Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Coppa del Mondo -1: tutto sulle partecipanti. Chi vincerà?

Meno uno al ritorno della tanto attesa Coppa del Mondo. La prima tappa del circuito iridato si svolgerà a Stoccarda (Germania), con in programma anche un concorso a squadre oltre al classico all-around individuale. Clicca qui per sapere tutto sulla Coppa del Mondo.

 

Tanti nomi importanti tra le partecipanti. Big, ginnaste che non si esibivano da tempo e ora da riscoprire, una novità, due italiane e tanto altro ancora. Molte di loro porteranno in campo esercizi nuovi di zecca. Assistere a questa prima tappa ci può dare un idea approssimativa di quello che succederà durante la stagione 2014 ormai alle porte.

Ricordiamo che Elizabeth Price difende il titolo conquistato lo scorso anno. Vanessa Ferrari concluse al quinto posto nel 2012.

 

Analizziamo le ginnaste che parteciperanno al concorso generale individuale e cerchiamo di stilare una nostra classifica (semplici previsioni, come d’abitudine).

 

ELIZABETH PRICE

Anni: 17

Nazione di provenienza: USA

Miglior risultato in carriera: oro AA World Cup 2012

Attrezzo migliore: volteggio e corpo libero

La Price è tornata in pista!  Dopo un lungo periodo di stop causa infortuni e un campionato nazionale in cui ha gareggiato con esercizi semplificati, il grado di preparazione della statunitense  è ancora un incognita. Ma sappiamo che le feroci ginnaste statunitensi siano un osso duro anche  malconce. E la caparbia Ebee non è da meno. Non si accontenterà di un secondo o terzo posto.

Chissà se riporterà il suo programma completo o se ci mostrerà ancora una volta quello semplificato. Quello che è certo è che tutti i fans della ginnastica vogliono rivedere il suo spettacolare Amanar al volteggio e il suo Silivas al corpo libero, da lei eseguiti in maniera unica!

 

LARISA IORDACHE

Anni: 17

Nazione di provenienza: Romania

Miglior risultato in carriera: oro alla trave agli Europei 2013, oro al corpo libero agli Europei 2012

Miglior risultato stagionale: oro alla trave agli Europei 2013, bronzo al corpo libero ai Mondiali 2013

Attrezzo migliore: Trave

La Iordache è una delle favorite del circuito. Saranno lei e l’americana Elizabeth Price a contendersi il primo posto (salvo sorprese inaspettate). Reduce da una stagione ricca di soddisfazioni (oro alla trave e argento al corpo libero agli europei, bronzo al corpo libero ai mondiali) lo scricciolo di Bucarest vorrà finire in bellezza questo 2013 (ha una striscia aperta di tre vittorie consecutive). La delusione olimpica e quella mondiale sono ormai un brutto ricordo. Ha ormai superato i suoi problemi alle parallele: ad Anversa abbiamo assistito ad un esercizio di grande rilievo. Ha inoltre mostrato anche un netto miglioramento del suo DTY sulla tavola che la rende più competitiva. E poi la sua trave da 6.9 fa davvero la differenza!

 

VANESSA FERRARI

Anni: 23

Nazione di provenienza: Italia

Miglior risultato in carriera: oro nel concorso generale individuale – Mondiali 2006

Miglior risultato in stagione: argento al corpo libero – Mondiali 2013

Attrezzo migliore: Corpo libero

La Leonessa di Orzinuovi è pronta a ruggire di nuovo. Campionessa AA e al corpo libero ai Giochi del Mediterraneo, argento al corpo libero ai Mondiali di Anversa, la nostra beniamina non si ferma mai.  Dopo sette anni ha ancora dimostrato di essere ai vertici. In quel di Stoccarda potrebbe benissimo giocarsi il terzo posto insieme alla Steingruber e alla Seitz, alle spalle delle intramontabili Price e Iordache. Non vediamo l’ora di vederla ancora in campo, chissà magari con qualche novità.

 

CARLOTTA FERLITO

Anni: 18

Nazione di provenienza: Italia

Miglior risultato in carriera: argento alla trave agli Europei 2011

Miglior risultato in stagione: quinto posto alla trave ai Mondiali 2013

Attrezzo migliore: Trave

Carlotta Ferlito sembra essere in forma più che mai. Dopo un notevole miglioramento in tutti e quattro gli attrezzi, come ha dimostrato ad Anversa dove si è aggiudicata l’undicesimo posto nel concorso generale e il quinto alla trave, la siciliana a Stoccarda sarà una rivale di tutto rispetto. Nonostante una grande concorrenza internazionale, grazie al suo esercizio sui 10 cm da un alto valore di partenza, il suo corpo libero semplice ma efficace, il suo saldo salto sulla tavola potrebbe ottenere una buona posizione individuale. Chissà se ci stupirà con il suo nuovo esercizio alle parallele…

 

GIULIA STEINGRUBER

Anni: 19

Nazione di provenienza: Svizzera

Miglior risultato in carriera/stagionale: oro al volteggio agli Europei 2013, quarta al volteggio ai Mondiali 2013

Attrezzo migliore: volteggio

La Steingruber è uno dei fenomeni del momento. È una delle ginnaste che hanno mostrato maggiori miglioramenti nell’ultimo anno. Ha aumentato la difficoltà di tutte le sue routines e migliorato l’esecuzione al volteggio che l’ha fatta arrivare quarta ai mondiali di Anversa. Oltre al volteggio è da tenere d’occhio il suo corpo libero. È una delle poche ginnaste ad eseguire il doppio teso con un avvitamento (valore H). Non da meno il suo esercizio sugli staggi e sulla trave, che però ha ancora qualche difettuccio di esecuzione. È senza ombra di dubbio una delle maggiori candidate al terzo posto.

