Categorie
Befana Cattedrale Gabriella Griffiths Shadow Black Spada Spazio Tempo Universing Universo Whitecappel

La Befana dice il suo vero nome a Shadow Black

La Befana e Shadow Black avevano passato molto tempo insieme nella Cattedrale tra cercando di risolvere i problemi che spesso la Cattedrale aveva e altre volte parlando tra loro . La Befana si fidava molto di Shadow Black visto che era stato con lei per un anno e anche se era poco però era meglio di niente e in quell’ anno si molto affezionato a Shadow Black . Shadow Black aveva conosciuto già da un anno la Befana ma lei si fidava e quindi questo andava molto bene tra loro e cosi se c’ era qualche problema lo potevano affrontare insieme come una squadra . La Befana era nella sua stanza e girava avanti e indietro e lo faceva perché doveva prendere una decisione molto difficile e ci doveva riflettere bene se dire questa cosa a Shadow Black .

La Befana voleva dire il suo vero nome a Shadow Black , visto che per il mondo lei non era ancora la Befana voleva dire a lui e a solo lui il suo nome e fare in modo che cosi la loro comunicazioni poteva aumentare e fare in modo che tra loro ci fosse più fiducia . La Befana ci doveva pensare bene questo era un passo molto importante e quindi doveva capire tutte le possibilità della situazione in cui si poteva cacciare facendo questa cosa .

La Befana aveva lasciato il suo nome lo stesso giorno in cui se ne era andata di casa per le troppe volte che era stata brutalizzata dal padre e dalla madre . La famiglia della Befana era nata con una tradizione che secondo loro era sacra e se non veniva fatta poteva portare morte secondo loro ma tutto questo non era vera ed era una menzogna per far fare alla Befana quello che diceva il padre . La tradizione diceva che la Befana doveva fare sesso con il padre ma il giorno della tradizione la Befana senti una cosa molto importate da suo padre cioè che tale cosa era una farsa e lo disse a sua moglie e cosi la Befana decise di prendere di andarsene in quella in cui aveva passato i momenti più brutti della sua vita e alla lei pote iniziare una nuova vita d’ accapo e fare in modo da decidere il suo destino da sola e non che solo per una stupida tradizione inventata doveva decidere cosa fare e cosa non fare della sua vita .Non lo riteneva giusto che per decidere il proprio destino dovevi andare a letto con tuo padre e cosi lei se andò e poi scrisse una lettera con scritto “ Io per voi sono morta . Ho scoperto la verità nel modo più brutto , adesso me ne vado di casa e non mi cercate mai più . Vi odio con tutta me stessa per quello che mi avete fatto in tutti questi anni . Io per voi sono morta , rinuncio al mio nome e alla vita che avevo e adesso io mi chiamo La Befana “ .

La Befana ripenso alle parole dette da Shadow Black per farle affrontare con tutta la speranza che aveva nel cuore la morte di Serena e alla fine decise di dire a Shadow Black il suo vero nome .Shadow Black era nel reparto delle armi e stava affilando la sua spada e quando vide La Befana , gli occhi di Shadow Black si fermarono su di lei e videro che dentro i suoi occhi c’ erano il fuoco e capi che gli voleva dire qualcosa di molto importante su di lei .

La Befana si avvicino a Shadow Black con calma e senza farsi male con nessuna delle armi presenti e poi gli disse con calma e con tutta la sua forza – Sono venuta qui per dirti il mio nome ? . Shadow Black non aveva letto i suoi pensieri , perché voleva che la Befana si aprisse da solo , doveva trovare il coraggio di dire a lui tutto quello che voleva e tra le quali cose il suo vero .

Shadow Black la guardo e le disse con calma e mentre faceva uscire delle scintille dalla spada – ci hai messo tanto a decidere e alla fine hai deciso e adesso sono pronta a sentire il tuo nome ?

La Befana alla fine prese tutto il coraggio che era dentro tutte le parti del suo corpo e disse con calma e mentre guardava negli occhi Shadow Black – il mio vero nome è Gabriella Griffiths questo è il mio vero nome .

La Befana aveva detto a Shadow Black il suo vero nome e cosi le cose tra loro andarono meglio e cosi erano più legati tra loro .