butto sotto una bella doccia calda . Per lei c’ era solo un modo per calmarsi e non pensare a tutto quello che le era successo cioè farsi una buona doccia calda . Certo non avrebbe sistemato tutto ma almeno si sarebbe calmata un pò . Io stavo andando in camera di Alina per vedere come stava ma Serena mi mise con calma la sua mano sinistra sulla mia spalla – fermati adesso non è il momento di fare questa modifica . Adesso lei deve riposare e cercare di darsi una calmata da sola e poi posso subentrare io . Se ci vai adesso lei sarà stanca e forse ti guarda con uno sguardo di rabbia . Mi fermai e inizia a vedere i vari skateboard che aveva li nelle varie teche . Invece Alina si inizio a togliere i pantaloni e tutto quello che aveva addosso per farsi una buona doccia calda . Una volta in bagno nuda si vide in volta e si vide che era sporca e triste come non mai . Apri l’ anta della doccia e ci entro e poi chiuse e poi mise un bel getto d’ acqua calda . Una volta li sotto con l’ acqua che cadeva calda sul suo corpo nudo con calma e dolcezza e non pensava a quello che era successo . Una volta finito la doccia Alina era li dentro un accappatoio rosso e si asciugo con calma . Adesso lei era pulita e non più sporca . Adesso lei non pensava per un pò a quello che era successo ai suoi genitori ma pensava solo a se stessa . Li dentro c’ era un bel pigiama . La parte di sopra era blu e pure quella di sotto ed era della sua taglia . Se la mise e piego i suoi vestiti con calma e se li mise nella borsa . Chiudendo un pò la persiana di ferro e cosi non facendo più entrare il sole chiuse gli occhi e si mise a dormire nel letto che c’ era li . Serena adesso dormiva molto profondamente e non la disturbammo per nulla al mondo visto che non aveva dormito e se devi combattere contro un potente nemico il sonno ti serve oppure dormi e il nemico ti può uccidere in pochi minuti .

 

Categorie
Aurora Foto Galaxandra Evans Marion Stride Universing Universo

Galaxandra Evans parla con Aurora

Fantasy warrior woman Wallpaper__yvt2

Galaxandra era li e inizio a cercare nella cucina e non ci trovo niente o tutto era scaduto da 11 anni . Poi inizio a cercare nelle varie stanze e non ci trovo niente di utile . Aurora aveva aspettato il momento giusto per scappare . Galaxandra era li con i sensi attenti e senti i piccoli passi di una ragazzina andare verso l’ ingresso . Galaxandra arrivo davanti all’ ingresso e blocco la porta – Salve ragazzina . Mi puoi dire perchè stai qui dentro ? . Aurora era li ferma e con uno sguardo da furba ragazzina – ti potrei chiedere la stessa cosa oppure ti posso chiedere perchè hai cambiato aspetto dentro questa casa . Galaxandra aveva trovato pane per i suoi denti e prima di dire qualcosa si invento un nome – io sono Marion Stride e tu chi sei ? . Aurora diede la mano a Marion – io sono Aurora e sono qui dentro perchè mi andava . Angelo era li vicino a questa casa – Aurora appena ti prendo ti faccio pagare tutte le mele che hai rubato . Marion aveva sentito e vide che la bugia di Aurora era caduta – quanto gli devi a quell’ uomo ? . Aurora non aveva soldi – io non ho soldi e quindi non gli posso pagare le mele . Marion usci dalla casa e andò vicino ad Angelo – mi puoi dire quanto Aurora ti deve dare ? . Angelo aveva contato 7 mele mancanti e tutto erano a uno skulls . Marion era molto ricca e diede 7 skulls ad Angelo . Aurora usci dalla casa e andò verso Angelo – scusami se ho rubato le mele ma non avevo soldi . Scusami . Angelo non fece niente ad Aurora . Marion torno in casa con Aurora – che ne dici se adesso io ti aiuto a tornare a essere una bella ragazza e sopratutto ti aiuto ad avere un lavoro . Aurora era molto felice di aver trovato una amica e una persona che le avrebbe fatto ottenere un nuovo futuro dove per lei tutto era possibile . Aurora non vedeva l’ ora di iniziare e disse – da cosa cominciamo ? . Marion la vide e capì subito cosa fare – la prima cosa che ti fai è una bella doccia calda e non voglio sentire un no . Poi ti trasformo in una dolce signorina .

