Categorie
Cheeleders Jessica Roberta

Jessica ferma Roberta

donne-fantasy-7

Jessica e Roberta erano andati in aula per seguire Religione . In quell’ ora Roberta che era seduta vicino a Jessica era divenuta una persona ossessiva e pronta a tutto per di vedere quel potere . Roberta lo voleva vedere e non si sarebbe fermata davanti a nulla . Roberta era cattiva e si avvicino a Jessica con il banco e poi le sussurro all’ orecchio – e meglio se dopo mi fai vedere il tuo potere oppure me lo mostrerai dolorante come non mai . E meglio se non ti tiri indietro adesso oppure ti picchio a sangue e tu non resisterai al dolore . Jessica fece alzare la mano a Roberta e andarono insieme in bagno . Jessica entro per prima e poi entro Roberta . Tutti videro che noi loro occhi non c’ era amicizia ma solo rabbia e quindi tra poco tra loro ci sarebbe stato uno scontro molto duro e molto avvincente e solo una di loro avrebbe vinto . Jessica mise all’ angolo Roberta – ti ho detto che te lo faccio vedere ma basta non me lo devi più chiedere . Se me lo chiedi di nuovo non te lo mostro più e non siamo più amiche . Roberta era li all’ angolo – se la nostra amicizia si rompe tu non sai cosa ti succede . Se tu la rompi noi ti mettiamo un simbolo sul petto per farti capire che sei stata una cattiva sorella e tutti quanti lo vedranno nella scuola . Se ti fai mettere quel simbolo tu perderai la tua reputazione scolastica . Jessica allora lascio andare Roberta che li all’ angolo del muro – non lo farò ma tu non lo devi più chiedere . Jessica si mise la mano sul cuore – giuro come tua sorella maggiore che dopo la lezione di religione io ti mostro il mio secondo potere . Adesso che ho fatto questo giuramento lo mantengo . Adesso però torniamo in classe oppure il Professore si chiede cosa stiamo facendo in bagno .

 

Categorie
Beatrice Ferrante Beatrix Gatti Speciali Gatto

Beatrix

199846_10150107812242477_2910477_n

Beatrix ci aveva pensato alla seconda sfida da affidare alla sua padrona Beatrice Ferrante ed era molto importante per lui . Beatrice stava studiando un libro di Criminologia che era un grande mattone . Beatrix non ci salto sopra ma salto sul tavolo e cosi ottenne l’ attenzione di Beatrice – ora ti dico la seconda prova quale è ? . Beatrice vide Beatrix con una faccia molto seria e non carina e dolce come ce l’ aveva altre volte . Pure Beatrice aveva una faccia seria ed era pronta a sentire la seconda prova di Beatrix – sono tutta orecchie spara . Beatrix si mise un pò a ridere – sicura che sei pronta a sentire se non facevo io un salto sul tavolo la tua testa cadeva sul tavolo e dormivi profondamente . Ma se vuoi passo dopo . Beatrice si fece un pò di caffè molto dolce e poi senti il suo gatto – vedi attorno a mio collo c’ e un collare non devi togliermelo per nulla al mondo oppure non posso più parlare . Se lo perdi io me ne scappo e farò in modo che non salgo più sulle tue gambe e non mi vedrai più in questo casa . Beatrice aveva sentito le parole della sua gatta nera ed era serio il suo discorso . Beatrix inizio a guardare Beatrice con occhi molto seri – lo devi giurare che non perderai mai il mio collare oppure già da adesso me ne vado e non mi vedrai mai più . Beatrice si mise una mano sul cuore e inizio – giuro sul mio onore che non perderò mai il tuo collare . Va bene ora mi lasci studiare Criminologia . Beatrix salto dal tavolo – ora ti lascio studiare il tuo mattone di libro ma se ti addormenti io salto sul tavolo e ti sveglio . E lo faccio perchè hai giurato e sopratutto perchè con me sei molto gentile e mi dai sempre da mangiare .

 

 

Categorie
Alukard Saintcall Damon Saintcall Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Dr Alyssa Saintcall Helena Saintcall Maraxus

Alyssa Saintcall mi chiede di Maraxus

Alyssa Saintcall oggi ha deciso di chiedermi di nuovo di Maraxus , cosa è successo li nella Guerra dell’ Universo . Io ero alla mia scrivania a leggere un fascicolo di un caso , lei venne verso di me lo chiuse e sbattendo la mano contro la scrivania e disse – ora voglio sapere cosa è successo su Maraxus e voglio sapere la verità . Io la guardai – non la vorresti sapere e sopratutto non la accetteristi e inizierai a cercare scuse per non sentire la verità su Maraxus . Mi prese per il capotto e mi chiese – Daniel la voglio sapere , lo stesso anche se fa male la voglio sapere . Io vidi nei suoi occhi rabbia e compassione per me e io le dissi – Alyssa lo so che vuoi aiutarmi chiedendomi cosa è successo li , pensi che io non lo sappia ho visuto di persona quegli eventi . Ma adesso io non te lo voglio dire , forse un giorno te lo dirò ma adesso non ti dirò niente sopratutto non voglio affrontare questa discussione con te . Poi si mise davanti e del fatto che tu prima di partire per Maraxus mi hai colpito al collo e mi hai fatto svenire ? .

La guardai e dissi siediti e adesso ti spiego perchè l’ ho fatto , si mise seduta con le gambe accavaltate e disse – perchè mi hai fatto svenire ? , io le dissi – l’ ho fatto per prottergerti e per salvarti . Lei mi chiese – lo hai fatto per questi motivi ? . Si l’ ho fatto per questo motivo e sopratutto per non farti affrontare quello che passo io . Tu dormi io invece no , non dormo e appena chiudo gli occhi sento l’ orrore che è successo li . Senti bambini che urlano dal dolore e vedo tutto quello di orribile hanno fatto alcuni della nostra specie . Alyssa era scocciata nel sapere queste cose e disse – Davvero la nostra gente ha perso il controllo ?

– Si lo aveva perso alla grande , la furia non soltanto li dominava li possedeva e sopratutto loro erano guidati da lei e quando ero li alcuni di loro mi stavano quasi per uccidere e io ho quello che andava fatto e sopratutto ho fatto un patto di sangue con i nostri genitori di non dire quello che ho fatto li . L’ ho promesso e devo mantenere la promessa , quindi non mi chiedere niente altro per favore . Inoltre l’ ho fatto per farti dormire seno saresti come me , non dormi e ogni giorno ti chiedi quando questa cosa che ti sei portata dietro ti lascera stare . Per favore non me lo chiedere adesso e sopratutto non ne voglio parlare . Alyssa capiva la mia situazione e disse –  Va bene Daniel , te lo chiedo solo quando tu ne vuoi parlare con me .