Categorie
2013 Carlotta Ferlito Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Jesolo: abbiamo le Nazionali!

Nella mattinata di ieri (venerdì) si è svolto il primo allenamento a Jesolo. Giovedì il Direttore Tecnico Federale Enrico Casella aveva diramato le convocazioni per la classicissima che si disputerà nel weekend (quadrangolare con Stati Uniti d’America, Giappone e Svizzera).

E nella notte tra venerdì e sabato (ben oltre la mezzanotte) sono arrivati ufficialmente i nomi delle atlete che comporranno la Nazionale “ufficiale” e la Nazionale “sperimentale” (discorso valido sia per le juniores che per le seniores, quindi l’Italia schiererà ben quattro squadre). La prima gareggerà col body azzurro, nella seconda ogni singola ginnasta vestirà gli indumenti della rispettiva società di appartenenza. In questo modo si potranno valutare ben dodici atlete, praticamente tutte le migliori a livello italiano (escluse Carlotta Ferlito, impegnata a Los Angeles; Alessia Leolini e Lara Mori, infortunate; Chiara Gandolfi). Siamo al primo crocevia della stagione, quello che porta direttamente agli Europei di Mosca (17-21 aprile).

 

NAZIONALE UFFICIALE (seniores): Vanessa Ferrari, Giorgia Campana, Erika Fasana, Elisabetta Preziosa, Elisa Meneghini, Federica Macrì.

NAZIONALE SPERIMENTALE (seniores): Adriana Crisci, Giulia Paglia, Giulia Leni, Serena Bugani, Martine Buro, Arianna Rocca.

 

NAZIONALE UFFICIALE (juniores): Enus Mariani, Tea Ugrin, Martina Rizzelli, Lavinia Marongiu, Sofia Busato, Sofia Bonistalli.

NAZIONALE SPERIMENTALE (juniores): Joana Favaretto, Chiara Imeraj, Pilar Rubagotti, Alice Linguerri, Giorgia Morera, Nicole Terlenghi.

 

REGOLAMENTO. Nelle gare a squadre di sabato, tutte le ginnaste di una formazione possono salire su ogni attrezzo ma, ai fini della classifica, verranno considerati solo i quattro punteggi più alti. Si qualificano alle finali di specialità di domenica pomeriggio: la miglior ginnasta in assoluto ad ogni attrezzo più la miglior atleta di ciascuna squadra.

Categorie
2013 Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport

Ginnastica, le avversarie dell’Italia a Jesolo: è grande USA

Il Trofeo Internazionale di Jesolo si avvicina a grandi passi. Sabato, infatti, si apriranno i battenti per il quadrangolare più importante della stagione. Dopo aver presentato le ginnaste italiane seniores (cliccate qui per leggere l’articolo) e juniores (cliccate qui per leggere l’articolo) che si stanno allenando al PalAlgeco di Brescia, oggi parliamo delle nostre avversarie (limitatamente alle seniores): USA, Giappone, Svizzera.

 

STATI UNITI D’AMERICA. Sono indubbiamente la formazione favorita per la vittoria finale, anche se hanno dovuto fare a meno di Katelyn Ohashi, rimasta a casa per un infortunio. E’ una grande Nazionale, la migliore disponibile al momento visto che quattro quinti delle Fierce Five non si stanno allenando. Saranno tutte agli ordini della grande Martha Karoliyi.

          KYLA ROSS. La grande star dell’evento. L’unica delle favolose Fierce Five ad aver proseguito gli allenamenti dopo la conquista dell’oro olimpico a squadre, riportato in patria dopo sedici anni (mancava da Atlanta 1996). Il suo inverno, però, è stato parecchio travagliato, con un infortunio al tallone che ha reso difficile gli allenamenti. Cresciuta in altezza, la sedicenne sta cercando di modificare i suoi esercizi. Le parallele sembrano esser diventate il suo attrezzo preferito, mentre in precedenza si muoveva molto bene alla trave. Non si sa ancora se a Jesolo si esibirà in tutte e quattro le specialità, ma quasi certamente la vedremo sui 10cm. Una curiosità: all’American Cup, durante la prova podio, ha provato il movimento Ferrari sotto gli occhi di un divertito Enrico Casella che ha alzato il pollice per complimentarsi. Ricordiamo che Kyla ha già vinto Jesolo sia da senior che da junior.

