Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, le ragazze ammesse alle Accademie Nazionali!

La Federazione Ginnastica d’Italia ha pubblicato le ammissioni alle Accademie Nazionali, gli ex centri tecnici federali in cui gli atleti di punta si allenano durante l’anno (si intende sempre scolastico: 1° settembre-30 giugno).

 

Cambiamenti importanti a Milano dove rimangono solo Carlotta Ferlito e Francesca Deagostini, le quali verranno seguite da Paolo Bucci e Tiziana Di Pilato.

Altre tre ragazze potranno appoggiarsi alla struttura (ma senza nessun onore per la Federazione): Iosra Abdelaziz, Desiree Carofiglio e Martina Maggio.

 

A Lissone, da pochi mesi inaugurata come Accademia, vedremo: Elisabetta Preziosa, Elisa Meneghini, Martine Buro ed Enus Mariani, finalmente al suo primo anno tra le seniores. La brianzola, però, dovrà passare la visita medica specialistica che la attende a breve, dopo i problemi di crescita con cui ha combattuto da aprile.

Alessia Praz e Alice Linguerri sfrutteranno la struttura, senza onori per la FGI.

 

A Brescia, invece, si allenerà ovviamente Vanessa Ferrari che farà da stimolo alle promettenti Chiara Imeraj e Pilar Rubagotti sotto gli occhi di Enrico Casella, Direttore Tecnico della Nazionale.

Il PalAlgeco sarà sfruttato a volte anche da Erika Fasana (speriamo che recuperi dal dannato infortunio alle tibie), Martina Rizzelli e Sofia Busato: le tre comasche si alleneranno abitualmente a Fino Mornasco.

 

Roma, infine, sarà la tana di Giorgia Campana (dovrà recuperare il suo infortunio), Chiara Gandolfi, Lavinia Marongiu e Giorgia Morera.

 

Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Anversa 2013, Deagostini e Leolini: il vostro debutto Mondiale!

Due italiane si apprestano a fare il loro debutto ai Mondiali di ginnastica artistica. Francesca Deagostini e Alessia Leolini calcheranno il palcoscenico iridato per la prima volta in carriera.

 

La milanese ritorna in campo internazionale dopo 18 mesi di assenza. L’ultima volta conquistò un fantastico bronzo a squadre agli Europei di Bruxelles 2012, prima della mancata convocazione alle Olimpiadi e dell’operazione al ginocchio che ha sicuramente cambiato la sua carriera.

La toscana è al primo anno da seniores e ha subito vestito il body azzurro più importante. Anche lei era presente a Bruxelles quando conquistò l’argento con la squadra juniores prima che Enus Mariani volasse verso il titolo continentale.

 

Oggi pomeriggio incroceranno di nuovo le loro strade, nella seconda suddivisione.

La Leolini dovrà tenere a bada la grandissima emozione che sicuramente la prenderà in gara. La scaccerà con una grandissima serie di esercizi, che ha esibito con convinzione durante la prova podio. Se salisse in pedana quella stessa Alessia ne vedremmo davvero delle belle… Al corpo libero ha lo Tsukahara in seconda diagonale subito dopo il Tabak iniziale; al volteggio presenterà due salti (carpio mezzo il migliore); alle sue parallele ha addirittura quattro salti con addirittura lo Shaposnikova che la spara a 5.7 di D Score. Per lei sarà fondamentale fare esperienza.

La Deagostini, invece, entrerà nel codice dei punteggi grazie alla sua entrata alla trave (cliccate qui per vederla e scoprire di cosa si tratta), ha inserito l’enjambè cambio e ci dovrebbe regalare altre grandi sorprese. L’obiettivo è quello di ben figurare, di trovare delle risposte in prospettiva 2014 e lanciare una risposta chiara a tutta la concorrenza.

 

Entrambe saranno impegnate nella seconda suddivisione, in programma dalle 16.30. Inizierà Francesca alla trave che poi passerà il testimone ad Alessia, la quale seguirà l’ordine: corpo libero, volteggio, parallele asimmetriche. Cliccate qui per vedere il dettaglio dell’ordine di rotazione.

