Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Coppa del Mondo: gli ordini di rotazione a Glasgow. Le italiane…

Sono stati estratti gli ordini di rotazione per la seconda tappa di Coppa del Mondo di ginnastica artistica che scatterà tra pochi minuti a Glasgow (Scozia, Gran Bretagna). Si partirà ovviamente dal volteggio e si seguirà l’ordine olimpico.

 

Asuka Teramoto (Giappone)

Vanessa Ferrari (Italia)

Ruby Harrold (Gran Bretagna)

Roxana Popa Nedelcu (Spagna)

Carlotta Ferlito (Italia)

Larisa Iordache (Romania)

Raer Theaker (Gran Bretagna)

Elizabeth Price (USA)

 

Un po’ di sfortuna per Vanessa che parte per seconda, meglio per Carlotta che toccherà la tavola per quinta. La super favorita Price ha pescato il dorsale migliore.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, Coppa del Mondo: show a Glasgow! E c’è la DIRETTA!

Questo weekend secondo appuntamento con la Coppa del Mondo di ginnastica artistica dopo il debutto di Stoccarda (Germania) settimana scorsa: in palio la Scottish Cup e i consueti punti per la Sfera di Cristallo generale.

Questa è la gara che chiude ufficialmente la stagione 2013 della ginnastica artistica: si ritornerà tutte in pedana a febbraio e le prime a ripartire saranno proprio le italiane (a Firenze, prima tappa di Serie A, 8 febbraio),

La Coppa del Mondo ritornerà poi a marzo con l’American Cup a Greesboro (USA) prima del consueto appuntamento finale di aprile a Tokyo (Giappone).

Di seguito tutto quelle che dovete sapere sull’appuntamento di Glasgow e sulla Coppa del Mondo in generale. Per un articolo più discorsivo sulle favorite, sull’analisi delle ragazze, sui pronostici e sulla presentazione delle azzurre in gara vi rimandiamo all’articolo di domani.

 

IL PROGRAMMA DI GLASGOW:

Sabato 7 dicembre, ore 14.00: CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE FEMMINILE e CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE MASCHILE

Dunque le ragazze si alterneranno con gli uomini: prima un attrezzo maschile, poi uno femminile e così via. Da ricordare che a Glasgow sono un’ora indietro rispetto a noi, quindi si inizierà a gareggiare alle 13.00 locali.

 

DOVE VEDERE LE GARE?

Non è prevista diretta televisiva in Italia. La FIG ha stretto degli accordi per distribuire in maniera più regolare la Coppa del Mondo, ma non sono ancora attivi nel 2013.

Grande novità: è previsto una diretta streaming ufficiale sul sito della competizione http://www.british-gymnastics.org/news-and-events/international-events/glasgow-world-cup

Da quel sito sarà possibile avere informazioni e dovrebbe essere attivo una diretta scritta della gara (in inglese).

Da tenere d’occhio anche la pagina Facebook della manifestazione, da cui dovrebbero arrivare informazioni preziose. https://www.facebook.com/britishgymnastics?fref=ts

 

PARTECIPANTI A GLASOW (femminile):

Carlotta Ferlito (Italia),

Vanessa Ferrari (Italia),

Ruby Harrold (Gran Bretagna),

Larisa Iordache (Romania),

Elizabeth Price (USA),

Roxana Popa (Spagna),

Asuka Teramoto (Giappone),

Raer Theaker (Gran Bretagna).

 

PARTECIPANTI A STOCCARDA (maschile):

Oleg Verniaev (Ucraina),

Daniel Purvis (Gran Bretagna),

Sam Oldham (Gran Bretagna),

Fabian Gonzalez (Spagna),

Andreas Toba (Germania),

John Orozco (USA),

Andrei Likhovitskiy (Bielorussia),

Masayoshi Yamamoto (Giappone)

 

REGOLAMENTO. A ciascun appuntamento partecipano otto ginnaste che gareggiano in un concorso generale individuale (all-around), al termine viene stilata una classifica. Alla vincitrice vanno 50 punti e poi si scala di cinque in cinque per ogni posizione (l’ottava ne prende 15).

