Categorie
Pandora Pandora Black Venere

Pandora chiede a Venere una cosa

pandora_black_vicino_al_vaso_by_dominatoredipoteri-d3j5riv

Pandora si mise a girare attorno al corpo di Venere e vide che in pochi minuti il suo corpo non era più pieno di miele ma era normale ma adesso la sua pelle era bella , delicata e molto liscia . Pandora diede a Venere il suo vestito bianco che non si era bagnato nemmeno un pò . Mentre Venere si metteva il suo vestito bianco con calma e senza nessuna fretta visto che non doveva andare da nessuna parte . Mentre si metteva il vestito sentiva che Pandora aveva una domanda – tesoro se mi devi fare una domanda falla e io ti rispondo . Se non me la fai non saprai mai la mia risposta . Pandora resto li vicino al letto di Venere visto che aveva fatto questa cosa nella sua stanza da letto – perchè ti sei cosparsa il corpo di miele ? . Venere fece cenno a Pandora di venire verso di lei e lei lo fece con calma . Una volta vicino a Venere – tocca la mia mano e capisci tu stessa . Pandora mosse la sua mano destra verso la mano destra di Venere e vide era molto bella e delicata – la tua mano è molto liscia . Venere vide la faccia di Pandora e capì che il miele aveva dei benefici per il corpo – vedi il miele ha dei benefici per il tuo corpo . Ma devi stare attenta perchè le api non fanno prendere a tutti il loro miele . Se vuoi ti posso aiutare a ottenere una pelle perfetta come la mia ma solo se vuoi . Venere vide che Pandora aveva ancora questo problema e doveva fare qualcosa per farglielo passare .

 

Categorie
Angela Ferrante Beatrice Ferrante Daniela Pellegrini Strega

Daniela Pellegrini parla a Beatrice

strega3py0

Beatrice prima di far dormire nel suo letto Daniela per 9 ore di fila gli fece una domanda che era importante per lei – quanto tempo ti sei allenata per riuscire ad alzare un letto ? . Daniela non rispose alla domanda fatta da Beatrice . Beatrice vide che Daniela aveva gli occhi chiusi e non si svegliava . Quando era colazione Beatrice fece un bel cornetto a Daniela . Daniela dopo essersi fatta una doccia calda e dopo essersi messi i suoi vestiti che erano stati lavati da Beatrice . Dopo tutto quello Daniela si ricordo la domanda che Beatrice le aveva fatto ieri sera . Dopo aver messo un piccolo boccone del suo cornetto alla crema – ci ho messo due settimane . Ci ho provato tutti i giorni e alla fine ci sono riuscita . Poi dopo essersi messa a tavola con sua madre Angela e con Daniela – grazie per aver salvato mia madre . Daniela fece vedere il suo sorriso più bello – grazie a voi per farmi restare qui a casa vostra . Non ho una casa mia e non so se posso rimanere oppure no . Angela doveva decidere visto che non sapeva come avere una strega in casa avrebbe cambiato la sua vita . Beatrice inizio a vedere sua madre Angela con dei grandi occhi da cerbiatta e prima che Beatrice potesse dire qualcosa – prima che tu lo chieda con questi occhi ci devo pensare . Beatrice e Daniela erano felici visto che Angela non aveva detto nè no ma nemmeno si . Si doveva vedere e lo volevo vedere se sarebbe successo oppure no .

 

Categorie
Alukard Saintcall Assassino Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Helena Saintcall Jack Norrington

