Categorie
2013 2014 E3 E3 2013 Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

The Witcher 3: Wild Hunt – nuove immagini sulle capacità tecniche del REDengine 3

Ormai ripresisi dal jet lag provocato dal viaggio in California compiuto a metà mese per presenziare all’E3 2013, gli sviluppatori polacchi di CD Projekt vengono di nuovo catapultati (anche se solo virtualmente) tra gli stand della manifestazione videoludica losangelina per veder assegnare al loro The Witcher 3: The Wild Hunt il premio di miglior videogioco della fiera messo in palio dai curatori di GameTrailers, a cui bisogna necessariamente aggiungere gli omologhi premi ricevuti nei giorni scorsi dai giornalisti di GameSpot, di IGN, di Polygon e di diverse altre testate internazionali.

Per festeggiare questa pioggia di riconoscimenti della stampa di settore, i ragazzi dell’esperto team creativo di Konrad Tomaszkiewicz hanno così deciso di attentare alle coronarie dei loro fedeli appassionati pubblicando una nuova serie di immagini di gioco ritraenti alcune delle ambientazioni e delle situazioni che saremo chiamati a vivere nei panni di Geralt di Rivia.

Già intravisto nello speciale redatto dai giornalisti di EDGE sul numero di giugno della loro autorevole rivista, il set di immagini propostoci quest’oggi dai CD Projekt rende l’idea del lavoro immane che i programmatori e i designer hanno dovuto sorbirsi in questi mesi per dare forma alle isole dell’arcipelago Skellige, alle centinaia di creature e di persone che dovremo incrociare lungo tutta l’avventura e alle animazioni a corredo del nuovo sistema di movimento e combattimento di quel donnaiolo incallito di Geralt.

Ricomponendo il puzzle di informazioni fornite a più riprese dagli sviluppatori durante il tour de force mediatico cui si sono sottoposti prima, durante e dopo l’E3, infatti, sappiamo per certo che con Wild Hunt verranno adottati tutta una serie di accorgimenti tecnici per fare in modo che le sessioni di combattimento possano risultare più fluide e realistiche rispetto a quelle dei precedenti capitoli della saga: il modo stesso in cui si impugna l’arma, ad esempio, non sarà sempre lo stesso ma rifletterà in maniera automatica le diverse situazioni di gioco affrontate dal protagonista (cambiando di volta in volta la tecnica d’attacco e la guardia), il tutto per omaggiare il genio di Sapkowski e la descrizione particolarmente poetica delle piroette, delle schivate e delle mosse fulminee compiute dall’eroe dei suoi splendidi romanzi (gli stessi, lo ricordiamo, da cui ha avuto origine nel 2007 la serie videoludica di The Witcher).

Nel lasciarvi in compagnia di Geralt di Rivia e delle restanti immagini di gioco a lui dedicate, chiudiamo il pezzo informando tutti gli appassionati di GDR a mondo aperto che The Witcher 3: Wild Hunt è atteso in uscita nel 2014 (si spera non più tardi dell’inizio dell’estate) in contemporanea su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

 

Categorie
2013 Microsoft Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Xbox 360

Borderlands 2: Tiny Tina’s Assault on Dragon Keep – review

E siamo a quattro! Gearbox Software ha finalmente rilasciato il quarto ed ultimo “major” DLC per il suo pluriosannato Borderlands 2. Lo studio texano ci ha ormai abituati a contenuti scaricabili di livello assoluto e “Tiny Tina’s Assault on Dragon Keep” fortunatamente non fa eccezione. Proprio come avvenne nel primo Borderlands con la mini-avventura “L’Isola degli Zombie del Dottor Ned”, questo nuovo DLC si concede una gita fuori porta nel mondo del fantasy ma stavolta in quello più puro, che strizza l’occhio a D&D, Dragonlance, Il Signore degli Anelli, ecc.

Volendo fare una breve pausa dalle loro scorribande nel mondo di Pandora, i cacciatori della Cripta del primo capitolo della serie si sono riuniti intorno ad un tavolo insieme alla “bombarola” Tiny Tina, la pestifera ragazzina che i fan della serie ormai conoscono bene . I quattro iniziano una partita al famoso GDR da tavolo “Bunkers and Badasses”, che li trasporta in un mondo magico fatto di nani, scheletri, fatine, troll di roccia e il residuo bestiario fantasy che la narrativa/filmografia fantasy ha prodotto negli ultimi 50 anni.