CLASSIFICA FINALE. Ogni ginnasta somma i punti presi in ogni singola tappa a cui ha partecipato (i migliori tre risultati). Chi ne ha di più conquista la Sfera di Cristallo, il Trofeo Finale.

PREMI. Ricchissimi, molto più che a un Mondiale. Cliccate qui per saperne di più.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Ginnastica, sabato torna la Coppa del Mondo! Tutto quel che dovete sapere…

Questo weekend torna la Coppa del Mondo di ginnastica artistica. A Stoccarda (Germania) appuntamento con la prima tappa (di quattro) del circuito internazionale: in palio la Deutscher Pokal e i consueti punti per la Sfera di Cristallo generale.

Si volerà poi a Glasgow (Scozia) il prossimo weekend. Ultime due tappe in programma nella prossima primavera: American Cup a Greensboro e Japan Cup a Tokyo.

 

Di seguito tutto quelle che dovete sapere sull’appuntamento di Stoccarda e sulla Coppa del Mondo in generale. Per un articolo più discorsivo sulle favorite, sull’analisi delle ragazze, sui pronostici e sulla presentazione delle azzurre in gara vi rimandiamo all’articolo di domani.

 

IL PROGRAMMA DI STOCCARDA:

Venerdì 29 Novembre: Qualificazioni dei concorsi a squadre (maschile e femminile)

Sabato 30 Novembre, ore 12.30: CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE FEMMINILE

Sabato 30 Novembre, a seguire: Finale a Squadre maschile.

Domenica 1° Dicembre, ore 12.30: CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE MASCHILE

Domenica 1° Dicembre, a seguire: Finale a Squadre femminile.

 

DOVE VEDERE LE GARE?

Non è prevista diretta televisiva in Italia. La FIG ha stretto degli accordi per distribuire in maniera più regolare la Coppa del Mondo, ma non sono ancora attivi nel 2013.

Sarà in diretta televisiva in Germania, ma difficile che si possa vedere nel nostro Paese. In caso di qualche eventuale streaming vi faremo sapere.

Il sito di riferimento della competizione è http://www.dtb-online.de. Da lì sarà possibile avere informazioni e dovrebbe essere attivo una diretta scritta della gara (in tedesco).

 

PARTECIPANTI A STOCCARDA (femminilie):

Carlotta Ferlito (Italia),

Vanessa Ferrari (Italia),

Ruby Harrold (Gran Bretagna),

Larisa Iordache (Romania),

Elizabeth Price (USA),

Elisabeth Seitz (Germania),

Giulia Steingruber (Svizzera),

Briannah Tsang (Canada).

 

PARTECIPANTI A STOCCARDA (maschile):

Marcel Nguyen (Germania),

Fabian Hambuechen (Germania),

Oleg Verniaev (Ucraina),

Daniel Purvis (Gran Bretagna),

Fabian Gonzalez (Spagna),

Andreas Toba,

John Orozco (USA),

Andrei Likhovitskiy (Bielorussia),

Yuya Kamoto (Giappone)

 

SQUADRE PARTECIPANTI A STOCCARDA (maschile): Austria, Brasile, Bulgaria, Cina, Francia, Gran Bretagna, Giappone, Russia, Svizera, Ucraina, USA

SQUADRE PARTECIPANTI A STOCCARDA (femminile): Austria Canada, Cina, Germania, Giappone, Paesi Bassi, Russia e Svizzera. Da annotare grandissime presenze a livello individuale per la russia: Aliya Mustafina, che ha deciso all’ultimo minuto di rinunciare alla gara AA per concentrarsi sul concorso a squadre, Tatiana Nabieva, Anna Rodionova ed Ekaterina Kramarenko.La Cina è capitanata da Huang Huidan.

 

REGOLAMENTO. A ciascun appuntamento partecipano otto ginnaste che gareggiano in un concorso generale individuale (all-around), al termine viene stilata una classifica. Alla vincitrice vanno 50 punti e poi si scala di cinque in cinque per ogni posizione (l’ottava ne prende 15).

CLASSIFICA FINALE. Ogni ginnasta somma i punti presi in ogni singola tappa a cui ha partecipato (i migliori tre risultati). Chi ne ha di più conquista la Sfera di Cristallo, il Trofeo Finale.