 

ELIZABETH SEITZ

Anni: 20

Nazione di provenienza: Germania

Miglior risultato in carriera: argento all-around agli Europei 2011

Attrezzo migliore: Parallele asimmetriche

Elizabeth Seitz ha sempre mostrato una grande stabilità come all-arounder. Un buon volteggio, un gran bell’esercizio alle parallele, una trave di tutta rispetto e una routine al corpo libero discreta. Alle Olimpiadi di Londra ha sorpreso tutti, anche se stessa, con il suo quinto posto alla finale alle parallele con uno sbalorditivo 15.200. Ma quest’anno è un po’ sottotono. L’abbiamo vista leggermente stanca e più pesante del solito nelle ultime competizioni. A Stoccarda vedremo se sarà ritornata in forma come nel 2012.

 

RUBY HARROLD

Anni: 17

Nazione di provenienza: Gran Bretagna

Miglior risultato: settima alla finale a parallele ai mondiali 2013

Attrezzo migliore: Parallele asimmetriche

Il suo esercizio alle parallele è uno dei più originali e spettacolari al Mondo, ma Ruby non è solo questo. Qualificandosi ottava nel concorso generale agli Europei di Mosca 2013 ha dimostrato di essere anche una buona all-arounder. I suoi esercizi non hanno altissime difficoltà e presentano alcuni problemini di esecuzione, quindi è improbabile che a Stoccarda riesca ad accaparrarsi i primi posti. Da tenere d’occhio la sua trave e le sue parallele.

 

BRIANNAH TSANG

Anni: 17

Nazione di provenienza: Canada

Miglior risultato: sesta al volteggio alla World Cup – Anadia 2013

Attrezzo migliore: corpo libero

La canadese è a una delle sue prime uscite internazionali. L’abbiamo vista gareggiare quest’anno nella World Cup di Anadia dove ha collezionato un sesto posto (vt) e un settimo posto (fx). Non è una delle migliori del circuito ma ha un esercizio al corpo libero di spessore e un buon volteggio. Pecca un po’ negli altri due attrezzi.

 

E in conclusione, come da tradizione, la nostra previsione per la classifica finale:

Elizabeth Price

Larisa Iordache

Giulia Steingruber

Vanessa Ferrari

Elisabeth Seitz

Carlotta Ferlito

Ruby Harrold

Briannah Tsang

Ester Vicentelli

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, come eseguire un Produnova perfetto

Il Produnova al volteggio… Il salto più difficile al Mondo. L’incubo di tante ginnaste, quello provato da pochissime, quell’evoluzione pazzesca che il codice attuale premia con un vertiginoso 7.0 di D Score.

Un doppio salto avanti raccolto: si parte con la rincorsa, ci si mangia i 25 metri ad altissima velocità per avere parecchia potenza al momento della ribaltata in avanti, di posare entrambe le mani sulla tavola, prima di volare il più in alto possibile e di e cercare di atterrare nel miglior modo possibile, contando che quando si è in aria si può anche perdere l’orientamento con tutti quei “giri”.

 

Solo una ginnasta è riuscito a svolgerlo perfettamente. Ovviamente Elena Produnova, la russa che lo ha inventato. Lo ha esibito alle Universiadi del 1999 (a proposito, mancano solo dieci giorni alla nuova edizione della competizione) e lo potete vedere cliccando qui.

Magica e perfetta. I giudici la premiarono con un pazzesco 9.875 (ricordiamo che era ancora il tempo del 10 perfetto). Poi lo esibì di nuovo ai Mondiali dello stesso anno quando le venne ufficialmente riconosciuto.

 

Ecco così si esegue. Non come, invece, ha fatto l’egiziana Fadwa Mahmoud ai recenti Giochi del Mediterraneo. Un atterraggio praticamente di testa, con annessa capriola successiva sulla pedana, per poi rialzarsi quasi frastornata. Ci ha davvero fatto tremare tutti. Per fortuna tutto è finito bene ed ha anche vinto l’oro, ma il rischio di farsi davvero male è stato davvero moltissimo… Cliccate qui per vederlo.

E sì che lo aveva provato in buca ed arrivava nettamente in ritardo… Bisognava indubbiamente allenarsi ancora e perfezionarsi prima di presentarlo in gara…

 

La dominicana Yamilet Peña ci prova in competizioni ufficiali, sbaglia sempre ma quantomeno atterra con i glutei (cliccate qui per vedere). Stesso discorso per Yekaterina Tsvetkova all’ultima Voronin Cup.

 

Cliccate qui per vedere un bel montaggio ad opera di Ester Vicentelli che riassume tutto quello che abbiamo cercato di esprimere a parole. Ma mai nessuna sarà come Elena…