Colony – Curiosità sulla corazza dei Signori

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Molti di noi hanno visto che con nessuno strumento umano si è riuscito a scalfire l’ armatura degli alieni e adesso vi dico io perché e questa cosa non vi piacerà per niente e sopratutto non piace nemmeno a me visto che non avrei voluto rivedere o sentire un altra volta il nome di Vulkanus Villengard. Vulkanus Villengard per creare queste armature cosi potenti e cosi indistruttibili ha usato il titanio ma non uno normale ma quello combinato con il cuore di stella rara. Forse so come ha potuto fare una cosa del genere visto che il fratello di Vulkanus non trova più il quaderno del padre e quindi lui ha dovuto usare la sua memoria per rifare tutto quello che era andato distrutto quel giorno. La corazza degli alieni che qui sulla Terra vengono chiamati Signori è stata creata da Vulkanus cioè uno dei famosi figli della persona che ha creato la grande Fucina di Villengard e adesso è andata distrutta per colpa di Vulkanus. Vulkanus ha creato queste armature visto che lui sta nel lato oscuro, lui si è lasciato possedere dall’oscurità e adesso li dentro c’ e un solo e unico pensiero cioè “ voglio vedere solo morte e distruzione”. Vulkanus si è dato molto da fare per fare delle armature del genere e non so cosa altro ci ha fatto ma sono sicuro che quello che vedremo non piacerà né a voi e nemmeno a me e nemmeno alla sua famiglia. Io e Ada avevamo visto da vicino quella armatura e lei aveva capito che era qualcosa di incredibile e poi io lo aveva notato e poi mi chiese – secondo te chi l’ ha fatta ? . All’ inizio pensavo che era un lavoro fatto dal figlio di Villengard cioè la persona che mi ha dato una mano a salvare gli alieni e i vari Cacciatori di Mostri che erano li sopra. Ma poi mi ricordai che quella persona non aveva più il suo quaderno e notai che tutto era stato fatto troppo bene come se qualcuno avesse visto cosa fare e cosa non fare e poi dissi ad Ada con una faccia molto preoccupata – questa armatura l’ ha fatta Vulkanus Villengard l’ altro famoso figlio del creatore della Fucina di Villengard. Questo che vedi è titanio ma non uno normale, questo è unito al cuore di una stella rara e adesso nessun materiale umano può rompere questa armatura. Nessuno qui sulla Terra può distruggere o aprire questa armatura, forse solo o te o qualcuno con dei super-poteri ma devo vedere e poi devo capire che cosa succede se uno prova a fare una cosa del genere. Ada si mise vicino a me e poi inizio a ragionare con calma e senza nessuna fretta – quindi vuoi dire che se uno fa le cose male tu invece di distruggere l’ armatura, usando i tuoi poteri potresti potenziarla. Credo che Vulkanus ha usato tutto quello che c’ era scritto sul quaderno olografico del padre e ha fatto in modo che queste potenti armature siano ultra-perfette.

Protection Majestic

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Max con il suo grande genio e il suo grande cuore aveva creato le famose armi soniche che adesso in ogni tempo , spazio , dimensione e ognuno le usa per salvarsi da situazione molto complicate . Ma Max quando era solo un operaio dentro la Fucina creo una una cosa che fece capire a suo padre William che chi doveva prendere le redini della Fucina era Max e non Vulkanus . William in quel giorno in cui dei popoli avevano chiesto delle protezioni , William capì che Max era la persona giusta per guidare la Fucina e non Vulkanus . Max era bravo a creare delle protezioni e ne aveva creata una perfetta che non faceva male quasi a nessuno e quella fu data al pianeta Zeta 5 . Max aveva creato una protezione aveva chiamato Protection Majestic visto che era una protezione simile a un campo di forza ma era più simile a un campo riflettente cioè tu colpivi la protezione e quella tela rimandava indietro . Max l’ aveva fatta perché aveva visto li nella sua Fucina un ragazzo ferito in modo grave cioè aveva quasi perso un braccio e stava quasi per morire . Quando vide quella scena , si chiuse dentro il suo studio e in cinque minuti creo la protezione perfetta . Poi si avvicino al ragazzino di nome Armando e alla sua famiglia – datemi un giorno e io creo la protezione perfetta per il vostro mondo . Fino ad allora potete stare dentro la mia Fucina e cosi salvarsi dall’ orrore che c’ e sul vostro pianeta . Max si vide abbracciato da tutti e tre e poi si mise a lavoro . Li creo la protezione Majestic che era una vera e propria opera d’ arte . Quando la vide Roberto il padre di Armando credeva che non era inutile ma poi la colpi con un pugno e il pugno gli torno al mittente con la stessa forza con cui lo aveva lanciato . Roberto capì che quella era la protezione giusta . Max l’ aveva creata ma adesso aveva bisogno di tempo e di aiuto per metterla attorno al pianeta Zeta 5 . Prima di andare fece tornare in forza Roberto e poi gli disse – adesso che andiamo su Zeta 5 , ho bisogno di aiuto e di tempo . Se non ho queste cose io non posso salvare la vostra gente e il vostro pianeta . Max aveva messo la Protection Majestic su quel pianeta e grazie a lui tutti si salvarono da una fine orribile . Max con il suo grande lavoro aveva salvato un mondo , un sacco di bambini e poi aveva creato la protezione perfetta . William quando senti alla Gazzetta dell’ Universo che suo figlio Max aveva salvato un mondo intero era felice perché con quel gesto aveva capito che la Fucina doveva essere data al figlio minore e non al figlio maggiore che quel giorno aveva creato una protezione orribile e disumana .