 

Categorie
Amelia Moretti New York New York University Talia Moore

Talia Moore spiega ad Amelia cosa le sta succedendo

 

Quando Amelia era li dentro la segreteria della New York University aveva una tale espressione . Tutti quanti la conosceva , era quella in cui credi che tutto questo possa essere un incubo da cui ti risvegli ed tutto finito . Ma per Amelia non era né un sogno e nemmeno un incubo . Nessuno sapeva cosa era successo ad Amelia , ma non proprio tutti visto che li c’ era una persona molto uguale ad Amelia . Talia era come Amelia . Amelia era su una sedia e aveva la testa bassa visto che era un modo come un altro per non accettare la verità che aveva davanti agli occhi . Talia andò verso di lei e la abbraccio – senti tesoro lo so che hai paura . Tieni la testa bassa perché non vuoi vedere se tutto questo è una cosa reale oppure no . Amelia alzo la testa con calma e inizio a vedere Talia negli occhi – perché è successa la stessa cosa pure a te ? . Talia aveva fatto una domanda molto dura , prima Talia era come Amelia non voleva accettare la morte dei suoi genitori ma poi riusci a farlo grazie ad amici – si è successa pure a me la stessa cosa . Pure il fatto che ho cambiato aspetto . Se vuoi collega ti aiuto a capire tutto e ti imparo a entrare in un nuovo mondo . Amelia aveva trovato una persona che capiva cosa le stava succedendo in tutto e per tutto . Amelia non era sola , adesso aveva trovata una persona che era uguale a lei non solo in questa situazione ma anche con il fatto che ha cambiato aspetto . Amelia si alzo e decise di andare a casa di Talia visto che lei aveva detto che avrebbe ospitato Amelia in casa sua . Talia sapeva cosa stava passando Amelia e guardo in faccia ognuno dei poliziotti della Narcotici – Voi non sapete cosa sta passando Amelia . Ha visto morire i suoi genitori e poi c’ e stato un uomo con una pistola che la stava inseguendo . Quindi adesso aveva una persona con una pistola non mi pare che sia proprio la cosa giusto per lei . Amelia una volta arrivata a casa di Talia si fece una doccia calda e cosi cercare di cancellare il ricordo di quella sera ma era ancora dentro la sua mente vivido più che mai . Amelia cercava ancora di capire cosa le stava succedendo – perché ho cambiato aspetto ? . Talia era pronta a dirle tutto su come ha fatto a fare una cosa del genere . Amelia e Talia si misero nel salotto – Ora ti spiego cosa sei divenuta . Amelia non sapeva cosa le era successo e voleva una spiegazione – voglio sapere tutto . Insegnami per favore . Se questo mi serve per vivere allora voglio imparare . Talia era pronta a far vivere questa Amelia visto che adesso era sotto la sua custodia ed era l’ unica che l’ aveva ascoltata con il cuore in mano – Tu sei divenuta una mutate . Adesso te ne do una dimostrazione . Talia davanti ad Amelia si trasformo tale e quale ad Amelia . Talia e Amelia erano identiche come sorelle gemelle . Amelia si alzo e andò vicino a Talia e inizio a toccare i suoi capelli lunghi e di colore rosa . Amelia e Talia erano come davanti a uno specchio . Amelia non era spaventata anzi era molto curiosa – per favore voglio imparare da te . Voglio capire come si fa . Ma non solo per vivere ma perché vorrei fare qualcosa nel mondo . Talia vide che Amelia voleva usare questo potere per fare del bene – va bene ti insegno ma a una condizione . Amelia quando senti quelle parole senti quasi parlare sua madre – quale è questa condizione ? . Talia vide che Amelia aveva una faccia un po’ scocciata – se usi male questo potere non te lo faccio usare più e smettiamo con queste lezioni . Se lo usi per fare del male non ti aiuto più a controllarlo , anzi ti lascio in queste condizioni e solo quando mi chiedi aiuto per tornare ad essere buona , allora solo in quel modo ti aiuto . Anche se Amelia era non era d’accordo decise di accettare visto che era l’ unico modo per fare lezione con Talia . Amelia vide che Talia era molto severa – non ti pare di essere troppo severa . Talia inizio ad avere una faccia molto seria – ora ti spiego perché sono molto severa . Se non usi bene questo potere potresti perdere per se il controllo e cosi perdere questo aspetto . Amelia non pensava che era pericoloso questo potere – quindi posso perdere questo aspetto ? . Talia non voleva dire bugie visto che se lo avesse fatto non avrebbe aiutato la situazione di Amelia – si . Potresti perderla per sempre e poi non so cosa ti può succedere . Quindi per favore sta attenta quando usi questo potere oppure quello che ti succede non ti piacerà per niente . Amelia vide che Talia era severa ma lo era per un buon motivo e decise di fare come diceva lei .

