Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Foto Fucina di Villengard T.A.R.D.I.S

Il mio cacciavite sonico

Quando sono stato nella Fucina di Villengard che è andata distrutta per colpa di uno dei figli del creatore originario . Quando c’ e invidia , non si ragiona più e questo ci fa fare delle cose che non vogliamo ma che vorremmo fare . Li dentro prima di andarmene ho preso un cacciavite sonico che era molto bello e che era molto utile per capire le cose . Per esempio quando ero nel bar nell’ universo di Penny Dreadful , ho usato il mio cacciavite sonico per capire se quella cosa li dentro era viva oppure no . Anche se il nostro nemico poteva morire , però almeno grazie a questo mio cacciavite lo potevo sapere con certezza. Anche se non lo dovevo prendere , però se rimaneva li poteva rimanere distrutto e non potevo che una tale bellezza come questa diventava polvere e non rimaneva niente .Questo cacciavite sonico mi serve davvero molto e perchè voglio usare i miei poteri solo quando servono e quando non li voglio utilizzare e cosi utilizzo questo . Eccolo , lo so non lo dovevo prendere ma l’ ho preso . Quando Alyssa me lo ha visto in mano – dove lo hai preso ? . Io dovetti rispondere visto che Alyssa era molto curiosa e poi mi avrebbe rincorso fino a quando non glielo avrei detto – ok , l’ ho preso nella Fucina di Villengard . Ho preso qualcosa pure per te . Dalla mia tasca destra dei mio giubbotto una penna sonica . La diede in mano a mia sorella – grazie , hai per caso preso altro dalla Fucina di Villengard . Io non volevo dire troppo e riusci a mentire in modo perfetto – no , per il momento non ho preso niente . Ma forse quando torno con il T.A.R.D.I.S li mi puoi aiutare a prendere tutte le varie cose che sono andate perse durante questa grande esplosione e cosi se abbiamo qualche problema con i nostri nemici , possiamo usare quelle armi per difenderci . Alyssa era felice di sapere che mi poteva aiutare a fare questo visto che mi serviva una persona che poteva aggiustare le armi che si poteva rompere durante l’ esplosione .

doctor_who_11th_sonic_screwdriver_pen_1

 

Categorie
Alice Alice Miller Daniel Saintcall Delsin Rowe Dominatore di Poteri Foto Karma

Aspetto del Simbolo Karmiko di Alice Milton

Il Simbolo Karmiko ad Alice Milton non è apparso sul braccio destro come e apparso a me oppure come a Delsin Rowe che invece sul corpo che è pieno di tatuaggi e per questo ha scelto l’ unica cosa senza un simbolo e sarebbe a dire la sua giacca . Il Simbolo Karmiko per Alice si era messo vicino al suo ombelico e non so come mai si e messo li . Il Simbolo può apparire dovunque sul corpo e può apparire sul tuo corpo in qualunque momento . Con questo voglio dire che può esserti inciso sulla pelle quando stai dormendo o quando ti stai allenando . Ecco il suo simbolo .

infamous_second_son_white_and_red_crow_by_linkmaster101-d65bdjr

 

 

