Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Teenage Mutant Ninja Turtles

Tartarughe Ninja

Le Tartarughe Ninja e April O ‘ Neal sono inseguiti dagli uomini di Shredder e cercando di liberarsi di loro andando sulla neve . April e il suo cameramen stanno guidando un enorme camion sulla neve . Le Tartarughe Ninja durante questo folle inseguimento cercano di uccidere i loro nemici con le loro mosse da ninja . Leonardo che è dentro al camion durante la guida dell’ amico di April cade e si da una spinta per aiutarlo loro e come lo fa si  butta contro il finestrino del veicolo e riesce ad andare in avanti . Michelangelo fa una grandissima pazzia

Come vi ho detto prima April cerca di dire al suo capo chi sono i famosi eroi di New York che si nascondono nell’ ombra . Ma non credo che abbia funzionato senza una foto . Le Tartarughe Ninja sono fortissimi e non solo nel combattere ma anche nel divertirsi . Una volta entrati in ascensore Michelangelo utilizza la sua arma per fare musica

Per salvare la città di New York ci vogliono degli eroi e le Tartarughe Ninja sono dei grandi eroi pronti a distruggere Shredder .

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Teenage Mutant Ninja Turtles

Tartarughe Ninja

Per sconfiggere un grande nemico che è veramente pazzo e vuole a tutti costi avere New York sotto il suo controllo ci servono degli eroi davvero molto bravi , folli e davvero in gamba per tutte le missione che si devono svolgere per distruggere il grande impero di Shredder . Dall ‘ oscurità arrivano le Tartarughe Ninja che sono pronte a salvare New York dalle grinfie di Shredder . Shredder è un vero mostro e fa paura a tutti . Ma a questi eroi che vengono dall’ oscurità non hanno paura di lui e hanno deciso di usare le loro grandi abilità per fermare il suo folle piano di conquista . Ognuna di loro ha le proprie abilità e sono pronte a usarle anche se alcune sembrano delle vere follie . Chiunque vede queste cose folli non gli verrebbe la voglia di fare nemmeno una di queste cose folli . Ma questi eroi invece fanno queste cose folli perchè sono pronti a farle e a distruggere il loro grande nemico Shredder .

 

Categorie
Ada Knight Angela Ferrante Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico Racconto Spazio Tempo Universo

Faccio una chiacchierata con Ada Knight e parliamo con Angela Ferrante della nostra decisione

Dopo aver parlato con The Justice , vidi Ada verso di me e le dissi – ti devo dire una cosa nel mio ufficio e Ada disse – non me la puoi dire qui ? e io le risposi con uno sguardo serio – no , te la devo dire la . Andammo nel mio ufficio e io chiusi la porta – ti voglio chiedere una cosa , so che sarà una follia oppure no , ma te lo devo chiedere lo stesso . Ada non capiva cosa gli volevo chiedere e disse – che follia mi vuoi chiedere ? , io la guardai negli occhi e la sparai – ti va di andartene dalla Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi e invece di seguire delle leggi che non rispetta nessuno e vuoi viaggiare nel tempo , nello spazio e nei mondi e dovunque andiamo e a salvare miliardi di persone e quando lo vogliamo noi . Ada ci penso un secondo alla giornata di oggi e vide che non siamo riusciti a salvare delle vite e penso se facciamo da soli e fare tutto da soli noi ne possiamo salvare miliardi . Ada alla fine dopo averci pensato un po disse – si , mi va tantissimo .

Insieme andammo a parlare con Angela Ferrante , una volta entrati io chiusi la porta e io dissi a lei – Angela ti dobbiamo dire delle cose . Angela voleva sapere cosa le volevamo dire e parlo Ada e in modo molto schietto – io e Daniel ce ne vogliamo andare dalla Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi per poter andare da soli e cosi salvare un sacco di persone . Angela non era arrabbiata e disse – se lo fate per salvare un sacco di persone allora si , ma cercate di non causare troppi problemi . Io e Ada stavamo per dare i nostri distintivi ma Angela ci fermo e disse – teneteli , cosi se siete in qualche problema voi potete andare da tutte le parti senza che nessuno faccia delle domande . Ma fate attenzione e sopratutto anche se voi non siete agenti della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi qualcuno mi farà delle domande e voi fate qualcosa in modo sbagliato con quelli e mi faranno un sacco di  domande . Quindi Daniel te lo chiedo come amica , non come tuo capo visto che non lo sono più cerca di non causare troppi danni e proteggi Ada Knight e io dissi con assoluta certezza – va bene ,lo farò . Ada mi chiese – Daniel ma adesso io dove vado ad abitare , la casa che mi hanno dato era per Detective e visto che non lo sono più adesso non so più dove abitare e io dissi a lei – No problemo , tu aspettami li e io ti vengo a prendere con il T.A.R.D.I.S e Ada disse – vale a dire che io adesso viaggio con te e abiterò li nel T.A.R.D.I.S e Ada era felicissima di fare questa cosa con me .