Curiosità su Max Villengard

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Max Villengard non era solo bravo a capire quando fermarsi e quando non creare armi che potevano uccidere un sacco di persone . Max era bravo a creare protezioni molto forti e cosi nessuno si poteva fare del male . Max lavorava dall’ altra parte della fabbrica visto che voleva lavorare li da solo e senza mettere meni negli affari segreti di suo fratello Vulkanus . Max lavorava li perchè con molta gioia visto che grazie a quel lavoro poteva aiutare un sacco di persone e cosi lo faceva con gusto . Max da quando aveva deciso di lavorare nella fabbrica di suo padre aveva cercato di fare armi molto belle , originali e giuste per ogni tipo di attacco . Fu Max Villengard a creare le famose armi soniche . Max quando le fece ci mise tutta la sua calma , tutti i suoi strumenti e sopratutto tutta la genialità . Max li creo per i Signori del Tempo e anche per la mia razza e cosi noi potevamo capire le cose che erano strane ai nostri occhi . Max non fece avvicinare suo fratello a questo progetto oppure queste armi un pò scientifiche e un pò per battaglia diventano delle armi che potevano uccidere tutti quanti . Max voleva creare delle armi che erano capace di fermare una battaglia senza provocare morti e feriti . Max ci mise due anni per creare armi del genere . Fu lui a creare ogni tipo di cacciavite sonico che ha il Dottore . Max li ha creati tutti lui . Max voleva aiutare con queste armi tutti quanti e cosi loro potevano vivere senza morire o peggio . William lascio procedere il figlio perchè aveva visto che queste armi soniche non erano li per uccidere qualcuno , ma poteva salvare molte persone usandole su macchine impazzite o peggio . William stava li e stava vedendo se Vulkanus stava cercando di mettere le mani su una di queste armi e usarle per farla diventare una vera arma che poteva far morire una persona in un modo orribile .

Curiosità su William Villengard

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Come vi ho detto dopo quello che ha passato nell’ Ultima Guerra contro i Cyberman , William non voleva più fare parte della Fucina e se ne voleva andare via e creare nuove cose e non pensare più alle armi visto che non le riusciva a toccare più come un tempo . William prima di lasciar perdere tutto e le armi da fuoco e cosi capire cosa fare nella sua vita oltre a questo , doveva dire una cosa a Max . William voleva dare le redini della Fucina a Max visto che lui aveva creato armi potenti ma non troppo potenti da distruggere tutto e tutti . William vedeva che Max faceva le cose con calma e senza nessuna fretta e se un oggetto non funzionava lui si metteva e capire come farlo funzionare di nuovo . Invece Vulkanus era l’ opposto di Max nel senso secondo lui un arma doveva essere molto potente e cosi distruggere tutti e tutti . Secondo lui solo dopo che sono morti tutti i nemici e aver fatto un sacco di distruzione c’ e la pace . William aveva visto che Vulkanus avevano creato delle armi molto potenti , però quelle armi potenti avevano quasi ucciso bambini , ragazzine e avevano distrutto quasi pianeti o stelle . Vulkanus pensava che quello che faceva era giusto e se gli diceva che si doveva fare in un altro modo allora lui te la faceva pagare visto che non gli piaceva farsi rompere le scatole dagli altri , sopratutto da altre persone . Vulkanus faceva tutto a modo suo ed essendo lui pazzo nessuno gli doveva dire che quello che aveva fatto era sbagliato . William prima di andare via decise di andare a parlare con suo figlio Max per prepararlo a quello che sarebbe potuto accadere dopo il suo addio . William non aveva il potere di vedere il futuro ma sapeva come era fatto Vulkanus e sapeva che dopo aver saputo che la Fucina sarebbe stata data a Max e non a lui , allora da li nulla sarebbe andato come doveva essere . William doveva far capire a Max che suo fratello era un pazzo psicopatico con un grande potere . William prima di partire per questo lungo viaggio verso un nuovo cammino doveva far vedere a Max il passato oscuro di Vulkanus . William voleva far vedere a Max come era realmente suo fratello e se non lo faceva , nel futuro quando Vulkanus sarebbe scoppiato nella sua più grande ira una delle vittime che ci potevano essere li nello spazio e nel tempo poteva essere non solo Max ma anche suo padre William . William doveva stare molto attento visto che non sapeva come avrebbe reagito Max visto che poteva arrabbiarsi oppure poteva lasciare tutto e andare via . William stava tornando a casa per parlare con Max in privato cosi lui era pronto a tutto quello che doveva sapere e cosa sarebbe accaduto nel futuro .