 

Categorie
Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, Enus Mariani: il ritorno è servito! Schiena: tutto ok!

Ecco la notizia che tanto aspettavamo! In perfetta linea sulla tabella di marcia che ci aveva annunciato a metà primavera (cliccate qui per leggere l’articolo), Enus Mariani torna in pista dopo il brutto infortunio alla schiena che l’aveva tenuta ferma negli ultimi mesi.

La più grande promessa dell’artistica italiana ha finalmente tolto il busto che l’ha aiutata a mettere a posto i continui problemi di crescita negli ultimi 90 giorni.

 

La Campionessa Europea juniores ora è libera e prontissima per tornare ad allenarsi! Deve ripartire da quanto di buono fatto vedere in Serie A e al Trofeo di Jesolo, quando alle parallele sconfisse la grande Bailei Key (fresca campionessa americana juniores con degli esercizi e dei punteggi da brivido). I suoi esercizi devono continuare ad aumentare il D Score per sognare un grandissimo 2014 quando arriverà il tanto desiderato passaggio tra le seniores.

 

Questo il messaggio che ha postato sul suo profilo Facebook:

Finalmente, oggi, dopo 90 giorni ho tolto il busto, finalmente, libera… grazie a tutti quelli che mi sono stati vicino, grazie a tutti quelli che mi vogliono bene… VI ADORO..“.

E questa la foto bellissima che ha lasciato a tutti i suoi fans. La aspettiamo al più presto in gara… Speriamo: PIU’ FORTE DI PRIMA, come lei stessa ama dire.

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica: Tea, Lara, Martina contro l’Europa. Per le medaglie?

Mentre i maschietti stanno per scendere in pedana, le nostre favolose juniores devono ancora attendere ventiquattro ore per fare il loro debutto nel mondo degli EYOF.

L’Italia si presenta con chiarissimi obiettivi: ben figurare nella prova a squadre provando a difendere fino all’ultimo il titolo conquistato due anni fa; centrare un podio nel concorso generale individuale; agguantare qualche medaglie nelle specialità. Non sarà facile, ma è possibile. Certo, durante la prova podio di ieri diversi presenti hanno storto il naso di fronte alle prestazioni delle azzurrine, ma contano davvero poco. Vedremo lo stato di forma quando conta.

 

Il nostro è un buon collettivo, il migliore al momento disponibile a questo livello, senza mai dimenticare l’assenza di Enus Mariani (la Campionessa Europea è ferma per l’ormai consueto problema alla schiena).

Per le medaglie a squadre sarà consueta lotta contro Russia e Romania (priva comunque della stellina Munteanu, che rinvia per l’ennesima volta la sfida con Enus, a questo punto tra le seniores): partiamo un filino svantaggiate, ma in gara (e in questa categoria) può succedere di tutto). La Gran Bretagna vanta un ottimo terzetto, ma a livello complessivo ci pare un filino sotto alle tre grandi del continente (la campionessa Tyesha Mattis e Ellie Downie sono comunque da tenere d’occhio).

 

Tea Ugrin ha tutte le carte in regola per mettersi al collo l’oro nell’all-around. La fresca campionessa italiana ha degli step abbastanza definiti per arrivare in alto: mantenere alta la concentrazione; non farsi emozionare; cercare di essere perfetta, di mantenere una routine regolare, senza cercare picchi ad un attrezzo per poi magari fare male altrove. Insomma deve ripetere quanto ha fatto vedere ad Ancona: non di meno, magari un filino di più. Attenzione a parallele e trave (crediamo i due soliti esercizi da 5.8 di D Score), solito corpo libero con tre diagonali (5.3, ma questo sarà da rivedere nei prossimi mesi), FTY al volteggio (qui forse pagherà dazio).