 

          SIMONE BILES. Si è rivelata al grande pubblico con un grandissimo secondo posto alla recente American Cup, dove ha pagato una caduta alla trave (che le è costata la vittoria a scapito della Ohashi) riscattata, però, con un pazzesco Tsukahara in uscita. Nelle sue corde ha un grandissimo Amanar e delle eccellenti combinazioni alle parallele. Al corpo libero spicca uno Tsukahara e doppio teso.Sicuramente una delle più grandi promesse della Nazionale a stelle e strisce, pronta a sorprendere anche tutta la platea italiana. Ha iniziato ad allenare anche il secondo volteggio, fatto che la pone in lizza per una pesante medaglia ai Mondiali. Ha provato a fare il doppio dietro da ferma, segno di una grande potenza nelle gambe (è atterrata di ginocchia).

 

          ALEXIE PRIESSMAN. Fresca sedicenne, vestirà il primo body da seniores. L’anno scorso fu grande protagonista a Jesolo quando, da juniores, fece la doppietta titolo a squadre-titolo individuale oltre a conquistare il volteggio. Proprio alla tavola, suo attrezzo preferito, esprime il suo grande potenziale con un Amanar di livello assoluto. Sa mettersi in evidenza anche al corpo libero: tra i suoi elementi spicca lo Tsukahara avvitato. È campionessa nazionale di categoria e quest’anno potrebbe fare uno scherzetto a livello assoluto. Ama gli spaghetti: potrà rifarsi alla grande in questi giorni.

 

          BRENNA DOWELL. L’ultimo risultato importante risale al mese di ottobre quando vinse l’Abierto Mexicano ad Acapulco. Classe ’96 allenata da Al Fong, è elegante al corpo libero specialmente nei salti in avanti. Ha diverse difficoltà importanti alle parallele: proprio gli staggi le regalarono il secondo posto a Jesolo 2012.

          PEYTON ERNST e MARGARET NICHOLS. Sono due classe ’97, specialiste della trave, alla prima uscita internazionale.

 

GIAPPONE. Le ragazze di Shuji Sakamoto tornano in Italia dopo l’impedimento forzato dell’anno scorso causa tsunami e conseguente catastrofe nucleare. Vorranno certamente ben figurare e provare a mettere la testa davanti all’Italia, come non sono riuscite a fare ai Giochi Olimpici (azzurre settime, nipponiche ottave). Questo il quintetto nipponico: Wakana Inoue, Wakiko Ryu, Mai Murakami, Natsumi Sasada, Asuka Teramoto.

 

SVIZZERA. Il collettivo non è dei migliori, ma Zoltan e Sznezsana Jordanov possono contare sulla classe di una grande campionessa.

GIULIA STEINGRUBER. Compirà diciannove anni proprio domenica, quindi vorrà farsi un bel regalo di compleanno. Professionista integerrima, è stata quattordicesima nell’all-around olimpico, ma soprattutto terza al volteggio agli ultimi Europei. Proprio alla tavola ha strabiliato tutti durante gli ultimi Internazionali di Francia con un favoloso Tsukahara, prima di aggiudicarsi anche le parallele.

Completeranno la formazione elvetica: Jessica Diacci, l’interessante Ilaria Kaeslin, Laura Shulte, Nicole Hitz e Saria Gerbe.

