Categorie
Ada Knight Aqua Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Kratos Kyra Saintcall Pandora

Il Colloquio di Pandora per entrare nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi .

Pandora quel giorno si sveglio molto presto verso le 6 e subito si preparò per il suo colloquio , lei aveva sentito per telefonino Ada Knight , aveva chiamato ieri . Tramite me Ada Knight seppe il numero di cellulare di Pandora , quando spillo Pandora non sapeva chi , poi capì che era Ada e disse – Felice di sentirla Ada . Pandora e Ada non si conoscevano molto ma Pandora la saluto come una vecchia amica , ma questa cosa alla mia collega di lavoro non diede per niente fastidio e disse – pure a me è un piacere sentirti Pandora , Daniel mia dato il tuo numero di cellulare , cosi ti posso avvertire a che ora ti devi presentare al colloquio . Pandora era davvero molto emozionata nel fare il colloquio , aveva tutto per farlo bene , avere il suo coraggio e tra le varie cose aveva trovato anche un motivo per entrare nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Molte persone che ho incontrato nella polizia , ci mettono davvero molto a trovare uno scopo nel lavoro , per alcuni è perché lo vogliono fare , invece per altri e vendetta o giustizia . Per Pandora era giustizia , la sua infanzia e adolescenza erano state rovinate da mostri che avevano solo brutte intenzioni e basta . Ada disse – il colloquio lo devi fare oggi alle 9 , quindi hai tempo per farti una doccia e fare una buona colazione e prenderti un buon caffè . Pandora fece quello che aveva detto Ada , ma non perché lo aveva detto lei ma perché lei lo voleva farlo . Chiuse un attimo camera sua per non essere disturbata , prima di spogliarsi e stare sotto una bella doccia calda , voleva vedere se non c’ era davvero nessuno che poteva disturbarla . Si tolse tutto e andò in bagno che stava dentro camera sua e si fece una bellissima doccia calda . Per Pandora fare una buona doccia calda la mattina era buona , visto che gli dava un buon modo per svegliarsi dal torpore in cui sta la mattina presto . Una volta vestita venne giù per fare una bella colazione ed era già pronta , lo voleva essere per non stare li ferma senza fare niente . Le nove si avvicinarono e io e Pandora scendemmo e andammo nella mia macchina e ci dirigemmo al centro di Brigh Falls , prima di entrare nell’ edifico con la macchina voleva vedere di non essere seguito da nessuno . Una volta visto e Pandora mi chiese – come mai hai guardato se c’ era qualcuno oppure no . Vedi Pandora questo posto deve essere nascosto ad alcune persone , perché se le persone sapessero quello che succede li dentro , potrebbero non capire e distruggerebbero il nostro intero lavoro e tutte le persone che abbiamo catturato sia nel tempo , nello spazio e dei mondi . Tornano nel tempo , nello spazio e nei mondi e porteranno questo mondo nel caos più totale ma anche gli altri . Pandora vide che il posto era grandissimo , tanto grande che una qualsiasi dipartimento di polizia era la metà di questo posto . In questo posto ci persone che provengono da mondi , da diversi pianeti , da diversi universi e persone che sono morte e che sono tornate in vita e lavoro in questo dipartimento . Li dentro le persone che sono morte e sono tornate in vita , ma per restare in vita hanno fatto un patto cioè devono lavorare su casi e non cercare di tornare alla loro vecchia vita perché se lo fanno muoiono e loro non vogliono morire . Non lo volevano prima di morire e non lo vogliono adesso , nel senso che loro devono andare avanti con le loro vite e basta . Pandora nella sua testa gli erano partite infinite domande , io per il momento non potevo rispondere a nessuna delle sue domande perché quando sono entrato nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi ho dovuto firmare un modulo di riservatezza . Era andata cosi , proprio che mi Zane Taylor mi diede il distintivo , mi mise davanti un foglio e lessi “ Modulo di Riservatezza “ e Zane disse – Daniel , sei entrato ma prima che ti diamo il tuo distintivo devi firmare questo modulo che ti impedisce di dire alle persone che non sanno niente di questo mondo , non dire niente su cosa lavori e su altre cose . Io dissi – quindi non posso dire a nessuno quello che faccio , quindi se sto combattendo contro un mostro o altre creature , non posso dire niente . Zane mi guardò dietro negli occhi – si , proprio cosi , io presi la penna e firmai , ripensai a quel momento quando stavo accompagnando Pandora all’ ufficio di Ada Knight . Tutti nel dipartimento hanno ufficio , altri invece solo delle scrivanie , ma per noi non importata chi ha un ufficio bello grande o solo una scrivania a noi importa solo collaborare tra noi e basta . Una volta arrivati all’ ufficio di Ada , che era chiuso e da li sentivamo che Ada stava lavorando a un caso di furto , stava guardando il fascicolo che lei aveva fatto e stava iniziando a scrivere le varie informazioni sulla lavagna .Bussai e Ada – entrare e tenete aperta la porta , entrammo e Ada vide che Pandora era diversa e poi vide me e disse – Daniel , grazie per aver accompagnato