Categorie
Community Hannibal Mondo Notizie Notizie dal Mondo Parenthood Serie Tv

Hannibal 2, Community 5, Parenthood 5: spoiler NBC

Ci sono interessanti novità in arrivo per tre spettacoli in onda negli Stati Uniti sul canale tv in chiaro NBC: si tratta di Hannibal, di Community e di Parenthood; vediamo quindi dopo il salto cosa succederà in queste serie televisive.

Community | L’investigatore privato Walton Goggins sarà nell’episodio del 16 gennaio e non potrà essere più diverso dal suo alter ego in Justified, Boyd Crowder, lo assicura Joel McHale che sarà completamente diverso.

Parenthood | Jason Ritter potrebbe tornare nello show una volta terminato l’impegno con FOX e sarà molto probabile una quasi reunion di Six Feet Under, Tina Holmes sarà guest-star nel ruolo di una madre di un adolescente autistico che cerca il consiglio di Kristina in merito ad alcuni problemi scolastici; purtroppo la Holmes non condivide nessuna scena con Krause.

Hannibal | L -Fish ha firmato per fare uno show HBO, ma non avrà alcun impatto sulla seconda stagione dello spettacolo NBC, semmai HBO ordinasse la serie sarà forse un problema per la terza stagione del thriller, ma per ora pensiamo alle buone notizie: infatti,Gillian Anderson tornerà come strizzacervelli di Lecter nelle prime due nuove puntate.

 

Categorie
Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Battlefield: DICE vuole il vostro tempo, non teme Call of Duty

In una presentazione al Montreal International Game Summit, il general manager di DICE LA Fredrik Loving ha spiegato che il primo competitor di Battlefield non è Call of Duty, quanto il tempo speso su altri mezzi di intrattenimento dai giocatori.

Loving ha elencato tra i rivali Facebook, HBO e Spotify, come riporta GamesIndustry International, sottolineando che le persone ritengono più prezioso il tempo che il denaro, quando si tratta di entertainment.

HBO rimane un esempio da seguire, secondo il GM, perché gli spettatori continuano a seguirla anche al termine de Il Trono di Spade, cosa che non sempre si può dire dei videogiochi: una volta terminati, quanti vi ritornano per cercare nuove esperienze?

 

Categorie
Notizie Notizie dal Mondo Serie Tv

True Detective, primo trailer del nuovo show HBO con Matthew McConaughey e Woody Harrelson

Finalmente HBO ha pubblicato il primo trailer della prossima serie in otto puntate conMatthew McConaughey e Woody HarrelsonTrue Detective: il pilota dello show è diretto da Cary Fukunaga per una storia descritta come una narrazione seriale elevata che utilizza molteplici tempi e prospettive.

Woody Harrelson e Matthew McConaughey, come abbiamo già detto, sono i protagonisti di True Detective e interpretano rispettivamente due investigatori la cui vita si scontra e si intreccia nel corso di una caccia a un serial killer diciassettenne in Louisiana, con un’indagine su un bizzarro omicidio commesso nel 1995 che viene riaperto nel 2012. Come anticipato, ecco qui di seguito il trailer della nuova serie matricola targata HBO.

 

Categorie
2013 Mondo Notizie Notizie dal Mondo

Game of Thrones, Martin è insoddisfatto del trono

Mentre i fan si accapigliano sui cambiamenti di personaggi ed eventi, l’autore di Game of Thrones è insoddisfatto per il trono. George R. R. Martin infatti ha pubblicamente dichiarate di non essere contento del modo in cui HBO e gli autori hanno costruito e ritratto il trono di spade e ha voluto dire la sua a riguardo.

In un articolo sul suo sito, riportato da Collider, Martin dice che il trono così come lo ha pensato lui è molto meno accogliente e molto più minaccioso, con una propria anima che ferisce o disturba chi non ne è meritevole, come il Re matto o Joffrey. Il trono della serie sarebbe più “bello” e meno imponente di come lo voleva Martin che allora ha pensato bene di farlo disegnare a Marc Simonetti, pubblicandolo (lo potete vedere qui sotto). Le differenze non paiono così evidenti, ma forse a Martin, impegnato a scrivere furiosamente i nuovi libri, serviva un diversivo.

 

Categorie
2013 Mondi Fantastici Mondo Notizie Notizie dal Mondo Supercriminali supereroi Superpoteri

Misfits, il commento alla 4^ stagione

E’ stata una delle grandi rivelazioni made in UK degli ultimi anni Misfits, storia rocambolesca e goliardica di un gruppo di piccoli criminali dotati di poteri straordinari. Giunti alla 4^ stagione, in onda in questi giorni su Rai4 dopo essere passati su Fox, i nostri anti-eroi non sono più gli stessi. Letteralmente, visto che gli attori sono quasi tutti cambiati. E la serie pare aver subito il colpo.

Kelly vive ormai in Uganda e SethRudy e Curtis stanno ancora svolgendo il servizio cittadino. Nel frattempo, oltre ad un nuovo assistente sociale, arrivano due nuovi ragazzi al centro: Finn (che possiede il potere della telecinesi, anche se non lo controlla al meglio) e Jess (che può vedere attraverso le pareti). Durante il corso della stagione apparirà un “terzo” Rudy, violento e sadico, molto diverso dagli altri due, che era finito in prigione in seguito ad un’aggressione, inoltre nel quarto episodio si assiste alla morte di Curtis, suicidatosi dopo i vari avvenimenti accaduti nel corso della puntata. Nel corso degli ultimi due episodi si aggiungerà al gruppo (ormai composto da Rudy, Finn e Jess) una ragazza di nome Abbey, di personalità molto ambigua e apparentemente senza un potere.

Sempre condotto dal creatore Howard Overman, che ha scritto tutti gli episodi, la stagione si trova ad affrontare le varie vicissitudini derivate dal poderoso cambio di cast, non solo a inizio stagione, ma soprattutto in corsa d’opera. Scelte sicuramente anti-convenzionali, ma non per questo azzeccate, soprattutto se la qualità della scrittura cede un po’ il passo. L’amore di Rudy per Nadine è ripetitivo e non è reso in modo coinvolgente, i personaggi sono molto meno interessanti dei precedenti e i loro poteri servono a poco o nulla, le stesse storie hanno raramente il guizzo della sorpresa assurda che aveva caratterizzato le annate precedenti. Ritmo e trovate sembrano più svogliati del solito, fino a pasticciare con misticismi e a perdere troppo tempo con sotto-trame sciocche (si veda il finale di stagione, di cui servono 30 minuti su 45 per un po’ di divertimento) o parodie poco riuscite (il noir della première).

Superati i difetti, non proprio veniali, della stagione, Misfits resta sempre un passatempo più simpatico, spigliato e scorretto della media, con violenza, sesso e parolacce in quantità, come se laHBO fosse diventato il paradiso dei goliardi, e c’è qualche idea folgorante, come i cavalieri dell’apocalisse in bici e katana. Si ride e non si è mai davvero delusi con Misfits. Ma non si può negare che il cambio dei personaggi, e il loro trattamento poco assennato (Nathan era insopportabile, ma irresistibile, Rudy è solo la prima delle due cose), facciano soffrire una serie che si prepara l’anno prossimo a darci l’addio.