 

Categorie
Demone Demoni Dr Ilaria Fermi Druido Invocatore Invocatrice Serena Arcieri Vanessa Arcieri

Serena aiuta Vanessa a crearsi una nuova identità

Serena aveva guidato fino a quando non aveva trovato un motel da due stelle , visto che aveva cercato sua sorella notte e giorno e per tre settimane e un mese e in tutto quel tempo non aveva dormito nemmeno . Serena e Vanessa arrivano alla reception e parlo Serena visto che voleva subito darsi una ripulita e poi dormire per almeno tre o cinque ore – vorrei una stanza al piano terra . Il responsabile un uomo di 25 anni , capelli neri e davvero molto e diede a loro due la stanza n° 7 che era a piano terra . Serena e Vanessa erano andate nella stanza con calma e senza molti bagagli e Serena con se si era portata un taccuino della Moleskine che aveva comprato e non aveva mai usato , ma adesso per sua cugina era arrivato il momento di usarlo visto che grazie a quel taccuino si sarebbe creata una nuova identità e poi sarebbero andate in avanti nel loro lungo viaggio verso la casa degli Zii di Vanessa . Serena aveva dormito tre ore sul quel letto soffice e fatto di lenzuola nere , ma molto belle e poi si era andata a fare una bella doccia calda . Serena si mise una maglietta viola e dei pantaloncini corti di colore blu scuro e vide che Vanessa era sveglia . Vanessa si prese qualcosa di fresco e poi una volta tornato in camera – che ci devi fare con questo taccuino che hai in mano . Serena lo lancio a Vanessa – io niente , ma se dobbiamo andare avanti ti dobbiamo creare una nuova identità e poi da questo parte tutta la tua vita . Vanessa non aveva mai fatto niente del genere – ma io non ho mai falsificato documenti e non ho mai fatto niente . Serena lo sapeva già visto che aveva visto la vita di sua sorella e vedeva che era troppo pulita – ti ho osservata e ho visto che sei troppo pulita . Ma adesso se vuoi vivere in questo mondo tra invocatore , demoni e druidi ti devi sporcare un po’ le mani . Vanessa cerco di capire se si poteva fare in modo pulito – c’ e un modo per farlo pulito si o no . Serena fece capire subito a Vanessa che in modo pulito non si poteva fare e se lo voleva fare era un suicidio – Ora ti spiego , non stiamo parlando di persone che non sanno il fatto loro . Loro hanno appigli ovunque e quindi se vuoi fare il gioco pulito come dice la tua prossima destinazione e il manicomio visto che nessuno ti vorrà credere . I Figli della Notte farà di tutto per farti sembrare una pazza e tu non ottieni nulla . Vanessa ci rimase un po’ delusa del fatto che non poteva fare questa cosa in modo legale e Serena lo pote vedere negli occhi di Vanessa – Vanessa ti aiuto io a fare questa cosa . Adesso te la creo online la tua identità e cosi noi potremo andare in avanti . Vanessa ci penso per molto tempo e alla fine riusci a trovare una identità giusta – Ilaria Fermi . Il mio nuovo nome sarà Ilaria Fermi , sono di New York e poi il resto lo fai tu . Serena aveva preso il suo portatile dalla macchina e pure la sua macchina fotografica visto che per quello che doveva fare ci voleva una sua foto . Serena prese una sedia – Vanessa ti siedi un attimo qui e resta ferma seno non faccio bene la foto e ne devo fare un altra . Vanessa si mise seduta sulla sedia con le gambe e la schiena dritta e Serena con la sua macchina fotografica fece la foto e poi la mise sul computer e poi inizio a fare l’ hacker e cosi creo una nuova identità a Vanessa . Prima di finire con tutta questa storia Serena torno nella sua auto e prese una macchina per creare dei documenti veri e non quelli falsi . Entro dentro la sua stanza e si mise sul suo letto e con le gambe incrociate fece il nuovo documento di Vanessa . Adesso non era più Vanessa , ma era Ilaria Fermi e fino a quando qualcuno non scopriva tutto , erano al sicuro .