Le avversarie principali? C’è tantissima attenzione su Andreea Iridon, ennesima stellina spuntata fuori dall’Universo della grande Romania. Stranamente è una grande parallelista a dispetto della scuola da cui proviene e poi eccelle alla trave, com’è naturale che sia. Un misto di grandi difficoltà e di coreografia accattivante che la rende tutta particolare. Anche lei ha il tallone d’Achille nel volteggio… La sensazione è che chi tra lei e Tea farà meglio alla tavola, possa avere in taglia almeno metà del successo.

 

Già solo metà perché bisognerà fare i conti con un trio russo davvero formidabile. Maria Kharenkova (verosimilmente è lei la favorita numero uno, inutile nasconderci troppo) si allena addirittura con le seniores della Nazionale ed è molto più che una promessa: fortissima al corpo libero (molta potenza), spicca alla trave per rapidità e precisione, ma pecca moltissimo sugli staggi (stranamente). Anche Viktoria Kuzima si allena con le seniores e è eccellente sugli staggi e sui 10cm, dove in Patria è stata paragonata ad Anastasia Grishina; poca dinamicità e poca potenza non le consentono di volare al corpo libero. Maria Bondareva potrebbe essere una sorpresa, ma è ancora una ragazza dalla caduta molto facile.

 

Capitolo Lara Mori. Torna su un palcoscenico internazionale dopo gli storici Europei del 2012 (proprio insieme a Tea, argento a squadre) e dopo l’operazione di dicembre. Sostanzialmente, esclusa l’uscita in Serie A1 a Firenze fatta per salvare la sua Giglio (con bassissime difficoltà), è da un anno che non la vediamo in gara concretamente. Per questo fare delle previsioni sulla toscana sarebbe più che un azzardo. Sappiamo solo che se è stata convocata, significa che è in buona forma e potrebbe davvero dire la sua. Magari nelle finali di specialità più che nell’all-around.

 

Martina Rizzelli sarà scatenatissima al volteggio col doppio avvitamento. Medaglia? Difficilissimo da dire ora, ma chissà. Il suo contributo sarà fondamentale nella competizione a squadre, dove anche le parallele saranno interessanti. In questa stagione ha davvero fatto benissimo in campionato, alla tavola è risultata la migliore a Padova ed è sostanzialmente alla prima uscita internazionale col body azzurro: emozione che scacciare via appena si andrà in pedana.

 

Nelle finali di specialità, oltre alla russe già nominate e alle britanniche, dovremo tenere d’occhio le altre due rumene Jurca (bene volteggio e corpo libero) e Zarzu (ultima arrivata). Attenzione alle consuete outsider olandese (visto che giocano in casa) e a qualcosa che potrebbe arrivare dalla Germania. Ma insomma il discorso sembra essere molto ristretto.

A domani per le prime risposte…

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, cambiata la classifica della Serie A1 2013!

Dopo la positività riscontrata ad Ilaria Bombelli durante la quarta tappa del campionato di Serie A1 2013 di ginnastica artistica (cliccate qui per leggere la lettera della ginnasta a processo ultimato)la Federazione Ginnastica d’Italia ha provveduto a riformulare la classifica della tappa di Firenze togliendo i punteggi conseguiti dalla romana per la Olos Gym 2000 (che in quell’occasione si classificò seconda). Questo il responso:

 

1.            Gal Lissone         163.500 (25 punti speciali)

2.            Brixia Brescia     161.200 (22 punti speciali)

3.            Artistica ’81        156.850 (20 punti speciali)

4.            Pro Lissone        156.100 (18 punti speciali)

4.            Forza e Virtù      156.100 (18 punti speciali)

6.            Estate 83             152.600 (14 punti speciali)

7.            Ginnica Giglio     151.300 (12 punti speciali)

8.            World Sport        149.850 (10 punti speciali)

9.            La Rosa Brindisi  136.650 (8 punti speciali)

10.          Olos Gym 2000  124.050 (6 punti speciali)

 