Categorie
2012 2013 Foto Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport

Ginnastica, via al collegiale pre-Jesolo: presentiamo le juniores

Al PalAlgeco di Brescia si è aperto il collegiale in preparazione al Trofeo Internazionale di Jesolo(quadrangolare con Stati Uniti d’America, Svizzera e Giappone). Dopo aver presentato le seniores che si stanno allenando agli ordini di Enrico Casella (cliccate qui per leggere l’articolo), passiamo in rassegna le juniores che si esibiranno nella mattinata di sabato 23 marzo (alle grandi è dedicato il pomeriggio, mentre domenica si disputeranno le finali di specialità). Il Direttore Tecnico ha già fatto sapere che schiererà due squadre (da sei elementi) per ciascuna categoria.

 

ENUS MARIANI (Pro Lissone, 4 marzo 1998). La più attesa, la grande promessa della ginnastica artistica italiana. Torna su un palcoscenico internazionale dopo il favoloso e storico oro nel concorso generale agli Europei juniores di Bruxelles 2012. Questi mesi sono stati di intenso studio, fatti di uno sviluppo continuo degli esercizi, nel tentativo di presentare in gara elementi sempre più difficili e che possano essere sempre più interessanti a livello mondiale. La crescita sta avvenendo nel migliore dei modi, come testimonia il 14.750 alle parallele ottenuto a Bari. È solo il primo step, ma ricordiamoci che a Padova aveva presentato addirittura un 6.1 di D Score. Ora la fresca quindicenne ci farà vedere tutto il suo valore contro avversarie di caratura importante (ne parleremo domani).

 

TEA UGRIN (Artistica ’81, 12 giugno 1998). Eleganza cristallina per la timida triestina. L’anno passato conquistò l’argento a squadre agli Europei insieme ad Enus, Elisa Meneghini, Alessia Leolini e Lara Mori (bello averla rivista senza stampelle a Bari). A Padova è stata davvero bravissima, rimasta in scia per tutto il concorso alla sua grande capitana Federica Macrì (vedremo anche lei a Jesolo), portando la sua formazione a un eccellente quarto posto. Punteremo molto sulla sua amata trave.

 

MARTINA RIZZELLI (Brixia Brescia, 24 marzo 1998). La comasca, cresciuta alla Polisportiva Carnini di Fino Mornasco (la stessa di Erika Fasana, allenata da Laura Rizzoli), vorrebbe festeggiare alla grande le sue quindici candeline proprio. Si è fatta conoscere al grande pubblico quando a Padova ottenne il miglior punteggio al volteggio grazie a un bellissimo Yurchenko con un avvitamento e mezzo che ha dato il là alla vittoria della Brixia.

 

LAVINIA MARONGIU (La Fenice Roma, 26 settembre 1998). Da diverse stagioni si allena al Centro Tecnico Federale di Roma. Ha nelle sue corde una trave molto promettente. Da due mesi la stiamo ammirando con la Ginnastica Romana, dominatrice della Serie A2 e praticamente promossa nella massima serie.

GIORGIA MORERA (Olos Gym 2000, 25 dicembre 1998). La sorpresa di questo inizio 2013. Buttata nella mischia in Serie A1, ha contribuito ai due terzi posti consecutivi conquistati dalla Olos Gym 2000. Per lei delle buone parallele, caratteristiche da all-arounder e tanta voglia di fare.

 

NICOLE TERLENGHI (Estate ’83, 17 luglio 1998). Abbiamo apprezzato il suo bel avvio di stagione col body della neopromossa formazione di Travigliato. In possesso di un buon volteggio, si fa notare al corpo libero dove presenta difficoltà molto interessanti (a Bari aveva un D Score di 5.20, secondo solo a quello di Giulia Leni).

SOFIA BONISTALLI (Casellina Scandicci, 15 gennaio 1998). La ragazza di franchigia per la formazione toscana, bella polivalente ma con uno Yurchenko al volteggio che farebbe bella figura anche in Serie A1 (a Bari, 14.250).

 

CHIARA IMERAJ (Brixia Brescia, 9 novembre 1999). Elemento della grande scuola di Enrico Casella.Viene da anni di dominio nelle categorie per “allieve”. L’abbiamo vista a Bari dove ha pagato una caduta alle parallele.