Pandora , adesso però aspetti fuori fino a quando non finisce il colloquio . Chiudi la porta – disse Ada e Pandora poi si mise comoda ma era calma e poi Ada la guardò e disse – molto bello il tuo nuovo look e Pandora la guardò in faccia e disse – volevo fare una buona prima impressione e per questo mi sono fatta aiutare da Alyssa , la sorella di Daniel per dei vestiti più professionali in modo da fare una buona prima impressione . Ada poi le inizio a fare le domande come “ Chi Sei ? , Che Razza sei ? E molte altre domande “ . Poi Ada fece la domanda più importante per Pandora – perché vuoi diventare un agente della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Pandora prima di rispondere chiuse gli occhi e ripenso alla sua piena di dolori e ferite , anche se non c’ erano ci stavano ed erano belle grosse . Tra le varie che Pandora dovette dire ad Ada Knight fu la sua storia da quando è nata , fino a quando è arrivata qua . Poi riapri i suo occhi e disse – lo voglio fare perché nel mondo ci sono troppi morti , bambine a cui vengono tolte il futuro e moltissimi crimini . Vorrei andare nel tempo , nello spazio e nei mondi e cercare di aiutare tutte le persone in difficoltà . Ada vide Pandora e vide lo spettro della Pandora che aveva conosciuta , ora era diversa e con questo piccolo discorso Ada Knight si era accorta di quanto era cresciuta . Pandora aveva un po’ paura ma non lo faceva vedere e poi Ada Knight disse – sei passata , con il tuo discorso prima mi hai fatto capire che stando appreso Daniel sei maturata moltissimo e adesso puoi entrare dentro questo grande posto . Pandora era davvero molto felice e poi Ada mise sulla sua scrivania e davanti a Pandora e Pandora disse – questo è un modulo di riservatezza , con questo documento dici che non puoi parlare di quello che succede qui dentro e fuori da questo edificio . Pandora disse ad Ada che adesso le era accanto e disse – Lo devi firmare per un motivo , perché quando vai nei vari tempi , nei vari mondi o altre parti nessuno deve sapere quello che facciamo . Lo devo firmare per forza – disse Pandora ad Ada , poi entrai io e dissi a Pandora – senti Pandora pure io , l’ ho firmato non mi è piaciuto per niente ma per entrare qui dentro e sapere investigare nel mondo o nell grande universo ho dovuto firmarlo . Pandora prese la penna e firmo con una bella calligrafia e Ada tranquillizzo Pandora e disse – adesso Daniel ti può dire tutto su questo posto e sui numerosi segreti di questo e anche altro . Pandora vide l’ ufficio di Ada ed era bello grande , con una bella scrivania nera e sulle pareti c’ erano dei draghi e ritratti che si muovevano sulle pareti . In quei ritratti c’ erano la famiglia di Ada Knight e tutte le persone che lei aveva conosciuto nelle tappe in cui lei è andata . Prima che ce ne andammo da li , Ada aprì il primo cassetto e diede a Pandora il suo distintivo e poi le strinse la mano e disse – Benvenuta nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e dopo tutti diedero il benvenuto alla nuova arrivata . Qui siamo come una grande famiglia , spero che tu possa sentirti a tuo agio e che tu rimanga per sempre . Pandora fu molto felice di essere entrata nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi , la sua infanzia e adolescenza erano andate perdute , ma adesso aveva la vita da adulta e questa volta avrebbe fatto di tutto per non farsi rovinare quei momenti . Poi tocco a me e la abbraccia e dissi a lei – Benvenuta Pandora , adesso dimmi quando e ti faccio fare un giro in questo posto cosi grande . Pandora disse – grazie Daniel , sono molto felice di essere riuscita ad entrare . Poi ci dirigemmo verso il mio ufficio e le dissi – puoi chiedere un attimo gli occhi , perché ‘? – disse Pandora con molta curiosità e io le dissi con molto orgoglio e molta gioia e felicita – ti voglio dare due cose che nel tuo lavoro ti servono . Pandora chiuse gli occhi e io apri il terzo cassetto quello che era chiuso a chiave , non facevo vedere a nessuno quello che c’ era all’ interno . Presi una pistola di colore nero e sopra c’ era scritto “ Ordine Nero “ e poi c’ era una fondina per mettere tutte le due pistole . Apri gli occhi – Pandora apri gli occhi e vide la pistola e la fondina e poi Pandora mi disse – per il mio lavoro , queste due cose mi servono ? . Io la guardai – senti lo so che uccidere non è giusto , ma alcune volte non puoi fare altro per fermare le persone . Io se devo proprio fare qualcosa le sparò a un braccio o un ‘ altra parte del corpo per cercare di non uccidere tale persona e se vuoi pure tu puoi fare questa cosa . Pandora mi guardò in faccia – quando andremo in pattuglia insieme ti faccio capire meglio la cosa , ma adesso ti voglio mettere questa cosa . Pandora si tolse un attimo il giubbotto bianco e io le misi le fondine e Pandora vide che poteva prendere le pistole senza alcun problema e mise tutte e due le pistole li dentro nelle fondine ma prima presi le pistole e ci misi le sicure per non farle sparare . Tornammo a casa e festeggiamo moltissimo per la riuscita di Pandora per entrare nella Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . 