Viene così ridisegnata la classifica finale del campionato, con la Olos Gym 2000 che perde il terzo gradino del podio scivolando al quinto posto. La Pro Lissone di Enus Mariani conquista il terzo posto, l’Artistica ’81 di Tea Ugrin è quarta. Lo scudetto, chiaramente, è sempre della Gal; seconda la Brixia. Retrocessioni confermate: in A2 la World Sport Academy e La Rosa Brindisi. Questa la classifica dettagliata:

1.            Gal Lissone      97 punti

2.            Brixia Brescia  87 punti

3.            Pro Lissone      76 punti

4.            Artistica ’81 (Trieste)  64 punti

5.            Olos Gym 2000 (Roma)    64 punti

6.            Forza e Virtù (Novi Ligure)  62 punti

7.            Estate ’83 (Travagliato)   48 punti

8.            Ginnica Giglio (Montevarchi)   42 punti

9.            World Sport Academy (San Benedetto del Tronto)  38 punti

10.          La Rosa (Brindisi)   26 punti

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, le convocate per il collegiale verso l’EYOF

Oltre ai Giochi del Mediterraneo che scatteranno venerdì per quanto riguarda la ginnastica artistica, è iniziato il conto alla rovescia anche per gli EYOF, il Festival Olimpico della Gioventù Europea, in programma a Utrech (Paesi Bassi) dal 14 al 19 luglio prossimi

La rassegna è riservata alle juniores, quindi classi ’98-’99 per quanto riguarda le ragazze. Competizioni completa: concorso a squadre, concorso generale individuale, finali di specialità. Per ogni Nazione possono partecipare tre atlete.

 

Per il settore femminile, il Direttore Enrico Casella ha indetto collegiale in programma a Brescia dal 4 al 12 luglio.

Queste le convocate (in rigoroso ordine alfabetico):

Sofia BONISTALLI (Polisportiva Casellina)

Chiara IMERAJ (Brixia Brescia)

Giorgia MORERA (Olos Gym 2000)

Lara MORI (Ginnastica Giglio Montevarchi)

Martina RIZZELLI (Brixia Brescia)

Nicole TERLENGHI (Estate ’83)

Tea UGRIN (Artistica ’81)

 

Come annunciato già da tempo manca Enus Mariani. La campionessa europea juniores è ancora alle prese con i problemi alla schiena che, però, sembra si stiano risolvendo.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Assoluti -3: presentiamo tutte le ginnaste/1

Tre giorni ai Campionati Assoluti di ginnastica artistica. Tutto pronto ad Ancona (cliccate qui per scoprire tutte le informazioni sull’evento) per ospitare l’appuntamento tricolore. Abbiamo già detto delle assenti: Vanessa Ferrari, Carlotta Ferlito, Enus Mariani, Francesca Deagostini, Lara Mori, Federica Macrì, Jessica Mattoni. Adesso, però, è arrivato il momento di presentare una a una tutte le partecipanti:oggi la prima parte con dodici ginnasteDomani le altre dodici. L’ordine è discrezionale.

 

Giorgia Campana (16 maggio 1995; Nuova Tor Sapienza). Indubbiamente una delle grandi stelle del weekend. La romana torna in pedana da maggiorenne dopo un avvio di stagione spettacolare e che ce l’ha restituita ancora più matura. Terzo posto finale con la Olos Gym 2000, eccellente prestazione a Jesolo, successo nell’individuale di Firenze, convocazione per gli Europei e finale continentale alle parallele. La diciottenne deve difendere il titolo conquistato sugli staggi la scorsa stagione e parte assolutamente con i favori del pronostico anche per vincere il concorso generalesarà un’occasione ghiottissima.