William Villengard abbandona la Fucina

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Dopo aver vinto la Guerra contro i Cyberman ma in un modo davvero orribile e davvero disumano visto che molti pianeti erano stati distrutti e molte razze erano morte e cosi fu vinta la Guerra . William quando si alzava ogni mattina vedeva sulle sue mani un sacco di sangue . Come in un illusione ottica vedeva litri di sangue sulle sue grandi e perfette mani da ingegnere e lui non voleva vivere più in quel modo . William durante l’ Ultima Guerra contro i Cyberman aveva deciso di lasciare e non voleva più sentire parlare di armi , armi soniche o qualunque tipo di arma . Molte persone arrivano a un certo limite di sopportazione e quando arrivano a quella linea che le fa capire che hanno il passo più lungo della gamba allora decidono di mollare . William aveva superato quella linea tempo fa e adesso ne aveva abbastanza . Lui durante la Guerra contro i Cyberman aveva visto moltissimi dei Cyberman a terra e quasi distrutti e questo non lo preoccupava visto che erano dei mostri . Ma se dovevi la maschera sulla loro faccia vedevi che alcuni erano bambini , ragazzini e ragazzine che erano state prese e trasformare in Cyberman . William lo aveva visto con i suoi occhi e ogni volta che toccava un arma aveva tipo un flashback e vedeva lui li che dava le armi ai soldati e quelle armi avevano ucciso quei bambini . Anche se i soldati erano li e vedevano quei bambini , quei ragazzini e quelle ragazzine per quei mostri che erano , invece William non ce la faceva . Ogni volta che toccava un arma la sua mano iniziava a tremare come se avesse paura e infatti lui aveva paura di fare un altra volta quell’ azione . Cosi lui decise di svegliarsi con uno scopo e sarebbe a dire lasciare la sua fucina . William Villengard aveva deciso e nemmeno Max o Vulkanus lo avrebbero fatto cambiare idea visto che lui voleva fare quello che era giusto per lui . William Villengard voleva essere dimenticato e non voleva essere ricordato come il grande mercante di armi che era un tempo . Lui voleva essere conosciuto per qualcuno altro e basta . William aveva deciso di farlo visto che le sue armi avevano fatto del male a molte persone , sopratutto a bambini e bambini . Ma le sue armi avevano fatto un altro gesto cioè avevano portato un dolore nel cuore di un sacco di famiglie . Non avevano veramente ucciso i genitori , ma voglio dire che le armi avevano ucciso un sacco di bambini e quindi per alcuni genitori la Famiglia Villengard non erano visti come degli eroi ma erano visti come dei mostri e niente altro . William lo sapeva e proprio per questo motivo che voleva abbandonare la sua Fucina , la sua famiglia ed essere ricordato per qualcosa altro . William sapeva già a chi lasciare la Fucina cioè a Max e non a Vulkanus .

