Categorie
Dana Moretti Lupo Mannaro Rebecca Logan Universing Wade

Wade fa visita a Dana Moretti

1313485-bigthumbnail

 

Dana Moretti era stufa di stare in mensa e cosi per non mangiare più niente e cercare di fare qualcosa se ne andò in camera sua . Una volta arrivata vide che li dentro c’ era Wade che era seduto su una sedia e vedeva il letto vuoto e aveva pensato che Dana Moretti era morta . Dana andò dietro di lui di soppiatto e con calma e gli sussurro nell’ orecchio destro “ io sono ancora qui “ . Wade si giro e la vide con questa maglietta bianca un po’ sporca e un po’ distrutta dai graffi del Lupo Mannaro . Wade aveva portato una maglietta bianca ma anche qualche accessorio e anche un sacco di cose che potevano essere utili a Dana per dare inizio a un look di partenza per il suo nuovo viaggio non solo dentro l’ Ospedale ma anche dentro l’ Universing . Dana aveva una stanza unica e non la condivideva con nessuno per adesso . Wade mise le cose che aveva portato sul lettino di Dana . Dana si mise dietro la tenda e si inizio a togliersi gli indumenti da dosso piano e con calma . Si inizio a togliere la maglietta che era distrutta e forse con un lavoro da ago e filo si sarebbe riparata . Poi si tolse pure il reggiseno visto che era distrutto pure quello . Il graffio del Lupo Mannaro aveva distrutto la maglietta e aveva distrutto il suo reggiseno . Wade dopo essere tornato a casa si era preparato per far visita a Dana Moretti e Rita lo vide vestito molto bene – dove stai andando ? . Wade si giro e vide se non era troppo sporco – Il Lupo Mannaro è stato ucciso . Io adesso sto andando a fare visita alla persona che l’ ha ucciso e stata aggredita e penso che gli serve qualcosa di pulito e pure altro visto che lui è stata graffiata vicino al cuore ma adesso sta bene . Però voglio vedere se sta bene oppure è morta e poi gli voglio portare qualcosa di pulito cosi non ha più quei stracci addosso . Rita gli diede una maglietta bianca , un reggiseno e tutto quello che poteva serviva a quella povera ragazzina che è stata ferita dal Lupo Mannaro . Wade con calma passava le cose a Dana senza vedere . Dana con quei nuovi vestiti non sembrava più una stracciona che proveniva dalla strada ma una ragazza che proveniva dall’ alta società . Dana prese la maglietta e le altre cose che erano distrutte e le mise dentro una busta che poi diede a Rebecca . Rebecca vide dentro la busta e poi la vide con questo nuovo look carino e bello – adesso non sembri più una donna di strada ma una donna che è di buona famiglia . Ma ti manca ancora qualcosa . Dana si mise dall’ alto in basso – non mi pare . Rebecca si avvicino a Dana – ti serve una bella doccia calda puzzi da mezzo metro . Pure Wade lo aveva notato e si avvicino a Dana e senti la stessa puzza che aveva sentito Rebecca – l’ ho sentita pure io prima ma non te l’ ho detto perché tu avresti detto di no . Invece fartelo dire da una donna tu l’ avresti capito . Dana invece si arrabbio – me lo dovevi dire . Se non me lo dici tutti quanti pensano che io sia una donna che viene dalla strada e invece non lo so . Wade si avvicino a Dana – stai calma , la prossima volta te lo dico ma credo che tu ti arrabbi pure la prossima volta . Dana sapeva che Wade aveva ragione – forse ma tu me lo dici lo stesso .

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Laura Rossetti Maraxus

Laura Rosetti

250px-AidenRender

Laura Rosetti era li vestita con quello che restava dei suoi vestiti . I suoi vestiti erano sporchi e pieni di granelli di quel grande deserto ma li c’era anche il sangue dei suoi amici visto che aveva fatto una promessa che se la missione non fosse andata bene lei avrebbe cercato di riportare i loro corpi fuori da quel mondo infernale ma invece non ci riusci . Io e Ada vedemmo che non ce la faceva a restare sveglia e appena vedeva una cosa muoversi scattava in modo molto veloce . Io e Ada vedemmo che Laura aveva dei graffi sul braccio destro e mi chiese di non guarirli per ricordare ancora il dolore che stava affrontando . Era un modo per dire ce la posso fare e cosi glieli feci restare . Non le volevo chiedere cosa è successo li adesso è in quella fase che ho sperimentato pure io e sarebbe a dire la fase del sopravvissuto . Quando torni da una guerra o da un inferno in terra dentro di te scatta quella cosa che si chiama la Fase del Sopravvissuto per quattro o cinque giorni vuoi stare li da solo e ogni rumore ti fa scattare . Ogni rumore ti fa pensare che tu stai ancora li ed è un nemico da abbattere e da uccidere . Laura Rosetti per il momento era nella Fase del Sopravvissuto e quindi chiederle cose è successo li non è proprio il momento perchè appena glielo chiedi ti guarda come un nemico e visto che hai fatto rumore scatta verso di te come un animale ed è pronto a strapparti il cuore dal petto . Questo era lo stato mentale e fisico di Laura Rosetti e io e Ada lo possiamo confermare visto che era dietro di noi e non diceva mezza parola .

 

 

 

Categorie
2013 iphone 5 Mondo Notizie dal Mondo Tecnologie telecamere Telefonini

iPhone 5 lanciato da 30 km d’altezza? Intatto grazie a G-Form

Non si può certo dire che iPhone 5 sia sprovvisto di protezione, anche perché sarebbe davvero assurdo con tutto quello che costa: il video che vi mostriamo oggi sta facendo il giro del web nelle ultime ore e dimostra che gli accessori protettivi G-Form (tra i più consigliati per il “melafonino”) sono non sensazionali: di più.

Qualora siate pigri e tutto vogliate fare fuorché dare un’occhiata al filmato, vi spieghiamo noi perché: è stato lasciato cadere senza paracadute un iPhone a trenta chilometri di altezza; il gioiellino targato Apple è stato portato a quella distanza con un pallone gonfiato con l’elio e poi, invece di fare una brutta fine, ha fatto la sua stupenda figura: è rimasto intatto.

Abbiamo inventato tutto? No: nel video è dimostrato che un elicottero ha raggiunto il luogo dell’impatto con il GPS e proprio qui è stato filmato che di graffi e danni di qualsiasi tipo non c’era alcuna traccia.

Gli accessori G-Form erano stati testati già con un tablet iPad, sganciato e lasciato cadere dallo spazio, e avevano dato lo stesso risultato: se avete centinaia di euro da spendere per iPhone 5, ma temete che possa rompersi, questo video potrebbe davvero convincervi a fare il grande passo.

Se poi volete qualcosa di nuovissimo tra le mani, aspettate ancora un po’: sembra cheiPhone 6 sia già nei progetti di Apple; alla tecnologia – si sa – non c’è limite.