Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Mr. Peabody e Sherman – nuovo trailer italiano del film d’animazione DreamWorks

Disponibile un nuovo trailer italiano per Mr. Peabody & Sherman, nuovo lungometraggio targato DreamWorks Animation diretto dal regista Rob Minkoff (Il re leone).

Continuiamo a trovare il character design di questo nuovo film assolutamente delizioso, anche se ha il difetto di non essere appariscente o particolarmente originale, ma visto il materiale di base ci sembra perfettamente in tono e soprattutto siamo certi che quella del team di animatoriDreamworks, che ci hanno regalato gli strepitosi cavernicoli de I Croods, sia una scelta voluta.

La trama ci racconta di un geniale cane scienziato (Mr. Peabody) che decide di adottare un ragazzino (Sherman) e fargli da padre, inconsapevole che ben presto Sherman e una sua vivace compagna di scuola, a bordo della macchina del tempo “Tornindietro”, finiranno per mettere a soqquadro la storia e indovinate un po’ a chi toccherà rimettere le cose a posto?

 

Categorie
Cinema Film Foto Galleria Foto Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Need for Speed – primo trailer, locandina e immagini dell’action di Scott Waugh

DreamWorks ha reso disponibili un primo trailer, una locandina e alcune immagini ufficiali perNeed for Speed, l’adattamento del regista Scott Waugh (Act of Valor) dell’omonima serie di videogames di corse automobilistiche.

Il film racconta di una gara contro il tempo attraverso gli States di un meccanico (Aaron Paul) che incastrato per omicidio colposo da un ricco e arrogante pilota ex NASCAR (Dominic Cooper) cercherà vendetta in un torneo di corse clandestine.

Il trailer è piuttosto sorprendente, il regista Scott Waugh invece di presentare una versione modificata e ancor più appariscente di “Fast and Furious”, punta invece sul lato drammatico, omaggia a più riprese il videogame originale prediligendo l’elemento pilota singolo contro tutti, gli inseguimenti con la polizia, le ambientazioni di ampio respiro e aggiungendo un gradevole un look a mezza via tra reminiscenze di alcuni classici anni ‘60 e ‘70 come Bullitt e Driver l’imprendibile e il primo Fast and Furious di Rob Cohen.

Insomma il primo impatto ci ha oltremodo incuriosito e conosciamo bene il talento del giovane protagonista Aaron Paul, volto noto della serie tv Breaking Bad visto anche nel sequel Mission Impossible 3 e nel remake L’ultima casa a sinistra.

Il film è interpretato anche da Imogen Poots, Kid Cudi, Ramon Rodriguez, Rami Malek, Harrison Gilbertson, Dakota Johnson e Michael Keaton.

Basato sul franchise di videogiochi di corse di maggior successo mai realizzato, con oltre 140 milioni di copie vendute,”Need for Speed” della DreamWorks Pictures cattura le emozioni del gioco in un ambiente reale. Un ritorno emozionante per i grandi film di corse in auto degli anni ‘60 e ‘70, quando l’autenticità ha portato l’azione ad un nuovo livello di intensità, “Need for Speed” attinge da ciò che ha reso seducente il mito delle strade americane.

La storia racconta di una gara quasi impossibile contro il tempo attraverso il paese in quella che inizia come una missione di vendetta e che invece si trasformerà in redenzione. In un ultimo tentativo di salvare la sua officina, il meccanico Tobey Marshall (Aaron Paul), che con il suo team modifica e potenzia vetture per corse su strada è costretto a malincuore ad entrare in società con il ricco, arrogante ex pilota NASCAR Dino Brewster (Dominic Cooper). Proprio quando una grossa vendita di auto alla broker Julia Bonet (Imogen Poots) potrebbe salvare l’azienda, il risultato disastroso di una gara clandestina di Dino farà accusare Tobey di omicidio colposo.

Due anni più tardi, appena uscito di prigione, Tobey in cerca di vendetta ha l’intenzione di sfidare Dino in un torneo di corse clandestine, ma per arrivare in tempo, Tobey dovrà lanciarsi in una sfrenata corsa contro il tempo, lanciando un guanto di sfida ricco di azione, schivando i poliziotti da costa a costa e sfuggendo a chi è interessato alla taglia che Dino ha messo sulla sua auto. Con l’aiuto del suo fedele team e con alleata una Julia che si rivelerà sorprendentemente piena di risorse, Tobey sfida ogni probabilità di successo ad ogni svolta e dimostra che anche nel mondo appariscente delle supercar esotiche, il perdente può ancora arrivare primo.