Curiosità su William Villengard

Sins_of_NeonCity_by_OmeN2501

Nel 50 secolo quando su Gynnex II era iniziata la Guerra contro i Cyberman tutti non sapevano cosa fare visto che erano i Cyberman e solo poche persone erano state scappate da loro e da non essere dei morti con degli auricolari dentro le orecchie e cosi non essere ai loro ordini . Chi non ce la faceva diventava un loro schiavo e tu eri solo un guscio vuoto in cui non c’ erano emozioni o ricordi ma solo un ordine dentro la mente e sarebbe “ Fare di tutto per far diventare il grande impero dei Cyberman ancora più grande e potente . Nessuno ci deve fermare nemmeno il Dottore “ . I Cyberman avevano questo scopo e non si sarebbero fermati davanti a nulla per ottenerlo . Altre persone che erano sopravvissute resistevano e cercavano un modo per uccidere i Cyberman e cosi far finire quella Guerra senza vittime . Molte persone non sapevano cosa fare ma una persona si e questa era William Villengard . Lui era il capo della famosa Fucina di Villengard e un giorno sapendo che ci sarebbe stata una grande guerra contro i Cyberman decise di fare tutto il possibile per salvare tutti e tutti . Decise di non essere più un normale uomo che dava armi da fuoco a mercenari o a persone che volevano usare le armi per vendetta . William decise di prendere le redini del suo destino e fare in modo che tutti lo potessero ricordare per aver dato una mano in una delle più grandi Guerre contro quella contro i terribili Cyberman . William Villengard con i suoi figli Max e Vulkanus costruirono armi per l’ esercito che si stava battendo li su Gynnex II . William aveva trovato un soldato di questa guerra e aveva detto a lui – fai venire i tuoi fratelli e sorelle soldati qui nella mia Fucina e io vi darò tutto quello che vi serve per vincere questa Guerra maledetta . William aveva accettato perché aveva visto i Cyberman in azione e sapeva che loro uccidevano tutti quanti pure bambini , ragazzini e ragazzine . Il soldato fece venire i suoi fratelli e sorelle li nella Fucina di Villengard e cosi li trovarono un riparo , un posto dove loro potevano creare dei piani e sopratutto un posto dove potevano trovare nuove armi e creare trappole per i Cyberman . Grazie alla Famiglia Villengard i soldati potevano far finire questa guerra senza altre morti o senza nessun altro soldato che sarebbe divenuto un Cyberman . William stava facendo quello perché per colpa di quella guerra aveva visto morire bambini , ragazzini e ragazzine . Lui dopo aver fatto vincere questa Guerra voleva abbandonare la costruzione delle armi . Voleva abbandonare la Fucina e darla a Max visto che sapeva che lui aveva quella scintilla che gli faceva capire quando era andato oltre e quando non andare oltre . Cioè riuscire a fermarsi e non costruire un arma che può uccidere tutti quanti . William Villengard voleva abbandonare la sua adorata fucina perché non ce la faceva più a vedere quella morte o le sue armi uccidere bambini , ragazzini e ragazzine . William voleva uscire di scena con un ultimo atto e sarebbe a dire aver dato una mano alle persone giuste .