Categorie
Beyond : Two Souls Foto GTA V Jodie Jodie Holmes

Foto della mappa di Grand Theft Auto V

Dopo essere andato nell’ universo di Beyond Two Souls , non solo per fare delle foto ma anche a tenere d’occhio Jodie . Volevo essere sicuro che lei stava bene , cosi presi il mio camice da dottore e mi misi a girare e a salutare i miei vari colleghi e poi la vidi , lei era li e stava guardando il posto . Pure io la guardavo con molta attenzione , adesso non potevo avvicinarmi lei doveva un esperimento . La sera lei non riusci a dormire non sa il motivo , io andai da lei e dissi – non riesci a dormire ? . Jody vide che avevo il camice e non disse molto , io la presi per mano e la riaccompagnai in camera sua . Io me ne stavo andando , ma poi Jody mi prese per il camice , io mi girai e dissi – vedo che non hai proprio voglia di dormire , piccolina . Per farla dormire , dovevo fare qualcosa cosi decisi di fare una cosa che non fece molto male a Jody , le tolsi gli incubi che lei aveva . Dopo lei si mise a dormire , io dopo me ne andai nel mondo di Grand Theft Auto quello nuovo , cioè il cinque . Poi vidi che c’ era la mappa del luogo e decisi di far apparire la mia fotocamera digitale e scattai la foto .

Mappa Intera di Grand Theft Auto 5

Feci la foto della mappa per fare in modo che se mi perdo potevo almeno trovare la strada e sopratutto vedere le varie cose che potevo fare in questa enorme città .

Categorie
Delilah Cooperspoon Dominatore di Poteri Osservatore Osservatori Settembre

