Categorie
Mondo Notizie Notizie dal Mondo Serie Tv

The White Queen premiere, recensione del nuovo show BBC One la cui storia ha ispirato a Game of Thrones

Ha debuttato nei giorni scorsi scorsi su Starz – e ancora prima su BBC One negli Stati Uniti – la serie The White Queen ,drama storico che ripercorre la Guerra delle due rose (1455-1485) ed è in particolare incentrata su tre donne coinvolte nel lungo conflitto per il trono d’Inghilterra: Elizabeth Woodville (la regina della Rosa Bianca), Margaret Beaufort (la regina della Rosa Rossa) ed Anne Neville (la futura regina).

Se cercate accuratezza storica, The White Queen non è assolutamente il prodotto che fa per voi, si parte infatti con Elizabeth Woodville (Rebecca Ferguson), vedova di un lord minore tifoso dei Lancaster che dopo essere stata quasi violentata dal Re Edward IV d’Inghilterra (Max Irons) finisce per sposarlo anche grazie alle trame della di lei madre (Janet McTeer); la nostra diventerà anche regina legittima, ma dovrà ben presto fare i conti con lo stress di dover dare un erede al trono, senza dimenticare di guardarsi le spalle da Richard (James Frain), sedicesimo conte di Warwick e cugino di Edward che vuole deporlo per rimpiazzarlo con suo fratello George (David Oakes).

 

Faremo poi la conoscenza Lady Margaret Beaufort (Amanda Hale), donna assaireligiosa che spera sul trono possa salire suo figlio Henry Tudor (Oscar Kennedy da giovane e Michael Marcus da più grande) e di Lady Anne Neville (Faye Marsay) figlia di Warwick che per salvare la famiglia, a rischio rovina quando le macchinazioni di suo padre falliscono, dovrà sposare il crudele Edward, principe del Galles (Sonny Ashbourne).

Ben sceneggiato ma poco accurato storicamente, The White Queen è un prodotto che diverte senza avere molte pretese di verità storica (anche considerato che verso la fine dell’episodio scopriamo che non uno ma ben due personaggi hanno poteri magici), e sebbene la guerra dei Roses abbia ispirato niente meno che George R.R. Martin, qui più che davanti a Game Of Thrones ci ritroviamo davanti a un – con rispetto parlando per lo show di Julian Fellowes – Downton Abbey in tono minore, tra intrighi, trame e varie correlazioni tra i personaggi.

Non saranno insomma i fasti di The Tudors o The Borgias – serie che anche dal punto di vista visivo (tra sesso, battaglie e sangue) ci regalavano più soddisfazioni – ma se gliintrighi di corte vi appassionano, le stroncature dei giornali inglesi non vi interessano e la scarsa storicità non è un problema, The White Queen è il prodotto che potrebbe fare per voi.

 

Categorie
2013 Fumetti Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Skin Trade: George R.R. Martin annuncia il fumetto tratto dal suo romanzo

Quando una sanguinosa scia di omicidi comincia ad abbattersi sulla sua piccola città, l’investigatrice privata Randi Wade inizia ad avere dei sospetti. Un serial killer strappa la pelle dalle sue vittime e gli efferati omicidi le portano alla mente la morte del proprio padre avvenuta circa venti anni prima. Con la polizia che brancola nel buio, Randi va in cerca di risposte da sola… ma quando un amico diventa un bersaglio dell’assassino, vengono rivelati sorprendenti segreti e Randi viene improvvisamente gettata in un oscuro mondo sotterraneo dove i mostri esistono e gli umani sono delle prede.

Questa è la trama di Skin Trade, romanzo degli anni 80 scritto da George R.R. Martin, perchè l’autore non è solo l’artefice delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, i romanzi fantasy che hanno dato vita a Game of Thornes (Il Trono di Spade), una delle serie tv più acclamate e seguite degli ultimi anni. No. Skin Trade è una storia horror intrigante che qualche anno fa era anche stata opzionata per passare sul grande schermo, ma oggi l’autore ha annunciato che il romanzo avrà la sua trasposizione, ma in una serie a fumetti! L’adattamento del comics sarà affidato a Daniel Abraham e illustrato da Mike Wolfer e verrà pubblicato dalla Avatar.

 

Categorie
2013 Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Game of Thrones, Martin è insoddisfatto del trono

Mentre i fan si accapigliano sui cambiamenti di personaggi ed eventi, l’autore di Game of Thrones è insoddisfatto per il trono. George R. R. Martin infatti ha pubblicamente dichiarate di non essere contento del modo in cui HBO e gli autori hanno costruito e ritratto il trono di spade e ha voluto dire la sua a riguardo.

In un articolo sul suo sito, riportato da Collider, Martin dice che il trono così come lo ha pensato lui è molto meno accogliente e molto più minaccioso, con una propria anima che ferisce o disturba chi non ne è meritevole, come il Re matto o Joffrey. Il trono della serie sarebbe più “bello” e meno imponente di come lo voleva Martin che allora ha pensato bene di farlo disegnare a Marc Simonetti, pubblicandolo (lo potete vedere qui sotto). Le differenze non paiono così evidenti, ma forse a Martin, impegnato a scrivere furiosamente i nuovi libri, serviva un diversivo.

 

Categorie
2013 2014 Cinema Emma Watson Film Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Queen of the Tearling: Emma Watson protagonista della nuova Saga Fantasy Warner

Partiamo dal principio. E’ il 2007 quando la 35enne Erika Johansen ascolta un discorso di Barack Obama e ne rimane folgorata, tanto da trarne ispirazione per dar vita al personaggio diKelsea Glynn, eroina protagonista di una trilogia fantasy intitolata Queen of the Tearling. HarperCollins fiuta il colpo e fa firmare un contratto milionario all’allora sconosciuta Johansen, che diventa di fatto la George R.R. Martin in gonnella.

Conclusa la premessa, arriviamo ai fatti del giorno. Queen of the Tearling diverrà ovviamente cinema. D’altronde il boom televisivo di Game of Thrones ha convinto gli studios che l’operazione è a dir poco percorribile. E a vestire i panni della sua indiscussa protagonista, ovvero Kelsea Glynn, potrebbe essere Emma Watson, a quanto pare pronta a cavalcare un altro franchise fantasy, dopo il decennio potteriano.

Secondo quanto riportato da Variety, David Heyman vuole portare avanti l’operazione, che sbarcherà in libreria all’inizio del 2014. Anche se inedito, Queen of the Tearling fa comunque già parlare di se’. La trilogia seguirà le gesta di questa idealista di diciannove anni, chiamata a reclamare il suo trono, dopo la morte della madre, e riscattare il suo regno, il Tearling. Da battere, ovviamente, ci sarà la Regina Rossa, maga-tiranno del paese confinante, Mortmesne.

Nessuno sa se gli scritti di Erika Johansen saranno un successo editoriale, ma visto il contratto sborsato dalla HarperCollins è facile pensare che tutto ciò diventi realtà subito dopo aver messo piede in libreria. Al momento non si conoscono eventuali sceneggiatori all’opera per l’immancabile adattamento, ma la Warner ha già messo il cappello sull’intera saga. Perché dopo Harry Potter si potrebbe ‘ripartire’ con Queen of the Tearling, e quell’Hermione ormai cresciuta. Ma sempre piena di talento.