Ovviamente il tutto viene condito dall’ormai rinomato humor a cui questa serie ci ha abituati, quindi aspettatevi citazioni a non finire, prese per il c… ehm, in giro, e situazioni paradossali al limite del grottesco. Una su tutte? L’apparizione improvvisa del folle Mr. Torgue, protagonista di un suo DLC uscito poco tempo fa, al posto di un personaggio ritenuto troppo “noioso”. Pochi minuti dentro questo delizioso mondo di fantasia basteranno al baffuto body builder per mandare tutto all’aria e guadagnarsi un esilio perenne dai reami in cui è ambientato il gioco.

I distributori di armi/munizioni/oggetti, così come i nemici e tutto il resto, hanno subito un deciso restyling per venire incontro allo stile fantasy di questo DLC.

“Le quest principali vi vedranno andare alla ricerca di una fantomatica Principessa rapita da tale Stregone Bello”

A livello di gameplay, Tiny Tina’s Assault on Dragon Keep non cambia molto quanto visto finora. Rimaniamo sempre all’interno del confortevole genere degli FPS senza alcuna vera e propria contaminazione da GdR, se si eccettua il lato estetico del DLC. Dove prima trovavamo Skag, Bullymong, Rakk e così via, in questo DLC saremo accolti da nani scheletrici, arcieri incantati, fate svolazzanti e draghi di vario genere. Il tutto immerso in scenari che sembrano una via di mezzo tra quelli visti in Skyrim e i villaggi di Fable.

Anche il design delle missioni non è cambiato più di tanto ma, a differenza dei precedenti DLC nei quali si passava parecchio tempo a bordo di mezzi di vario tipo, in questa nuova espansione si fanno molti più chilometri a piedi. Le quest principali vi vedranno andare alla ricerca di una fantomatica Principessa rapita da tale Stregone Bello (e anche qui i fan di Borderlands 2 non potranno non fare un mezzo sorriso) ma ovviamente tra il punto di partenza e quello di arrivo non mancheranno colpi di scena più o meno telefonati e spassosi.

Da segnalare, rispetto al recente passato, una quantità di missioni secondarie leggermente inferiore. Pur senza voler cambiare radicalmente il gameplay originario con la presenza di bastoni magici e spade incantate, sinceramente mi sarei anche aspettato qualche variazione in più per quanto riguarda le armi, che rimangono anch’esse su terreni ormai ben battuti nei capitoli precedenti. Ciò che invece è rimasto praticamente immutato è il divertimento ricavato da questa ennesima fetta aggiuntiva di Borderlands 2, che dimostra ancora una volta come Gearbox sia attenta a coccolare i fan della sua serie più famosa (peccato non abbia fatto lo stesso con Aliens: Colonial Marines).

Il design dei draghi ha un vago sentore di Predator e, a dirla tutta, non sono neanche così duri da abbattere.

“Tiny Tina’s Assault on Dragon Keep è un omaggio a chi ha passato parte della sua adolescenza compilando schede personaggio e tirando dadi a 20 facce”

Tiny Tina’s Assault on Dragon Keep è un omaggio sentito a chi, come il sottoscritto, ha passato parte della sua adolescenza a casa di amici compilando schede personaggio e tirando dadi a 20 facce. A questo è stato aggiunto un ulteriore plus rappresentato dalla stessa Tiny Tina e dai suoi compagni d’avventura, che con le loro battute accompagnano dall’inizio alla fine il giocatore nella sua quest.

Impossibile non strappare un sorriso anche al giocatore più compassato quando,dopo soli 10 minuti di gioco, la folle ragazzina vi spara contro un “drago di millesimo livello assolutamente imbattibile”per poi sentirsi rimproverare sull’eccessiva difficoltà del boss dai tre cacciatori della cripta seduti al suo tavolo. Risultato? Preferisco lasciarvelo scoprire da soli…

I tre DLC di Borderlands 2 usciti fino a questo momento hanno garantito un rapporto qualità/prezzo più che generoso e anche Tiny Tina non fa eccezione. Se il restyling in stile fantasy invoglia già di per sé all’acquisto, la longevità è un ulteriore motivo per non lasciarsi scappare questo “downloadable content”.