Allenamento con Delilah Cooperspoon parte 2

Le sere dopo che finivo di allenarmi con lei , io non tornavo a casa dormivo li mi dicevo se poi dovevo tornare li tanto valeva dormire li . Ma la cosa più difficile per me era dormire , dopo quello che era successo sul mio pianeta era davvero molto difficile dormire li in quel posto . Per me non faceva nessuna differenza il posto , io non riuscivo a dormire , Delilah Cooperspoon pensava da giorni che io dormivo ma non era cosi . Questo lo scopri il terzo giorno in cui era la dentro , la sera sudavo e avevo continue visione del passato , ma non di un evento passato di un mese o un di anno fa , ma della guerra che è stata fatta sul mio pianeta . Delilah entrò nella camera dove dormivo e mi vide alzato che stavo dipingendo il futuro . Vedeva me e Delilah mentre mi insegna a utilizzare il potere dell’ aria e del ghiaccio , non era un solo dipinto né erano tre e tutti erano fatti da me con gli occhi completamente bianchi . Delilah si avvicino a me e quando mi vide con gli occhi completamente bianchi , non si mise paura e disse – fermati , basta dipingere . Lei non riusci a fermarmi , nessuno dei suoi uomini ci riusci , contro di loro utilizzai il potere della telecinesi e li lancia molto lontano . Dopo aver dipinto mi risvegliai e vidi i mobili a terra e mezzi bruciati , finestre rotte , Delilah non si era fatta male ma non si poteva dire per i suoi uomini . Erano fuori dalle finestre e alcuni erano in mare , Delilah allora fece questo cioè lancio l’ incantesimo noto come Reparo Totalum , tutte le cose che io avevo rotto tornarono al loro posto e tornarono integre come erano prime . Delilah mi guardò un po’ storto – Prima che tu dica qualcosa , devo sapere altro del fatto che tu non riesci a dormire . Si , quando dipingo il futuro non dovevo essere interrotto in nessun modo , non dovete toccarmi o altro . Se mi toccate o provate a fermarmi mentre lo faccio potrei fare del male a molte persone e poi non mi ricordo quello che ho fatto . Delilah mi squadro e capi che il problema di questa cosa che io non dormivo , era associato a quello che è successo al mio pianeta natale ma anche altro . Lei sapeva qualcosa , ma non sapeva tutto , nessuno sapeva che io e mia sorella Alyssa fossimo andati li sul pianeta a combattere . Ma anche con tutti i nostri poteri ed elementi non siamo riusciti a salvare i nostri genitori e il nostro popolo . Come avevo visto nella mia visione Delilah mi insegno l’ incantesimo Reparo Totalum , i miei occhi studiarono l’ incantesimo , cercarono di capire come funziona e come deve funzione . Per capirlo ci mise 5 secondi e poi questa informazione entrò dentro il mio corpo dal cervello . Dopo una sola occhiata feci l’ incantesimo e funzionò perfettamente , come lo aveva fatto Delilah Cooperspoon . Prima che continuassimo la guardai – mi dispiace di quello che ho fatto ieri sera , non volevo colpire e non volevo far del male a nessuno . Delilah mi guardò negli occhi e vide che ero veramente dispiaciuto come dicevo – Non farti una colpa , quello che hai fatto sul tuo pianeta ti ha traumatizzato e oramai e successo . Non capisco quello che vuoi dire – feci finta di non sapere quello che lei diceva , ma lo sapevo perfettamente e lei aveva fatto centro . Delilah si avvicinò a me e disse in maniera molto seria – tu sei tornato sul tuo pianeta natale e hai cercato di aiutare tuo padre e tua madre e le persone sul tuo pianeta , ma non ci riuscito , quello che hai fatto e quando sei tornato sulla Terra ti è successo quello che è successo cioè non dormi . Delilah Cooperspoon è una strega davvero molto in gamba , una cosa che non mi aspettavo e che lei leggeva le menti e riusci a leggere la mia , ci mise un po’ ma alla fine ci riusci e mi lesse come io fossi un libro aperto . Io allora non potevo fare altro che confermare le cose che lei aveva detto , poi dissi a lei – ora torniamo ad allenarci , Delilah mi guardò e disse – evitare il discorso lo renderà soltanto una domanda interessante e prima o poi uno di domanderà se ci sei stato o no sul tuo pianeta natale a combattere . Io tenni lo sguardo sugli occhi di Delilah – qualcuno lo farà , ma nessuno lo farà per un motivo io per l’ intero universo sono morto quindi per il momento nessuno me lo chiederà . Delilah questa volta non pote obbiettare su questa cosa e poi ricominciammo il nostro allenamento sul ghiaccio e sull’ aria . Se ero in grado di combinare gli elementi potevo fare moltissime e i miei attacchi diventavano potentissimi e ottime mosse per sbaragliare il nemico . Ottime mosse per diventare un ottimo combattente , se una sa combinare gli elementi uno può davvero essere molto in gamba . Per farlo ci vuole davvero molta pratica e moltissima concentrazione , quando lo fai devi stare sempre concentrato , se perdi la concentrazione solo per un attimo puoi far del male davvero a molte persone . Se volevo far del bene mi dovevo mettere a usare bene questi poteri . Seno nel futuro le persone invece di eroe , mi avrebbero trattato da cattivo e trattato davvero molto peggio . Non volevo che se mi sparlasse in modo cattivo . L’ addestramento con Delilah sull’ aria e sul ghiaccio procedette molto bene , con il ghiaccio mi fece vedere le stalattiti di ghiaccio e con l’ aria come lanciare in aria un oggetto e utilizzare l’ aria per indirizzare la cosa lanciata contro il proprio nemico . Quando Delilah faceva questo utilizzava le dita , due dita per la precisione e muoveva l’ oggetto in modo perfetto . L’ occhio della fenice entro in azione , mi fece capire come faceva e perché muoveva le mani . Subito provai io e lo feci perfettamente , come lo aveva fatto Delilah . Delilah e i suoi alleati mi guardavano e volevano capire come avevo fatto tanti progressi in due giorni , alla fine dopo un lungo pensare si ricordo che Alukard mio padre fece la stessa . Poi venne verso di me e mi guardò negli occhi e vide che erano rossi come il fuoco che arde e disse – tu hai gli occhi della fenice , giusto o no ? . Si ho gli occhi della fenice e si sono integrati con i miei occhi naturali , grazie a questo posso vedere tutto . Io lessi il pensiero di Delilah “ Quanto vorrei avere la sua vista , vedere tutto quello che vede lui ed entrare nell’ Universing . Vorrei essere li e uccidere tutti quanti nessuno escluso “ . Avevo sentito che lei era malvagia , ma quando lessi il suo pensiero capì che era veramente malvagia e crudele come gli Osservatori mi avevano detto .

Continua

Categorie
Kratos Pandora Parlare con Kratos Parlare con Pandora

Pandora si spaventa per il temporale

Pandora stava facendo i suoi allenamenti di combattimento corpo a corpo con me e con Kratos , i colpi con cui lei ci colpiva era molto forti tanto da fare onde soniche molto potenti . Ci stava mettendo tutta se stessa per il suo allenamento , era ancora un pò sconvolta nel aver ucciso quelle persone . Io prima di fare quell’ allenamento , le dissi che non doveva uccidere tutte le persone per forza , poteva anche metterli fuori combattimento a mani nude o con le armi . Dopo che si era allenata con me e con Kratos , lei inizio a fare flessioni , addominali e altri esercizi . Lo aveva fatto fino alle 11:40 , quando lei si spavento per un bruttissimo tuono che non era come gli altri che aveva fatto questa mattina . Quello era più brutto e fece saltare dalla paura Pandora , Kratos andò da lei e disse – Pandora calmati è solo un tuono adesso tutto è passato . Con il tempo non avrai più paura di un tuono , anche quelli più forti . Pandora si poteva fidare di Kratos e anche quella volta lei lo fece , lo aveva sempré fatto anche quando era nell’ Olimpo con lui e grazie a Kratos erano usciti da situazioni davvero molto brutte e piene di mostri che volevano uccidere non solo Kratos ma anche Pandora . Pandora si domandava come mai quei mostri la volevano uccidere , ma non c’ era un vero motivo o per meglio dire l’ unico errore che lei aveva fatto era vivere . Il tuono spaventava Pandora perché lei non l’ aveva mai sentito fino a quando era nata , era una cosa nuova e sopratutto le aveva fatto paura .

