Categorie
Beatrice Ferrante Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Dominatrice di Poteri Uccidere Uccidere Persone Universing

Aspetto della Foresta Oscura

10923694_10205971074781384_5202017839863692655_o

Tutte le persone che sono nell’ Universing hanno molta paura ad entrare dentro questa foresta . Prima era bella piena di fiori come rose e alberi che davano vita a frutta esotica e magica . Ma adesso non è più cosi per colpa di una strega di nome Arwen . Ci è entrata e ha usato il suo bastone nero per trasformare questa foresta nella sua foresta . Il suo posto personale dove fare vittime e dove le storie delle persone finivano li . Le persone con molto coraggio ci entravano ma non nè uscivano più e sugli alberi neri c’ erano i loro oggetti per far capire a tutti che da li molte persone erano passate ma nessuna nè era uscita viva o se ne era uscita era ferita in modo molto grave non solo fisico ma anche mentale . Questa è la Foresta dove il gatto di Beatrice Ferrante ha perso il suo collare e cosi parlare con le persone . Vi chiederete perchè della foschia questo è un incantesimo fatto dalla stessa Arwen per fare più vittime e sentire le grida delle persone mentre si battono nei nemici oscuri che ci sono li dentro . Arwen sta li sul trono e sentiva con estrema goduria le voci delle persone che erano spaventate li dentro . Le sentiva gridare e morire con estremo dolore .

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Osservatore Osservatori Ottobre Settembre Universing Universo

InkQuest

250px-AidenRender

Molte persone fino a oggi visitano un universo che era fatto molto bene ed era molto bello visto che era dentro un libro . L’ avventura che doveva affrontare non so quale era . Forse viaggiare per questo grande universo e aiutare le persone di ogni luogo oppure no . La protagonista di questo universo era Sophie che era fatta di carta . Tutte le persone dentro questo universo erano fatti di carta . Sophie viaggiava dentro questo universo senza mai fermarsi . Voleva andare in un posto . Io e Ada l’ abbiamo seguita di nascosto e poi vedemmo che Sophie si era fermata quando una insegna era caduta . Sull’ insegna c’ era scritto ” The Golden Fleas ” . Sophie era andata prima dentro un mulino e li aveva preso qualcosa . Un uomo aveva un compito dentro questa città e sarebbe tenere la città sempre luminosa di notte però aveva paura dei pipistrelli . Non so come mai ma Sophie sali delle scale di una torre e li vide uno specchio . Una volta che io e Ada avevamo visto queste cose dentro l’ universo non vedemmo niente più . Tutte le persone dentro l’ Universing vedevano solo questi eventi . Non vedevano altri . Non erano cambiati e non sarebbero cambiati . Nell’ Universing fu chiuso l’ universo di InkQuest . L’ avventura si svolgeva dentro a un libro magico . Ma quando chiuse questo universo fu chiuso anche il libro . Le persone di quell’ universo erano dentro a quel libro . Prima di essere chiuso si senti la voce di Sophie che diceva – non chiudete questo libro . Io devo raccontare la mia storia . Io devo far vivere alle persone la mia grande storia . Per favore non lo chiudete . Io voglio condividere la mia avventura con le persone dell’ Universing . Ma gli Osservatori non si lasciarono commuovere dalle parole di Sophie e chiusero il libro . Sapevano che io non me ne sarei stato li con le mani in mano quando uno chiedeva aiuto . Fino a quando c’ erano loro in scena non potevo fare nulla . Ma una volta andati via avrei potuto libera Sophie da quel mondo e farla entrare qui dentro l’ Universing e non solo lei . Ma anche le persone del suo universo .

 

Categorie
Arya Strong Eva Strong Raina Serena Liguiori

Arya contatta Eva

 