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Osservatore Osservatori Ottobre Settembre

Scopriamo un nuovo universo

Vicino all’ universo di  Starbound si era aperto un nuovo universo ma per il momento non era possibile visitarlo visto che era in elaborazione e nessuno sapeva se si apriva oppure no questo universo e per fare in modo che nessuno ci potesse entrare all’ entrata c’ era Settembre . E chi meglio di un Osservatore che se uno fa una cosa lui può bloccare le persone visto che lui sa già tutto e quindi loro erano le persone migliori a sorvegliare tale posto e quindi avevano messo Settembre di guardia visto che era il migliore non voglio offendere gli altri Osservatori ma il loro capo era Settembre e per questo lui era il migliore degli altri . Io entrai in macchina e decisi di chiamare Ada visto che voleva essere avvisata se c’ era un nuovo universo , Ada rispose al telefonino dopo essersi messo l’ accappatoio visto che aveva deciso di farsi una bella doccia calda . Una volta risposto si mise un look tutto nero e poi quando arrivai sotto casa sua lei entro in macchina e con molta calma andammo li dove era Settembre per sapere qualcosa su questo universo . Una volta arrivati , io e Ada scendemmo dalla macchina con calma e andammo verso Settembre . Ada chiese a Settembre mentre si fumava una sigaretta , se la tolse per qualche minuto – Questo nuovo universo di che cosa parla ? . Settembre sapeva che non in questo universo non c’ era niente ma almeno ci disse qualcosa su questo universo – Allora questo universo parla di pirati , adesso non potente entrare visto che in questo universo si deve fare ancora tutto e anche il portale per entrare quindi adesso potete andare .

Categorie
Casa del Detective Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto Galleria Galleria Foto Rebecca Russo Valentina Richardson

Rebecca Russo scatta foto per l’ universo di LEGO Movie: The Videogame

Rebecca Russo si stava allenando con Valentina Richardson nel corpo a corpo e stavano andando molto bene . Aveva deciso di farlo dopo aver pranzato un pò per stare in allenamento e fare in modo che niente le potesse sorprendere . Quando finirò erano bagnate di sudore e cosi andarono a farsi una bella doccia calda di sopra . Rebecca Russo andò in cucina e vide che c’ erano degli aggiornamenti sulla Gazzetta dell’ Universo . I nuovi aggiornamenti parlavano dell’ universo di  LEGO Movie: The Videogame , parlano di alcuni momenti tra i quali c’ era Batman e altri personaggi di quel luogo . Rebecca sali le scale busso alla porta di Valentina , Valentina aveva dei problemi a chiudere il suo vestito che si doveva chiudere con la zip ma lei non aveva le mani dietro e quindi non ci riusciva . Rebecca vide che sua figlia Valentina era in difficoltà le tolse i capelli con calma e poi le chiuse la zip con calma .Una volta chiusa fece vedere a sua figlia Valentina mentre si stava mettendo delle scarpe nere di moda con la zip – Senti se vuoi venire con me , io adesso vado con Daniel nell’universo di Lego Movie . Valentina stava ascoltando sua madre Rebecca e le disse con calma una volta messa e chiusa l’ altra scarpa – certo che vengo . Rebecca prese il suo telefonino mi chiamo e io ero pronto ad aiutarla nel completare il suo book fotografico e cosi noi tre visto che veniva anche Valentina insieme a noi . Una volta arrivati li io e Valentina aiutammo Rebecca a scegliere i momenti migliori da fotografare .

 

Categorie
Cattedrale Gabriella Griffiths Roberta Shadow Black Universing Universo