Categorie
2011 Alieni Emily Lake Pandora Parlare con Emily Lake Parlare con Pandora Racconto Realta Aumentata Supercriminali supereroi Superpoteri Switched Uccidere Universing Vampiri

Pandora viene quasi uccisa nell’ Universing

Pandora si era messa a fare un giro con la bicicletta , inizialmente dentro il nostro grande giardino , pieno di rose e fiori davvero molto belli . La bicicletta di Pandora era di colore rosa perché quello era il colore preferito , me l’ aveva detto lei che voleva una bicicletta per poter andare in giro , vedere la città . Non dico che Pandora non volesse stare con me sempre ma in alcuni momenti voleva andare in giro iniziare a fare qualcosa , visitare posti nuovi e fare cose . Stare a casa con me e con mia sorella Alyssa e con i miei genitori era davvero molto bello ma Pandora un po’ si scocciava perché mentre noi tutti avevamo qualcosa da fare lei invece stava li dentro e non sapeva cosa fare . Un giorno una domenica vide dei ragazzi della sua età divertirsi con la bicicletta , ognuna del colore preferito . Alla fine lei venne da me e mi disse – Marcello vorrei avere una bicicletta per favore , io dissi – certo te la compro , ma che ci devi fare ? . Pandora rispose – in casa mi scoccio e vorrei andare in giro con la bicicletta da sola , non dico che non mi piace stare qui con te , ma vorrei andare in giro e fare cose . Dopo una lunga decisione dissi a lei – va bene te la compro , io e Pandora ci vestimmo e andammo in un negozio di biciclette , ce ne era non molto lontano da dove abitavo io . Pandora inizio a vedere le varie biciclette , li ce ne erano un sacco e inizio a vedere quale voleva . Il proprietario vide Pandora vedere le biciclette e disse – Ragazzina ti posso aiutare ? . Pandora vide l’ uomo che era molto alto , occhi neri lui indossava maglietta e pantaloni neri e Pandora le disse – si cerco una bicicletta . Il proprietario che si chiama Salvatore fece vedere a Pandora diverse biciclette tra le quali una di colore rosa , come il colore che gli piaceva . Io mi avvicinai e Pandora disse – voglio questa bicicletta rosa , la pagammo e tornammo a casa con la bicicletta . Per guidare la bicicletta Pandora inizio a metterci un po’ , ma dopo pochi giorni ci riusci , inizialmente utilizzava la bicicletta solo nel nostro giardino ma poi lo fece anche in altri posti . La domenica successiva Pandora andò con la bicicletta in un posto dove non c’ erano molte case , era un luogo non molto bello e infondo vide un gattino che stava entrando dentro un palazzo che secondo la vista di Pandora stava per cadere . Ma non era cosi quella era una trappola , appena entrò li non so come e nemmeno come l’ occhio della fenice di Pandora si risveglio e disse – c’ e nessuno . Nessuno rispose , il posto era talmente desolato che a tutte le persone faceva paura , poi si avvicino a un corridoio , inizialmente non c’ era nessuna mai poi Pandora stava quasi per non credere ai suoi occhi quando vide il posto stava diventando più grande all’ interno . Stavano apparendo strani segni sul muro e anche moltissime persone all’interno . Da quello che sembrava un semplice salvataggio di un gatto si era trasformata in un ‘ avventura in una cosa unica e spettacolare che Pandora non aveva mai visto . Pandora inizio a guardarsi in giro e vedeva persone dall’ aspetto strano e incredibile , non sapeva dove trovarsi e non sapeva cosa , ma invece di perdere la calma . Lei rimase calma e cerco un posto o una persona da cui ottenere risposte , inizio a vedere i posti e vide un posto . Il nome di questo posto era La Lanterna , un bar dove le persone possono bere , fare conversazione e sopratutto stare in compagnia . Pandora entrò , il proprietario vide Pandora in faccia e già dalla sua capì tutto , lei era un po’ con la faccia stupita e il proprietario si risolve a lei – prima volta qui a Universing ? . Pandora non sapeva nemmeno il proprietario cosa diceva – Universing . Il proprietario spiego a Pandora cosa è l’ Universing e inizio a spiegare a Pandora le varie razze che esistevano li dentro . Chiese un bicchiere