Arriverà un momento, all’incirca dopo 2 o 3 ore di gioco, in cui dovrete affrontare un boss piuttosto rognoso e longevo… avrete l’impressione di essere già arrivati alla fine di questa espansione e un accenno di delusione potrebbe dipingersi sui vostri volti da avventurieri. Non temete perché di cose da fare ne avrete ancora parecchie prima di poter cantare vittoria (per l’ennesima volta) e di aver sbloccato tutti i nuovi Obiettivi/Trofei.

Tiny Tina’s Assault on Dragon Keep è disponibile da oggi in contemporanea su PC, PlayStation 3 e Xbox 360 al prezzo di €9.99 o 800 Punti Microsoft. I possessori di Season Pass possono invece scaricarlo gratuitamente… e vi assicuro che in entrambi i casi ne vale davvero la pena.

Voto del gioco : 8/10

Categorie
2013 E3 E3 2013 Foto Galleria Galleria Foto Microsoft Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps4 Xbox One

Lords of the Fallen: prime immagini di gioco dall’E3 2013

Non potendo certamente lasciarsi sfuggire la ghiotta occasione offertagli dai curatori dell’E3 losangelino, i curatori di City Interactive e gli sviluppatori tedeschi di Deck13 Interactivehanno deciso di dare in pasto agli appassionati di GDR “all’occidentale” accorsi alla kermesse videoludica californiana le prime, spettacolari immagini ingame di Lords of the Fallen.

Capitanato da Tomasz Gop (l’ex produttore di The Witcher 2: Assassins of Kings), il team di sviluppo al lavoro su questo ambizioso gioco di ruolo a mondo aperto sfrutterà la superiore potenza computazionale delle future piattaforme targate Microsoft e Sony per sfidare l’agguerrita concorrenza di From Software, CD Projekt e Bethesda con un’avventura fantasy che, nelle intenzioni di Gop e dei suoi ragazzi, saprà tenere testa a Dark Souls II, a The Witcher 3 e a The Elder Scrolls Online.

Considerando il blasone dei capolavori succitati e il prestigio conquistato negli anni dai rispettivi team di sviluppo, la sfida lanciata di Deck13 sembra impossibile: ciononostante, lo stesso Tomasz Gop confida nella bravura dei suoi ragazzi e promette di dare battaglia con un titolo dalla profonda struttura narrativa, da un impianto di gioco multisfaccettato e da un comparto grafico slogamascella.

Ambientato in una dimensione sconvolta dai conflitti scatenati dai clan che si contendono le ultime risorse di un mondo lacerato dal caos causato dalla morte di un titano e dalla conseguente trasformazione delle sue spoglie in una sconfinata catena montuosa, Lords of the Fallen ci vedrà impersonare un impavido condottiero disposto a tutto pur di riportare la pace nel regno combattendo contro le fazioni nemiche spalleggiate dai famelici mostri piovuti dal cielo assieme al Dio caduto. Dal punto di vista delle meccaniche di gioco spicciole, il plot narrativo steso dai Deck13 tratteggerà un’avventura caratterizzata da una grande libertà d’azione e d’esplorazione, il tutto condito da un ramificato sistema di abilità e di personalizzazione di classe, da un sistema di combattimento dall’alto tasso di sfida e da centinaia di armi, di magie e di armature da acquisire immergendoci nei pericolosi dungeon disseminati a macchia di leopardo sulla mappa di gioco.

L’uscita di Lords of the Fallen è prevista nella seconda metà del 2014 su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

 

Categorie
2013 Dark Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Uscite Future Videogiochi Xbox 360

DARK – Nuove immagini e i requisiti della versione PC

Kalypso Media ha pubblicato sei nuove immagini diDARK e svelato i requisiti hardware della versione PC. L’action/stealth/RPG, che sarà disponibile il 31 maggio per PC e Xbox 360, non ha grandi pretese dal punto di vista tecnologico e si accontenta di una GeForce 9600 GT ed equivalenti.