Gabriella Griffiths aiuta Roberta nell’ Universing

Il giorno dopo Gabriella si era svegliata verso le sei di mattina e come al solito si era andata a una buona doccia calda e poi andava a fare colazione ma quel giorno fu tutto diverso e non sapeva come mai ci stava mettendo tanto ad arrivare nella cucina . Gabriella dopo che era uscita dalla doccia era entrata senza saperlo nella versione Universing della Cattedrale e alla fine vide che la cucina era solo un po’ più in avanti . Gabriella era vestita con il suo pigiama nero e quando vide Shadow Black gli chiese spiegazioni su come mai la nave era molto grande e come mai ci aveva messo cosi tanto ad arrivare li in cucina . Shadow Black che era girato verso Gabriella , cosi le disse con un tono calmo mentre si stava versando del caffè bello forte nella sua tazza – Senza saperlo tu sei entrata nell’ Universing e la Cattedrale dove noi ci troviamo e diventata molto più grande di quello che era prima . Gabriella era felice di essere tornata nell’ Universing ma lo voleva fare lei da sola e non in questo momento e quando vide che Shadow Black si stava versando il caffè per stare ancora più sveglia e cosi tenere gli occhi aperti – mi dai pure a me il caffè . Shadow Black vedeva che a Gabriella serviva visto che era stanca e cosi Shadow Black glielo verso in una tazza rossa e molto bella . Dopo averlo bevuto Gabriella stava andando ad esplorare la Cattedrale che era molto più grande ma Shadow Black la fermo in tempo – Gabriella è meglio che tu ti tolga il pigiama e ti metta maglietta e pantaloni perché tra poco qui nell’ Universing della Cattedrale arrivano un sacco di persone e non vuoi che ti vedano in pigiama . Gabriella torno in camera sua e cosi si mise una maglietta nera , pantaloni neri e scarpe nere e dopo un po’ dovette chiedere la porta della sua stanza visto che la Cattedrale era divenuta davvero molto popolata e quindi era meglio che si era vestita come aveva detto Shadow Black . Quando usci vide un sacco di gente e tra le quali una bambina che stava per essere travolta da una enorme folla di persona . Quando la vide non vedeva una sconosciuta ma lei nel passato , cosi si butto e la prese in tempo per poi portarla fuori da quella enorme folla . La bambina che aveva sette anni che ora era tra le braccia di Gabriella le diede un bacio sulla guancia e poi le disse nell’ orecchio sinistro – grazie per avermi salvato . La bambina si chiamava Roberta e non aveva i genitori , Gabriella la porto in camera sua e vide che era sporca e per farla entrare le diede dei cioccolati e per farla venire li dentro le disse – Se entri ce ne sono altre . Roberta entro e vide che c’ era una scatola piena sul letto e Gabriella la tratto molto bene come se avesse incontrato una persona non una persona che veniva dalla strada . Gabriella vide che sul corpo aveva segni di frustate , segni di ferite e anche molte altre ferite . Gabriella le disse mentre mangiava con Roberta – ti va se ti aiuto a toglierti dalla strada e cosi ti aiuto a diventare una bella signorina . Se te ne vai dalla strada in cui stai non devi più rapinare le persone , non avrai più queste ferite e sopratutto puoi guadagnare con lavoro vero . Roberta se le sognava quelle cose e disse a Gabriella – queste cose me le sogno , Gabriella le disse mentre vedeva le sue ferite sul suo corpo – che ne dici che ti aiuto a far diventare questo sogno una cosa reale . Roberta decise di fidarsi di Gabriella visto che con lei era stata davvero molto gentile , Gabriella le fece la doccia e curo le sue ferite e alla fine la fece diventare una persona molto diversa da quello che era prima . Roberta adesso aveva un bel vestito rosso e bel cerchietto sui suoi bellissima cappelli rossi che prima erano sporchi . Adesso grazie a Gabriella , Roberta era rinata ed era divenuta una bella signorina pronta a fare qualcosa nell’ Universing . 

Categorie
Acqua Gabriella Griffiths I.A K.A.R.E.N Shadow Black

Gabriella Griffiths conosce K.A.R.E.N

Gabriella in vita sua non aveva mai parlato con una intelligenza artificiale e quindi per lei sarebbe stata una cosa davvero molto strana . Gabriella quando dopo tre ore di sonno si sveglio , aveva la testa che gli scoppiava e poi inizio a vomitare all’improvviso e meno che li c’ era un secchio che Shadow Black gli aveva preparato vicino al letto . Appena Gabriella ebbe finito di vomitare andò nel bagno che era nella porta accanto alla sua camera da letto e inizio a bere un po’ d’ acqua per sentirsi meglio dopo tutti i litri di vomito che aveva buttato nel secchio . K.A.R.E.N aspettava prima che Gabriella si vesti e per salutarla voleva aspettare almeno che lei fosse vestita e voleva dare alla ragazza la sua privacy . Una volta che la ragazza si era fatta una bella doccia calda e si era messo qualcosa di pulito il computer – Buon pomeriggio Gabriella. Gabriella si era svegliata verso le 15:40 del pomeriggio e rimase sorpresa che qualcuno parlasse ma sapeva che non era Shadow Black visto che lui aveva una voce più forte e davvero molto profonda . Gabriella mentre era li a capire cosa era successo , non se lo ricordava e I.A – ti stai chiedendo cosa ti è successo se vuoi te lo posso dire ? . Gabriella voleva sapere cosa era successo dopo tutto faceva parte della sua vita e lo voleva sapere cosa era successo visto che riguardava anche il suo stato di salute – Non so come ti chiami ma voglio sapere cosa mi è successo ? .