Addestramento con La Rosa Nera parte 5

Isla De Muerta cioè Isola della Morte , veniva chiamata in quel modo perché li morirono moltissime persone , chiunque e andato in quel luogo è morto di una morte molto dolorosa . Davanti all’ isola c’è una coltre nera come la pace , questa è una protezione che ha fatto mio padre Alukard insieme a mia madre Helena . Per fare l’ incantesimo si presero per mano si concentrazione sulla Protezione della Nebbia Oscura e dalle loro mani comparve una nebbia oscura che poi inondo l’ intera isola . Sull’ intera isola c’ erano centinai migliaia di corpi , tutte queste persone erano persone con poteri molto potenti e tutte quante erano nemici dei miei genitori . Questo era successo prima che sul mio pianeta scoppio la Guerra dell’ Universo dove loro erano divenuti dei mostri senza coscienza e come tutti gli altri Dominatori di Poteri volevano distruggere l’ intero universo . Li per non far vedere al mondo cosa avevano fatto , fecero questa coltre di oscurità , ma l’ avevano fatta anche per far non avvicinare me . Tutti i genitori vogliono che i propri figli non vedono i loro grandi e profondi misteri , una tra i quali era questo . Molte volte dentro di me mi chiedevo quali segreti hanno i miei genitori e quel giorno avrei scoperto la profonda carneficina che avevano fatto li . Loro sul quell’ isola avevano perso il controllo e si erano trasformati , la trasformazione era dovuta al fatto che avevano ucciso le persone che li avevano portati su quell’ isola e sopratutto erano morti davanti ai loro occhi e visto che erano amici intimi di famiglia , loro decisero di vendicare la loro morte e quel giorno i nemici videro quello che in ogni pianeta temeva cioè “ La Rabbia Nera dei Dominatori di Poteri “ . Prima di andare sull’ Isola della Morte ebbi ben due avvisi dai miei genitori , due lettere interdimensionalmente , una da mio padre Alukard e una da mia madre Helena . Andai da mio padre Alukard e lui mi disse – Non ci devi andare su quell’ isola , è piena di pericoli e sopratutto ci sono mostri incredibili . Ma tutto quello che mi diceva mio padre mi diceva ci devo andare per capire perché non vogliono che io non ci vada . Anche mia madre Helena aveva provato di tutto anche a piangere e anche usare la voce forte contro di me . Io dissi a loro in tutte e due lettere – Sentite adesso con la Rosa Nera e li sopra c’ e una talpa dei Templari e vuole ucciderci tutti quanti. Il mio piano non è andare dentro l’ isola ma avvicinarmi il più possibile vicino alla vostra coltre oscura uccidere e buttare la talpa li dentro e quando i Templari vedranno che lui non torna penseranno che lui è scappato per paura . Non so come ma durante le lettere interdimensionali i miei genitori potevano essere tutti e due li dentro e quando sentirono il mio piano capirono che era un ottimo piano e poi Helena disse – Ok , però andare sull’ isola . Come ti abbiamo detto li sono grandi pericoli e mostri molto pericolosi . Io li guardai e capì subito all’ istante anche senza utilizzare il potere di capire se uno mentiva , capì che i miei genitori stavano mentendo alla grande . Su quell’ isola c’ era un mistero e loro non volevano che io lo scoprissi , ma io lo volevo scoprire e anche se i miei genitori hanno fatto di tutto per fermarmi , io ci sarei andato lo stesso . Dopo quelle lettere spiegai il mio nuovo piano a tutti tranne a Jack Norringthon . Lo feci la sera tardi sul ponte della nave e poi ce ne andammo li e pensavo che tutto andasse come avevo programmato io , ma niente andò come doveva . Eravamo molto vicini alla coltre oscura e la Rosa Nera stava prendendo la sua spada e uccidere Jack Norringthon , li Jack Norringthon capì che lui era la talpa . Proprio in quel preciso momento arrivò una nave dove c’ erano famiglia formata da cinque persone , Jack Norringthon prese una spada da uno dei pirati e poi si butto con la fune sulla nave . Io lo insegui e lo prese Emily la persona più piccola che apparteneva a quella famiglia , Jack avvicinò la spada al piccolo collo della ragazzina e disse – fa un ‘ altro passo e la ragazzina muore . Ma poi lo fece lo stesso e poi davanti a me uccise anche gli membri della famiglia , io mi arrabbiai cosi tanto che il colore dei miei occhi diventò viola . Il mio giubbotto da nero a rosso fuoco e poi un ‘ aura attorno rossa come il fuoco che ardeva e poi scaglia tutta la ira contro Jack Norringthon . Tutti i pirati videro quanta rabbia stavo dimostrando e mentre stavo per uccidere Jack Norringthon , La Rosa Nera fece quello che le avevo detto .

Il messaggio che mandò a Sarah la Fenice Rossa era “ Sarah la Fenice Rossa sono io la Rosa Nera , devi venire a queste coordinate che adesso ti mando . Daniel ha perso la calma e se non lo fermi potrebbe uccidere tutti quanti “ . Il messaggio lo ottenne subito e subito in pochi minuti comparve vicino a me e mi blocco e poi con i suoi poteri mi fece svenire e poi fece svenire anche Jack Norringthon . Dopo molto tempo mi svegliai e davanti a me c’ era Sarah la Fenice Rossa e io disse a lei – grazie per essere intervenuta , seno avrei ucciso anche La Rosa Nera e la sua ciurma e io non me lo sarei mai perdonato .

Meno male che La Rosa Nera mi ha avvisato in tempo , vorrai dire – mi guardo con quegli occhi che mostravano un giudizio , sapeva che le nascondevo qualcosa – prima o poi mi dirai cosa nascondi e quando lo saprò io e te faremo una lunga chiacchierata e non solo con me ma anche con Alyssa e con Damon . Sapevo che aveva ragione che alla domanda più importate per me e che cercavo di non farlo sapere a nessuno , un giorno avrei dovuto rispondere .

