Categorie
Alberto Ferrari Eva Strong Raina Serena Liguiori

Alberto Ferrari

 

Alberto Ferrari un grande amico non solo di Serena ma anche di Raina e quando vide che cosa aveva fatto fare a Serena voleva uccidere Eva ma decise di non farlo visto che quando Serena era tornata nel suo alloggio al settimo piano , aveva sentito che voleva scappare da li . Serena era tornata dentro al suo alloggio e si era chiusa a chiave e poi si era accasciata davanti alla porta ed era in lacrime . Si vedeva le mani e vedeva che non erano pulite ma erano sporche di sangue e cosi si inizio a vedere il corpo e vedeva che aveva un po’ di sangue della sua amica Raina . Serena decise di andarsi a fare la doccia e cosi togliersi tutto il sangue che era sul suo corpo e pure li sotto aveva iniziato a piangere e poi da li decise di scappare . Alberto anche se era nel suo alloggio aveva sentito tutto quanto e aveva iniziato a leggere il pensiero di Serena . Anche se Alberto non lo trovava giusto perché era molto preoccupato per Serena dopo quello che era successo . Aveva sentito nella sua mente un unico pensiero e sarebbe a dire “ Voglio andarmene da qui . Ho fatto del male alla mia amica e non voglio stare qui senza fare niente . Se sto qui un giorno la dovrò uccidere e io invece voglio stare li accanto a lei e cosi se muore posso morire insieme a lei e non che sono io a ucciderla “ . Alberto era d’ accordo con Serena , non voleva vedere Raina che era morta . Alberto sapeva che Serena non aveva pensato a un piano visto che se ne voleva andare via in fretta e furia e se Eva vedeva che lei se stava andando e li in quel momento tutti quanti sarebbe cosa fosse successo . Anche Alberto sapeva cosa sarebbe successo se Eva avrebbe visto che Serena se stava andando . Eva avrebbe preso per i capelli Serena e l’ avrebbe trascinata dentro il suo alloggio e poi li dentro le avrebbe fatta male visto che secondo lei il suo grande talento era stato sprecato . Se Eva avesse visto che Serena stava scappando , avrebbe detto che il suo futuro era stato mandato all’ aria perché lei si era fatta condizionare dalle emozioni e quindi per questo motivo doveva morire . Alberto invece decise di dare una mano a Serena anche se lei non aveva detto niente a nessuno . Alberto sapeva che non c’ e la poteva fare da sola e cosi decise di chiamare in modo telepatico gli amici più stretti di Serena e di Raina . Alberto aveva incontrato Serena e Raina quando erano a lezione e aveva detto a loro come fare un vero incantesimo di guarigione e grazie a questo consiglio loro divennero amici . Ma Alberto aveva un grande segreto che non aveva mai detto e sarebbe a dire era innamorato di Serena . Aveva paura di dire a lei cosa provava e per questo non glielo disse mai ma alla fine della sua fuga e prima di lasciarla andare glielo disse . Serena non se lo aspettava visto che si aspettava che lui si fosse innamorato di Raina , ma invece era innamorato di Serena . Serena fu sorpresa di questo evento e prima di andare via da li diede un bacio sulle labbra ad Alberto e disse – se non ti dovessi vedere più , con questo bacio ti potrai ricordare di me e di tutto quello che hai fatto per me . Alberto era felice di quel bacio e prima di lasciarla andare diede lui un bacio sulla labbra a Serena e disse – questo e stato per la tua amicizia e anche se non te l’ ho mai detto mi ero innamorato di te dal primo momento e avevo paura che tu non mi dicessi no . Ma se ci rivediamo ne riparliamo con calma e cosi forse ci possiamo sentire e forse un giorno metterci insieme . Serena gli disse con uno sguardo di felicità e di grande gioia – certo . Poi scappo via dal rifugio visto che si era messo dentro all’ ultimo piano e aveva fermato le guardie con una grande illusione e quando vide Serena la fece passare e li aveva spiegato tutto quanto .