Beatrice Ferrante crea degli orecchini per Daniela

molly-quinn-castle-promos-hd-wallpaper-24160

Daniela voleva sapere come era capace di fare tutte queste . Prima di iniziare ad entrare dentro la sua fucina personale . Beatrice si mise sul suo letto vicino a Daniela e inizio a dire “Un anno fa avevo portato Beatrice Ferrante in una vera fucina . Quella era la fucina di Marek 8 . Li ci sono persone ogni giorno che si mettono a creare armi , oggetti come fucili sonici , cacciaviti sonici e molto altro . Beatrice voleva imparare a crearsi un oggetto da sola . Beatrice si voleva creare un arma tutta da sola e senza il mio aiuto . Aveva il suo posto di lavoro ed era inca scendente . Prima di farle lavorare qualcosa le dissi – senti lo so che non vuoi il mio aiuto . Ma io ti voglio aiutare . Se vuoi restare devi fare a modo mio oppure ce ne andiamo . Beatrice in modo non po’ scocciata – va bene . Cosa devo fare per resistere a questo caldo . Io sapevo che era dura li dentro – lo so che non vuoi ma ti devi togliere la maglietta . Beatrice non voleva – non voglio . Sotto ho solo il reggiseno e non mi piace far vedere agli altri cosa ho sotto . Allora riportai Beatrice nel T.A.R.D.I.S e le insegnai e le sbloccai il potere della superesistenza . Dopo averla sbloccata Beatrice si senti molto meglio più leggera e capace di resistere a questo grande caldo . Inizio a lavorare con un martello non molto pesante . Grazie alla superforza riusci a sollevare il martello con un po’ della sua forma . Beatrice ci mise davvero molto tempo visto che ci furono alcuni fallimenti e alcuni successi . Beatrice dopo cinque ore si riusci a creare una spada molto simile alla mia . Beatrice era felice di vedere la mia spada e di possederne una uguale . Decisi di fargliela tenere visto che era stata capace di farsela da sola . Daniela vedeva che Beatrice era una di quelle persone che sapeva fare un sacco di cose – vedo che ogni giorno scopro qualcosa di nuovo su di te e posso dire che mi piace . Li vide un tavolo di lavoro fatto in ferro . Dietro di loro e attorno a loro c’ era un grande caldo . Beatrice lo poteva sopportare grazie al potere che gli avevo sbloccato . Invece Beatrice resisteva al caldo visto che se riesci a controllare l’ elemento del fuoco tu puoi usarlo per non sentire caldo e usarlo per uccidere i tuoi nemici . Daniela era li e aspettava . Vedeva che Beatrice si tolse la maglietta visto che era vicina a una ragazza e quindi se vedeva una ragazza con un reggiseno non si scandalizzava molto . Prese un po’ di ferro che era stata santificato con Aqua Santa . Inizio a dividerlo con il martello in modo molto forte . Daniela che era li vicino a Beatrice e vedeva che era molto brava . Daniela vedeva che doveva essere raffreddata il ferro e fece una bacinella d’ acqua molto fredda . Beatrice con l’ aiuto di Daniela mise il ferro che era caldo come un vulcano attivo dentro la bacinella d’ acqua . Beatrice ci poteva mettere anche cinque ore per fare un lavoro del genere . Daniela si mise a dormire sulla sedia , invece Beatrice continuo a lavorare . Alla fine dopo cinque ore di lavoro continuo fini il lavoro dentro la fucina . Beatrice andò vicino a Daniela e la sveglio con calma . Daniela apri gli occhi e li vide . Vide i suoi due nuovi orecchini . Erano piccoli e aveva la forma di un pentacolo . Una volta messi non successe niente . Daniela pensava di morire ma invece non mori e si vide che Daniela si calmo – pensavi che saresti morta ? . Daniela diede la maglietta a Beatrice che se la mise con calma – non puoi morire con l’ acqua santa perché tu sei una strega buona e solo le strega cattive possono morire con questo tipo di acqua . Adesso tu hai un altra arma oltre alla tua magia . Li sopra c’ e della acqua santa e basta che tu riesci a toglierti gli orecchini e li butti in faccia e poi l’ acqua santa farà il resto . Daniela abbraccio Beatrice e quello era un modo per dire grazie di tutto .

Il mio cacciavite sonico

Quando sono stato nella Fucina di Villengard che è andata distrutta per colpa di uno dei figli del creatore originario . Quando c’ e invidia , non si ragiona più e questo ci fa fare delle cose che non vogliamo ma che vorremmo fare . Li dentro prima di andarmene ho preso un cacciavite sonico che era molto bello e che era molto utile per capire le cose . Per esempio quando ero nel bar nell’ universo di Penny Dreadful , ho usato il mio cacciavite sonico per capire se quella cosa li dentro era viva oppure no . Anche se il nostro nemico poteva morire , però almeno grazie a questo mio cacciavite lo potevo sapere con certezza. Anche se non lo dovevo prendere , però se rimaneva li poteva rimanere distrutto e non potevo che una tale bellezza come questa diventava polvere e non rimaneva niente .Questo cacciavite sonico mi serve davvero molto e perchè voglio usare i miei poteri solo quando servono e quando non li voglio utilizzare e cosi utilizzo questo . Eccolo , lo so non lo dovevo prendere ma l’ ho preso . Quando Alyssa me lo ha visto in mano – dove lo hai preso ? . Io dovetti rispondere visto che Alyssa era molto curiosa e poi mi avrebbe rincorso fino a quando non glielo avrei detto – ok , l’ ho preso nella Fucina di Villengard . Ho preso qualcosa pure per te . Dalla mia tasca destra dei mio giubbotto una penna sonica . La diede in mano a mia sorella – grazie , hai per caso preso altro dalla Fucina di Villengard . Io non volevo dire troppo e riusci a mentire in modo perfetto – no , per il momento non ho preso niente . Ma forse quando torno con il T.A.R.D.I.S li mi puoi aiutare a prendere tutte le varie cose che sono andate perse durante questa grande esplosione e cosi se abbiamo qualche problema con i nostri nemici , possiamo usare quelle armi per difenderci . Alyssa era felice di sapere che mi poteva aiutare a fare questo visto che mi serviva una persona che poteva aggiustare le armi che si poteva rompere durante l’ esplosione .