 

Adriana Crisci (24 luglio 1982; Victoria Torino). Trent’anni e non sentirli. L’olimpica di Sidney 2000 è tornata a tutti gli effetti in pista e le uscite degli ultimi mesi lo hanno provato con la promozione in A2 della sua società, la convocazione in azzurro per Jesolo e una voglia di fare che non crolla mai. Staremo a vedere come si presenterà ad Ancona e a cosa potrà ambire. Certamente proverà a conquistare il titolo al volteggio (rivaleggerà con la Rocca), a ben figurare al corpo libero e a ottenere un piazzamento importante nel generale. La torinese ritorna all’appuntamento tricolore dopo l’uscita di Catania del 2012 (che ne rivedeva il rientro nell’artistica che conta), ma questa volta con obiettivi ben più importanti.Ricordiamo che Adriana fu Campionessa d’Italia nel 1996 e nel 2000…

 

Erika Fasana (17 febbraio 1996; Brixia Brescia). Siamo curiosi di vedere lo stato di forma della comasca. Le uscite in serie A non sono state brillanti e hanno notevolmente risentito dell’infortunio alle tibie di questo inverno. Gli Assoluti saranno un buon metro per rivalutare il valore ginnico della diciassettenne dopo le Olimpiadi di Londra e per fare un punto della situazione su quanto potrà proporre nei prossimi mesi. L’anno scorso dovette rinunciare alla rassegna per un lieve infortunio a un dito.Questa volta vorrà sicuramente mettersi in luce e provare a fare buone cose al corpo libero e, perché no, anche al volteggio.

 

Chiara Gandolfi (28 ottobre 1995; Olos Gym 2000). La romana, ormai abitualmente nel giro della Nazionale, ha coronato i primi quattro mesi del 2013 con il terzo posto finale conquistato con la Olos Gym 2000. Non l’abbiamo vista a Jesolo, ma potrebbe cogliere questa occasione per riscattarsi. Punto di forza alle parallele.

 

Serena Bugani (3 aprile 1997; Brixia Brescia). Di rientro da un 2012 difficilela bolognese si è ben comportata nelle tappe di serie A successive ad Ancona. Questa è l’occasione giusta per fare vedere il suo valore a livello individuale. Le sue possibilità le capiremo nella giornata di sabato: in base a quei punteggi capiremo a cosa potrà ambire nelle finali di specialità.

Tea Ugrin (12 giugno 1998; Artistica ’81). Lo scricciolo di Trieste dovrà mettere in mostra tutta la sua eleganza e bravura, dopo un campionato in cui ha fatto vedere eccellenti cose in due tappe. Se dovesse riuscire ad essere pulita e a presentare in modo ordinato tutta la sua routine, potrebbe essere da podio alla sua amata trave (nel 2012 quarta agli Eurojuniores) e potrebbe trovare un ottimo piazzamento nell’all-around.

 

Nicole Terlenghi (17 luglio 1998; Estate ’83). Reduce da un super campionato da neopromossa,sempre tra le migliori juniores del lotto come ha testimoniato a Jesolola quattordicenne potrebbe togliersi alcune soddisfazioni nelle varie specialità…

Martina Rizzelli (24 marzo 1998; Brixia Brescia). Specialistica del volteggio, è stata la migliore nella specialità a PadovaGinnasta promettente, capace di ben figurare su tutti gli attrezzi come ha dimostrato nel campionato a squadre.

 

Giorgia Morera (25 dicembre 1998; Olos Gym 2000). La sorpresa positiva della Serie A in cui ha agguantato, da protagonista, la terza posizione finale con la sua squadra. Molto abile su tutti gli attrezzi.

Giulia Paglia (8 settembre 1999; Coop Parma). Reduce da mesi assolutamente positivi nel primo vero anno importante: bel campionato di Serie A2 e grandi prestazioni a Jesolo. Punto di forza il volteggio.

Alice Linguerri (7 aprile 1999; Edera Forlì). Occasione per fare esperienza e provare a mettersi in luce. Quest’anno ha disputato la A2 col body della Renato Serra. Trova il picco alla trave.

Iosra Abdelaziz (7 dicembre 1999, ASA Cinisello). Di origini egiziane, è un eccellente prospetto che predilige il corpo libero. Gli Assoluti saranno un’occasione importante per fare esperienza.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Assoluti -4: programma, tv, partecipanti, assenti…

Meno quattro all’appuntamento più importante per la ginnastica artistica sul suolo italiano. Il weekend del 25-26 maggio si avvicina e il Pala Rossini di Ancona, già sede della prima prova di Serie A, è pronto ad ospitare i Campionati Nazionali Assoluti sotto l’organizzazione della Ginnastica Giovanile.