Categorie
Angela Ferrante Babbo Natale Beatrice Beatrix Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Mondo Racconto

Chiedo ad Angela Ferrante di censurare le informazioni sul mio conto

Ore 11:34 del 25/10/2013

Era presto e decisi di andare nel mio Dipartimento e li c’ era il mio capitano Angela Ferrante con Beatrice e stavano per starci poco li e poi tornare a casa loro per festeggiare il Natale con i loro parenti . Io entrai e chiusi la porta a chiave e io dissi ad Angela – Mi devi fare un favore ? . Angela sapeva che era una cosa davvero molto importante , se non andavo di persona poteva essere non importante ma visto che ero li Angela m chiese – Daniel cosa posso far per te ? . Io la guardai e le chiesi – devi censurare le informazioni sul mio conto e Angela quando senti queste cose disse – per quale motivo e spero sia importante questo motivo ? . Io la guardai e dissi – e davvero molto importante . Vedi questi poliziotti corrotti e questo male nel mondo . Ci sta e prima o poi qualcuno si farà delle domande su di me e prima o poi capirà chi sono io . Quindi ti voglio chiedere di censurare il mio passato e anche alcune cose della mia scheda . Te lo chiedo per favore , se non fosse importante non te lo avrei chiesto e sopratutto non sarei venuto qui a chiedertelo di persona . Beatrice stava ascoltando e disse ad Angela – Lui mi ha salvato la vita , gli devi un favore e anche grande . Fagli questo favore , fallo per me . Angela senti le parole di sua figlia Beatrice e disse sia a me e sia a lei – lo farò visto che grazie a te Daniel io sono felice e sopratutto perché mi hai dato una persona che posso considerare mia figlia . Angela prese il mio fascicolo e tolse tutte le informazioni su di me e prima che io me ne andassi – come mai mi hai chiesto questo Daniel . Io alla fine glielo dissi – Se uno sapesse chi sono in realtà avrebbe paura , visto che durante la Guerra dell’ Universo i Dominatori di Poteri hanno fatto delle cose davvero molto brutte e per questo se uno sapesse che sono uno di loro avrebbero paura le persone che provo ad aiutare . Invece se divento un simbolo di speranza e sopratutto sarò incorruttibile tutti quanti non avranno paura di me . Dopo queste mie parole Angela Ferrante disse – Spero tu riesca a fare questa cosa che dici tu e sopratutto cerca di fare attenzione a quelle tue numerose azioni folli e io dissi a lei – Stai parlando di quei piani in cui in modo folle riesco a riparare le cose o in un modo o nell’ altro riesco a liberarmi da qualche pericolo e Angela disse – si quelli , sta attento .

Categorie
2013 Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Wiiu Xbox 360 Xbox One

Call of Duty: Ghosts – nella trama molta attenzione agli aspetti emotivi

Call of Duty: Ghosts avrà una forte componente emozionale. A rivelarlo è Mark Rubin di Infinity Ward, che spiega come sia stato ingaggiato uno sceneggiatore hollywoodiano del calibro di Stephen Gaghan per creare una trama che coinvolga maggiormente gli utenti.

Dalle pagine di GI International (via VG247), Rubin ha dichiarato:

«Stephen sta veramente lavorando al gioco in un modo che non ho mai visto fare a uno sceneggiatore di Hollywood. Vede il poter scrivere la trama di un gioco come un’occasione straordinaria e una sfida unica a livello artistico. Una delle cose che ci ha detto è stata ‘Come sceneggiatore, lavorare su Ghosts è come un film d’arte. Basilarmente, se ci pensate, il personaggio principale, la stella del film, non si vede mai e non parla mai. E quindi devi inventarti una storia che tiene conto di queste particolarità’»

E continua approfondendo l’argomento:

«Pensateci. Se prendete il nostro gioco e lo mettete su di un film dove il protagonista non parla mai e non lo vedete mai, sarebbe come uno di quei folli film francesi in bianco e nero. Quindi Stephen ama veramente questa sfida, ed è molto emozionato per ogni cosa. L’industria dei videogiochi e Hollywood parlano due lingue diverse. E in passato non hanno mai comunicato un granché bene. Ma credo che questo stia cambiando.»

Ricordiamo a tutti i nostri lettori che la commercializzazione di Call of Duty: Ghosts è prevista per il 5 novembre 2013 su PC, PlayStation 3, Xbox 360 e Wii U. Il gioco approderà poi anche sulle nuove PlayStation 4 e Xbox One, una volta che le due console di prossima generazione next-gen saranno disponibili sul mercato.

 

Categorie
2013 Cinema Film Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

Miss Violence: trailer, poster e foto del film di Alexandros Avranas in concorso a Venezia 2013

La violenza domestica sarà al centro di uno dei film più misteriosi del concorso della 70. Mostra del Cinema di VeneziaMiss Violence riporta in corsa per il Leone d’oro la Grecia, sulla cresta dell’onda nel panorama internazionale contemporaneo grazie anche a due autori che hanno avuto due film in competizione proprio a Venezia: Athina Rachel Tsangari con Attenberg (Coppa Volpi per la migliore attrice nel 2010) e Yorgos Lanthimos con Alps (Osella per la sceneggiatura nel 2011).

