Categorie
2013 Foto God of War Ascension Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Ps3 Videogiochi Xbox 360

God of War: Ascension, i voti della stampa internazionale

Avete letto la nostra recensione di God of War: Ascension? Il gioco ha convinto Antonio Fucito, che gli ha assegnato un bel 9.3 pur riconoscendo alcuni limiti della produzione, fra tutti una narrazione che si muove fra alti e bassi e qualche carenza in termini di boss fight.

Non tutte le testate hanno però accolto l’ultima fatica di Santa Monica Studio con lo stesso entusiasmo, come potete vedere dalla lista in calce.

God of War: Ascension – I voti della stampa internazionale
GameSpot – 8/10
Official PlayStation Magazine – 8/10
Polygon – 7/10
EGM – 7/10
GamesRadar – 3.5/5
Videogamer – 7/10
EDGE – 7/10
Destructoid – 9/10
Machinima – 8.5/10
GameTrailers – 8.3/10
Metro – 8/10
Vandal Online – 9.77/10
TheSixthAxis – 8/10
Multiplayer.it – 9.3/10
The Telegraph – 4/5
Meristation – 8.7/10
CheatCode Central – 4.5/5

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto God of War Ascension Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Ps3 Storia Videogiochi

God of War: Ascension – nuovi bozzetti sulle ambientazioni

Nell’attesa che l’ormai imminente PlayStation Meeting ci permetta di dare un veloce sguardo al futuro delle piattaforme targate Sony, gli artisti digitali e gli esperti designer degli studi californiani di SCE Santa Monica rimangono concentrati sul presente per mostrarci i bozzetti preparatori delle ambientazioni che saremo chiamati a esplorare nella campagna a giocatore singolo e nelle modalità multiplayer di God of War: Ascension.

Il titolo, come tutti i fan più sfegatati della serie ormai sapranno, farà da prologo agli eventi narrati nel capitolo originario dell’epopea mitologica di Kratos e ci permetterà di scoprire le ragioni che lo spingeranno a diventare lo spietato guerriero assetato di vendetta che abbiamo imparato ad amare (e a temere) in questi anni.

I bozzetti datici in pasto quest’oggi dagli sviluppatori, ad esempio, ritraggono il Canyon del Minotauro attraversato da Kratos dopo essere riuscito a fuggire dalla spaventosa prigione di Hecatonchires, l’ambientazione più estesa e, a detta degli stessi SCE Santa Monica, più “oscura” che si sia mai vista in tutta la serie: abbarbicata su una delle montagne più alte del Regno di Ade, la prigione dello spietato Titano Hecatonchires sarà il parco dei divertimenti che le tre Furie utilizzeranno per compiere le loro atrocità nei confronti dei condottieri umani colpiti dall’ira degli Dei dell’Olimpo.

Prima di lasciarvi ai restanti artwork in galleria, approfittiamo dell’occasione per ricordarvi che l’uscita di God of War: Ascension è prevista in Europa per il prossimo 13 marzo solo ed esclusivamente su PlayStation 3.

 

Categorie
2013 Foto God of War Ascension Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Persone Ps3 Videogiochi

God of War: Ascension, demo single player a fine mese

Dopo la beta multiplayer, Santa Monica Studio ha deciso di rilasciare anche una demo single player perGod of War: Ascension.

La versione di prova sarà disponibile a partire dal 26 febbraio su PlayStation Network, ma alcuni fortunati potranno accedervi con una settimana d’anticipo partecipando all’esperienza social Rise of the Warrior.

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto God of War Ascension Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Ps3 Videogiochi

God of War: Ascension – immagini dalla modalità single-player

Dopo il filmato che mostrava ben trenta minuti di gioco della campagna single-player, ecco che God of War: Ascension rimane sulla cresta dell’onda con questa galleria immagini, sempre relativa alla modalità per giocatore singolo.

Ancora una volta si tratta di screenshot che ingolosiranno tutti gli appassionati che aspettano con ansia il nuovo capitolo della saga targata Sony.

Sviluppato da Sony Computer Entertainment Santa Monica Studio e pubblicato da Sony Computer Entertainment, God of War: Ascension è il quarto capitolo della serie principale di God of War. La caratteristica peculiare del gioco è che si tratta del primo in assoluto a supportare multiplayer online e 3D stereoscopico. Nel multiplayer cooperativo potranno partecipare fino a otto giocatori in contemporanea, e ci sarà anche in questo caso un lieve filo conduttore narrativo.

L’uscita nei negozi di God of War: Ascension è prevista per il 12 marzo del 2013 in esclusiva su PlayStation 3.

 

Categorie
2013 Foto God of War Ascension Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Ps3 Uscite Future Videogiochi

Le scelte morali non potevano funzionare in God of War: Ascension

Come sappiamo, in God of War: Ascensionconosceremo il lato umano di Kratos e gli eventi che lo hanno profondamente trasformato. Una situazione in cui, apparentemente, inserire un sistema di scelte morali avrebbe avuto un senso.

