Categorie
Incendi Kay Knight Volpe Rossa Umana

Guanti di Pelle di Kay Knight

guanti_gucci_3

Questi sono i guanti di pelle che Kay Knight ha indossato fino a quando non ha ottenuto il totale controllo del potere del fuoco . Li teneva cosi lunghi perchè aveva paura di toccare ma anche di essere toccata dagli altri . Non sapeva cosa sarebbe successo se una persona avrebbe toccato per pure caso la sua pelle e non sapeva se sarebbe morta oppure gli avrebbe ustionato la mano o il braccio . Selina sapeva che era per colpa di questo che li indossa Kay Knight . Ma una volta dentro al Villaggio delle Volpe Rosse Umane Selina si avvicino a Kay Knight e le tolse i lunghi guanti che aveva . Mentre Selina lo faceva Kay gli diceva – per favore non farlo ho paura di bruciare qualcosa e ho paura di ustionare una parte del tuo corpo . Per favore rimettimeli . Selina prese la sua mano e la mise sul suo braccio destro che era scoperto e non coperto da dei guanti di pelle e Kay vide che non stava bruciando – vedi tutto è andato bene . Non mi sono bruciata . Kay senti che la pelle di Selina era calda come non mai – mi puoi dire come mai la tua pelle non si è ustionato al mio tocco e perchè sei molto calda . Selina non glielo disse subito – prima di dirti tutto deve sapere alcune cose . Cioè devo sapere se credi al sopranaturale e alla magia e poi ti posso dire il perchè .

 

Categorie
Karen Stuart Serena Morelli Squillo

Serena Morelli prova a curarsi da sola

 

Serena non aveva detto alcune cose a Karen visto che non la conosceva molto bene e non sapeva come poteva reagire a quello che avrebbe visto sul suo corpo . Serena quando stava con Karen alle mani aveva dei guanti neri fatti di pelle che aveva rubato in un negozio senza farsi vedere da nessuno e poi aveva comprato degli stivali per coprire tutta la caviglia . Da dove iniziano gli avambracci Serena aveva dei segni di legatura ma non di corde ma di una cinghia per bloccare le sue mani . Ma non era state applicate solo li ma anche sulle caviglie in modo molto stretto e cosi poteva fermare i suoi movimenti . A Serena sul corpo gli erano rimasti i segni visto che questa cosa era successa due giorni fa e prima di incontrare Karen per la strada . Serena non sapeva come avrebbe reagito Karen e per questo non glielo disse perché aveva paura che Karen lo affrontasse e cosi un giorno qualsiasi le poteva succedere qualcosa di molto brutto . Serena aveva paura che le poteva succedere qualcosa in un vicolo buoi visto che non aveva paura di quei piccoli segni che aveva sulle braccia e sulle caviglie ma anche dietro la schiena . Questa perfida tortura era stata fatta da due persone un uomo e una donna e tutti e due avevano 29 anni ed erano fratello e sorella . Serena aveva paura di loro visto che mentre uno le applicava le cinghie sulle braccia e sulle gambe e la teneva ferma e invece l’ altro cioè l’ uomo si toglieva la cintura e gliela dava molto forte sulla schiena oppure sulla faccia per farle un occhio nero . Karen non aveva visto niente del genere visto che Serena aveva cercato di coprire tutto con i suoi trucchi e cosi lo aveva coperto . Serena aspetto che Karen si mise a dormire nel suo letto in modo molto profondo e poi se ne andò nel bagno e si chiuse dentro . Serena si tolse la maglietta che era un po’ strappata in un punto e la mise vicino alla vasca e li inizio a prendere una spugna e a curare le sue ferite . Karen stava sentendo dei rumori di sotto e cosi decise di andare a vedere visto che non voleva persone che volevano prendere il suo corpo e poi andarsene come se fosse nulla . Karen decise di andare a vedere in tutte le stanze e con calma vide che non c’ era nessuna tranne in bagno che c’ era una luce accesa e si poteva vedere da sotto . Karen vide che la porta era chiusa a chiave e disse – Serena apri la porta , non ti faccio niente . Serena era preoccupata visto che se faceva qualcosa di insolito Karen avrebbe scoperto il suo segreto e lei non voleva questo e cosi decise di aprire la porta . Serena usci di corsa e poi fu presa dalla mano di Karen che vide che Serena sull’ occhio destro aveva messo troppo trucco . Karen porto dentro Serena e glielo fece togliere e vide che aveva un occhio nero e quando la vide – se hai altre ferite e ora di dimmelo . Te le curo ma me lo devi dire adesso e non me le devi nascondere . Serena si tolse i guanti e gli stivaletti e fece vedere i segni che aveva sulle mani e vicino alle caviglie e poi fece vedere segni di una cintura sulla schiena ed era stati fatti con molta forza e si poteva vedere visto che i segni c’erano ancora e appena li toccava la sua mano tremava di paura visto che era come se sentisse un freddo glaciale e sopratutto si sentiva sporca dentro . Serena guardo negli occhi Karen – mi puoi aiutare tu a curare queste ferite , io non ci riesco . Karen vide che i suoi occhi erano intrisi di paura e di dolore e le disse con un tono calmo e davvero molto gentile – certo tesoro ti aiuto io , sono qui per questo .