d’ acqua e poi se ne usci a cercare il gatto nero che aveva inseguito e grazie a lui era entrato li dentro . Una ragazza di due anni più grande di Pandora , il suo nome Emily Lake , era una vampira e si poteva vedere dalla sua pelle fredda come il ghiaccio . Ma non solo da quello , ma anche da un aspetto bellissimo , Pandora vide che la ragazza era bellissima e i suoi occhi erano rossi . Emily si avvicinò a Pandora e disse – se vuoi ti aiuto a trovare il gatto . Pandora accetto visto che una ragazza più grande si era proposta di aiutarla , lei accetto . Iniziarono a cercare il gatto nero , anche nei posti più bui , ma niente , alla fine cercarono in un posto che era molto buio , silenzioso e emetteva paura . Pandora inizio a sentire un po’ la paura del luogo , invece la Emily non sentiva niente , Pandora disse – andiamo via . Ma Emily prese Pandora per un braccio gli disse – tu non vai da nessuna parte . Per non farla muovere più le spezzo in entrambi le parti l’ osso per farla sostenere , l’ urlo di Pandora era straziante ma nessuno poteva sentire le sue grida di dolore . Nessuno senti le urla di Pandora anche quando Emily prese Pandora per i suoi bei capelli gialli e inizio a tenerla molto stretta per li e Pandora disse – per favore lasciami andare . Emily vide Pandora come era vestita e inizio a strappare una parte del vestito , lei non voleva mordere Pandora , voleva ucciderla . Io ti voglio uccidere e basta – si vedeva che Emily voleva ucciderla , le voleva strappare i vestiti e poi prenderle tutto il suo sangue . Emily non era un vampiro normale , era un vampiro alieno , lei sentiva il sangue di Pandora dentro di lei , lo vedeva dalle sue vene e dentro il suo corpo . Emily sentiva il buonissimo odore del sangue di Pandora , lo aveva sentito appena era entrata dentro la Lanterna e subito dentro di lei era scattato un impulso che dentro le orecchie le sussurrava “ Prendi tutto il sangue buono che è dentro di lei . Guarda è come vestita , è vestita come una di quelle ragazze che fanno sesso o altro . Le possiamo prendere e il sangue e nessuno lo saprà mai”  . Il Proprietario della Lanterna mi conosceva , mi chiamo e disse – Marcello , è venuta una certa Pandora qui e poi se andata con una vampira a cercare un gatto nero . Avevo detto al proprietario che Pandora era tornata e l’ aveva descritta a lui , cosi se Pandora era in periciolo o no , lui mi poteva avvisare  . Sapevo che Pandora era in pericolo , cosi mi iniziai a muovere velocissimo e dentro l’ Universing andai a cercare Pandora . Dopo molto tempo a cercare trovai Pandora era li per terra e il vampiro Emily stava per mordere il collo a Pandora . Stava per bere quel sangue cosi gustoso che l’ avrebbe saziata per molto tempo , il punto è che lei non voleva solo un sorso , lo voleva tutto e lo voleva subito . Io arrivai in tempo e lanciai lontano Emily , lei cadde in piedi , le ferite di Pandora guarirono in fretta facendo entrare Pandora dentro una sfera rossa con tutti i simboli e tutti gli elementi . E cosi che gli Switched si rigenerano e dopo Pandora fu molto felice di vederti . Inizia a combattere contro Emily , lei attaccava e io bloccavo tutti i suoi attacchi . Poi mi iniziai a muovere alla sua stessa velocità e iniziai a colpirla molto forte al petto e il altre parti e alla fine quando era a terra le stavo per tagliare la testa ma prima di farlo io dissi a Pandora – non guardare quello che faccio , quello che sto facendo non ti piacerà . Pandora fece come le avevo detto e non guardò e io con la mia spada le taglia la testa , mentre andavamo alla Lanterna Pandora mi chiese – era proprio necessario ucciderla ? , io risposi – si , se non l’ avessi fatto lei ti avrebbe uccisa prendendo tutto il sangue che hai . Pandora era una ragazza forte e capì che quella volta dovevo uccidere per forza quel vampiro . Non so se nel futuro per caso incontriamo un vampiro buono o no , può essere , questo dipende dalla persona . 

 

Categorie
2013 Allenamento Landris Mondo Parlare con la Rete Parlare con Rebecca Schiava Shadow Black Spazio Tempo Universo