PREMI. Ricchissimi, molto più che a un Mondiale. Per saperne di più vi rimando ai prossimi articoli.

 

Categorie
Carlotta Ferlito Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo Vanessa Ferrari

Quattro RIVELAZIONI scientifiche RIVOLUZIONANO la Ginnastica!?

La Federazione Internazionale di Ginnastica sembra aver risolto uno dei grandi dubbi scientificiche attanagliano la disciplina fin dalla sua nascita: è uno sport che compromette la crescita fisica di chi lo pratica?

 

Un team di scienziati esperti in materia era stato chiamato in causa nel 2011 per verificare gli effetti che un’intesa pratica della ginnastica artistica può provocare sulla crescita e sulla maturazione delle ragazze/i che vivono la loro vita nelle palestre della Polvere di Magnesio.

Queste le quattro risposte a cui sono giunti il Professor Keith Russell (canadese, Presidente della Commissione Scientifica della FIG), il Professor Adam Baxter-Jones e una dozzina di colleghi provenienti da USA, Gran Bretagna, Belgio, Grecia e Australia.

 

DOMANDA: La pratica della ginnastica artistica provoca effetti negativi sul raggiungimento di una statura adulta?

RISPOSTA: L’altezza da adulti dei ginnasti e delle ginnaste non è compromessa.

 

DOMANDA: La pratica della ginnastica artistica provoca effetti negativi sulla crescita di alcune parti del corpo?

RISPOSTA: Non ci sono prove credibili sul fatto che la ginnastica alteri la crescita della parte superiore del corpo o di quella inferiore (le gambe).

 

DOMANDA: La pratica della ginnastica artistica altera le tempistiche e il momento della pubertà?

RISPOSTA: La maggior parte dei ginnasti matura più in là con gli anni rispetto alla norma, ma hanno lo stesso modello di crescita di altri giovani che maturano tardi anche se non praticano ginnastica.

                                                                                                          

DOMANDA: La pratica della ginnastica artistica ha un effetto negativo sul sistema endocrino?

RISPOSTA: I dati raccolti fino a questo momento sono inadeguati per sapere se la pratica della ginnastica artistica ha effetti sul sistema endocrino.

 

La Federazione ha specificato che sono necessarie ancora molte ricerche in questo ambito, ma al momento non ci sono prove scientifiche credibili per dimostrare che la ginnastica artistica incide in maniera negativa sulla crescita.

 

Queste conclusioni, che abbiamo fedelmente tradotto dal comunicato stampa della FGI, sono state pubblicate sulla rivista scientifica “Sports Medicine” (Role of Intensive Training in the Growth and Maturation of Artistic Gymnasts: Sport Medicine: Settembre 2013, Volume 43, Numero 9: R. Malina, A. Baxter-Jones, N. Armstrong, G. Beunen, D. Caine, R. Daly, R. Lewis, A. Rogol, K. Russell).

Categorie
Microsoft Mondo Mondo dei Videogiochi Notizie Notizie dal Mondo Ps4 Sony Xbox One

PlayStation 4 in 32 mercati entro il 2013, ennesima vittoria di Sony

Il debutto di PlayStation 4 poggerà su un’infrastruttura imponente che permetterà un lancio ravvicinato in ben 32 mercati sparsi per il mondo, e sopratutto tutti entro la fine del 2013. L’annuncio è arrivato poche ore fa dalla conferenza di Sony dalla GamesCom 2013 di Colonia, dove oltre a tanti nuovi dettagli riguardanti i giochi e le novità su tutto l’universo videoludico dal brand PlayStation ci è arrivata anche la data di debutto di PS4 per le regioni nord-americane (15 novembre) e del vecchio continente (29 novembre).

Ecco la lista completa dei paesi che riceveranno PlayStation 4 entro il 2013:

Stati Uniti, Canada, Messico, Brasile, Australia, Nuova Zelanda, Gran Bretagna, Francia, Germania, Spagna, Italia, Irlanda, Austria, Belgio, Danimarca, Lussemburgo, Olanda, Norvegia, Polonia, Portogallo, Russia, Svezia, Svizzera, Argentina, Cile, Colombia, Costa Rica, El Salvador, Guatemala, Panama e Peru.