Il game director, Todd Pappy, ha però spiegato in un’intervista con GameTrailers che tale opzione non è mai stata effettivamente presa in considerazione da Santa Monica Studio. “Volevamo mostrare Kratos sotto una luce leggermente diversa, far uscire fuori parte del suo lato umano”, ha detto. “Si tratta però di un’avventura lineare, e anche se avessimo inserito delle scelte morali i fan probabilmente non le avrebbero colte, in quanto giustamente gli sarebbe interessato far fuori i nemici e passare allo scenario successivo.”

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto God of War Ascension Kratos Mondi Fantastici Mondo Notizie dal Mondo Ps3 Videogiochi Xbox 360

God of War: Ascension – altri bozzetti sull’ambientazione

L’anno nuovo sembra intenzionato a portarci tante belle nuove immagini dedicate a God of War: Ascension. Dopo aver dato un’occhiata ai bozzetti su Megera, ci arriva infatti la possibilità di dare un’ulteriore occhiata agli schizzi del team di sviluppo, stavolta per quanto riguarda l’ambientazione del nuovo gioco.

Un totale di dodici scatti che arrivano in realtà da Rise of the Warrior, la “graphic novel interattiva” lanciata da Sony per iniziare a coinvolgere i fan di Kratos nel mondo di God of War: Ascension, promettendo accessi anticipati alla beta e altro materiale succulento.

God of War: Ascension uscirà dalle nostre parti il 12 marzo, per mostrarci un Kratos più umano: la storia ci racconterà infatti quanto accaduto prima del primissimo God of War, dopo l’uccisione della famiglia del protagonista. Per la prima volta nella serie, God of War: Ascension introdurrà una modalità multiplayer, in cui scegliere a quale degli dei sacrificare le proprie vittorie.

La beta della modalità online sarà disponibile nel mese di gennaio per i possessori di un account PlayStation Plus: nel frattempo potete dare un’occhiata all’ultimo trailer a essa dedicato.

 

Categorie
2013 Foto Galleria Galleria Foto God of War Ascension Mondi Fantastici Mondo Ps3 Videogiochi Xbox 360

God of War: Ascension – nuovi bozzetti su Megera

Dopo averci dato un ricco assaggio della demo di God of War: Ascension contenuta all’interno del Blu-ray di Total Recall, i ragazzi di SCE Santa Monica festeggiano il nuovo anno pubblicando i bozzetti preparatori del personaggio di Megera, una delle tre Furie che Kratos dovrà sconfiggere in questa sua nuova avventura per spezzare i sigilli che lo legano ad Ares.

A giudicare dalla descrizione offertaci dai rinomati sviluppatori californiani attraverso le pagine del blog ufficiale della saga di God of War, il processo creativo che ha portato alla realizzazione di questo boss è stato assai lungo e faticoso. Nata dal sangue di Urano scaturito dalla ferita infertagli da Crono, Megera è l’incarnazione dell’invidia e della gelosia: dai primissimi artwork ritraenti una “semplice” cortigiana con le fattezze del volto e le vesti corrose, appunto, dall’invidia, si è passati così alla figura decisamente meno “rassicurante” di una sacerdotessa munita di corazza dorata e di quattro arti aggiuntivi simili a quelli dei ragni, un espediente, quest’ultimo, trovato dagli autori per conferirgli un’agilità senza pari nei combattimenti corpo a corpo. Continua dopo la pausa.

L‘aracno-assassina Megera sarà la prima delle tre Furie che dovremo fronteggiare per mettere a soqquadro l’Olimpo nei panni di un Kratos ardente di rabbia nei confronti di Ares e di tutti gli esseri mitologici che oseranno ostacolare il nostro cammino.

In questa sua “ascesa” all’Olimpo, il buon Kratos potrà fare affidamento sulle Spade del Caos e su tutti gli accorgimenti presi dagli SCE Santa Monica per migliorare le animazioni del protagonista e per rendere ancora più fluido e godibile il sistema di combattimento.

Prima di lasciarvi tra le  chele di Megera, vi ricordiamo che God of War: Ascensionsarà disponibile a partire dal 13 maggio in esclusiva assoluta su PlayStation 3 e che l’uscita sarà anticipata da una fase di beta test aperta agli utenti PS Plus dal 9 al 21 gennaio.

 

Categorie
2012 God of War Ascension

God of War: Ascension – prova

Vestire i panni di Kratos è sempre una bella esperienza, vuoi perché è il protagonista di uno dei migliori titoli in circolazione, vuoi perché nonostante innumerevoli tentativi di imitazione è tutt’ora il titolo più spettacolare, epico e violento del suo genere. Vuoi, infine, perché le sue meccaniche di gioco sono ormai così rodate e bilanciate che lanciarsi nella mischia cercando la combo più alta è sempre una soddisfazione.