Il computer mentre osservava Gabriella che adesso i suoi segni vitali erano buoni – io sono Karen , ti ho chiamata attraverso una mia opzione . Tu hai guidato Shadow Black dove eri io e poi sei svenuta e sei rimasta nel letto tre ore . Gabriella lo voleva sapere a tutti i costi e disse al computer – mi puoi dire come mai sono svenuta e non voglio sentire bugie . Karen vedeva negli occhi che Karen la voleva sentire la verità e non voleva sentire bugie o una storia scritta cosi , ma voleva sapere la verità pure e semplice . Shadow Black aveva detto a Karen prima di farla parlare con Gabriella – allora Karen presta attenzione se vuoi andare d’ accordo con Gabriella non le devi dire bugie oppure si arrabbia e non ti parla per molto tempo . Karen alla fine dovette dire tutta la verità a Gabriella – allora dentro di te ci sono dei poteri molto particolare e io per farti sentire da te ho usato uno di loro attraverso un modo non molto convenzionale . E stata colpa mia se ti sei sentita male ma se non lo avessi fatta sarei morta e tutto quello che avevo e la Cattedrale sarebbero state distrutte .

Gabriella sentendo queste cose non se la prese con Karen molto , anche se per colpa sua era svenuta però era meglio di morta . Poteva capire lo stato in cui era Karen dopotutto pure Gabriella quando era nella strade di Whitechappel era nella stessa situazione di Karen cioè che per il freddo , la fame o la sete sarebbe morta da un momento all’ altro . Karen non capiva come mai Gabriella non era arrabbiata dopotutto era quasi morta per colpa sua – Perché non sei arrabbiata con me ? Ti ho quasi fatta morire .Gabriella mise la mano sul suo cuore e diresse a Karen delle belle parole che se fosse stata umana avrebbe pianto – Io ero nella tua stessa situazione e forse nella strada sarei morta per mancanza di fame , di acqua o di altre cose che mi servivano e come te sarei potuta morire in ogni situazione particolare . Karen e Gabriella erano tutti e due nella stessa situazione ma adesso erano insieme e sopratutto non più in fin di vita . 

Categorie
Angelica Wood Angelina Armi Shadow Black

Angelica Wood parte 41

Angelica Wood aveva deciso di farsi allenare da Shadow Black , visto che in alcuni momenti con molta attenzione e seguendo ogni sua mossa lei aveva visto che Shadow Black era davvero molto bravo . Shadow Black un giorno stava entrano in camera di Angelica , cercando di vedere cosa fare . Shadow Black era vicino a camera di Angelica e senti dei rumori che provenivano direttamente da camera sua . Shadow Black inizio a sbirciare in camera di Angelica Wood che si stava allenando con i suoi Kai che erano stati affilati e fatti molto bene . Shadow Black appena vide le armi che aveva Angelica Wood capì subito che erano stati fatti da Angelina in persona e li aveva fatti per Angelica . Angelica quando li ottenne fu molto felice , ma prima di poterli portare con se doveva imparare le basi e non farsi molto male , visto che anche se Angelica Wood era un muta-forme se il Kai veniva ficcato nella tua mano sinistra o destra faceva sempre un casino di male e quindi Angelina si chiuse con Angelica nella sala di allenamento e rimase fino a quando non imparo a utilizzare i Kai come si deve . Shadow Black entro in camera e sorprese Angelica – sei molto brava con quei Kai , che ne dici di diventare molto più brava allenandoti con me .