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Starbuck – 533 figli e…non saperlo: due nuove clip in italiano della commedia canadese

Davvero deliziosa questa comedy canadese del regista Ken Scott che ha attirato l’attenzione di Steven Spielberg che con la sua Dreamworks ne ha prodotto un remake statunitense ancora diretto da Scott, con Vince Vaughn protagonista e dal titolo The Delivery Man.

Il protagonista dell’originale è il quarantunenne Patrick Huard, una vera star in Canada, attore drammatico, comico, autore, conduttore di programmi, regista e produttore è apparso in 15 lungometraggi tra cui segnaliamo l’action poliziesco del 2006 Doppia indagine (Bon Cop, Bad Cop ) che in patria ha sbancato i botteghini.

A seguire vi proponiamo due nuove clip in italiano tratte dal film.

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Box Office Italia: Monsters University batte Turbo e l’Evocazione

La rinastica del botteghino tricolore, che come ogni anno in arrivo a fine estate, con l’ultima settimana d’agosto e la sfornata dell’immancabile cartoon post vacanza. Peccato che in quest’occasione le pellicole animate siano state due, con incassi inevitabilmente divisi. TraTurbo e Monsters University, ovviamente, ha vinto il titolo Pixar, ma senza strafare, com’era forse lecito attendersi.

Il prequel di Monsters & Co., uscito mercoledì nei cinema d’Italia, ha infatti incassato 2.998.951euro, con 432.250 spettatori paganti, mentre la pellicola Dreamworks, uscita lunedì, si è fermata ai 2.094.400 euro, con 317.782 ticket staccati. Presi insieme, i due film hanno raggiunto quella soglia dei 5 milioni che probabilmente in solitaria avrebbero facilmente agguantato. Ma d’altronde si sa, la via della logica nella programmazione italiota prende spesso svolte tutte sue. Medaglia di bronzo di tutto rispetto, in questo match tra nuove entrate, per L’Evocazione, horror campione d’incassi in tutto il mondo. 1.334.938 gli euro incassati dal titolo di James Wan, con 194.259 spettatori. Visto il passaparola, potrebbero serenamente arrivare i 4 milioni per la pellicola Universal. Ultima new entry di grido Red 2, arrivato ai 965.797 euro con 144.875 ticket venduti, con Wolverine – L’immortale, primatista nell’ultimo mese, sempre più vicino al tetto dei 5 milioni di euro.

Incasso totale quasi imbarazzante per Kick-Ass 2, arrivato al mezzo milione di euro dopo oltre 10 giorni di programmazione, con Now You See Me – I maghi del crimine ad un niente dai 4 milioni e mezzo, seguito dai quasi 250.000 di Open Grave e dal milione di euro firmato La notte del giudizio. 76.000, infine, gli euro incassati dalle preview di Come ti spaccio la famiglia, in uscita a metà settembre.

Altro weekend ricco e variegato quello in arrivo, grazie alle uscite di Shadowhunters – Città di ossa, da mercoledì al cinema, a qui seguiranno gli sbarchi de La Variabile UmanaIn Trance,Elysium e Starbuck – 533 figli e non saperlo. Chi riuscirà a spodestare Monsters University dal trono?

 

Categorie
Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Starbuck – 533 figli e…non saperlo: tre clip in italiano e locandina della commedia canadese

In attesa che debutti negli States The Delivery Man, il remake targato Dreamworks con Vince Vaughn, Bolero Film ed Europictures Distribuzione portano in Italia l’originale, la comedy canadese che ha sbancato il box office in patria e conquistato il pubblico francese che l’ha definita la miglior commedia dell’anno.

Sia l’originale che il remake sono diretti dal regista Ken Scott e affrontano il tema dell’inseminazione artificiale e di una paternità improvvisa e quanto mai prolifica in un mix di risate, ritmo e sconvolgimenti emotivi.

A seguire vi proponiamo tre clip in italiano tratte dal film: nella prima il protagonista David Wozniak riceve da un avvocato la notizia di essere padre di oltre 500 figli dopo un disguido della clinica a cui l’uomo anni prima ha donato il suo seme; nella seconda Wozniak scopre il nome e il profilo di uno dei 142 figli che hanno chiesto di conoscerlo; infine nella terza clip, dopo essersi reso conto di non poter fare il padre di così tanti figli, Wozniak decide di trasformarsi per loro in una sorta di angelo custode.

