Categorie
2012 Acqua Dialoghi Dominatore di Poteri dormire eroi Kratos Me Mondi Fantastici Mondo Mutante Pandora Panorama Parlare con Rosa Pensieri Persone Racconto Storia supereroi Superpoteri Tempesta Tempo

Rosa de Luca nel panico

Dopo che io , Kratos , Pandora , Rosa inizio a visitare il posto dove la potevano aiutare a controllare i propri poteri . Il primo luogo che visitò era il giardino , era enorme e molto grande lì i ragazzi che erano riusciti a controllare i propri poteri giocavano tra di loro tipo frisbee , football americano , calcio e molti altri sport . Il secondo posto che visitò era la cucina , in cui lei poteva trovare tutto quello che serviva per fare colazione , pranzo e cena o se per caso non riusciva a dormire di notte poteva venire a fare uno spuntino notturno . La cucina era come una normale cucina , posti a sedere e vedere quel posto gli ricordò un po’ casa . Li si sedeva con i suoi genitori e faceva colazione , pranzo e cena , sempre con loro , non ci stava tutti i giorni casa , però quando lei doveva parlare con i suoi genitori andavano a quel tavolo e parlavano . Il terzo posto che visitò erano le aule , il posto dove i mutanti imparavano soltanto la parte teorica dei loro poteri , cioè era una normale scuola che Rosa aveva già frequentato dove stava e con i suoi amici . C’ erano moltissime aule e moltissimi posti dove sedersi e prendere appunti . Il quinto posto fu camera sua dove lei poteva riposare in pace dopo una missione , li dentro c’ e un bagno , le cose che voleva metterci le doveva portare lei da casa sua , ma prima di poterlo fare , dove avvisare che lei era li . Il quinto posto che visitò fu la Stanza del Pericolo , perché lì in quella stanza i mutanti potevano allenarsi a utilizzare i propri poteri e migliorare . Dopo aver fatto un giro per l’ istituto , lei chiamò i suoi genitori , rispose la madre che era molto preoccupata – Ciao mamma , io sto bene , sto in un posto dove mi possono aiutare a controllare il mio potere . La madre era felice di sapere che c’ era un posto dove potevano aiutare sua figlia a controllare il suo potere e rispose – sono molto contenta che tu abbia trovato un posto cosi , chi ti ha portato li ? . Rosa disse alla madre senza dire troppe cose – è stato una persona , che ha dei poteri , però non come i miei , forse era più forte e mi ha aiutato portandomi qui . La madre chiese alla figlia – dici davvero ? , e lei rispose – si , ha detto che si chiama Marcello e non mi ha detto altro , apparte di questo posto , comunque io voglio restare in questo posto cosi potrò controllare e usare i miei poteri per il bene e la madre disse – ok , ma sta attenta . Rosa de Luca è in camera sua e stava per uscire e andare a bere qualcosa e io apparì in quel momento proprio davanti a lei e dissi – Ciao Rosa , come stati ? , e Rosa rispose – si e no , sono ancora un po’ sotto-shock per quello che mi è successo . Io dissi a Rosa – lo so è un po’ difficile , però se ne parli con uno degli X- man , sicuramente loro ti sapranno ascoltare e sicuramente loro ti aiuteranno e Rosa disse – ne se sicuro ? . Io dissi a Rosa – non ti pensare che sei l’ unica persona che è successo qualcosa ti brutto . Purtroppo qui alcune persone hanno scoperto i loro poteri in modo non proprio normale , ma in modo non molto felice . Mentre stavo parlando con Rosa , Tempesta vestita con abiti normali e con quei capelli bianco , lei stava camminando verso la stanza di Rosa e senti qualcuno parlare nella stanza e vide me che parlavo con Rosa e si inizio a domandare chi ero e come era potuto arrivare nella stanza della nuova mutante senza nemmeno essere visto da qualcuno . Rosa dopo aver sentito quello che avevo detto io , lei disse con molta sicurezza – ci proverò , però quello che è successo a me è difficile , cioè non è normale essere da tutti da quanti essere stuprata e io dissi a Rosa per rassicurarla – anche sei i tuoi poteri , si sono risvegliati in un modo non molto bello , però sei riuscito a fermarlo e non ti ha potuto fare del male . Rosa mi disse in modo molto sicuro – ci proverò Marcello , grazie per avermi passato questo momento di tristezza che avevo e io dissi a lei – se hai bisogno di aiuto , chiamami e io verrò da te , oppure verrò io da te . Rosa allora mi disse – va bene Marcello . Dopo che mi teletrasportai , Tempesta stava ancora li vicino alla porta che era chiusa , visto che io volevo parlare da solo con Rosa , lei aprì la porta ed entrò in camera di Rosa e disse – chi era la persona con cui stavi parlando ? e Rosa che prima aveva incontrato lei in cucina , mentre si prendeva un po’ d’ acqua e le disse – è la persona che mi ha portato qui , si chiama Marcello , so soltanto questo , però so che è molto potente e sa fare moltissime cose , bloccare i poteri delle persone per un po’ e altri poteri . Dopo Rosa si ricordò quello che le avevo detto io di aprirsi con gli altri x-man e disse a Tempesta – stavamo parlando del modo in cui si sono rivelati i miei poteri , è un po’ difficile palarne ma se vuoi te lo dico . Tempesta chiuse la porta e disse – parlane con me , dovrai pure dirlo a qualcun ‘ altro , parlane con me e ti sentirai meglio e Rosa si armò di tutto il coraggio che ebbe e disse a Tempesta – allora io mi stavo divertendo in un bar con un mio amico , questo mio amico dopo aver bevuto aveva deciso di portarmi un vicolo e di stuprarmi , ma quando ebbi capito quello che voleva fare ebbi paura e i miei poteri si sono risvegliati e Tempesta disse – adesso però sta tranquillo è tutto passato , qui imparerai a utilizzare i miei poteri e conoscerai anche molte persone sia buone che ti vorranno bene e purtroppo persone che ti vogliono sconfiggere , però non ti preoccupare qui imparerai a utilizzare i tuoi poteri . Rosa disse a Tempesta – grazie per avermi ascoltato e Tempesta disse a Rosa per rassicurarla – io e le persone qui dentro siamo per aiutarti e per difenderti , ora però cerca di dormire un po’ e Rosa disse – grazie Tempesta . Dopo che Tempesta se ne andò , Rosa si mise a dormire un po’ .