Angelica fu molto sorpresa di vedere Shadow Black dietro di lei mentre si stava allenando da solo con i Kai . Angelica sapeva che era brava ma Shadow Black era molto più brava di lei nelle varie armi e sopratutto i Kai che Angelica aveva in mano con una stretta forte e non li avrebbe lasciati per niente al mondo , sopratutto nei combattimenti visto che Angelina la guardo con uno sguardo serio una volta che Angelina aveva preso dalle mani di Angelica i Kai e poi glieli stava mettendo vicino al petto con calma e poi mentre era vicino al suo cuore che stava battendo a un ritmo molto più veloce – devi stare più attenta e cerca di tenerli con più forza . Se ero un tuo nemico ti avrei ucciso senza nessuna pietà . Angelica aveva visto che Angelina gli aveva preso i Kai in un battito di ciglia , Angelica non poteva fare niente visto che li teneva ancora con meno forza . Questo perché prima non era ancora arrivata al momento in cui uno le aveva puntato un ‘ arma al cuore , ma adesso grazie ad Angelina aveva imparato a capire che in ogni momento poteva morire . Quando ricominciarono il loro allenamento Angelica aveva deciso di cambiare e anche da lontano Angelina vide che Angelica aveva stretto la presa sulle armi che teneva in mano e quella volta fu più difficile sconfiggere Angelica.

Angelina aveva preso dalle mani di Angelica I Kai ma quella volta ci mese sette volte per farlo e poi andò vicino a lei con i Kai in mano che era molto forte e con una presa molto stretta e poi li abbasso mettendoli via li sul muro per fare in modo che dare un messaggio ad Angelica cioè che il loro allenamento era durato molte ore . Angelina andò ad abbracciare Angelica che era felice di vedere tutti i progressi che aveva fatto – sei stata bravissima ci hai messo un po’ ma hai capito come fare e sei diventata bravissima con i Kai . Angelica mentre era abbracciata con Angelina mentre era felice dei progressi grazie ad Angelina che aveva imparato tutto da lei ed era stato davvero una cosa davvero utile per salvare la sua vita da tutti i pericoli che arrivavano sul suo cammino – io ho avuto una brava maestra . Angelica se ne stava andando a fare una buona doccia , andò in bagno e li senza essere vista da nessuno si tolse tutto e si butto sotto la doccia e cosi lei si poteva rinfrescare un po’ dopo tutto quell’ allenamento che aveva fatto . 

Categorie
Annie Annie Claus Babbo Natale Damon Saintcall Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Natale Renna

Annie Claus scopre il telefonino in camera sua

Annie Claus si era andata a fare una bella doccia calda , io ero entrato in camera sua tanto lei nel vestirsi si vestiva in bagno e io avevo tutto il tempo giusto per mettere il telefonino sulla sua scrivania . Annie Claus era stata molto tempo fuori nel freddo e con la sua renna era andata a prendere qualcosa da mangiare per le renne che erano affamate e che si sono volevano le passeggiate li nella foresta . Con calma e molto ben coperta e munita della protezione della sua renna , lei riusci a prendere tutto il mangiare possibile per tutte le renne affamate . Babbo Natale e Annie avevano deciso di stare molto attenti con le renna visto che li c’ erano quelle creature a forma di pupazzi di neve e controllano il ghiaccio e voleva uccidere le renna di Babbo Natale per impedire che il Natale fosse festeggiato come tutti gli altri anni . Il Natale era un momento magico per moltissimi bambini che sono in tutto il mondo ma alcune persone in cui dentro il loro cuore c’ e solo odio e quindi quelle persone non lo festeggiano . Le creature che sono li al Polo Nord sono controllate da una forza oscura che odia molto profondamente il Natale . Da quando Babbo Natale e sua figlia Annie avevano scoperto di queste creature il primo dicembre grazie a me , loro sono stati in pensiero per le renne e cosi hanno deciso di scortarle di persona quando vanno nelle varie parti e sopratutto nella foresta quando vanno li per stare in pace e con le altre renne che sono li .

Mentre Annie si stava facendo la doccia io presi il telefonino che avevo in tasca e glielo misi con cura sulla sua scrivania e poi le scrissi un messaggio su un foglio normale “ Salve Annie scusami se non te lo posso consegnare di persona , ma di do questo telefonino in caso tu debba telefonarmi se sei in pericolo . Basta che mi chiami e io verro .”

Misi il telefonino li sulla sua scrivania e il foglio sotto il suo telefonino , poi me ne andai e Annie si era vestita con calma e poi vide il telefonino e vide il mio messaggio e dietro c’ era scritto passo dopo passo come utilizzarlo e nella rubrica c’ era il mio numero di telefonino , quello di mia sorella Alyssa e di mio fratello Damon . Gli avevo dato quei tre numeri di cellulare per fare in modo che potesse contattare mia sorella Alyssa o mia fratello Damon se lei era in pericolo e io non potevo venire da lei .