JOSRA ABDELAZIZ (ASA Cinisello Balsamo, 7 dicembre 1999). Di origini egiziane, ha i suoi punti di forza al volteggio e al corpo libero. Proprio al quadrato ha preso un interessante 9 di esecuzione durantel’ultima uscita agli Interregionali di Serie B.

ALICE LINGUERRI (Edera Forlì, 7 aprile 1999). Si sta esprimendo su un discreto livello col body della Renato Serra in A2, team a metà classifica.

 

PILAR RUBAGOTTI (Brixia Brescia, 4 agosto 2000). La punta di diamante della nuovissima generazione. Ha ancora dodici anni (!) ma un talento davvero molto interessante. Doveva essere in Serie A1, ma qualche problemino fisico l’ha frenata. Domenica è ripartita da Mortara con una trave molto interessante: 4.60 come nota di partenza (proprio come Adriana Crisci, vedremo anche l’olimpica di Sidney a Jesolo) per un totale di 13.45 (miglior punteggio di giornata). Interessante per la grande polivalenza.

 

SOFIA BUSATO (Brixia Brescia, 4 settembre 2000). La più piccola. Cresciuta alla Polisportiva Carnini, è ormai diventata una sicurezza col body Brixia. Ginnasta convincente, molto brava alla trave e sugli staggi.

DESIREE CAROFIGLIO (Brixia Brescia). La sua ultima apparizione in gara è di domenica scorsa a Mortara per gli Interregionali di Serie B chiusi al terzo posto con la squadra. Polivalente interessante, con ampi margini di miglioramento.

Categorie
2013 Film Foto Galleria Galleria Foto Giappone Mutante Mutanti Notizie dal Mondo supereroi Superpoteri

The Wolverine: «Il 90% del film sarà ambientato in Giappone»

Il mutante dagli artigli di adamantio è pronto a tornare in una veste ancora più violenta e tormentata in The Wolverine, una sorta di spin-off/reboot con l’intramontabile Hugh Jackman. In un’intervista rilasciata a Mtv, il regista James Mangold ha speso diverse parole sul suo nuovo cinecomic, che dipinge una delle pagine più drammatiche del nostro eroe: «Ho avuto la meravigliosa opportunità di ambientare in Giappone oltre il 90% del film. E nonostante restano vivi diversi elementi dei capitoli precedenti, come la presenza di Hugh Jackman, abbiamo avuto la possibilità di realizzare una sorta di reboot del tono del film, rendendolo più dark e andando più in profondità nel personaggio». Chi ha letto la graphic novel diFrank Miller e Chris ClaremontWolverine, su cui è basato questo cinecomic, saprà bene quanto il Giappone sia protagonista assoluto della storia: «Una parte siginificativa del film è parlata in giapponese e il cast è quasi tutto di origini orientali. Quindi si avverte quella strana sensazione di un personaggio proveniente dal mondo del Far West (che sarebbe Logan/Wolverine, ndr) che si ritrova in una cultura orientale molto lontana dal suo modo di vivere. Credo che i film, i combattimenti, la filosofia e le arti marziali giapponesi abbiano influenzato molto questo film». Il regista ha avuto parole anche per la rabbia furente di Wolverine: «Uno dei tratti caratteristici di Wolverine nei fumetti è quella rabbia da berseker (secondo la tradizione norrena si tratta di spietati guerrieri scandinavi che prima della battaglia entravano in uno stato di trance, guidato da una furia cieca, che li rendeva addirittura insensibili al dolore, ndr) e abilità fisiche dettate da qualcosa di primordiale. Tratti che ritroveremo anche nel film». Se non vedete l’ora di vedere tradotte in immagini le parole di Mangold, sappiate che, secondo il regista, approderà presto in Rete un trailer di The Wolverine. Ancora un po’ di pazienza!

The Wolverine esordirà nelle nostre sale (anche in 3D) il 26 luglio 2013.