doctor_who_11th_sonic_screwdriver_pen_1

 

Vulkanus Villengard

Vulkanus Villengard aveva 21 anni ed era il fratello più piccolo di Max Villengard , secondo lui la Fucina di Villangard doveva andare a lui e non a suo fratello Max . Vulkanus aveva avuto molti pretendenti risse nei bar di quasi tutto l’ universo ,molestie e molti altri reati ma poi un giorno decise di cambiare di non fare più quelle cose . Voleva veramente cambiare e voleva dimostrare a suo padre che si poteva tenere una ragazza . Con lei lui si era dimostrato calmo , gentile un po come tutti i fidanzati ma poi quando lei decise di voler fare altro e che non voleva più stare con lui . Lei voleva fare la modella e lui non lo accettava secondo lui era l’ uomo che doveva portare i soldi non la donna . Questo non lo poteva accettare , lei le aveva mancato di rispetto e fece quello che andava fatto cioè uccise la donna che lo aveva scaricato e poi aveva buttato il corpo nell’ acido . Tra le varie cose in cui Vulkanus era in gamba la meccanica spaziale e la chimica . Non rimse niente di lei , i suoi bellissimi capelli rossi . la sua pelle delicata come quella di una bambina . I suo occhi neri e misteriosi , queste cose avevano attratto Vulkanus ma quando le aveva mancato di rispetto lui dovette fare quella cosa . Da quel giorno da lui era scattato qualcosa di nuovo , qualcosa che lui non aveva mai provato e sopratutto a lui piaceva e mentre vedeva la donna morire dentro l’ acido lo se godeva fino all’ ultimo minuto di sofferenza della donna . Era se stesse guardando un film e lui era lo spettatore che si stava guardando il suo film e non voleva essere disturbato . Durante tutta la lotta lei non voleva morire e perché lei mostrava tanta ostinazione e davvero molto coraggio . La donna lo picchio al volto , quella fu la goccia che fece traboccare il vaso e far scatenare la sua potente ira nascosto dentro lui . Vulkanus picchio al volto la donna molto più forte e poi prese una bella sedia e la lego e poi sedo la donna . Lui si era portato i suoi mezzi aveva creato una droga che veniva utilizzata nell’ intero Universo . La droga si chiama Spirit e non fa aumentare la tua forza anzi ti fa cadere in un sonno profondo di beatitudine e lui la inietto vicino al collo e la donna cadde in un sonno profondo . Lui ebbe tutto il tempo per creare acido solforico e alla lui uccise la donna e lei non pote nè urlare nè muoversi per colpa della droga . Vulkanus sapeva che la donna avrebbe lottato , la cosa più strana e che lui aspetto che l’ effetto della droga fini e poi la slego e poi la prese per i capelli e inizio a colpirla sempre più forte e poi quando non ebbe più la forza di muoversi prese la provetta dove c’ era l’ acido e glielo verso addosso e poi lui se ne andò da li . Per quel reato lui non fu mai accusato e per questo lui ne era molto felice non voleva andare in galera per una stronza che le aveva mancato di rispetto . Anche altre donne lo avevano rifiutato e lui aveva utilizzato la sua terribile follia per uccidere tali donne . Le aveva uccise non solo per questo , ma anche perché vedeva che usciva moltissimo e tornava molto tardi e lui dentro la sua mente da pazzo pensava ” La Donna mi sta tradendo , si vede con un ‘ altro uomo . Se non posso averla io non la può avere nessuno dell’ universo ” . Le donne dicevano che non avevano altri uomini e lui le picchiava in modo forte e troppo violento e poi le prendeva per i capelli e teneva una stretta dannatamente forte e disse – tu di una sola parola agli sbirri o ad altre persone e io strapperò il cuore alle persone che tu ami ,ma prima di farlo le farò soffrire come dei cani e farò in modo che tu guardi le loro sofferenze e solo quando mi sarà bastato li finirò di colpirli .