Andai sul ponte e tutti i pirati avevano paura di me , stavano guardando un uomo o un mostro ma a guardare i loro sguardi si mi stavano come un mostro , dovevo controllare la rabbia dentro di me . Mi serviva per le sfide future , non dico che la Rosa Nera non era quella persona che mi poteva aiutare ma forse sapevo qualcuno che mi poteva aiutare , dovevo fare da solo . Se lo avessi detto ad Alyssa o a Sarah Saintcall mi avrebbero preso per pazzo e mi avrebbero fermato in ogni modo possibile . C’ era una sola persona nell’ universo che era in grado di far controllare agli altri la propria oscurità , nel mondo era conosciuta come Malefica , la regina dell’ oscurità . Dovevo solo aspettare il modo giusto per andare da lei senza farmi vedere da nessuno e senza farmi sentire da nessuno . Se il mio piano avesse fallito io sarei stato perso nella mia oscurità per sempre e anche se Sarah Saintcall mi avrebbe fermato io avrei fatto di tutto per andare da lei e farmi allenare . Alukard e Helena erano riusciti a controllare questa rabbia nera ma a loro non potevo più chiedere perché erano morti e anche se avevo le lettere interdimensionali stavo li solo per pochi minuti , invece con Malefica avrei avuto tutto il tempo per allenamento nel controllare tutta la mia oscurità e sopratutto avrei controllato la Rabbia Nera . Alukard e Helena cioè i miei genitori per controllare la Rabbia Nera andarono da lei perché lei in tutte le parti del mondo e dell’ intero universo era conosciuta anche come “ La Regina dell’ Oscurità “ . Anche se erano nemici che rispettava , lei dopo un po’ di tempo decise di farlo perché anche se i miei genitori non lo sapevano avevano tolto qualche nemico che la stessa Malefica si voleva togliere dai piedi . Alla fine dopo molte decisione decidi di farlo , di andare lei e di non farmi condizionare da nessuno e dirmi a destra e a manca cosa fare e dove andare . Pure La Rosa Nera mi guardava con terrore , io volevo far paura ma non a lei , io volevo mettere paura ai miei nemici e invece ho fatto tutto l’ in contrario , adesso c’ era un unico modo per potere controllare la Rabbia Nera cioè andare da Malefica . 

Categorie
Delilah Cooperspoon Dominatore di Poteri Osservatore Osservatori Settembre