 

Categorie
Diana Leclerc Eric Leclerc Raina Serena Liguiori

Serena decide di scappare dal rifugio

 

Una volta ritornata nel suo alloggio , Serena si mise nuda e si butto sotto la doccia e mentre era li sotto piangeva moltissimo visto che aveva fatto del male alla sua migliore amica . Serena una volta finito di piangere prese i vestiti che si era tolta e prese il cestino e li incendio tutti quanti . Serena voleva che di quei vestiti non rimanesse nulla apparte cenere che voleva nel vento e non poteva ricordare più il suo passato . Serena sapeva che quello non poteva cancellare il suo passato e alla fine decise di scappare dal rifugio fatta dai Figli della Notte . Serena non voleva più stare li visto che dopo aver torturato la sua migliore amica capì che quello non era più il posto giusto per lei . Prima poteva sopportare alcune cose , ma adesso gli invocatori e i Figli della Notte erano andati troppo oltre per lei . Non ce la faceva a vedersi nello specchio visto dopo che si specchiava vedeva un’ altra persona e poi vedeva che le sue mani anche se erano state sotto l’ acqua calda erano pieno di sangue . Il sangue non era li suo ma era quello della sua migliore amica e tutto questo gli era stato ordinato . Anche se era un ordine che veniva da una grande invocatrice ma dentro di lei sentiva che qualcosa di malvagio , qualcosa che la rendeva sporca dentro di se . Serena decise di scappare e di andare da Eric e Diana e dalla sua migliore amica e cosi aiutarli a sopravvivere contro il futuro agguato da i Figli della Notte . Serena sapeva che la roba di Raina era li e qui non aveva avuto il tempo di prendere il suo mono-spalla che era molto spazioso all’ interno . Serena li dentro ci mise alcune cose essenziali come il suo coltello , il suo libro degli incantesimi e quello di Raina e anche altre cose . Serena non saluto nessuno e se ne andò senza dire niente a nessuno visto che il suo senso gli diceva di non stare più qui dentro . Serena decise di ascoltarlo e in quel momento capì che aveva fatto la scelta sbagliata ad andare a prendere ordini dai Figli della Notte . Serena prima di andare prese il coltello dal mono-spalla e decise di metterlo in un posto dove poteva prenderlo subito visto che Eva sarebbe andata a vedere se lei era pronta a diventare un mostro come lei . Eva aveva visto in Serena un grande potenziale e se sviluppato poteva diventare come lei . Serena non voleva diventare come Eva e avrebbe fatto di tutto per non esserlo , anche uccidere un sacco di persone . Eva andò a vedere come stava Serena e vide che se ne era andata e aveva preso il mono-spalla di Raina . Eva capì subito che voleva scappare e gli altri invocatori deciso di aiutarla . Non avrebbero permesso che Serena venisse ridotta come Raina e cosi utilizzarono i loro incantesimi per creare delle illusioni e tutto per bloccare Eva . Albero vide Serena – te ne vuoi andare ? .

Serena guardo negli occhi Alberto e disse – si ho fatto del male alla mia amica e non ce la faccio più a stare qui dentro . Per favore fammi andare . Alberto si mise a ridere e poi andò verso Serena – noi ti stiamo aiutando , ad andare via da questo posto . Adesso vai e aiuta la tua amica Raina . Adesso vai avanti e non ti guardare indietro , forse possiamo morire ma almeno lo abbiamo fatto per aiutare una nostra cara amica . Serena se andò via dal rifugio e si ritrovo per le strade di Parigi e cerco di andare da Eric e Diana prima che gli altri invocatori possano trovarla e ucciderla .

 

 

Categorie
Alessandra Neri Alice Miller Azzurra Alfieri Guerriera Oscura Luce Miller Pistolera Oscura Roberto Auditore