Un lancio praticamente globale che coinvolge aree vastissime come Russia, gran parte di sud e centro America e il nord Europa, che nel periodo degli acquisti natalizi 2013 potranno contare solo su Sony ma non su Microsoft, che come annunciato a Ferragosto è stata costretta a ridurre il numero dei mercati di lancio a 13 dei 21 previsti.

Ecco i paesi coinvolti nel lancio di Xbox One previsto per novembre 2013:

Australia, Austria, Brasile, Canada, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Messico, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti e Nuova Zelanda

E infine quelli esclusi, dove la Day One Edition verrà ritardata e gonfiata di un gioco aggiuntivo a costo zero:

Belgio, Danimarca, Finlandia, Olanda, Norvegia, Russia, Svezia e Svizzera

Come fa notare Destructoid la conferenza Sony di ieri sera ha tralasciato la data di lancio per il Giappone, il mercato domestico di Sony, che con molta probabilità riceverà la console con qualche giorno (una settimana?) d’anticipo rispetto alla regione nord-americana. Una data precisa che potrebbe arrivare solo a settembre dal Tokyo Game Show.

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Ginnastica, EYOF 2013: tutte le qualificate per le finali

Ieri pomeriggio una super Russia (parallele escluse) vinceva il concorso a squadre agli EYOF 2013. A Utrecht (Paesi Bassi) la competizione valeva anche come qualificazione per le finali individuali.

Ecco il quadro completo delle ragazze che rivedremo oggi pomeriggio (all-around, in diretta streaming sul sito ufficiale della competizione a partire dalle ore 17.00) e venerdì (finali di specialità).

 

Per quanto riguarda l’Italia: Tea Ugrin e Lara Mori entrano col decimo e undicesimo posto nell’all-around; al corpo libero la campionessa italiana è in ottava posizione, mentre è quarta alle parallele asimmetriche dove parteciperà insieme a Martina Rizzelli (quinta). La comasca parteciperà anche all’atto conclusivo del volteggio. Lara seconda riserva alla trave.

 

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE:

1.         Tyesha Mattis (Gran Bretagna)          54.700

2.         Maria Kharenkova (Russia)                54.600

3.         Laura Jurca (Romania)                       54.400

4.         Elissa Downie (Gran Bretagna)         54.300

5.         Louise Vanhille (Francia)                   54.200

6.         Maria Bondareva (Russia)                  53.850

7.         Kim Janas (Germania)                       53.450

8.         Emma Larsson (Svezia)                     53.200

9.         Claire Martin (Francia)                      53.150

10.       Lara Mori (Italia)                            52.950

11.        Tea Ugrin (Italia)                            52.950

12.       Eythora Thorsdottir (Paesi Bassi)      52.350

13.       Kim Singmuang (Svezia)                    52.300

14.       Dayana Hryhoryeva (Bielorussia)       51.850

15.       Berengere Fransolet (Belgio)              51.650

16.       Cindy Vandenhole (Belgio)                51.200

17.       Argyro Afrati (Grecia)                          51.150

18.       Leah Griesser (Germania)                  51.100

19.       Tutya Yilmaz (Turchia)                      51.050

20.       Yana Fedorova (Ucraina)                   50.300

21.       Dana De Groot (Paesi Bassi)             49.750

22.       Natalia Ros (Spagna)                          49.300

23.       Laura Gamell Villa (Spagna)              49.050

 

Martina Rizzelli (12esima, 52.900), la britannica Amy Tinkler (13esima, 52.450), la belga Rune Hermans (50.65, 22esima), la francese Laura Longueville (50.500, 23esima), la tedesca Nadja Schulze (49.750, 26esima) non potranno partecipare alla finale per la regola dei passaporti.