L’evento di punta per il nostro Paese che assegna i titoli di Campione d’Italia a livello individuale. Il regolamento è molto semplice: sabato si disputa il concorso generale e si assegna il primo trofeo (sia maschile che femminile). Le otto ginnaste (vale anche al maschile ovviamente) che ottengono il punteggio più alto su ogni singolo attrezzo si qualificano per le finali di specialità di domenica pomeriggio.

 

Il programma è altrettanto semplice.

Venerdì 24 maggio:

15.30-18.30                Prova podio (a porte chiuse)

Sabato 25 maggio:

16.30-19.20 (circa)     Concorso generale e qualificazioni a finali di specialità (maschile e femminile)

Domenica 26 maggio:

15.30-18.30 (circa)     Finali di specialità (maschile e femminile)

 

Al momento NON è prevista alcuna copertura televisiva. Come ben sappiamo, la Rai detiene tutti i diritti sulla trasmissione di gare di ginnastica sul nostro territorio ma nel palinsesto del weekend della televisione pubblica NON c’è traccia degli Assoluti. Per quanto riguarda la giornata di sabato: su RaiSport1 spazio alla ventesima tappa del Giro d’Italia, mentre su RaiSport2 verrà trasmessa la finale del campionato di rugby; domenica tappa finale del Giro d’Italia su RaiSport1, mentre su RaiSport1 è il turno delle semifinali playoff della serie C di calcio. Per il momento è così, ma non è detto che nei prossimi giorni non ci siano notizie in positivo per gli amanti dell’artistica.

Stando così le cose, però, gli unici fortunati che potranno assistere in diretta allo spettacolo saranno gli appassionati presenti sugli spalti del palazzetto del Conero. Biglietti a prezzi accessibilissimi: per la giornata singola intero a dieci euro, ridotto cinque euro; per l’abbonamento al weekend, 15 euro l’intero e 8 euro il ridotto. I tagliandi si acquisteranno direttamente ai botteghini un paio d’ore prima dell’inizio delle gare. In caso di gruppi composti da dieci o più persone è possibile effettuare una prenotazione scrivendo a ginn.giovanilean@libero.it.

 

La rassegna ha visto man mano perdere i suoi pezzi più pregiati. Alla fine il conto assenti, specialmente tra le ragazze, è davvero pesante ed è purtroppo il leit motiv.

Mancherà Vanessa Ferrari, campionessa in carica, che ha preferito (giustamente) riposare e provare a recuperare al meglio dall’infortunio al piede patito a Jesolo e che l’ha limitata parecchio a Mosca.

Non vedremo nemmeno Carlotta Ferlito che, dopo l’amaro Europeo, ha (giustamente) preferito tuffarsi nello studio e concentrarsi al meglio in vista degli Esami di Stato che l’aspettano a metà giugno.

Non ci sarà neanche Enus Mariani, campionessa europea juniores e nostra grande promessa, non inserita nelle liste d’ammissione: si è parlato molto in merito, ma ricordiamo che solo la diretta interessata o la Federazione hanno diritto ad esprimersi con ufficialità.

Salta l’appuntamento tricolore anche Francesca Deagostini: dopo aver riacquistato l’idoneità sportiva, si è preferito optare per un recupero lento e ben ponderato. Stesso discorso per Lara Mori, anche se l’avevamo vista nelle finali di campionato a Firenze per dare la mano decisiva alla salvezza della sua Giglio. Out come da previsione Jessica Mattoni. Assente anche la veterana Federica Macrì.