Alessandra Neri e Serena Rafferty parlano con L’ Ombra per salvare le ragazze

L’ Ombra prima di incontrare Serena Rafferty e la sua preside Alessandra Neri che grazie al suo potere di leggere la mente aveva scoperto che la sua preside in realtà era la nota Pistolera Nera . L’ Ombra aveva fatto un appostamento in quel luogo per capire meglio contro chi hanno a che fare . Ma non l’ ha fatto come L’ Ombra ma come Roberto Auditore ed è entrato dentro quel negozio e nessuno gli ha fatto niente visto che lui era un normale studente e quindi bastava solo una mossa falsa e poteva perdere tutti i loro clienti che erano persone molto gentili ma se vedevano che trattavano un cliente in modo molto brutto avrebbero fatto di tutto per far chiudere tale posto e questo andava contro il piano dell’ Ombra e delle sue nuove alleate Serena Rafferty . Mentre guardava i vestiti non vedeva né Azzurra Alfieri e nessuna delle due sorelle gemelle e visto che non sapeva dove fossero cerco di capirlo grazie al suo potere di leggere il pensiero e dopo tre tentativi capì che erano nella parte ovest nel negozio e stavano sotto nel piano più basso cioè nello scantinato ed era in condizioni ben peggiori di quello che poteva essere . Roberto non poteva vedere come era questo scantinato ma sicuramente era il posto giusto dove mettere le schiave cioè le ragazze rapite li dentro . Lo scantinato di quel luogo era tanto grande da farci entrare 12 ragazze e grazie al suo potere di leggere la mente aveva visto che tutte e 12 le ragazze erano vive e vegete ed erano in salute . Roberto inizio a vedere qualche altra maglia nera con qualche scritta che era forte e molto bella e mentre le guardava inizio a leggere i ricordi delle ragazze erano spaventate ma avevano passato dei momenti molto brutti e tra i quali momenti avevano le mani con delle cinghie di plastica cosi non poteva fare niente contro di loro e bavagli alla bocca . Roberto vedeva che tutte quante pure Azzurra Alfieri e le sorelle gemelle Alice e Luce Miller avevano passato momenti molto brutti e poi dopo aver comprato qualche maglietta nera se ne andò lasciando un messaggio nella mente di tutte le ragazze quelle che avevano paura e quelle che non l’ avevano ed era “ non vi preoccupate torno il prima possibile con delle persone che mi daranno un aiuto per salvarvi da questa vita infernale e vi rendo libere . “ Roberto prima di leggere la mente delle persone li dentro cerco di capire se uno di loro aveva il potere di leggere la mente e se uno ce lo aveva questo poteva essere un grande problema per lui e non poteva uscire da li visto che era nei guai . Ma nessuno aveva quel potere e una volta pagate le magliette vide che erano le 15 e aveva tutto il tempo per provare le maglietta e sopratutto trovare un piano da utilizzare . Ci mise un po’ visto che c’ era una cosa che aveva scoperto cioè che la proprietaria cioè Amelia Strong aveva il potere di creare una illusione appena tu la vedevi e quindi la persona che dovevamo eliminare per prima era lei visto che se facevamo qualcosa poteva essere una grande illusione e noi pensavamo di aver salvato le ragazze ma invece ci siamo prese a vicenda . Una volta che avevamo tolto di mezzo il capo noi potevamo sconfiggere gli altri con calma grazie al potere della lettura del pensiero oppure metterli fuori combattimento . Una volta finito il piano visto che doveva essere molto preciso e molto ben fatto oppure tutto andava in malora e non sarebbe andato bene per nessuno né per noi né per le 12 ragazzina che erano state trasformate in schiave . Le 16 arrivarono e come aveva detto lui era li e disse per filo e per segno il piano a loro due – Allora come prima cosa ci dobbiamo liberare della proprietaria visto che ha il potere di creare illusioni e questo è un grande problema per noi . Una volta sconfitto il capo dobbiamo fermare gli uomini del capo visto che una volta ucciso il capo hanno l’ ordine di uccidere le ragazze quindi subito li dobbiamo fermare oppure noi perdiamo un sacco visto che le ragazze rapite sono 12 . 

Categorie
Angelica Wood Angelina Collezionisti Demone Demoni Luca Shadow Black

Angelica Wood parte 22

Luca andò dai Collezionisti a dare di persona il ciondolo di Kalina di persona e prima di metterlo nella loro collezione piena di oggetti preziosi lo volevano provare e vedere cosa poteva fare . Uno dei Collezionisti se lo mise al collo e in pochi minuti capì cosa poteva fare e ci mise poco a creare una illusione e in pochi minuti la fece mettere li nella loro collezione privata e a fare in modo che fosse custodito gelosamente . Lo volevano nella loro collezione visto che poteva creare illusione fino a quando poteva essere indossato era davvero un oggetto davvero molto utile in combattimento . Come dare torto ai Collezionisti se lo volevano , visto che grazie a tale ciondolo loro potevano creare una illusione e fare in modo che loro l’ avessero colpito ma invece non gli avevano fatto niente e loro potevano uccidere i loro nemici cogliendoli di sorpresa . Prima di darlo a uno dei suoi uomini per riporlo dentro la loro cassaforte e disse – se il ciondolo viene rubato , faremo noi stesso l’ investigazione e non avremo nessuna pietà contro nessuno dei nostri uomini e se poi scopriamo che è stata Luca allora sarà lui stesso a pagare con la sua stessa vita . Angelica si sentiva in pericolo , ma per il momento non lo era e poi lui si avvicino con passo lento verso uno dei cinque e disse – Collezionisti vi ho portato delle foto per vedere cosa ho fatto a quella puttana che ha cercato di tenersi vicino a quel suo collo il ciondolo , ma alla fine dopo lunghe sofferenze me l’ ha dato .