Categorie
Jeremy Stuart Stephany Brook Zara

Stephany Brooks diventa Zara

Stephany prima di andare per la strada e vivere come una writer ma anche come una skater era una centralinista come tutte quante le altre persone che lavorano per una società davvero molto esigente e molto importante ma il capo di questa compagnia era un porco e questa compagnia lavorava sul risolvere i problemi della gente . Stephany lavorava tutti i giorni con molto ardore e lo faceva molto bene questo suo lavoro di rispondere alle telefonate visto che per la maggior parte erano dei ragazzini che avevano bisogno di aiuto e di molte persone che stavano in diversi paesi e per questo erano molto famosi . Stephany era molto ben voluta li visto che dava aiuti anche alle persone che stavano li dentro e per tutti era una amica e per questo era molto ben voluta li dentro . Stephany voleva tanto una promozione per fare in modo che potesse rispondere alle telefonate che parlavano di problemi seri e quelli molto importanti . Ma doveva andare dal suo capo per farlo e lui era molto viscido e premiava solo chi era la migliore li dentro e Stephany lo era però non capiva che se voleva essere la migliore cioè essere la migliore nel senso che una persona che era molto cattiva e crudele con le altre persone . Stephany non capiva che li dentro che se una persona voleva ottenere una telefonata molto importante doveva prenderla per prima . Stephany doveva fare una sfida con le altre persone e farsele nemiche e non come adesso ma Stephany non voleva farlo . Aveva fatto un sacco di cose con loro e non voleva rinunciare alle loro amicizia solo per ottenere una promozione di lavoro . Stephany andò dal suo capo con passo serio ed era un po’ agitata visto che non sapeva quando il suo capo le avrebbe detto come voleva fare per ottenere il nuovo posto di lavoro . Stephany era entrata con passo lente e mentre andava pensava a cosa dire al suo capo e dentro la sua mente era pervasa di pensieri e ognuno di loro era giusto e pronto a ottenere il nuovo lavoro di capo centralinista . Una volta entrata dentro l’ ufficio del suo capo e poi la chiuse con calma , senza sbattere visto che cosi avrebbe potuto avere una buona impressione al suo capo . Una volta chiusa la porta e andando vicino al suo capo che era molto bello e vestito in giacca e cravatta ed era una di quelle giacche molto bella ed elegante e quindi piaceva a tutti quanti . Una volta seduta sulla sedia che davanti alla scrivania del suo capo mise le gambe a terra e poi con un tono calmo ma anche un po’ di paura – vorrei essere capo centralinista e vorrei continuare ad essere ancora amiche di tutte queste persone . Jeremy Stuart 33 anni ed era il capo di Stephany e lui era un uomo dalle mille idee e anche quelle più schifose e decise di chiedere a Stephany se voleva fare del sesso con lui per ottenere il nuovo lavoro . Jeremy era seduta sulla sua poltrona e prese il telefono che era sulla sua scrivania e disse alla sua centralinista – non vorrei ricevere nessuna telefonata . Poi si rivolse a Stephany che era seduta sulla sedia e lei disse in modo molto chiaro – che ne dice se invece viene a letto con me e può ottenere il nuovo posto di lavoro . Stephany era molto vergognata da questa cosa , per ottenere il nuovo posto di lavoro ma questo non lo pote fare mai visto che era una persona con sani principi e sua madre le aveva fatto fare una promesse che diceva che se doveva avere un lavoro lo doveva in modo non sporco . Stephany decise di fare una cosa e diede tutto cioè si licenzio da quel posto , prese le poche cose con cui era venuta e decise di buttare tutto quello che aveva anche il suo nome e da quel giorno si inizio a chiamare Zara . 

Categorie
Assassinare Assassino Dr Alyssa Saintcall La Rosa Nera Racconto Templari

Incontro gli Assassini con il mio giubbotto da assassino

Il mio giubbotto da Assassino
Il mio giubbotto da Assassino

Nel 2011 entrai a far parte degli Assassini e grazie a loro scopri che i Templari volevano conquistare il mondo intero , con calma volevano prenderne il controllo . Scopri che anche molti Nazisti erano Templari . Quando li incontrai la prima volta tutti avevano fatto vedere il loro volto tranne una e quando la vidi con il suo tatuaggio della Rosa Nera capi e dissi – Quindi tu sei l’ antenata della Rosa Nera . Lei venne verso di me e disse guardandomi negli occhi – si , sono proprio io e mi nascondo da una maschera per non farmi riconoscere dai miei nemici . Dopo quell’ incontro decisi che anche io dovevo prendere un capotto per nascondere il mio volto e cosi nessun nemico poteva vedere chi ero io . Una volta tornata al Rifugio dell’ Infinito mi diressi verso la camera di mia sorella e lei era li senza fare niente e io le dissi – mi puoi aiutare . Certo che vuoi che io faccia ? . Io le spiegai la mia idea e non la trovò molto brutta e cosi prese ago e filo e creò una bellissima giacca tra bianca e rossa e sopratutto per nascondere il mio volto . La indossai ed era perfetta per me e per il mio scopo , quando mi feci vedere dagli Assassini quando videro me con il cappuccio nessuno mi riconobbe tranne una e poi La Rosa Nera – Daniel sei tu ? . Io mi tolsi il cappuccio e lei mi riconobbe e disse – bellissima giacca , ma la prossima volta fa attenzione , avremo potuto ucciderti . La Rosa Nera era li e vedeva la mia giacca e pensò – quasi , quasi ne vorrei una nera con dietro lo stemma della rosa nera . Io mi diressi verso di lei e dissi – Ho letto i tuoi pensieri e se vieni con me , ti presento la persona che ha fatto questa giacca e cosi ne puoi avere una tua con lo stemma della tua antenata . Lei mi guardò e mi disse – Sei troppo presuntuoso .Forse ma se non vieni con me , non avrai mai una giacca come quella che ho io , La Rosa Nera capì che avevo ragione io e disse – arrivo . Una volta arrivati li lei e mia sorella si misero nella stanza e subito andarono d’accordo e sopratutto mia sorella Alyssa le fece una bellissima giacca nera con lo stemma della sua antenata .