Categorie
Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, CLAMOROSO! Cambia in corsa il Codice dei Punteggi 2013-2016!

Clamorose notizie da Losanna. La Federazione Ginnastica Internazionale  ha appena pubblicato una circolare riguardante alcune recenti modifiche al codice dei punteggi concepite dalla mente della presidentessa della commissione Olimpica femminile di ginnastica artistica Nellie Kim.

Sono state fatte alcune aggiunte e modifiche, alcune di esse di grande spessore. Molti dei cambiamenti apportati dal passaggio del vecchio al nuovo codice sono stati rimossi, con un ritorno alle precedenti regole del quadriennio 2009-2012.

Queste modifiche saranno valide dal primo maggio 2014.

 

In seguito all’aggiunta del doppio teso con doppio avvitamento al corpo libero (il Moors) presentato ai Mondiali di Anversa, alle categorie di D-score (A, B, C, D, E, F, G, H) che misurano la difficoltà di un elemento, è stata integrata la lettera I (valore 0.9).

 

La deduzione del “non mostrare una chiara coreografia negli angoli della pedana del corpo libero” potrà essere applicata solo una volta.

 

La penalità riguardante le pause (2 secondi) prima degli elementi deve essere applicata ogni volta.

 

E’ stata cambiata la formula della media del volteggio applicabile nelle finali per attrezzo e nelle qualificazioni: [(punteggio del primo volteggio) + (punteggio del secondo volteggio meno 2.00 punti)] diviso due.

 

E’ stata cambiata la recente deduzione della “Ripetizione della stessa posizione prima di una serie acrobatica al corpo libero (es:posizione stazionaria su due piedi)”. Da questo momento è stata specificata in questo modo: “più di una sosta all’angolo con i piedi stazionari (sesta posizione in danza) prima di una serie acrobatica e la deduzione “aggiustamento nell’angolo usando semplici passi o corsa. In sostanza la regola è rimasta invariata, è solo stata resa più chiara ed immune ad interpretazioni sbagliate.

 

Rimossa anche la regola per cui le serie acrobatiche a trave devono essere collegate con “Rimbalzo” per avere l’abbuono. Adesso le ginnaste potranno ritornare a respirare tra un elemento ed un altro.

 

Da questo momento le oscillazioni a vuoto a parallele saranno penalizzate di 0.5 punti rispetto ai tre decimi precedenti.

 

Cambia anche la regola della musica al corpo libero: l’esercizio deve essere connesso alla musica soltanto all’inizio dell’esercizio.

 

E dulcis in fundo, da adesso non è consentito iniziare un esercizio al corpo libero direttamente con una diagonale acrobatica. O meglio si può, ma si incorre nella penalità di un decimo.  E non sarà più ammesso eseguire due diagonali una dopo l’altra sulla stessa linea, ma si dovrà cambiare angolo del quadrato.

 

Questi sono a grandi linee i cambiamenti di questo codice. Ma è giusto che un codice dei punteggi venga modificato a quadriennio in corso?

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, Universiadi 2013: che finali di specialità!

Giornata dedicata alle finali di specialità alle Universiadi 2013. A Kazan, Mustafina brilla ancora, anche se non al 100%: conquista le solite amate parallele con un eccellente 6.3 di D Score, poi prende un comunque buon argento alla trave ma manca al corpo libero.

Al quadrato magico sbaglia di tutto, esce due volte di pedana e non presenta diverse difficoltà: addirittura ultima (12.875)! Non può ambire alla terza medaglia di giornata, la quarta dopo il titolo all-around di ieri. Al corpo libero, dunque, l’oro va a Kseniia Afanaseva come largamente previsto, nonostante un paio di gravi errori (penalità 0.40).

La nordcoreana Jong Un Hong esibisce due ottimi volteggi per difficoltà e vince l’oro di specialità insieme proprio a Kseniia (a sorpresa e con ottime esecuzioni).

La trave è della cinese Zhang, non certamente una prima linea. Stecca la Dementeva, dopo una spettacolare qualifica.

 

Al maschile brillano i campioni olimpici: Zanetti agli anelli e Yang al volteggio. Kuksenkov, fresco del titolo generale, si prende il cavallo; Garibov le amate parallele. Stepko e Beliyavskiy vanno via senza ori!Paolo Principi, unico italiano in gara, chiude al settimo posto nella finale alla sbarra.

Dieci finali, solo Garibov e Afanaseva fanno doppietta.

 

Di seguito tutti i podi e i punteggi dettagliati:

VOLTEGGIO (femminile):

1.         Jong Un Hong (Corea del Nord)         15.125

2.         Kseniia Afanaseva (Russia)                15.125

3.         Maria Paseka (Russia)                        14.950

 

PARALLELE ASIMMETRICHE:

1.         Aliya Mustafina (Russia)                    15.200

2.         Tatiana Nabieva (Russia)                   14.525

3.         Lisa Hill (Germania)                          14.500

 

TRAVE:

1.         Yelinzi Zhang (Cina)                          15.150

2.         Aliya Mustafina (Russia)                    14.525

3.         Elisabeth Black (Canada)                   14.400

5.         Anna Dementeva (Russia)                 13.725

 

VOLTEGGIO (maschile):

1.         Hak Seon Yang (Corea del Sud)         15.787

2.         Denis Ablyazin (Russia)                     15.350

3.         Igor Radivilov (Ucraina)                    15.237

 

CORPO LIBERO (femminile):

1.         Kseniia Afanaseva (Russia)                14.350

2.         Elisabeth Black (Canada)                   13.750

3.         Elsa Garcia (Messico)                        13.750

 

CAVALLO CON MANIGLIE:

1.         Nikolai Kuksenkov (Russia)              15.050

2.         Daniel Corral (Messico)                      14.975

3.         Oleg Stepko (Ucraina)                       14.850

 

CORPO LIBERO (maschile):

1.         Ryohei Kato (Giappone)                    15.450

2.         Fabian Hambuechen (Germania)       15.275

3.         David Belyavskiy (Russia)                 15.250

 

ANELLI:

1.         Arthur Zanetti (Brasile)                      15.875

2.         Denis Ablyazin (Russia)                     15.550

3.         Igor Radivilov (Ucraina)                     15.525

 

PARALLELE PARI:

1.         Emin Garibov (Russia)                      15.875

2.         David Belyavskiy (Russia)                 15.625

3.         Oleg Verniaiev (Ucraina)                   15.575

 

SBARRA:

1.          Emin Garibov (Russia)                   16.025

2.          Yusuke Tanake (Giappone)           15.550

3.          Ryohei Kato (Giappone)                15.275

7.          Paolo Principi (Italia)                     14.575