Il più grande dei cinque prese dalla mano le foto dalla mano di Luca e vide tutta la sua violenza e crudeltà contro Kalina e disse – anche se non ti si vede da una settimana non hai perso il tocco .

Luca gli disse guardandolo negli occhi e gli disse – mio padre stava per essere ucciso e l’ ho impedito all’ ultimo minuto e ho distrutto tutte le prove per impedire che nessuno mi potesse dire che io ho fatto qualcosa e ho fatto che non mi ferissi da nessuna parte e sopratutto non ho lasciato nessuna mia traccia e per questo motivo non sono potuto venire dalla vostra parte , ma adesso che mio padre è al sicuro io sarò pronto a ogni incarico che mi darete .

Mentre Luca parlava con i Collezionisti , i loro scagnozzi erano andati sotto i loro ordini a vedere se Luca aveva fatto veramente il lavoro oppure no . Poco prima che loro entrarono gli incantesimi di Shadow Black entrarono in azione e Kalina era scomparsa e li c’ erano le tracce dell’ assassinio di Kalina e li videro la brutalità di Luca . Alla fine tornarono dai Collezionisti e dissero – si Luca l’ ha uccisa veramente , Luca sapeva che loro non si sarebbero fidati di parole o foto ma volevano vedere la vera scena con i loro occhi seno non ci avrebbero mai creduto anche se Luca avrebbe giurato .

Una volta tornata a casa da suo padre Angelina vide che era stata molto dura questa volta e gli disse – senti lo so che non vuoi uccidere queste persone ma se non lo fai tu potresti rischiare la vita e tutto questo sarà stata vano e noi possiamo anche morire per un piccolo errore mi hai capito Angelica . Se uno scopre chi siamo noi possiamo morire in un minuto .

Angelica alla fine disse ad Angelina – la prossima volta uccido chi mi dicono di uccidere i Collezionisti e Angelina gli disse – lo so che sarà dura ma se non lo fai , tu muori e noi possiamo morire . Come e che si dice “ Ne uccidiamo mille per salvarne miliardi “ .

Angelica non capiva e Angelina per farglielo capire meglio disse – lo so che non vuoi uccidere ma se uccidere tali persone serve a farci ottenere il rispetto dei Collezionisti allora preferisco ucciderne uno o due e per uccidere i Collezionisti e salvarne miliardi . Questo voglio dire con questo detto hai capito . 

Categorie
Alexander Wood Angelica Wood Angelina Shadow Black Tara Wood

Angelica Wood parte 21

Angelica Wood era decise di diventare per Luca ma prima diede un ‘ occhiata al suo aspetto normale che adesso aveva visto che era l’ ultimo giorno in cui lei doveva stare con quel corpo e stare per molto tempo nel corpo di Luca . Luca la persona che aveva ucciso ma per difesa e anche per il suo lavoro e per rendere giustizia ad Alexander e Tara Wood i suoi genitori che sono morti per salvare lei dalle torture delle persone che volevano .

Angelica guardò allo specchio il suo aspetto e poi davanti allo specchio assume l’ aspetto di Luca e dare inizio alla sua missione . Anche se il suo aspetto le piace quello che deve fare , lo deve fare dall’ interno e non fuori . Angelica divento Luca e Angelina divenne il padre di Luca ma poco prima aveva fatto vedere a Shadow Black il suo corpo bellissimo e poi prima di trasformarsi cosi gli diede un lungo bacio prima di prendere l’ aspetto del padre di Luca . Tutto era pronto e Shadow Black poi divenne invisibile davanti a loro occhi e nessuno lo poteva vedere da li e nemmeno Angelica . Alla fine Angelica e Shadow Black erano andati dai Collezionisti e affidarono a Luca un incarico molto importante cioè uccidere una persona che li aveva traditi . Luca era un assassino esperto e Shadow Black aveva detto ad Angelica come Luca agiva in tutto e per tutto e se qualcosa doveva andare male Shadow Black interveniva con i suoi poteri sopratutto il fatto che lui poteva creare illusioni . La persona che doveva proteggere Luca era una donna di nome Kalina di 22 anni , occhi marrone chiaro ed era bellissima e chiunque la guardasse era come vedere una dea e nessuno gli staccava gli occhi di dosso . Luca era andata li a ucciderla e cosi andò a fare , ma in realtà era Angelica e lei non voleva ucciderla . Shadow Black prima di fare questa cosa chiese ad Angelica – attenta a quello che fai , se non lo fai e i Collezionisti la trovano viva tu potresti rischiare la vita .