 

Dunque queste le ventiquattro ginnaste che saranno presenti (per i ragazzi non è ancora uscito il documento con le rotazioni). In rigoroso ordine alfabetico: Iosra Abdelaziz, Sofia Bonistalli, Serena Bugani, Martine Buro, Sofia Busato, Giorgia Campana, Adriana Crisci, Erika Fasana, Joana Favaretto, Chiara Gandolfi, Chiara Imeraj, Giulia Leni, Alessia Leolini, Alice Linguerri, Elisa Meneghini, Giorgia Morera, Giulia Paglia, Alessia Praz, Elisabetta Preziosa, Martina Rizzelli, Arianna Rocca, Pilar Rubagotti, Nicole Terlenghi, Tea Ugrin.

 

Cliccate qui per vedere l’ordine di rotazione. A domani per un ulteriore approfondimento: vi terremo compagnia fino a sabato per arrivare preparati all’evento.

 

Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica Artistica, tutte le partecipanti degli Assoluti

I campionati italiani Assoluti di ginnastica artistica si avvicinano sempre più. Mancano meno di tre settimane al weekend del 25-26 maggio che assegnerà i tricolori individuali, ed ecco che è uscita la lista con tutti i nomi delle partecipanti che vedremo al Pala Rossini di Ancona. Ovviamente in attesa della circolare della Federazione.

 

Iosra Abdelaziz (junior)

Sofia Bonistalli (junior)

Martine Buro (senior)

Sofia Busato (junior)

Giorgia Campana (senior)

Adriana Crisci (senior)

Erika Fasana (senior)

Joana Favaretto (junior)

Chiara Gandolfi (senior)

Giulia Leni (senior)

Alessia Leolini (senior)

Alice Linguerri (junior)

Federica Macrì (senior)

Enus Mariani (junior)

Elisa Meneghini (senior)

Giorgia Morera (junior)

Alessia Praz (senior)

Elisabetta Preziosa (senior)

Martina Rizzelli (junior)

Arianna Rocca (senior)

Pilar Rubagotti (junior)

Nicole Terlenghi (junior)

Tea Ugrin (junior)

 

Da annotare, ovviamente, delle assenze importanti. Su tutte spicca quella di Vanessa Ferrari, che ha preferito osservare un riposo dopo gli Europei per riprendersi al meglio dall’infortunio patito a Jesolo e che a Mosca è costato caro. Manca anche Carlotta Ferlito, che ha staccato un attimo per concentrarsi sui libri e prepararsi in vista degli Esami di Stato che la aspettano a giugno. Deve rinunciare anche LaraMori: dopo l’operazione di dicembre, l’abbiamo vista in A1 a Firenze ma gli esercizi sono ancora troppo facilitati per ambire a qualcosa di concreto agli Assoluti. Speravamo di ammirare anche Francesca Deagostini, ma il recupero dall’operazione di ottobre non è ancora completo. Perdura l’infortunio della Mattoni. Assente anche Serena Bugani.

Per delle analisi più approfondite rimandiamo all’articolo di domani e a quelli che pubblicheremo nell’imminenza dell’evento.

 

Categorie
2013 Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Vanessa Ferrari

Jesolo, Enus d’oro alle parallele! USA (quasi) pigliatutto, grande Biles

Seconda giornata del VI Trofeo Internazionale di Jesolo. Pomeriggio di spettacolo dedicato alle finali di specialità.

Gli Stati Uniti d’America stavano per giocare all’asso pigliatutto: otto primi posti su otto gare tra juniores e seniores. Ma si è messa in mezzo la migliore carta azzurra a disposizione: Enus Mariani. La campionessa europea juniores si destreggia alla grande sulle sue amate parallele, porta a casa un bel 14.350 con un esercizio ben tenuto ma ancora molto migliorabile e conquista il titolo: al Pala Arrex hanno sempre vinto le migliori e oggi la quindicenne brianzola trova il suo posto nell’albo d’oro jesolano (dopo l’argento di ieri nel generale), conquistando il suo secondo successo a livello internazionale dopo quello di Bruxelles 2012 (ben più pesante) mettendo in fila la compagine statunitense. Il duo a stelle a strisce non ha infilato la gara migliore della vita dopo le super prestazioni di ieri: Key terza con 14.000, Hundley ultima per diversi errori. Il secondo posto della specialità va allora a una bravissima Martina Rizzelli che sfonda il muro dei 14 punti (14.200). Enus ha infilato anche il secondo posto al corpo libero, pur uscendo dalla pedana dopo il doppio carpio.