Allenamento con Delilah Cooperspoon parte 2

Le sere dopo che finivo di allenarmi con lei , io non tornavo a casa dormivo li mi dicevo se poi dovevo tornare li tanto valeva dormire li . Ma la cosa più difficile per me era dormire , dopo quello che era successo sul mio pianeta era davvero molto difficile dormire li in quel posto . Per me non faceva nessuna differenza il posto , io non riuscivo a dormire , Delilah Cooperspoon pensava da giorni che io dormivo ma non era cosi . Questo lo scopri il terzo giorno in cui era la dentro , la sera sudavo e avevo continue visione del passato , ma non di un evento passato di un mese o un di anno fa , ma della guerra che è stata fatta sul mio pianeta . Delilah entrò nella camera dove dormivo e mi vide alzato che stavo dipingendo il futuro . Vedeva me e Delilah mentre mi insegna a utilizzare il potere dell’ aria e del ghiaccio , non era un solo dipinto né erano tre e tutti erano fatti da me con gli occhi completamente bianchi . Delilah si avvicino a me e quando mi vide con gli occhi completamente bianchi , non si mise paura e disse – fermati , basta dipingere . Lei non riusci a fermarmi , nessuno dei suoi uomini ci riusci , contro di loro utilizzai il potere della telecinesi e li lancia molto lontano . Dopo aver dipinto mi risvegliai e vidi i mobili a terra e mezzi bruciati , finestre rotte , Delilah non si era fatta male ma non si poteva dire per i suoi uomini . Erano fuori dalle finestre e alcuni erano in mare , Delilah allora fece questo cioè lancio l’ incantesimo noto come Reparo Totalum , tutte le cose che io avevo rotto tornarono al loro posto e tornarono integre come erano prime . Delilah mi guardò un po’ storto – Prima che tu dica qualcosa , devo sapere altro del fatto che tu non riesci a dormire . Si , quando dipingo il futuro non dovevo essere interrotto in nessun modo , non dovete toccarmi o altro . Se mi toccate o provate a fermarmi mentre lo faccio potrei fare del male a molte persone e poi non mi ricordo quello che ho fatto . Delilah mi squadro e capi che il problema di questa cosa che io non dormivo , era associato a quello che è successo al mio pianeta natale ma anche altro . Lei sapeva qualcosa , ma non sapeva tutto , nessuno sapeva che io e mia sorella Alyssa fossimo andati li sul pianeta a combattere . Ma anche con tutti i nostri poteri ed elementi non siamo riusciti a salvare i nostri genitori e il nostro popolo . Come avevo visto nella mia visione Delilah mi insegno l’ incantesimo Reparo Totalum , i miei occhi studiarono l’ incantesimo , cercarono di capire come funziona e come deve funzione . Per capirlo ci mise 5 secondi e poi questa informazione entrò dentro il mio corpo dal cervello . Dopo una sola occhiata feci l’ incantesimo e funzionò perfettamente , come lo aveva fatto Delilah Cooperspoon . Prima che continuassimo la guardai – mi dispiace di quello che ho fatto ieri sera , non volevo colpire e non volevo far del male a nessuno . Delilah mi guardò negli occhi e vide che ero veramente dispiaciuto come dicevo – Non farti una colpa , quello che hai fatto sul tuo pianeta ti ha traumatizzato e oramai e successo . Non capisco quello che vuoi dire – feci finta di non sapere quello che lei diceva , ma lo sapevo perfettamente e lei aveva fatto centro . Delilah si avvicinò a me e disse in maniera molto seria – tu sei tornato sul tuo pianeta natale e hai cercato di aiutare tuo padre e tua madre e le persone sul tuo pianeta , ma non ci riuscito , quello che hai fatto e quando sei tornato sulla Terra ti è successo quello che è successo cioè non dormi . Delilah Cooperspoon è una strega davvero molto in gamba , una cosa che non mi aspettavo e che lei leggeva le menti e riusci a leggere la mia , ci mise un po’ ma alla fine ci riusci e mi lesse come io fossi un libro aperto . Io allora non potevo fare altro che confermare le cose che lei aveva detto , poi dissi a lei – ora torniamo ad allenarci , Delilah mi guardò e disse – evitare il discorso lo renderà soltanto una domanda interessante e prima o poi uno di domanderà se ci sei stato o no sul tuo pianeta natale a combattere . Io tenni lo sguardo sugli occhi di Delilah – qualcuno lo farà , ma nessuno lo farà per un motivo io per l’ intero universo sono morto quindi per il momento nessuno me lo chiederà . Delilah questa volta non pote obbiettare su questa cosa e poi ricominciammo il nostro allenamento sul ghiaccio e sull’ aria . Se ero in grado di combinare gli elementi potevo fare moltissime e i miei attacchi diventavano potentissimi e ottime mosse per sbaragliare il nemico . Ottime mosse per diventare un ottimo combattente , se una sa combinare gli elementi uno può davvero essere molto in gamba . Per farlo ci vuole davvero molta pratica e moltissima concentrazione , quando lo fai devi stare sempre concentrato , se perdi la concentrazione solo per un attimo puoi far del male davvero a molte persone . Se volevo far del bene mi dovevo mettere a usare bene questi poteri . Seno nel futuro le persone invece di eroe , mi avrebbero trattato da cattivo e trattato davvero molto peggio . Non volevo che se mi sparlasse in modo cattivo . L’ addestramento con Delilah sull’ aria e sul ghiaccio procedette molto bene , con il ghiaccio mi fece vedere le stalattiti di ghiaccio e con l’ aria come lanciare in aria un oggetto e utilizzare l’ aria per indirizzare la cosa lanciata contro il proprio nemico . Quando Delilah faceva questo utilizzava le dita , due dita per la precisione e muoveva l’ oggetto in modo perfetto . L’ occhio della fenice entro in azione , mi fece capire come faceva e perché muoveva le mani . Subito provai io e lo feci perfettamente , come lo aveva fatto Delilah . Delilah e i suoi alleati mi guardavano e volevano capire come avevo fatto tanti progressi in due giorni , alla fine dopo un lungo pensare si ricordo che Alukard mio padre fece la stessa . Poi venne verso di me e mi guardò negli occhi e vide che erano rossi come il fuoco che arde e disse – tu hai gli occhi della fenice , giusto o no ? . Si ho gli occhi della fenice e si sono integrati con i miei occhi naturali , grazie a questo posso vedere tutto . Io lessi il pensiero di Delilah “ Quanto vorrei avere la sua vista , vedere tutto quello che vede lui ed entrare nell’ Universing . Vorrei essere li e uccidere tutti quanti nessuno escluso “ . Avevo sentito che lei era malvagia , ma quando lessi il suo pensiero capì che era veramente malvagia e crudele come gli Osservatori mi avevano detto .

Continua