Eva era andata al quarto piano dove adesso stava Serena e lo aveva fatto in modo telepatico – sei riuscita a prendere Serena oppure hai bisogno di aiuto sorella ? . Eva quando senti la voce di sua sorella che le diceva in quel modo irritante che non poteva riuscire a prendere Serena e in quell’ occasione si arrabbio ancora di più e disse ad Arya – Arya stanne fuori . Non voglio nessun aiuto per trovare questa piccola puttanella che sta cercando di uscire da questo posto . Non voglio l’ aiuto delle guardie nere e per lo più non voglio il tuo aiuto . Eva adesso aveva capito contro cosa era arrabbiata e non era il potere di vedere il futuro ma era contro sua sorella gemella . La notte dell’ incendio uscirono insieme , ma Eva voleva stare ancora dentro la loro casa nel vano tentativo di salvare i suoi genitori che stavano morendo tra le fiamme . Furono proprio loro a provocare le fiamme e con i loro poteri e si ripetevano nella mente che lo facevano per salvare Eva e Arya . Arya vedeva che Eva voleva tornare indietro ma la fermava ogni volta e poi le diede uno schiaffo in faccia e disse – sono morti devi fartene una ragione . Non puoi tornare li dentro e se lo fai , non troverai che cenere e i nostri genitori non volevano che noi moriamo . Eva voleva tornare indietro perché sentiva le grida dei suoi genitori mente le fiamme prima iniziarono a bruciare le loro scarpe , poi i loro vestiti e poi tutto il resto . Se Eva tornava li dentro poteva trovare solo i corpi mezzi bruciati dei suoi genitori e proprio per questo che Arya le impediva di farla andare li dentro . Eva quando prese quello schiaffo da Arya , la inizio a vedere con quello sguardo di infinita rabbia con cui la vede ancora tutto ora – li potevamo salvare . Se ci univamo li potevamo salvare i nostri genitori e tu invece no , mi hai portato fuori e adesso sono tutti e due morti . Ti odio non solo oggi ma anche per il resto della mia vita Arya .

Arya sentiva la rabbia anche nei suoi pensieri – ci pensi ancora alla morte dei nostri genitori . Eva era nella mente di Arya e anche se doveva trovare Eva , prima voleva fare una cosa e sarebbe a dire uccidere Arya ma non lo fece . Anche se aveva quella voglia di farlo non lo fece perché era sua sorella gemella e grazie a lei aveva avuto una vita piena di cose incredibili . Prima di dare inizio alla caccia di Serena che era li da qualche parte – non voglio sentire la tua voce dentro la mia testa , esci fuori e se mi dici ancora qualcosa , vengo li e brucio la tua stanza e poi vediamo se riesci a uscire da li . Arya vide che a Eva non era passata quella rabbia che le era entrata dentro al suo cuore quando aveva 10 anni . Arya decise di smettere di parlare con sua sorella , ma era ancora li dentro la sua mente , visto che voleva essere li mentre perdeva Serena e faceva quella brutta figura davanti ai Figli della Notte . Eva vide che Arya era ancora li e disse in modo molto irritato – che ci fai nella mia mente ? . Arya la guardo con quella faccia normale e stava li ferma immobile dentro la mente della sorella e poi decise di rispondere – ho deciso di vedere dalla tua mente come catturi Serena e se ci riesci voglio vedere come fallisci . Eva aveva la faccia completamente rossa come il fuoco e disse – ce la faccio da sola e vedi di stare di zitta se vuoi stare dentro la mia mente . Non importa se hai visto tutto quanto tramite una visione del futuro oppure no , ma se vuoi stare qui devi stare zitta e non fare assolutamente niente oppure utilizzo i miei poteri per metterti in un coma e tu ti stai zitta per sempre . Arya decise di stare zitta e fece apparire con la sua mente una poltrona e si mise a vedere Eva cosa faceva e come cercava di catturare Serena .

 

Categorie
Ada Knight Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Foto New York Spiderman The Amazing Spiderman

Aggiornamento The Amazing Spiderman 2 – Green Goblin uccide quasi Spiderman

Avevo avuto un aggiornamento nell’ universo di The Amazing Spiderman 2 e sopra la Gazzetta dell’Universo c’era scritto che il Green Goblin era arrivato e tra loro era iniziato uno scontro ed era andata a finire dentro una torre dell’ orologio e da a poco Green Goblin stava per uccidere Spiderman visto che lo teneva tra le sue mani e Spiderman stava provando a liberarsi dalla sua morsa che era stretta . Io sapendo la notizia andai li dove c’ era questa scena e mi portai appresso Ada Knight ma non solo per fare la foto ma anche per dare un sostegno al nostro grande eroe per non farlo soccombere contro il Green Goblin . Non appena uscimmo dal T.A.R.D.I.S iniziammo a dire ad alta voce – Spiderman , Spiderman . Io feci la foto in cui c’ era lo scontro tra Green Goblin e Spiderman e poi iniziammo ad urlare per cercare di distrarre il nemico .

Alla fine Spiderman si libera dalla morsa di Green Goblin e poi noi ce ne andammo prima che lui ci potesse vedere , dovevamo dargli una mano e noi lo abbiamo fatto visto che Spiderman per New York era la luce della speranza e non potevamo perdere la speranza visto che nel futuro a New York verranno un sacco di pericoli molto più potenti di quelli che sta per affrontare in questa avventura .