Categorie
2012 2013 eroi Film Foto Galleria Foto Giappone Marvel Mondi Fantastici Mondo

Iron Man 3, screenshot dal nuovo capitolo cinematografico dedicato al supereroe Marvel

Sono disponibili in rete degli screenshot da Iron Man 3, il nuovo progetto cinematografico dedicato al supereroe dei fumetti targato Marvel. In queste immagini, che vi proponiamo in calce alla notizia, potete vedere alcune scene tratte dal film in uscita nei cinema italiani nel mese di aprile 2013. Dopo il salto la sinossi.
In questa nuova avventura per il grande schermo vedremo il protagonista costretto a combattere con un nemico la cui potenza sembra non avere limiti. Stark troverà il suo mondo fatto a pezzi, e l’accaduto gli farà intraprendere una dolorosa missione per trovare i responsabili. Questo nuovo viaggio metterà duramente alla prova Tony, che saprà cavarsela grazie ai suoi congegni, al suo ingegno e al suo istinto, doti che gli permetteranno di combattere per chi gli sta accanto.

Categorie
2012 2013 Film Foto Informazioni Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo The Wolverine

The Wolverine: nuovo poster internazionale

Da una parte i celebri artigli, dall’altra la mitica katana. E’ uno Hugh Jackman pensieroso, a torso nudo, muscoloso e ‘giapponese style’ quello che troneggia sull’ultima locandina internazionale di The Wolverine, sequel del primo spin-off X-Men uscito 3 anni fa. In sala da fine luglio, il film sarà diretto da James Mangold, subentrato lo scorso anno al fuggitivo Darren Aronofsky.

Protagonista indiscusso ovviamente Jackman, finito in Giappone per cercare il suo grande amore Mariko Yashida (sposata ad uomo d’affari senza scrupoli), mentre si fa sempre più pressante lo scontro con una misteriosa figura del passato e il clan nija The Hand, capeggiato dal terribile Silver Samurai. Al fianco dell’attore australiano troveranno spazio Will Yun Lee, Hiroyuki Sanada, Hal Yamanouchi, Tao Okamoto, Rila Fukushima e Brian Tee.

The Wolverine dal 26 luglio nei cinema italiani

L’estate 2013 non finirà a giugno. Grazie a Fox Italia, che ha deciso di non replicare l’errore diPrometheus, posticipato di 100 giorni rispetto all’uscita americana, con The Wolverine. L’atteso cinecomic di James Mangold uscirà il 26 luglio anche nei cinema del Bel Paese. E’ ufficiale. Il listino Fox Italia è stato da poco diffuso, con alcune uscite particolarmente importanti finalmente rese note. Se Lincoln uscirà il 24 gennaio, Hitchcock si farà attendere fino al 21 febbraio.

Il 22 marzo scoccherà l’ora de I Croods, nuovo film Dreamworks, mentre il 28 marzo uscirà Stoker di Chan – Wook Park, con Nicole Kidman protagonista. 24 aprile 2013 per la commedia The Heat, con Sandra Bullock e Melissa McCarthy mattatrici, con Epic, nuovo cartoon Blue Sky, datato 23 maggio. Il 16 agosto, invece, arriveràPercy Jackson e i Dei dell’Olimpo: il Mare dei Mostri, con Turbo, altro cartoon Dreamworks, riuscito ad accaparrarsi la ricca e ricercata finestra di fine agosto, da sempre assai benevole nei confronti dei lungometraggi animati.

Diretto da James Mangold, subentrato lo scorso anno al fuggitivo Darren Aronofsky, The Wolverine ruoterà attorno alla figura di Hugh Jackman, finito in Giappone per cercare il suo grande amore Mariko Yashida (sposata ad uomo d’affari senza scrupoli), mentre si fa sempre più pressante lo scontro con una misteriosa figura del passato e il clan The Hand, capeggiato dal terribile Silver Samurai. Al fianco dell’attore australiano troveranno spazio Will Yun Lee, Hiroyuki Sanada, Hal Yamanouchi, Tao Okamoto, Rila Fukushima e Brian Tee.

