Categorie
2013 Microsoft Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Xbox live Xbox One

Xbox One: Microsoft conferma l’autopubblicazione dei titoli indipendenti

Con un messaggio inviato ai curatori di Engadget, il corporate VP della divisione Xbox di Microsoft, il sempre più famoso Marc Whitten, ha offerto delle importantissime anticipazioni sulle mosse che la multinazionale di Redmond intende compiere nei prossimi mesi per garantire alla scena videoludica indipendente il “diritto” all’autopubblicazione dei propri titoli e un più veloce processo di certificazione dei progetti da proporre all’utenza di Xbox Live:

“La nostra visione è che ogni persona può essere un creatore di contenuti. Che ogni Xbox One può essere utilizzata per sviluppare. Che ogni gioco o esperienza possa trarre vantaggio dalle funzionalità di Xbox One e di Xbox Live. Questo significa autopubblicazione. Questo significa Kinect, il cloud, gli achievement. Questo significa grande visibilità su Xbox Live. Durante la GamesCom di agosto vi diremo tutto ciò che c’è da sapere al riguardo, dal modo in cui tutto questo verrà reso possibile al tempo necessario affinchè tutto sia fatto come si deve.”

Le dichiarazioni di Marc Whitten fanno seguito alle indiscrezioni raccolte dalle gole profonde di Game Informer in merito, appunto, ai piani del colosso americano relativi alla completa riformulazione del sistema di certificazione dei videogiochi da pubblicare e, se possibile, pubblicizzare su Xbox Live. Lo stesso Whitten, però, ci tiene a far presente ai ragazzi di Kotakuche non tutto sarà possibile sin dal giorno di lancio: la funzionalità che permetterà a qualsiasi giocatore di utilizzare la propria Xbox One come un devkit, infatti, sarà disponibile solo in un secondo momento, probabilmente tramite un comunissimo aggiornamento del software di sistema.

Alimentate dai rumor rincorsisi in questi giorni sui siti e sui forum videoludici di mezzo mondo e dalle ancora brucianti vicende legate all’annuncio e al successivo abbandono dei sistemi di controllo simil-DRM di Xbox One, le anticipazioni dei curatori di Game Informer hanno così indotto le alte sfere di Microsoft a uscire allo scoperto confermando che sì, sulla loro prossima console casalinga gli sviluppatori della vulcanica scena indie potranno pubblicare in maniera completamente autonoma i propri videogiochi.

Ai boss della divisione Xbox basterà questo annuncio per ricucire lo strappo con gli sviluppatori indipendenti e riguadagnare la loro fiducia? Solo il tempo – e un esercito di PR disposto a tutto pur di ingraziarsi gli attori grandi e piccoli della scena indie – ci dirà se la mossa di Microsoft risulterà essere o meno vincente. Nell’attesa che gli imperscrutabili astri videoludici s’allineino per mostrarci in anticipo la direzione che prenderà il mercato nei prossimi mesi, vi lasciamo ricordandovi la GamesCom di Colonia si terrà tra il 21 e il 25 agosto e che la commercializzazione di Xbox One è prevista nel mese di novembre.

Categorie
2013 Microsoft Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Windows 8 Windows Phone Xbox 360

Xbox Music – una versione web in arrivo

Secondo quanto riportato da un portavoce Microsoft a Engadget, c’è una versione web di Xbox Music in arrivo, probabilmente per la settimana prossima.

Si tratta di un sistema simile a Spotify, presente al momento su Xbox 360, Windows Phone e Windows 8 come caratteristica interna al sistema operativo dei vari dispositivi, ma con il lancio della versione internet dovrebbe diventare disponibile a tutti a prescindere dal dispositivo utilizzato e dal relativo sistema operativo.

Si tratterà probabilmente di un’applicazione basata su Silverlight, ma in grado di essere utilizzata da qualsiasi browser compatibile.

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto Mondo Notizie Notizie dal Mondo Ps4 Videogiochi Xbox 720 Xbox One

Microsoft non punta alla grafica con Xbox One

Greg Williams, uno degli elementi chiave dietro l’architettura di Xbox One, ha svelato che Microsoft non punta a vincere la next-gen da un punto di vista grafico.

“È chiaro che non ci siamo preposti come obiettivo il raggiungimento del livello grafico più alto. Vogliamo creare una buona piattaforma di intrattenimento e penso che lo stiamo facendo in una maniera intelligente”, è stato il commento di Williams ai microfoni di Engadget.