-OS: Windows XP SP2
-Processor: 2.0 GHz Dual Core
-Memory: 2 GB System RAM
-Hard Disk Space: 5 GB free HDD
-Sound: DirectX compatible sound card
-Video: NVIDIA GeForce 9600 GT / ATI Radeon HD 4670 / Intel HD Graphics 4000, 512 MB RAM

 

Categorie
2013 Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Videogiochi Xbox 360

The Elder Scrolls V: Skyrim – Legendary Edition confermata

Bethesda conferma oggi il prossimo arrivo sul mercato di The Elder Scrolls V: Skyrim – Legendary Edition, un’edizione del celebre RPG contenente il gioco principale e tutti i DLC usciti in seguito.

Il pacchetto speciale sarà in vendita dal 7 giugno 2013 per Xbox 360 e PS3 a 49.99€ e per PC a 39.99€. Insieme ai contenuti originali, dunque, troveremo nella confezione anche i DLC Dawnguard, Hearthfire e Dragonborn, oltre a nuove funzionalità come le uccisioni cinematografiche, il combattimento a cavallo, la modalità Leggendaria per i giocatori più esperti e le abilità Leggendarie, che permettono la gestione totale dei bonus e la possibilità di potenziare le abilità all’infinito.

 

Categorie
2013 Dark Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Videogiochi Xbox 360

Nuove immagini per DARK

Kalypso Media ha rilasciato cinque nuove immagini per DARK, lo stealth action RPG per Xbox 360 e PC in cui vestiremo i panni di Eric Bane, un uomo trasformatosi da poco in vampiro che si scontrerà con alcuni suoi simili sullo sfondo di una città del futuro.

A quanto pare gli sviluppatori hanno utilizzato il cel shading per caratterizzare fortemente il proprio progetto, che secondo le prime informazioni potrebbe uscire anche su PlayStation 3.

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 The Witcher 3 Videogiochi Xbox 360 Xbox 720

Dragon Age III: Inquisition – Bioware non teme la concorrenza di Dark Souls II e The Witcher 3

La pioggia scrosciante di immagini, di filmati e di informazioni su The Witcher 3 e Dark Souls IIpiovutaci addosso in queste settimane ha indotto Blair Brown di Bioware ad aprire metaforicamente l’ombrello per dimostrare al mondo che la rinomata compagnia canadese non ha nessuna intenzione di lasciare il mercato dei GDR ai concorrenti di From Software e CD Projekt:

Questo, infatti, è il messaggio pubblicato da Brown sulle pagine del forum ufficiale di Bioware in risposta alle tante domande poste da chi, giustamente, chiede perchè l’azienda abbia smesso di aggiornarci sullo sviluppo di Dragon Age III:

“Il team di Dragon Age è ancora in grado di realizzare un gioco che sappia competere nel mercato di oggi? Sì.

EA è sicura del fatto che il titolo sarà ben accolto e che lo sviluppo non verrà abbandonato? Sì, EA è sicura del prodotto ed è entusiasta di ciò che stiamo creando.

The Witcher 3 e Dark Souls II sono stati annunciati, sono due titoli stupefacenti e quindi EA e noi siamo già entrati nell’ottica di vendere Dragon Age III come un progetto destinato ad essere all’ombra di questi giganti? No, il gioco sarà venduto come ‘Dragon Age III’, e non come ‘Ehi guardate da questa parte, sono un po’ come quegli altri giochi!’. Il titolo è abbastanza forte per distinguersi dalla massa.”

Il simpatico monologo marzullesco in cui Blair Brown si fa le domande e si dà le risposte, non può che chiudersi così:

“È questo il motivo per cui EA ha così tanta paura di rivelare tutti i dettagli di Dragon Age III? No, chi decide il momento in cui bisogna rivelare delle nuove informazioni siamo noi, vogliamo solamente aspettare il momento perfetto per uscire allo scoperto. Non siamo di certo ‘impauriti’.

Il gioco sarà rilasciato o verrà abbandonato come tanti altri progetti che non soddisfano gli elevati standard qualitativi del mercato di oggi? Sì, il gioco vedrà sicuramente la luce dei negozi e no, non sarà inferiore all’elevato standard qualitativo dei nostri titoli.”