 

TRAVE:

1.         Maria Kharenkova (Russia)    15.050

2.         Maria Bondareva (Russia)      14.850

3.         Andreea Iridon (Romania)      14.550

4.         Kim Janas (Germania)             14.450

5.         Eythora Thorsdottir (Paesi Bassi)      14.150

6.         Claire Martin (Francia)            13.950

7.         Louise Vanhille (Francia)       13.900

9.         Tyesha Mattis (Gran Bretagna)          13.850

Lara Mori seconda riserva (13.600)

 

CORPO LIBERO:

1.         Maria Kharenkova (Russia)    13.850

2.         Kim Janas (Germania)            13.700

3.         Silvia Zarzu (Romania)          13.600

4.         Andreea Iridon (Romania)      13.550

5.         Amy Tinkler (Gran Bretagna) 13.400

6.         Mara Titarsolej (Paesi Bassi)  13.350

7          Emma Larsson (Svezia)          13.300

8.         Maria Bondareva (Russia)      13.200

8.         Tea Ugrin (Italia)                13.200

Martina Rizzelli seconda riserva (13.100)

 

PARALLELE ASIMMETRICHE:

1.         Louise Vanhille (Francia)                 13.600

1.         Victoria Kuzmina (Russia)                13.600

3.         Tyesha Mattis (Gran Bretagna)        13.400

4.         Tea Ugrin (Italia)                          13.300

5.         Martina Rizzelli (Italia)              13.250

6.         Elissa Downie (Gran Bretagna)         13.100

6.         Emma Larsson (Svezia)                      13.100

6.         Dayana Hryhoryeva (Bielorussia)     13.100

 

VOLTEGGIO:

1.         Elissa Downie (Gran Bretagna)         14.500 (media: 14.800 e 14.200)

2.         Tyesha Mattis (Gran Bretagna)        14.375 (media: 14.750 e 14.000)

3.         Laura Jurca (Romania)                     14.225 (media: 14.500 e 13.950)

4.         Emma Larsson (Svezia)                     13.950 (media: 14.150 e 13.750)

5.         Ana Derek (Croazia)                          13.950 (media: 14.000 e 13.900)

6.         Kim Janas (Germania)                      13.925 (media: 14.000 e 13.850)

7.         Martina Rizzelli (Italia)              13.850 (media: 13.900 e 13.800)

8.         Yana Fedorova (Ucraina)                   13.800 (media: 14.050 e 13.550)

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, EYOF 2013: Italia, ecco gli orari e l’ordine di rotazione

Il grande giorno è arrivato per le nostre juniores, attese dall’uscita più importante della loro carriera. A Utrecht (Paesi Bassi) la campionessa italiana Tea Ugrin, Lara Mori e Martina Rizzelli saranno impegnate nel concorso a squadre degli EYOF, il Festival Olimpico della Gioventù Europea.

 

L’Italia è stata inserita in terza suddivisione, la stessa della Gran Bretagna con cui ci giocheremo una posizione sul podio, e gireranno insieme a un gruppo misto.

Le azzurrine inizieranno il loro percorso dalla trave alle 14.40. Si trasferiranno poi al corpo libero (alle 15.10), prima di presentarsi ai venticinque metri dove correranno verso la tavola del volteggio (ore 15.40). Le nostre tre ragazze chiuderanno le loro fatiche agli staggi (ore 16.10).

 

A quel punto, però, per scoprire di che colore sarà l’eventuale medaglia dovremo aspettare le 19.00 quando si concluderà la quarta suddivisione in cui è stata inserita la Russia. La Romania è invece in seconda suddivisione insieme alla Germania (ore 11.30), Francia e Spagna aprono la giornata (ore 9.50).

 

Ricordiamo che non sono previste delle dirette né in televisione né in streaming.

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Mondo Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, Universiadi 2013: i qualificati per le finali individuali

Ieri pomeriggio la Russia vinceva il concorso a squadre anche nel settore maschile dominando sempre più le Universiadi. Di seguito tutte le classifiche e i qualificati alle finali individuali: oggi pomeriggio il concorso generale, domani quelle di specialità.