Proprio la soddisfazione è la sensazione che è rimasta al termine della prova di God of War: Ascension effettuata nello stand Playstation della Games Week di Milano E anche se la sezione provata è stata fin troppo breve, non appena la sequenza introduttiva ha lasciato spazio all’azione, il feeling col Fantasma di Spara è stato immediato.

La demo era incentrata sulla sequenza ambientata nel porto che abbiamo già visto nei video, solo che un conto è vederla, un conto è percepire i sottili ma evidenti cambiamenti del gameplay.

Partiamo dai controlli. La versione provata non ha ancora la possibilità di muovere liberamente la telecamera, quindi, visto che anche i comandi sono assolutamente identici a tutti gli altri capitoli della saga, abituarsi al gioco è una questione di secondi.

Conoscendo Kratos, troverà il modo di picchiarsi anche col Colosso di Rodi.

 

L’aggiunta più interessante al sistema di combattimento è la possibilità di raccogliere un’arma dai nemici per usarla contro di essi e rendere così ancora più varie le proprie combo. In God of War: Ascension cambiare armi è una cosa normale ma solo in Ascensions potrete alternarle nelle combo. Nella demo si poteva scegliere tra una spada e una lancia: la prima, ovviamente, era particolarmente utile in alternanza con le Spade del Caos per gli attacchi più ravvicinati; la seconda, invece, era ottima per tenere a distanza gli avversari più voluminosi o per iniziare ad accumulare punti combo mentre l’avversario era ancora lontano.

“Si potrà raccogliere un’arma dai nemici per usarla contro di essi e rendere così ancora più varie le proprie combo”

Scontro dopo scontro si ha inoltre la netta impressione che Kratos sia più reattivo, soprattutto nelle schivate, un elemento fondamentale con i nemici più corazzati, che quando preparano un colpo particolarmente forte lasciano una finestra di circa un secondo in cui è possibile schivare un colpo e finire alle loro spalle.

Se sommiamo questa caratteristica con quanto descritto riguardo alle armi, si ottiene uno stile di combattimento ancora più fluido e frenetico dei precedenti capitoli, in cui concatenare combo a doppia cifra non sembra un’impresa troppo complessa. Tuttavia, prima di dare un giudizio definitivo sarà bene provare il gioco al massimo livello di difficoltà, perché l’impressione è che la demo fosse impostata per essere particolarmente facile da completare. D’altronde, la Games Week è pur sempre una fiera pensata per tutti…

Dopo una serie di combo le lame del destino s’infiammeranno, causando più danni

Molto interessante si è rivelata anche la funzione di crowd control resa disponibile dalla manipolazione del tempo, che potremmo utilizzare per ricostruire e superare determinate aree della mappa, ma che si rivelerà ancora più utile per congelare i nemici in aria per qualche secondo.

“Molto interessante è anche la funzione di crowd control resa disponibile dalla manipolazione del tempo”

Mettiamo ad esempio che veniate attaccati da tre creature più piccole e da una più grossa, tipo uno di quei minotauri che da sempre rappresentano la via di mezzo tra il boss e la carne da cannone. Grazie alla manipolazione del tempo potete stordire il minotauro ed eliminare velocemente i nemici più deboli, oppure lasciarne un paio a fluttuare in aria, picchiare il minotauro e poi occuparvene quando l’effetto della magia sparisce. Che poi lo so che vi limiterete a buttarvi nella mischia mulinando le lame come dei pazzi, però sappiate che volendo c’è anche questa alternativa.

Se poi fate parte di quella folta schiera che gioca a God of War soprattutto per godersi le scene sanguinolente, state tranquilli: scorre più liquido rosso durante un combattimento di Ascension che in una macelleria. In certe scene infatti si ha decisamente l’impressione che gli sviluppatori abbiano voluto esagerare, con tanto di teste aperte come lattine e cervelli esposti come quadri di un’esposizione.

Visivamente parlando God of War: Ascension è senza dubbio “il miglior God of War di sempre” (perdonate la parafrasi di Apple). Nonostante l’ampio utilizzo del motion blur, usato per tenere a bada il frame rate e rende il tutto più movimentato, non possiamo che rimanere soddisfatti di fronte a un livello di dettaglio altissimo, agli ampi ed epici scenari, e ad alcune chicche tipo il sangue che macchia Kratos in tempo reale durante gli scontri, o le orecchie del minotauro/elefante che si muovono realisticamente.

Cosa ci rimane da questa prova dunque? Beh, tanta voglia di toccare con mano il multiplayer, di cui in questi giorni stanno uscendo alcuni trailer dedicati alle divinità a cui potremo affiliarci, soprattutto per capire come saranno bilanciate le arene, il gameplay, le modalità e i poteri, nonché se la scelta di sacrificare parte del single player per sviluppare una modalità online si sia rivelata vincente.

Molte domande, dunque, ma una solida certezza: Kratos è tornato, pronto a portare l’inferno sopra e sotto terra. Un inferno che per noi, amanti della saga, è il più bello dei paradisi.