 

Tra le seniores, invece, la regina è una grande Simone Biles. La statunitense, non paga dell’all-around di ieri pomeriggio, doma tre attrezzi: volteggio (15.350, inferiore allo strabiliante 15.900 di ieri), trave (15.100, un decimo meglio nel testa a testa con l’olimpionica Kyla Ross) e corpo libero (14.850). Questa è davvero una grande campionessa e conferma ancora una volta che sarà il futuro della ginnastica d’oltreoceano. Una nuova venere nera, dopo Gabrielle Douglas, sembra avere in mano il pallino del gioco internazionale.

Kyla Ross trionfa alle parallele (14.550), punta di un weekend comunque positivo considerando i tanti problemi dell’inverno. Sugli staggi seniores, seconda è la nostra Giorgia Campana che rasenta i 14 punti e pare essere in grande forma, pronta ancora a graffiare. La romana è quinta alla trave, dove paga una caduta in uscita.

 

L’Italia riesce comunque a mettere almeno una ginnasta sul podio in tutte le finali: Arianna Rocca è seconda al volteggio (14.125), dando una buona risposta partendo dalla nazionale sperimentale;Elisabetta Preziosa è terza alla trave (14.200), molto positiva; Giulia Leni si rende protagonista di un ottimo corpo libero (13.950) e conclude al terzo posto.

Per quanto riguarda le juniores: Nicole Terlenghi è d’argento al volteggio come Lavinia Marongiu alla trave; Sofia Bonistalli terza al corpo libero. Degli altri “successi” si è già detto. Mancava ovviamente Vanessa Ferrari dopo l’infortunio di ieri, ma arrivano notizie positive (cliccate qui per saperle). Assente anche Elisa Meneghini.

 

Di seguito i punteggi di tutte le ginnaste impegnate nel pomeriggio e i piazzamenti di tutte le finali:

VOLTEGGIO (seniores):

Simone Biles               15.350

Arianna Rocca             14.125

Lexie Priessman          13.225

Wakiko Ryu                7.225

 

PARALLELE ASIMMETRICHE (seniores):

Kyla Ross                   14.550

Giorgia Campana        13.950

Brenna Dowell             13.900

Wakana Inoue             13.250

Laura Schulte              12.450

Martine Buro              11.600

Ilaria Kaeslin              10.100

 

TRAVE (seniores):

Simone Biles               15.100

Kyla Ross                   15.000

Elisabetta Preziosa     14.200

Natsumi Sasada          13.700

Giorgia Campana        13.600

Ilaria Kaeslin              13.500

Jessica Diacci              13.150

 

CORPO LIBERO (seniores):

Simone Biles               14.850

Margaret Nichols        14.400

Giulia Leni                  13.950

Natsumi Sasada          13.350

Erika Fasana               12.650

 

VOLTEGGIO (juniores):

Bailie Key                   14.750

Nicole Terlenghi         13.775

Aiko Sugihara             13.775

Martina Rizzelli          13.400

Marina Kawasaki        12.650

 

TRAVE (juniores):

Bailie Key                   14.500

Lavinia Marongiu        13.300

Amelia Hundley          13.150

Koko Dobashi              13.100

Tea Ugrin                    13.000

 

PARALLELE ASIMMETRICHE (juniores):

Enus Mariani              14.350

Martina Rizzelli          14.200

Bailie Key                   14.000

Yuki Uchiyama           13.900

Mireja Gloor               13.000

Amelia Hundley          12.350

 

CORPO LIBERO (juniores):

Bailie Key                   14.650

Enus Mariani              13.650

Sofia Bonistalli           13.300

Wakana Yasui             12.700

Amelia Hundley          12.250

Giada Grisetti             12.250