 

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE:

1.         Oleg Verniaiev (Ucraina)       90.500

2.         Kato Ryohei (Giappone)        90.250

3.         Oleg Stepko (Ucraina)                        90.050

4.         David Belyavskiy (Russia)      89.750

5.         Nikolai Kuksenkov (Russia)  89.500

6.         Yusuke Tanaka (Giappone)   88.750

7.         Fabian Hambuechen (Germania)       88.300

8.         Artur Oyakawa (Brasile)        86.300

9.         Guillaume Augugliaro (Francia)         85.400

10.       Paolo Principi (Italia)             85.300

11.       Yang Zhang (Cina)                 85.300

12.       Cristian Bataga (Romania)      85.300

13.       Wentian Lu (Cina)                  84.700

14.       Paolo Ottavi (Italia)               84.650

15.       Gustavo Palma (Portogallo)   84.550

16.       Matthew Firth (Gran Bretagna)          84.550

17.       Francisco Barreto (Brasile)     84.250

18.       Kevin Rossi (Svizzera)                       84.150

19.       Kevin Antoniotti (Francia)     83.750

20.       Bence Talas (Ungheria)          83.200

21.       Sangwook Lee (Corea Sud)    83.200

22.       Andreas Bretscheinder (Germania)    83.100

23.       Simon Nuetzi (Svizzera)         83.050

24.       Minsoo Park (Corea Sud)       83.050

Il russo Nikita Ignatyev (sesto, 88.850), il giapponese Shogo Nonomura (nono, 87.650), l’italiano Ludovico Edalli (19esimo, 84.500), il cinese Leyang Zhang (21esimo, 84.200), l’ucraino Petro Pakhnyuk (23esimo, 84.050), il francese Kevin Antoniotti (25esimo, 83.300) non potranno partecipare alla finale per la regola dei passaporti.

 

CORPO LIBERO:

1.         Denis Ablyazin (Russia)         15.650

2.         David Belyavskiy (Russia)      15.300

3.         Fabian Hambuechen (Germania)       15.250

4.         Ryohei Kato (Giappone)        15.150

5.         Oleg Verniaiev (Ucraina)       15.100

6.         Yusuke Tanaka (Giappone)   15.050

7.         Michael Meier (Svizzera)        15.000

8.         Thomas Taranu (Germania)   15.000

Il russo Nikita Ignatyev (terzo, 15.100) non parteciperà alla finale per la regola dei passaporti.

 

VOLTEGGIO:

1.         Hak Seon Yang (Corea Sud)   15.525

2.         Denis Ablyazin (Russia)         15.375

3.         Igor Radivilov (Ucraina)         15.300

4.         Tomi Tuuha (Finlandia)         14.900

5.         Stanislav Valiyev (Kazakhstan)         14.850

6.         Marek Lyszczarz (Polonia)     14.800

7.         Viktor Kocherin (Kazakhstan)           14.800

8.         Hee Hoon Kim (Corea Sud)   14.725

 

SBARRA:

1.         Fabian Hambuechen (Germania)       15.500

2.         Emin Garibov (Russia)           15.300

3.         Yusuke Tanaka (Giappone)   15.200

4.         Ryohei Kato (Giappone)        15.150

5.         Arthus Oyakawa (Brasile)      15.100

6.         Maksym Semiankiv (Ucraina) 14.900

7.         David Vecsernyes (Ungheria) 14.750

8.         Paolo Principi (Italia)             14.700

 

ANELLI:

1.         Arthur Zanetti (Brasile)          15.900

2.         Denis Ablyazin (Russia)         15.700

3.         Chih Yu Chen (Taipei)                       15.550

4.         Nikita Ignatyev (Russia)         15.350

5.         Guanhua Wu (Cina)                15.300

6.         Igor Radivilov (Ucraina)         15.300

7.         Shogo Nonomura (Giappone)            15.200

8.         Thomas Taranu (Germania)   15.000

Il russo Nikolai Kuksenkov (ottavo, 15.050) non parteciperà alla finale per la regola dei passaporti.