 

Categorie
Alice Miller Amelia Strong Angela Marini Azzurra Alfieri Luce Miller

Angela Marini incenerisce quasi il braccio ad Azzurra Alfieri

Azzurra Alfieri anche se grazie a Serena Rafferty era molto lontana dalla vita di ladra e adesso grazie a lei era rientrata nel sistema ed era ritornata ad essere una persona con un nome . Quando non sei nel sistema perdi il tuo nome e la tua identità e quindi diventi uno sconosciuto senza identità e anche se ce l’ hai la sai solo tu e gli altri non la sanno . Azzurra non le piaceva per niente essere una schiava e lo capì meglio quando stava per perdere una mano in modo molto brutto ed era attraverso il fuoco ma non quello di un accendino ma quello che proveniva da una mano femminile e non si bruciava visto che era stato fatto da lei e proveniva da dentro di lei . Azzurra resisteva molto alle frustate che spesso le persone li dentro le davano per farle lavorare meglio e quando le stavano per dare alle sorellina Miller se le prendeva lei le loro fruste . Azzurra aveva deciso di proteggerle fino a quando era dentro quell’ inferno e anche se vedevano la loro amica soffrire le pene dell’ inferno visto che le frustate erano molto forti . Dentro quel negozio c’ era una regola che diceva “ I Forti vivono . I Deboli soccombono “ . Tutte le persone che erano li dentro avevano visto che Azzurra era una persona forte e più volte aveva provato a plagiare la sua mente per farla passare al lato oscuro ma c’ era una luce dentro la sua mente che era molto accecate e quindi grazie a quella era impossibile mollare cioè il pensiero della sicurezza di Alice e Luce Miller . Se le fossero successe qualcosa non se lo sarebbe mai perdonato visto che loro erano delle bambine innocenti che non sapevano cosa era il male e Azzurra cercava di fargli scoprire il male solo molto più tardi . Un giorno Alice per sbaglio aveva distrutto una maglietta che per farla ci era voluta un ora e per questa cosa stava per essere uccisa visto che li erano molto duri . A fare la punizione c’ era Angela Marini 27 anni ed era una persona molto e possiamo dire quasi sadica e il suo passatempo preferito era distruggere l’infanzia dei bambini e adesso aveva avuto l’ ordine dalla sua padrona Amelia Strong di utilizzare il suo potere del fuoco sul braccio di Alice . Non doveva incenerirlo ma bruciarlo un po’ e fargli fare un po’ male per far capire a questa ragazzina che non doveva fare più una cosa del genere . Alice stava scappando per tutto il negozio e si mise dietro Azzurra che la inizio a proteggerle da quella pazza sadica che nel fremore di questa caccia di questa ragazzina che era piena di paura era bello sentire le sue grida , Angela non vedeva l’ ora di sentire le grida di dolore di questa ragazzina e appena le avrebbe sentita si sarebbe sentita viva come se fosse rinata . Azzurra aveva visto lo sguardo di Angela ed era quella di una persona che non aveva nessuna emozione di gentilezza o bontà ma solo odio e rabbia . Azzurra non poteva permettere che facesse del male alla ragazzina e cosi mentre la guardava in quei suoi occhi da mostro le disse in modo molto sincero – fallo a me quello che devi fare a lei . Non è stata lei a distruggere la maglietta sono stata io e ho detto alla ragazzina di coprirmi . Angela aveva capito che Azzurra stava mentendo ma non gliene fregava niente il suo unico scopo adesso era sentire un po’ di dolore da una persona che era piccola o adulta . Angela prese il braccio destro di Azzurra in maniera molto forte e poi inizio a utilizzare il suo potere del fuoco blu come quello che si vede su un accendino e poi appena era iniziata la punizione si iniziarono a sentirono un sacco di grida . Dopo aver fatto del male al suo braccio si era fermato e poi la prese per i suoi capelli blu come il suo completo blu e le disse – questa volta ti sei mezza di mezzo per salvare la tua amica da questa tortura ma la prossima volta tu starai in una stanza legata e vicino a te ci saremo io e Alice e tu sentirai tutte le sue grida uscire dal suo corpo . Alice si era messa paura a quello che aveva detto Angela e alla fine prese uno straccio e cerco di fermare il sangue che stava colando dal braccio destro della sua amica . Arrivo una donna che era tenuta prigioniera come loro ed era una guaritrice e secondo gli ordini di Amelia Strong curo il braccio di Azzurra che era conciato molto male . Se vedevano qualche ferita sul braccio destro della ragazza potevano far venire la polizia e non avrebbero trovato niente visto che Amelia avrebbe creato un illusione e la polizia se ne sarebbe andata e non potevano fare niente visto che non avevano visto niente che poteva far sospettare loro che li c’ era qualcosa di brutto e qualcosa che era stato fatto a queste ragazze .