Nell’attesa che Bioware si decida finalmente a rendere pubbliche delle nuove informazioni su Dragon Age III: Inquisition, ricordiamo a chi ci segue che le ultime indiscrezioni su questo titolo ne indicavano alla prima metà del 2014 il periodo di commercializzazione su PC, PS4 e “Xbox Next”.

 

Categorie
2013 Diablo III Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Ps4 Videogiochi

Diablo III: la versione PS3 in nuove immagini

Gli sviluppatori di Blizzard accorrono al PAX East per mostrare al pubblico della manifestazione videoludica di Boston delle nuove immagini di gioco di Diablo III tratte dalla versione da destinare agli appassionati di action-GDR su PlayStation 3.

In virtù del nuovo contesto consolaro su PS3 e PS4 in cui sarà chiamato a muoversi questo famoso e controverso gioco di ruolo, il titolo potrà fregiarsi di un’interfaccia di gioco completamente riscritta e di tutta una serie di aggiornamenti legati ai livelli d’eccellenza, al Congegno demoniaco, alla Potenza dei mostri e alle Schermaglie.

Come ogni porting che si rispetti, naturalmente anche Diablo III riproporrà l’inquadratura simil-isometrica, la trama, le missioni e l’impianto di gioco del titolo originario, ivi comprese le funzionalità multiplayer con un massimo di quattro utenti per lobby. Saranno presenti anche tutti i contenuti aggiuntivi (con annessi aggiornamenti migliorativi) pubblicati in questi mesi dai Blizzard: l’unica nota dolente dell’offerta degli sviluppatori di Irvine (California) riguarda l’assenza del cross-play tra gli “universi virtuali” di PlayStation Network e Battle.net.

La data d’uscita di Diablo III non è stata ancora annunciata ma, presumibilmente, dovrebbe cadere durante le festività natalizie sia su PS3 che su PS4: quest’ultima versione potrà inoltre contare su tutte le funzionalità aggiuntive riconducibili all’uso del touchpad e del tasto “Share” del DualShock 4.

 

Categorie
2013 2014 Foto Galleria Galleria Foto Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Pc Ps3 Xbox 360

Dark Souls II: quattro passi negli studi From Software

Nel pieno rispetto della consolidata tradizione nipponica (e non solo) del pic-nic domenicale, le alte sfere di Namco Bandai si sono concesse una gitarella fuori porta all’interno degli studi From Software per fare compagnia alle decine di sviluppatori attualmente al lavoro suDark Souls II.

Rispetto al team che si è occupato dell’ultimo, sorprendente capitolo della saga ruolistica lanciata nel 2009 con Demon’s Souls ed esplosa a livello internazionale nel 2011 col Dark Souls originario, la forza lavoro occupata da From Software è rimasta sostanzialmente invariata, fatto salvo il passaggio di consegne avvenuto tra il padre spirituale della serie, Hidetaka Miyazaki, e il duo composto da Tomohiro Shibuya e Yui Tanimura.

Nelle fotografie scattate dagli uomini di Namco Bandai durante la visita al quartier generale della casa di sviluppo a loro più “affezionata” si riescono a intravedere i modelli delle armi e delle armature che i programmatori di From Software stanno realizzando per gli eroi e isignori occulti del loro prossimo action/GDR sulla scorta dei bozzetti disegnati dal loro team di creativi digitali.

Particolarmente interessanti sono poi i fieri cavalieri che fanno capolino dai monitor della compagnia: l’aspetto delle loro corazze ci dà infatti la cifra stilistica del progetto che Tomohiro Shibuya e Yui Tanimura stanno portando avanti sul solco tracciato dal loro illustre predecessore che, tanto per ribadire la volontà della compagnia di non stravolgere le dinamiche di gioco e il tratto artistico della saga, ha assunto il ruolo di “supervisore esterno”.

I lavori su Dark Souls II (se non per la trama, almeno dal punto di vista “digitale” della creazione delle ambientazioni immaginate dagli autori) sono appena iniziati: stando alle ultime, generose informazioni offerteci dai colleghi di Edge, il titolo dovrebbe vedere la luce tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014 su PC e su questa o, forse, sulla prossima generazione di console.