 

CAVALLO CON MANIGLIE:

1.         Oleg Verniaiev (Ucraina)       15.650

2.         Oleg Stepko (Ucraina)                        15.500

3.         Nikolai Kuksenkov (Russia)  15.350

4.         Filip Ude (Croazia)                 15.250

5.         Emin Garibov (Russia)           15.100

6.         Pericles Fouro (Brasile)          15.100

7.         Daniel Corral (Messico)          15.050

8.         Shogo Nonomura (Giappone)            14.950

 

PARALLELE PARI:

1.         Oleg Verniaiev (Ucraina)       15.900

2.         Oleg Stepko (Ucraina)                        15.700

3.         Ryohei Kato (Giappone)        15.600

4.         David Belyavskiy (Russia)      15.550

5.         Andrei Muntean (Romania)    15.500

6.         Emin Garibov (Russia)           15.450

7.         Yusuke Tanaka (Giappone)   15.450

8.         Yang Zhang (Cina)                 15.350

Il russo Nikolai Kuksenkov (ottavo, 15.350) non potrà partecipare alla finale per la regola dei passaporti.

 

Categorie
2013 Ginnastica Artistica Notizie Notizie dal Mondo Sport Sport nel Mondo

Ginnastica, Universiadi 2013: le qualificate alle finali

Ieri a Kazan, una favolosa Russia vinceva il concorso a squadre alle Universiadi 2013, la rassegna dedicata ai giovani sportivi universitari. La prova valeva anche come qualifica alle finali individuali in programma domani (all-around) e mercoledì (specialità).

Ecco tutte le qualificate con i rispettivi punteggi.

 

CONCORSO GENERALE INDIVIDUALE:

1.         Aliya Mustafina (Russia)        58.900

2.         Kseniia Afanaseva (Russia)    56.550

3.         Elsa Garcia (Messico)             55.250

4.         Elisabeth Black (Canada)       55.200

5.         Yu Minobe (Giappone)          55.150

6.         Kim Bui (Germania)               54.800

7.         Mizuho Nagai (Giappone)      54.600

8.         Lisa Hill (Germania)               54.000

9.         Hannah Whelan (Gran Bretagna)       53.150

10.       Dorina Boczogo (Ungheria)    53.150

11.       Angelina Kysla (Ucraina)       52.700

12.       Seon Hi Heo (Corea Sud)       52.700

13.       Sin Hyang Pag (Corea Nord)  51.550

14.       Heem Lim (Singapore)           51.450

15.       Yelinzi Zhang (Cina)              51.400

16.       Jana Sikulova (Rep. Ceca)      51.050

17.       Yong Mi Kang (Corea Nord)  50.650

18.       Karla Salazar (Messico)          50.500

19.       Ida Laisi (Finlandia)               49.750

20.       Charlotte Lindsley (Gran Bretagna)   49.750

21.       Annika Urvikko (Finlandia)   48.800

22.       Mackenzie Itcush (Canada)    48.700

23.       Carmen Horvat (Slovenia)      48.250

24.       Han Mai Liu (Taipei)              47.850

La russa Tatiana Nabieva (terza, 56.050), la giapponese Sakura Noda (nona, 54.250), le tedesche Pia Tolle (quindicesima, 51.800) e Annabelle Hoelzer (24esima, 49.600), la messicana Marisela Cantu (25esima, 49.100) non potranno partecipare alla finale per la regola dei passaporti.

 

VOLTEGGIO:

1.         Maria Paseka (Russia)             14.800 (media: 15.100 e 14.500)

2.         Elisabeth Black (Canada)       14.650 (media: 14.850 e 14.450)

3.         Jong Hong (Corea Nord)        14.550 (media: 15.050 e 14.050)

4.         Kseniia Afanaseva (Russia)    14.500 (media: 15.000 e 14.000)

5.         Alexa Moreno (Messico)         14.500 (media: 15.000 e 14.000)

6.         Un Ha Ri (Corea Nord)            14.250 (media: 14.700 e 13.800)

7.         Teja Belak (Slovenia)               14.150 (media: 14.000 e 14.300)

8.         Elsa Garcia (Messico)              14.025 (media: 14.300 e 13.750)

La russa Tatiaba Nabieva è sesta (14.375, media: 14.850 e 13.800) ma non parteciperà alla finale per la regola dei passaporti.