 

Categorie
Acqua Aqua Daniel Saintcall Dominatore di Poteri Elementi Maestro Eraques

Aqua impara a controllare l’ acqua

 

Tutti quanti in un momento particolare dobbiamo scoprire quale elemento dobbiamo controllare e altri invece come me riescono a controllare tutti gli elementi e e tutti i poteri . Aqua sapeva che il suo elemento era quello dell’ acqua visto che questa scoperta non l’ aveva fatta con me ma con il maestro Eraques . Erano vicino a una fontana e ad Aqua piacque subito l’ acqua e sentiva dentro di se come di un legame a tale elemento . Il maestro Eraques si misi vicino alla sua allieva che stava toccando con la mano destra l’ acqua che era nella fontana . Aqua guardo in volto il suo maestro e gli disse con calma come il suo elemento visto che lei era calma come l’ acqua e poteva essere come una tempesta quando si arrabbia . Eraques vide che negli anni Aqua era divenuta grande visto che aveva 14 anni a quell’ età ed era arrivato il momento per lei di scoprire il suo elemento . L’ aveva portata li visto che aveva visto che Aqua doveva essere collegata all’ elemento dell’ acqua e quale luogo migliore di una fontana per farle capire il suo elemento . Eraques guardo Aqua in volto – e ora che tu scopra il tuo elemento . Quando hai toccato l’ acqua non hai percepito qualcosa che è dentro . Non hai sentito che l’ acqua che scorre dentro di te e quello che stai toccando cercano di unirsi . Aqua lo aveva notato visto che sentiva il suo cuore che era puro e non pieno di oscurità quando aveva cercato di uccidere il suo clone malvagio . Aqua sentiva dentro di se l’ acqua muoversi e cercare di renderla più forte e vide che tra le sue mani inizio a scorrere dell’ acqua anche senza averlo fatto . Anche se portava dei guanti neri le sue mani erano piene d’ acqua e non sapeva il perché – come mai dalle mie mani scorre dell’ acqua e senza che io abbia fatto niente . Eraques guardo in modo calmo Aqua e le disse – adesso se fai come ti dico tutto andrà bene visto che oggi e un giorno importante per te . Aqua vide il suo maestro che era calmo e non agitato come lei visto che fino ad allora non le era successo niente del genere . Alla fine guardo il suo maestro e si inizio a calmare visto che accanto a lui tutto sarebbe andato bene e avrebbe superato questo giorno – che devo fare per fermare questa cosa ? . Eraques vide che Aqua era agita e vide che lui nella stessa posizione e con la stessa paura – Se lo vuoi fermare ti devi calmare e poi inizia a chiedere gli occhi e inizia a pensare che l’ acqua e già dentro di te . Quindi usa il tuo cuore e inizia a fermare l’ acqua e fa con calma visto che l’ acqua e un elemento imprevedibile e devi procedere con estrema calma visto che più ti agiti e più acqua esce dalle tue mani . Aqua inizio a fare come disse il suo maestro visto che lui era capace di controllare tutti gli elementi anche quello dell’ acqua e quello che stava succedendo ad Aqua quel giorno tanto tempo fa era successa pure a lui quando aveva la stessa età . Aqua vide che dalle sue mani non usciva più l’ acqua e poi disse – Aqua il tuo elemento e l’ acqua e un elemento da non sottovalutare visto che l’ acqua può sembrare calma e che non faccia nessun danno ma se diventa agitata può diventare imprevedibile come una grande tempesta pronta a scatenarsi verso i tuoi nemici . Basta che tu ti concentra non solo sull’ acqua che sta vicino a te ma anche a quella che sta dentro di te visto che le due cose sono collegate . Aqua quel giorno di novembre aveva scoperto il suo elemento visto che non solo quello controlla ma anche altri elementi visto che quando fai un viaggio puoi fare tutto e anche imparare a controllare gli altri elementi come il fuoco e come il ghiaccio .