Categorie
2013 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Turbo: featurette in italiano, clip e locandine per il nuovo cartoon Dreamworks

Dreamworks Animation ha reso disponibili due featurette e una clip sottotitolate in italiano, per il cartoon diretto e co-sceneggiato dall’animatore e doppiatore canadese David Soren, che esordisce su grande schermo dopo aver diretto i cortometraggi Madly Madagascar e Buon Natale, Madagascar!.

Nella prima featurette “Pimp my shell” scopriamo come è stato creato il look delle lumache protagoniste del film e in particolare dei loro sgargianti gusci, nella seconda l’attore Ryan Reynolds, che doppia il protagonista, parla del film e infine nella clip scopriamo i personaggi “umani” che vedremo su schermo.

Prima di lasciarvi alle clip a seguire trovate una dichiarazione del regista sul film, mentre se volete approfondire sono disponibili la colonna sonora e una nostra recensione in anteprima.

TURBO, come spiega il regista e co-sceneggiatore David Soren, è un mix di generi cinematografici, perché abbina il supereroe alle corse automobilistiche, ma, “fondamentalmente, TURBO è la storia di un perdente che ce la fa. Turbo ha tutte le caratteristiche del personaggio destinato ad avere la peggio. Dalle lumache, la cui vita è irta di ostacoli, non ci si aspetta nient’altro che una lentezza estrema. Ma, andando un po’ più a fondo, una lumaca è perfetta per essere il cuore di una storia su un personaggio con poche chance nella vita”. E che dire invece di una comune lumaca da giardino che si trasforma in un potente invertebrato capace di viaggiare a tutta velocità? “Il sogno di Turbo di diventare qualcosa che è agli antipodi della sua natura non può che generare frustrazione, sorpresa e felicità quando il sogno diventa realtà”, afferma Soren.

 

Categorie
2013 2014 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo Video e Trailer

Dragon Trainer 2: primo trailer italiano per il sequel Dreamworks

Disponibile un primo teaser trailer italiano per il sequel Dragon Trainer 2. che inizia cinque anni dopo gli eventi narrati nel primo film e vede Hiccup (Jay Baruchel) e Sdentato esplorare nuovi territori, mentre il resto dei suoi amici si godono le gare dei draghi. Durante uno dei loro viaggi Hiccup e Sdentato scoprono una grotta segreta di ghiaccio in cui vivono centinaia di nuovi draghi selvaggi e il misterioso Cavaliere del drago. Così i due amici si ritrovano al centro di una battaglia per proteggere la pace.

Il primo trailer ci mostra alcune sequenze di volo che ci mostrano Hiccup volare in perfetta simbiosi con il suo drago mostrando anche alcuni marchingegni che gli permettono un volo sicuro e alcune spericolate acrobazie davvero spettacolari.

Il film include anche le voci di Craig Ferguson, America Ferrera, Jonah Hill, Christopher Mintz-Plasse, TJ Miller, Kristen Wiig, Kit Harrington e Gerard Butler. Dragon Trainer 2 esce negli States il 20 giugno 2014..

 

Categorie
2013 2015 2016 Cinema Film Mondo Mondo del Cinema New York Notizie Notizie dal Mondo

Furore: arriva il remake Dreamworks

Furore (The Grapes of Wrath) viene ancora oggi considerato il romanzo simbolo della grande depressione americana degli anni trenta. Scritto da John Steinbeck, premio Nobel per la letteratura del 1962, pubblicato nel 1939 a New York e considerato il suo capolavoro, Furore divenne film nel lontano 1940, grazie alla regia di John Ford.

7 le nomination agli Oscar, con due statuette vinte (regia ed attrice non protagonista) ed un successo di critica quasi unanime, tanto dall’essere stato inserito fra i film conservati nel National Film Registry presso la Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti, ma anche al ventunesimo posto della classifica dei cento migliori film americani di tutti i tempi.

Ebbene 73 anni dopo quella versione Furore tornerà in sala grazie alla Dreamworks, che ne ha deciso il remake. Steven Spielberg dovrebbe prendere il timone produttivo, ma senza interessarsi alla regia, visto l’imminente ritorno sul set con American Sniper. Ambientato negli anni 30, il romanzo di Steinbeck ruotava attorno ad una famiglia espropriata della propria terra dalle immancabili banche. Senza molte altre scelte, caricarono quel che avevano su un camion e dall’Oklahoma partirono verso la California con le loro poche cose e la promessa di una terra fertile. Conoscendo lotta, miseria e paghe da fame, ma i sopravvissuti si rimetteranno in piedi.