Rebecca disperata per la morte di Gabriele

Dopo essere tornata a casa e aver pianto sul corpo di suo fratello Gabriele che era molto per salvare la sua dolce sorellina da quel mostro che non disse il suo nome , non disse niente . Uccise Gabriele e basta , senza pensarci due volte , lo fece e basta , quanto a Rebecca non lo fece , nessuno lo sa perchè non uccise la ragazzina o non fece come gli aveva detto qualcuno di portala sul pianeta Landris dove si commerciavano schiave sia belle , sia brutte . Forse perchè non gli andava o forse perchè vide la ragazza negli occhi e vide che se andava in quel posto cosi brutto , lei non sarebbe mai tornata viva . Visto che in Landris , gli schiavi vengono trattati peggio , nel senso vengo frustati , le persone gli fanno delle cicatrici sul qualunque parte del corpo e poi ridevano , facevano quelle cicatrici perchè non dovevano essere più belle dei loro padroni . Una volta ho visto una cosa del genere e Sarah la Fenice Rossa mi vide che stavo per intervenire , ma mi blocco e disse – non puoi intervenire ? io la guardai negli occhi – che succede se intervengo ? e lei mi disse – vieni uccisa davanti a tutta questa persona , senza nessuna possibilità di sopravivvere , per favore non fare niente .Purtroppo dovetti stare fermo , senza poter far niente , vidi una persona intervenire quello che vidi fu peggio di qualunque altra cosa che ho visto . Delle persone preserò la ragazzina e anche  l’ uomo che stava provando a prendere la ragazzina per portala via da quel luogo disumano  , altri disserò – mettegli dritta la testa e fategli aprire gli occhi . Gli uomini lo tenevano fermo li e poi davanti agli occhi dell’ uomo ucciserò la sua bambina senza poter far niente .Anche se loro avevano ucciso una ragazzina innocente o una donna , nessuno verrà arrestato li , perchè li c’ e una persona che fa leggi e se qualcuno prova a fare qualcosa lui li uccide con i poteri dell’ oscurità senza nessuna pietà . Sarah la Fenice Rossa mi disse – non potevi fare niente per salvare la ragazzina . Rebecca che era tornata in camera sua era disperata , stava sul letto a pensare a suo fratello morto e lei e stata inutile , non ha potuto fare niente . Inizio a piangere moltissime lacrime , il suo pianto er infinito e senza tregua , neanche la notte finiva . La madre andò li a coccolare la sua piccolina , cercò di risollevarle il morale perso dopo quella missione nella quale lei è tornata viva e lui no . Per questo Rebecca si sentiva in colpa , alla fine dopo diversi giorni il fantasma di suo fratello arrivò e disse – sorellina smettila di sentirti in colpa , non potevi fare niente per , non potevi salvarmi , non avreti potuto fare proprio niente . Alla fine lei si addomentò e nei suoi sogni apparì Shadow Black . Rebecca ebbè un pò paura e disse a lui che era davanti a lui – cosa vuoi da me ? eShadow Black disse – voglio farti diventare una persona forte , decisa , sempre pronta ad agire e non impotente come quel giorno in cui è morto tuo fratello . Comunque condoglianze . Rebecca disse – come vuoi diventare forte , voglio sapero . Shadow Black disse – voglio darti dei poteri , dei grandi poteri . Rebecca disse – forse stai scegliando la persona sbagliata , non ho fatto niente per aiutare mio fratello . Shadow Black le disse – alcune volte non fare niente è la cosa più saggia , voglio dire hai fatto bene a scappare , non potevi fare niente contro quel tizio . Rebecca disse – se mi alleno sia con questi poteri , sia fisicamente , sia mentalmente pensi che un giorno potrò diventare una persona forte , pronta a tutto . Shadow Black – non lo so , devi solo credere in te stessa e solo tu potrai sapere se ci riuscirai oppure no a superare questo brutto momento . Rebecca alla fine decise di non piangere più , inizio ad allenarsi , a diventare più forte sia fisicamente sia mentalmente . Il padre vide che sua figlia Rebecca non era più quella ragazzina che non riusciva a fare niente , lei era in gamba ed era diventata molto forte . Lei voleva esserlo sia con i poteri sia senza .

Categorie
2013 Aqua Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Faith Connors Kratos Mirror's Edge Mondo Olimpo Pandora Parlare con Kratos Parlare con Pandora supereroi Superpoteri