 

PARALLELE ASIMMETRICHE:

1.         Aliya Mustafina (Russia)        15.000

2.         Tatiana Nabieva (Russia)       14.400

3.         Lisa Hill (Germania)               14.100

4.         Yu Minobe (Giappone)           14.050

5.         Kim Bui (Germania)               14.050

6.         Elsa Garcia (Messico)             13.600

7.         Seon Mi Heo (Giappone)        13.550

8.         Yong Kang (Corea Nord)        13.500

La russa Anna Dementyeva si è classificata terza (14.250) ma è esclusa dalla finale per la regola dei passaporti.

 

TRAVE:

1.         Anna Dementyeva (Russia)    15.300

2.         Aliya Mustafina (Russia)        15.200

3.         Yu Minobe (Giappone)          14.350

4.         Sakura Noda (Giappone)        14.000

5.         Sin Pak (Corea del Nord)       13.900

6.         Elisabeth Black (Canada)       13.850

7.         Pia Tolle (Germania)              13.800

8.         Yelinzi Zhang (Cina)              13.700

La russa Kseniia Afanaseva è quarta (14.250) ma non parteciperà alla finale per la regola dei passaporti.

 

CORPO LIBERO:

1.         Kseniia Afanaseva (Russia)    14.750

2.         Elsa Garcia (Messico)             14.300

3.         Danusia Francis (Gran Bretagna)       13.750

4.         Aliya Mustafina (Russia)        13.750

5.         Kim Bui (Germania)               13.700

6.         Elisabeth Black (Canada)       13.600

7.         Yu Minobe (Giappone)          13.600

8.         Sakura Noda (Giappone)        13.550

8.         Angelina Kysla (Ucraina)       13.550

 

Categorie
2013 Cinema Film Foto Galleria Galleria Foto Mondo Mondo del Cinema Notizie Notizie dal Mondo

The Look of Love – trailer, locandine e immagini del biopic di Michael Winterbottom

Questa per Winterbottom e Coogan è la quarta collaborazione dopo 24 Hour Party PeopleA Cock and Bull Story e The Trip. Lo script di Matt Greenhalgh (Nowhere Boy) racconta il mondo scandaloso di Paul Raymond, proprietario di uno strip club in quel di Londra nonché editore di riviste per adulti.

Accanto a Coogan, che interpreta Raymond, troviamo Anna Friel nei panni di spogliarellista, coreografa, socia d’affari e madre dei suoi figli; Tamsin Egerton come una fascinosa modella divenuta pin-up delle sue riviste e stella dei suoi spettacoli e infine Imogen Poots è la tormentata figlia Debbie, che divenne sua socia ed erede del suo impero, fino alla sua tragica e prematura morte avvenuta all’età di 36 anni.

Un trailer davvero intrigante quello confezionato per il film di Winterbottom che si concentra sulla fase anni ‘60 e ‘70 con costumi e scenografie che ci riportano ad un periodo di gran fermento sessuale. Steve Coogan nei panni di questa sorta di Hugh Hefner britannico sembra davvero l’attore più adatto al ruolo (durante i casting si era fatto il nome di Tom Hiddleston, il Loki di ThorThe Avengers) e Winterbottom sembra aver trovato un buon equilibrio tra dramma e commedia, a mezzavia tra Boogie Nights – L’altra Hollywood e Larry Flynt – Oltre lo scandalo.

Coogan a proposito del suo ruolo:

Come in 24 Hour Party People, vogliamo catturare l’esistenza di un uomo straordinario vissuto in tempi straordinari.

Winterbottom parla del film:

The Look of Love è la cronaca della colorata vita di Paul Raymond, che inizia la sua carriera sul palco come imbonitore da fiera per finire la sua vita da uomo più ricco della Gran Bretagna. È una parte perfetta per Steve Coogan.

La sinossi del film:

Con un occhio all’opportunità di business e un gusto per le belle donne, Raymond si rese conto presto che il sesso vende e vende bene. Tutto iniziò con un nightclub per soli uomini così hot che nessun vero uomo avrebbe potuto resistere. Ben presto la sua fama conquistò tutta Soho, ma non era abbastanza per Raymond, il quale, senza paura di trovare ostacoli, continuò a pubblicare riviste erotiche e produrre spettacoli di strip, guadagnandosi il titolo di uomo più ricco della Gran Bretagna…