 

Categorie
Adrenalis Angelica Wood Angelina Collezionisti Domino Harvey Elektra Shadow Black

Angelica Wood parte 38

Angelica Wood quando era con Angelica aveva deciso di farsi chiamare Elektra , quello era un modo per sconfiggere il male , la paura e tutte le forze oscure che si muovevano dentro di lei . Da quando era morta Angelina e Angelica non era riuscita a fare niente e da quel giorno non si vedeva più come Elektra ma come una persona che ha avuto paura che non ha fatto niente per salvare la sua amica da Domino Harvey . Aveva avuto paura e non aveva fatto niente , ogni giorno stava sempre più male e un giorno provo a prendere in mano i suoi Kai e le sue mani stavano tremando dalla paura e i kai erano caduti a terra e si era conficcati nel terreno . Angelica aveva paura e sopratutto era triste dentro il suo corpo e nell’ anima e per questo Angelica aveva paura ma tutto questo lo dovette dentro e tutto questo si trasformo in una rabbia molto brutta . Shadow Black poteva sentire e poteva vedere che Angelica Wood era arrabbiata ma non poteva dare corda alla rabbia . Shadow Black un giorno venne da Angelica Wood che era arrabbiata e stava per rompere la scrivania e Shadow Black la fermo prima di distruggerla e poi la abbraccio e le disse con calma e mentre Angelica stava piangendo – se devi piangere fallo , non ti trattenere . Se non lo fai nel tuo cuore ci sarà un vuoto enorme e non potrai più essere felice come vuoi .

Angelica Wood che era tra le braccia forti di Shadow Black erano coperte da una maglietta nera e un giubbotto nero – hai ragione io sto soffrendo molto . Per tutto questo tempo non ho avuto il tempo di parlare di Angelina e questo mi fa soffrire moltissimo e quindi aiutami a superare questo dolore che ho nel cuore .

Shadow Black si mise seduto sulla sedia e poi fece apparire una sedia nella quale si mise seduta Angelica Wood con le gambe accavalcate e vide che Shadow Black non stava soffrendo come stava facendo Angelica Wood .

Shadow Black sapeva che Angelica Wood stava soffrendo moltissimo e mettendo le mano sulla sua guancia sinistra per togliere la lacrima che le era uscita dal suo occhio sinistro e poi disse – So che tu sei legata al passato , ma adesso devi smettere di guardare al passato e devi vedere il presente . Anche se questa è una cosa brutta smettere di pensare al passato , alle persone che sono morte ma devi pensare al presente e sopratutto devi pensare a quello che devi affrontare adesso che c’ e nel tuo presente come Domino Harvey oppure i Collezionisti . Angelica Wood si era sfogata piangendo molto e sentendo le parole di conforto di Shadow Black ,capì che era una cosa davvero molto brutta ma poi ci mise un po’ ma alla fine capì che era una cosa davvero molto utile per affrontare tutto e tutti .

Angelica alla fine decise di ricordarsi di Angelina ma alla fine decise di guardare al presente e facendo questo Shadow Black e Angelica Wood si poterono concentrare sui piani che servivano per sconfiggere Domino Harvey e poi quello finale che aveva ideato Shadow Black per far entrare Angelica Wood nel covo dei Collezionisti come ostaggio . 

Categorie
Computer Database Foto Mondo Oggetti Panorama Parlare con Kratos Presentazione Racconto Storia

Spiego a Kratos gli accessori

Dopo aver detto a Kratos tutto sul pastelli a cera e dopo aver fatto vedere a Kratos alcune foto di alcuni pastelli io dissi a Kratos – adesso ti spiego tutto quello che c’ e da sapere sugli accessori e Kratos disse – comincia quando vuoi . Dopo pochi minuti io dissi a Kratos tutto sugli accessori – L’accessorio è un oggetto decorativo che integra l’abbigliamento.

 

Sono considerati accessori gioielli, guanti, borse, cappelli, cinture, sciarpe, orologi, occhiali da sole, spille, calze, cravatte, scaldamuscoli, leggings e bretelle. Benché quasi tutti gli accessori hanno una funzione propria (riscaldare, coprire, mantenere ecc.), lo scopo complessivo degli accessori è aggiungere colore e stile all’abbigliamento, e creare un determinato look.

 

Di recente sono stati inclusi nella categoria di accessori moda anche alcuni oggetti che normalmente non vengono considerati come parte dell’abbigliamento come i telefonini o i lettori MP3. In alcune correnti di moda hollywoodiane il concetto di accessorio è stato esteso anche ad alcuni tipi di cani di piccole dimensioni.

 

La maggior parte degli accessori sono prodotti dalle stesse case produttrici di abbigliamento, ad esclusione dei gioielli, orologi, occhiali ed in parte borse. Tuttavia, soprattutto negli ultimi anni sono aumentati i marchi che concentrano la propria produzione sugli accessori, o addirittura su singole tipologie di accessori.

 

Alcuni accessori vengono utilizzati anche per indicare la propria appartenenza a determinate correnti culturale o religiosa. In questo senso vengono indicati come accessori anche crocifissi, stelle di David o turbanti. Gli accessori che evidenziano particolarmente la griffe della casa produttrice, invece sono spesso recepiti come status symbol.