Adesso vi dico un ‘ altro evento , quando una delle sue donne lo aveva tradito e umiliato lui fece questo strappo il cuore di uomo e poi obbligo la donna a mangiarlo e se ne sputava un solo pezzo lui le avrebbe ficcato un coltello nel cuore . Invece se lei ne sputava un pezzo o tutto il cuore lui le avrebbe legato le mani e le gambe e le avrebbe strappato il cuore mentre era ancora viva e poi le avrebbe slegato le mani e glielo avrebbe messo sulle sue mani piene di sangue e solo le chiedeva scusa lui avrebbe fatto qualcosa . Per questo motivo Vulkanus Villengard era noto come ” Il Mostro dell’ Universo ” . Lui non aveva impronte digitali e sopratutto lui era super-curato ogni cosa che lui faceva era calcolata e sopratutto lui bruciava tutto corpi , vittime e tutto quello che c’ era da bruciare e sopratutto nessuno era vivo dopo il suo operato e nessuno lo aveva mai visto in faccia e lui era brava in informatica e avrebbe cancellato tutte le sue traccie . Quando nel 51 secolo scoppio la Fucina di Villengard tutti capirono che era stato Il Mostro dell’ Universo tutti iniziarono ad avere paura , se era riuscito a distruggere tale posto da solo figuriamoci cosa avrebbe fatto in futuro . Alcuni invece aspettavano solo uno dei suoi atti di distruzione e sopratutto gli volevano chiedere se potevano unirsi a lui e cosi aiutarlo nelle sue grandi opere .

Cerco di salvare la Fucina di Villengard

Nel 51 secolo esiste una fucina dove c’ erano moltissime armi soniche , armi incredibili venivano da li . Alcune era legali e altre un po meno legali ma la Fucina di Villengard è era il posto perfetto per chiunque , chi lo voleva un arma doveva andar e li e trovare quella che era giusta per lei o per lui . Se volevi un arma quello era il posto migliore dove trovarla e comprarla . Molte persone che provenivano da diversi pianeti ,di diversi universi e sopratutto in diversi parti del tempo venivano li . Per esempio il Dottore e Jack Harkness e poi pure io . Il giorno in cui esplose io ero li e stavo cercando in tutti i modi per non farla bruciare , ma non ci riusci . Io arrivai li verso le 8:40 di mattina e iniziai a cercare con con calma il motivo per cui sarebbe stata esplosa ma anche con la mia vista non trovai niente ed ero andato dappertutto ma non trovai niente . Sarah la Fenice Rossa era alla mia ricerca e mi trovò nella Fucina di Villengard e mi vide su un tetto di un palazzo a vedere qualcosa che stava in basso . Lei apparve dietro di me e disse – Daniel che stai facendo qui ? , io non ero sorpreso che era riuscita a trovarmi e io le dissi – Ho avuto una visione . Oggi la Fucina di Villengard verrà distrutta e io sono venuto qui sopra e grazie alla mia occhio della fenice sto cercando di capire cosa può succedere e se qualcuno vuole provare a distruggerla ma per il momento niente . Mi puoi dare una mano copriamo più fronti e cosi insieme cerchiamo di impedire che questa fabbrica e i suoi ospiti muoiono . Sarah capì’ che io avevo ragione e disse – certo ti aiuto . Lei e io non volevamo essere responsabili di tutte quelle persone . Non avevo capito la causa ma avevo visto esplosioni e alcune morte anche se non era successo ma grazie ai miei occhi io li potevo vedere . La Fucina era gestita dal suo illustre proprietario cioè Max Villengard , lui era il proprietario di questa fucina e lui si occupava di tutto , anche delle cose più piccole ma un giorno arrivò il fratello di Max cioè Vulkanus Villengard . Vulkanus era davvero molto arrabbiato con il padre e con il fratello , secondo Vulkanus , il padre doveva dare la fucina di famiglia a lui e non a Max . Vulkanus era furbo e astuto ma sopratutto lui era molto vendicativo ed era un pazzo e dentro di lui scorreva questa idea per tutto “ Se non posso averla io , non la deve avere nessuno “ e cosi chiese a dei teppisti di distruggere le turbine della fornace e fare in modo che quando la fornace inizio a funzionare esplose tutto . Io lo sapevo perché avevo trovato i teppisti che erano andati verso le turbine con spranghe di ferro e tutto quello che serviva per fermare le turbine e non farle più partire . Però io non riusci a fermarli non perché non volevo ma perché il posto era molto grande e loro erano stati fatti entrare e io invece non potevo perché non sapevo dove erano le turbine e cosi potei fare niente . In quel momento nella fucina iniziarono i prima problemi , perché nell’ aria senti odore di bruciato lo sentivo io e Sarah . Io dissi a Sarah – Senti andiamo a parlare con Max e diciamo quello che sta succedendo e facciamo in modo di far andare via questa gente . Andai io e Sarah era vicino a me e Max era al bancone , io andai da lui e dissi – Ascoltami attentamente io sono Daniel Saintcall e ti voglio informare che tra pochi minuti la tua fornace esploderà , quindi di a tutti di andare via il più presto possibile . Pure Il Dottore aveva provato a riparare le turbine ma non ci era riuscito e cosi era andato al centro di comando che trovò subito al cacciavite sonico che ha . Si era fatto strada tra moltissime gente e poi aveva provato a salvare la fornace ma non ci era riuscito . Max dopo pochi minuti rispose al telefonino e la chiamata proveniva dalla fornace e disse – Muoviti fa uscire tutti ,la fornace esploderà tra 6 minuti , fa uscire tutti da li adesso e muoviti . Sotto il suo bancone Max aveva messo un pulsante di emergenza , lo premette con un pugno e il messaggio arrivo a tutti e tutti se ne andarono alle loro astronavi . Alla fine pure io e Sarah la Fenice Rossa ce ne andammo da li e per l’ ultimo il Dottore che ci stava provando ancora ma per tutto il tempo non ci era riuscito e dovette abbandonare la Fucina con tutti gli altri . Io avevo salvato moltissime persone e tutti mi ringraziarono per mio aiuto , se non li avvisavo in tempo tutti sarebbero morti . Sarah Saintcall mi una volta a casa mi guardò con uno sguardo fiero e disse – Bravissimo , anche se non sei riuscito a salvare la Fucina di Villengard però sei riuscito a salvare moltissimi alieni e moltissime persone che erano li . Non potevo fare niente , se io avrei voluto salvare la Fucina avrei dovuto avere delle turbine nuove e tre ore , visto che dovevo togliere le vecchie e metterne delle nuove e tutto sarebbe stato molto difficile e se sbagliavo un cavo o un filo tutto sarebbe stato distrutto . Oramai era fatta e nessuna delle armi si era salvata ma almeno Max era sano e salvo non aveva più la Fucina ma era vivo . Quando era sulla sua astronave ricevette una chiamata di suo padre proprio quando seppe che la sua Fucina era stata distrutta non era molto preoccupata per essa ma per suo figlio e disse – tu stai bene ? .