Pandora prova a cucinare e quasi brucia la cucina

Pandora da molto tempo vedeva me o mia madre cucinare , io lo sapevo fare per un motivo perchè nei miei viaggi mi poteva essere utile .Metti caso che io andavo in un posto trovavo una cucina e i miei amici volevano qualcosa da mangiare , almeno mangiavamo qualcosa . Pandora nel pomeriggio del 30 giugno del 2013 , verso le 15: 30 , io stavo ad allenarmi con Kratos e Aqua , Pandora invece si era intrufolata nella cucina e aveva acceso uno dei fornelli della cucina , non sapeva come spegnerli e cosi provò un pò di tutto , anche utilizzare i suoi poteri . Lei allora provò a utilizzarli , ma l’ unico potere che usci fu il potere del fuoco . Il fuco dal suo palmo destro e il fuoco nel fornello si unirono in una sola fiamma . Mentre mi stavo allenando iniziai a sentire puzza di fumo e non solo io ma anche Kratos e Aqua . Ci precitammo verso la cucina e vedemmo Pandora piangere e non sapendo cosa fare inizio a spiegare , lei era sotto stress , io e Kratos andammo in cucina , le fiamme stavano bruciando tutto . Io dissi a Kratos – ora dobbiamo concentrarci , se ci concentriamo sulle fiamme , le possiamo far scomparire . Io mi concentrai e Kratos fece lo stesso , eravamo talmente concentrati sulle fiamme che eravvamo riusciti a diventare tutt’ uno con la fiamma . Alla fine le fiamme scomparirono e tutto era finito . Pandora se ne era andata nella sua stanza , io non era arrabiato e nemmono Kratos , ma Kratos con lo sguardo un pò severo disse – Pandora devi stare più attenta , questa volta ci siamo stati noi , ma la prossima volta potremo non esserci e ti potrebbe andare peggio , ma meno male che stai bene . Kratos e Pandora si abbracciarono , Kratos anche se avevo lo sguardo severo su di lei , lei aveva un’ altro sguardo uno diverso , cioè lui vedeva Pandora come la figlia che aveva perduto per colpa dei dei dell’ Olimpo . Io poi mi avvicinai a Pandora e dissi a lei – Pandora la prossima volta che vuoi fare qualcosa dimmelo e io o tutti noi cerchiamo di aiutarti , ma prima di tornare in cucina devi fare una cosa e Pandora disse – cosa ? e io risposi – devi prendere il controllo dei tuoi poteri e solo dopo potrai tornare in cucina . Pandora mi guardo in modo storto tipo per dire ” sei cattivo ” , io la guardai e dissi a Pandora – lo so che stai pensando , sono cattivo , un pò si , ma questa cosa la faccio per te , senò come dice Kratos la prossima volta potrebbe andare peggio . Pandora alla fine disse – va bene , farò dici  tu . Dopo scelse dal letto , si mise adosso quello che aveva scelto Faith Connors nel negozio dove eravamo andati tutti quanti noi per prendere tutto quello che serviva a lei e alla fine andò in palestra ad allenarsi nel controllare i suoi poteri sopratutto quelli del fuoco .

 

 

Categorie
2013 Allenamento Dialoghi Dominatore di Poteri Dr Alyssa Saintcall Pandora Parlare con Alyssa Parlare con Pandora Presentazione Racconto Storia Tempo

Dico a Pandora di allenare pure il suo corpo

Io e Pandora avevamo da poco finito il nostro corso per far capire a lei come si prendono le impronte digitali , visto che c’erano tre metodi per farlo . Io da un po’ di tempo sapevo una cosa che Pandora non voleva dirmi , non so perché , forse perché non voleva che mi preoccupassi o per altri motivi . Pandora con una maglietta nera e pantaloncini neri era sul letto con gambe incrociate e sopratutto nella stanza c’ era il massimo silenzio . Pandora aveva spento tutto per concentrarsi meglio , io comunque bussai alla porta , Pandora mi fece entrare e io dissi a lei – so di una cosa da un po’ di tempo , non me l’ hai detto non so per quale motivo . La cosa che non mi volevi dire è che duranti questi esercizi mentali che fai nell’ utilizzare i tuoi poteri ti esce il sangue dal naso giusto . Pandora era un po’ imbarazzata , ma anche un po’ sconcertata e disse – se lo sapevi , perché non hai detto niente ? e io risposi – mia sorella ha detto che dovevo aspettare che me lo dicevi , ma visto che tu non dicevi niente ho deciso di parlare con te a faccia a faccia . Pandora disse – sai come risolvere questo problema di perdere il sangue dal naso . Io pensandoci un po’ dissi a lei – si , per fare in modo che tu non perda più sangue dal naso devi esercitare pure il corpo . Pandora disse – quindi secondo te dovrei fare un po’ esercizio fisico e fare qualche sport . Io dissi a Pandora – si , tipo ginnastica artistica e altri sport che ti possono piacere , Pandora mi abbraccio e disse – grazie Marcello e io dissi a lei – se hai bisogno di aiuto in qualsiasi cosa chiedi pure . Dopo me ne tornai in camera mia con molta calma e passo lento e deciso . 

Categorie
2012 Tatuaggio

Tatuaggio Pandora

Pandora da qualche tempo aveva questo nuovo carattere. Lo stesso carattere che aveva la fenice magnifica e bellissima ma anche molto coraggiosa, immortale . Pandora per fare in modo lei per battezzare questo nuovo carattere. Lei di sua spontanea volontà decise di farsi un tatuaggio. Scielse quello della fenice visto che un po’ rispecchiava il suo nuovo carattere. Io provai a convincere a Pandora a non farlo , però lei voleva qualcosa che rispecchiava il suo nuovo carattere e lei se lo andò a fare sul braccio sinistro e una sul braccio destro . Cosi uno quando uno vedeva i suoi tatuaggi poteva capire dal significato del tatuaggio che lei non era una ragazza debole , ma una donna forte , decise e indipendente . Che non si sarebbe fatta mettere i piedi in testa da nessuno neanche da me . I tatuaggi della fenice che lei si fece fare , uno sul braccio destro e uno sinistro erano diversi , ma tutti e due erano tatuaggi della fenice .