Una “nouvelle vague” nera e radicale sia dal punto di vista formale che contenutistico, che sembra nascere spontaneamente dalla situazione economica in cui il paese si è ritrovato negli ultimi anni. Alexandros Avranas, qui alla sua opera seconda dopo Without (presentato al MIFF 2008), sembra continuare su questa strada: basta dare un’occhiata al trailer ufficiale del suo nuovo film per ritrovare gli stessi stilemi folli delle opere dei suoi colleghi. La lunga sinossi ufficiale, poi, parla chiaro:

Nel giorno del suo compleanno, l’undicenne Angeliki si getta dal balcone e muore. Mentre la polizia e i Servizi Sociali investigano sul perché di questo apparente suicidio, la famiglia di Angeliki insiste che si è trattato di un incidente. Qual è il segreto che la ragazzina si è portata con sé? Perché la famiglia insiste nel provare a “perdonarla” e ad andare avanti con la loro vita? Queste sono le domande a cui i Servizi Sociali cercano risposta quando visitano la casa pulita e ordinata della famiglia. Il padre ha fatto sì che nulla manchi e che tutto sia al suo posto. Sembra che nulla possa tradirli. Ma senza volere, il fratello minore di Angeliki rivela degli indizi che pian piano scuotono il mondo educato della famiglia, costringendola a confrontarsi faccia a faccia con ciò che, per troppi anni, hanno nascosto o non osavano vedere. Cadranno uno ad uno, finché ancora una volta la violenza offrirà loro la soluzione, tenendo unita la famiglia unita e al sicuro il segreto.

Però. E Avranas, dal canto suo, sembra avere una visione piuttosto netta e pessimistica dei concetti di famiglia e società odierna. Così spiega le tematiche di Miss Violence e le domande che vuole porre:

Atene, 2013. In qualche posto vicino al centro della città. Isolati con appartamenti colorati creano un mondo grigio. La quiete di un giorno di insopportabile routine viene spezzata dal suicidio di una undicenne. Cosa può aver spinto una ragazzina a decidere che non voleva più vivere? E perché nessuno sapeva la verità? Questa ragazzina, quasi simbolo dei bambini di molte città moderne che sono costretti a sottostare alle regole di una società dura e senza speranza, agisce per mettere a nudo e rivelare ogni possibile sfruttamento e manipolazione di un sistema che qualcuno chiama ancora famiglia. Il Padre, da leader, comanda e definisce il modo in cui la famiglia funziona attraverso modalità che non sono poi così diverse da quelle di chi è abituato a manipolare la società. Gli altri membri della famiglia sono vittime che non possono più funzionare se non con le regole con le quali sono cresciute. Mi sono sempre chiesto chi ha il potere: quello che attacca o colui che prova dolore? La violenza più dura è quella del silenzio. Del non detto. Della regolarità che copre ogni vuoto emotivo creato dall’esercizio del potere.

Chissà. Ne riparlaremo dopo aver visto il film al Lido. Miss Violence è interpretato da Themis Panou, Reni Pittaki, Eleni Roussinou, Sissy Toumasi, Kalliopi Zontanou e Constantinos Athanasiades. Il film vede come produttore esecutivo Christos V. Konstantakopoulos, attivo sia in Grecia (è stato produttore esecutivo di Attenberg) sia in America (Take ShelterBefore MidnightOnly Lovers Left Alive e persino i prossimi due film di Terrence Malick). Uno che insomma ci vede lungo…

Qui di seguito potete vedere il trailer ufficiale del film, più una ricca gallery con poster e foto.

 

Categorie
2013 Cinema Film Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Percy Jackson e il Mare dei Mostri: il primo trailer italiano

E’ stato finalmente pubblicato il trailer italiano dell’attesissimo Percy Jackson e il Mare dei Mostri, sequel del fortunato Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo – Il ladro di fulmini: anche il secondo film è ovviamente tratto dalla saga di cinque romanzi di Rick Riordan. In questa nuova avventura Percy e i suoi giovani compagni diventano novelli Argonauti alla ricerca del Vello d’oro, in una divertente commistione di mitologia greca e soluzioni contemporanee. Effetti speciali a non finire rendono già il trailer molto appetibile e tra mostri mitici, duelli, tempeste marine e folli corse su taxi fantasma, c’è da giurare che il film lascerà tutti incollati alle poltrone. Numerosi gli omaggi ad altri colossal del genere: la sequenza iniziale del bosco evoca le atmosfere neo gothic e vampiresche di Twilight, mentre il team del viaggio e della compagnia ci riporta un po’ al Lo Hobbit di Peter Jackson, senza dimenticare un pizzico di Transformers e una citazione alla Harry Potter (nella corsa in taxi). Insomma abbiamo tutti gli ingredienti per un mix esplosivo, sperando solo, parafrasando il vecchio adagio che il troppo non stroppi…