Angelica sotto la forma di Luca doveva decidere con attenzione e decise di non uccidere la donna , ma doveva capire come mai i Collezionisti la vogliono morta .Angelica sotto la forma di Luca chiese a Kalina – come mai i Collezionisti ti vogliono uccidere ? , Kalina non sapeva se fidarsi oppure no di loro e Angelica per far capire che loro erano contro i Collezionisti torno al suo aspetto normale e Shadow Black ritorno visibile e disse – se tu sei contro i Collezionisti , allora pure noi lo siamo .

Kalina prima vide che non c’ era nessuno che li guardava e alla fine si tolse il ciondolo che aveva al collo e poi gli disse – con questa collana posso far vedere altri delle illusioni e sopratutto fino a quando indosso queste collane credono a questa illusione . I Collezionisti avevano dato a Luca una macchina fotografia per far vedere a loro come l’ aveva uccisa . Angelica allora disse a loro – facciamo cosi , io torno a diventare Luca . Shadow Black torna a essere invisibile e tu invece appena te lo diciamo tu ci fai vedere questo modo in cui adesso Shadow Black ti dice . Shadow Black con calma disse a Kalina come doveva essere la sua morte e poi Shadow Black ritorno invisibile e Angelica sotto l’ aspetto di Luca scatto le foto. Appena finite le foto Shadow Black fece un incantesimo per far vedere che Kalina era morta e che non c’ era nessuno li dentro e prima che se ne andavano Angelica sotto forma di Luca gli disse – senti lo so che non ti vuoi sbarazzare di quel tuo ciondolo , ma per far vedere che io ti ho ucciso devo portare le foto e sopratutto il tuo ciondolo .

Kalina con calma se lo tolse e prima di darlo a Luca – Angelica fa in modo che sia al sicuro questo ciondolo apparteneva a mia madre e viene passato da generazione in generazione , quindi per favore fai attenzione . Luca disse – te lo giuro , adesso però dammelo , prima di andarsene Shadow Black disse a Kalina – ho fatto due incantesimi per proteggere la tua vita da tutti i nemici che vogliano vedere se Luca ha fatto quello che ha fatto . 

Categorie
2013 2014 Carolina Kostner Foto Mondo Notizie dal Mondo Pattinaggio sul Ghiaccio

Carolina Kostner sfida le russe per il quinto titolo

Firenze, 25 gennaio 2013 – Solo chi era a Vancouver, nella notte in cui Carolina Kostner precipitava in continuazione sul ghiaccio, forse può comprendere appieno il senso di una resurrezione sportiva che poi è anche realizzazione di un sogno umano e professionale.

Perché tre anni fa, in Canada, la carriera della pattinatrice sembrava mestamente consegnata all’album delle illusioni: sì, d’accordo, da ragazzina aveva alimentato speranze, però poi aveva mantenuto ben poco… A distanza di nemmeno trentasei mesi, la Kostner è la campionessa mondiale in carica e da oggi a Zagabria si esibisce per conquistare quello che sarebbe il quinto titolo europeo. Da Incompiuta a Fata vincente, passando (anzi, danzando) attraverso il deserto dell’anima, perché nulla come la sconfitta assicura la solitudine. Adesso, Carolina è scampata alla sindrome dell’isolamento.

‘Per me’. Nella capitale della Croazia si gareggia a livello continentale, ma la competizione può ben essere considerata una sorta di prologo della Olimpiade bianca del 2014. Anche perché arrivano dalla Russia le nuove sfidanti della azzurra. «Tuktamisheva e Sotnikova — racconta Carolina — hanno quasi dieci anni meno di me, sono ancora minorenni. Un po’ mi rivedo in loro, nel loro entusiasmo. Poi , da avversaria, mi auguro che avvertano la tensione…».

La Kostner ha vinto molto, vorrebbe aggiungere altre perle alla collana dei successi, ma non è più schiava della ossessione. «Ho trovato un equilibrio interiore da quando ho capito che pattino per me stessa, non debbo dimostrare nulla a nessuno. Sono serena, non sarà una medaglia in più o in meno a cambiarmi la vita».

Oggi, nel programma corto, Carolina si esibirà sulle note della colonna sonora di ‘Frankenstein junior’. Domani, gran finale con il ritmo del ‘Bolero’. Ieri frattanto storico bronzo per Stefania Berton ed Ondrej Hotarek che hanno conquistato la prima medaglia italiana nelle coppie d’artistico ad una rassegna continentale.