Categorie
2011 Dominatore di Poteri Foto Giappone Me Mondo Oggetti Panorama Persone Presentazione Storia Tempo Terremoto Tsunami

Ricordiamo le persone perse nel Passato .

Con il post di prima vi volevo dire non dimenticate , non dimentichiamo tutte le persone che sono morte durante il Terremoto e lo Tsunami in Giappone , ma non solo quello non dimentichiamo Steve Jobs non sarà forse il più conosciuto al mondo ma non dimentichiamolo un uomo che nel campo della tecnologia ci ha fatto fare un passo in avanti , non dimentichiamo i padri che hanno perso i figli e i figli o nipoti che hanno perso i loro genitori o nonni . Perché queste persone sono importanti , ricordiamo i momenti belli e brutti che hanno passato in questo 2011 . Ricordiamolo perché per noi tutto è importante , ma non dimentichiamo le persone che ci hanno ispirato che sia stato ieri o oggi sono importanti e ricordiamole .

Categorie
Computer Database Foto Mare Mondo Panorama Parlare con Kratos Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos il Mare del Giappone

Dopo aver detto a Kratos tutto sul Mare di Ochotsk e dopo avergli fatto vedere una foto su quel mare , gli dissi – adesso ti spiego tutto sul Mare del Giappone e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti gli dissi tutto sul Mare del Giappone – Il Mar del Giappone o Mare dell’Est. è un mare mediterraneo situato nella parte occidentale dell’oceano Pacifico, tra il continente asiatico, l’arcipelago giapponese e l’isola di Sakhalin. Vi si affacciano Giappone, Corea del Nord, Corea del Sud e la Federazione Russa. La quasi completa chiusura di questo mare rispetto all’oceano Pacifico provoca, come nel Mediterraneo una minor escursione di marea. Inoltre, l’isolamento di questo tratto di mare si riflette anche nella biodiversità delle specie presenti e nella salinità dell’acqua la quale risulta essere minore di quella del vicino oceano. Il bilancio idrico è prevalentemente dovuto allo scambio di acqua attraverso gli stretti che lo mettono in comunicazione con l’oceano Pacifico e gli altri mari che lo circondano. Infatti, i pochi corsi d’acqua sfociano nelle acque del Mar del Giappone contribuiscono per meno dell’1% al bilancio idrico totale.

 

 

 

Le acque del Mar del Giappone sono caratterizzate da un’elevata concentrazione di Ossigeno disciolto, ciò spiega l’elevata produttività biologica di queste acque e fa della pesca la principale attività economica della regione. L’intensa attività marittima ha portato a discordie di natura politica, nonostante ciò il traffico navale nella zona è destinato ad aumentare col crescere delle economie dei paesi dell’Estremo Oriente.

 

 

 

Denominazione delle controversie

 

 

 

Il nome internazionale per il corpo d’acqua che confina con il Giappone, la Corea del Nord, Russia e Corea del Sud è in discussione. Il governo giapponese sostiene l’uso del nome “Mar del Giappone”, mentre la Corea del Sud sostiene il nome di “mare oriente”, e la Corea del Nord sostiene il nome di “mare oriente di Corea”.

 

 

 

I paesi coinvolti (in particolare Giappone e Corea del Sud) hanno avanzato una serie di argomenti per sostenere il loro nome preferito (s). Molte delle argomentazioni che ruotano attorno a determinare quando il nome di Mar del Giappone è diventato il nome comune. Corea del Sud sostiene che storicamente il nome più comune era Oriente Mare, Mare di Corea, o un’altra variante simile. Corea del Sud sostiene inoltre che il nome di Mar del Giappone non divenne comune fino a quando la Corea fu sotto il dominio giapponese, momento in cui non aveva alcuna possibilità di influenzare gli affari internazionali. Gli argomenti sono stati sollevati per quanto riguarda la geografia di fondo del mare, nonché i potenziali problemi per quanto riguarda l’ambiguità di un nome o l’altro.