Si , sto bene e anche tutte le persone che erano li , sono state evacuate prima dell’ esplosione sopratutto grazie a un uomo di nome Daniel Saintcall . Quando il padre senti il nome e pensò a una cosa e disse – Meno male che si sono salvati tutti quanti e la persona che hai incontrata e uno dei figli di Alukard e Helena Saintcall . Max chiese al padre – ma i Dominatori di Poteri non erano morti tutti nella Guerra dell’ Universo .

Pare di no e meno male che oggi c’ e stato lui , seno sarebbero morte un sacco di gente . Certo abbiamo perso la Fucina ma almeno tutte le persone che erano li sono vive , questo è l’ importante . La Fucina era stata distrutta dal fratello per vendetta e non si poteva dire che era stato Vulkanus perché lui aveva fatto sparire tutte le tracce del suo passaggio e aveva ucciso le persone che erano nella fornace .Una volta distrutta la turbina , lui chiuse a chiave la porta della fucina e li lascio li a morire per la prima esplosione , io non li potevo salvare perché per loro era troppo tardi ed erano già morti . La Fucina di Villengard è stata distrutta per vendetta , solo questo e niente altro . 

ioinviaggiodue

ci guadagno il colore del grano...

Mile Sweet Diary

diario semiserio di una aspirante pasticcera

Illustra.

magazine

ORME SVELATE

la condivisione del dolore è un dono di amore da parte di chi lo fa e di chi lo riceve

Wikinerd

NERD e dintorni ;)

ioinviaggio

Piego e ripiego la mappa del tuo Infinito in un origami d’amore

Evaporata

Non voglio sognare, voglio dormire.

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

“Ships are safe in a harbour, but that’s not what ships are made for”

VOLO SOLO PER TE

Io e la mia vita...sul mio blog troverai parole che in questi angoli di paradiso potranno rasserenarti e regalarti se vorrai un momento di dolcezza..E se vorrai lasciarmi un commento sara' gradito da parte mia

Piccole Storie d'Amore

Vivo i giorni nella solitudine

NON SOLO MODA

La moda, uno strumento per essere positiva, negativa , simpatica, antipatica...semplicente TU

la musica è un luogo

Ogni pensiero risuona come una canzone.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: