Categorie
Alister Rafferty Angela Ferrante BlackStorm Prison Mondo Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico Prigione Spazio Tempo Universing Universo

Alister Rafferty prova a uccidersi

Alister Rafferty da quando era stato sbattuto nelle numerose celle della BlackStorm Prison non aveva più visto la sua famiglia . Avevo parlato con Angela Ferrante più volte e disse a lei – Fagli vedere la sua famiglia . Sarà fuori dalla polizia internazionale del tempo , dello spazio e dei mondi . Ma fagli vedere la sua famiglia . Angela si schiarì la voce e mi disse in tono gentile – Non posso fare niente , anche io farei di tutto per far vedere a lui la sua famiglia ma chi adesso gestisce quel posto , lo gestisce con il pugno di ferro e ha deciso che nessuno deve vedere le loro famiglie , nessuno anche Alister Rafferty che era un poliziotto e maggior parte di queste celle erano di persone che aveva messo lui in carcere , adesso lui non poteva vedere la sua famiglia . Io gli andai a fare visita e gli dissi queste esatte parole , non mi scorderò la sua reazione – Nessuno può vedere la propria famiglia , sopratutto tu non la puoi vedere . Non so perché ma chi gestisce questo posto non vuole far fare le visite e io non posso fare niente e neanche Angela Ferrante e ci abbiamo provato . Ma sembra che ti voglia fare come un esempio , per far vedere che ci andrà pesante con tutti i poliziotti che sono corrotti o no . Alister allora si arrabbio moltissimo un butto la sedia contro il vetro ma non si frantumo e lo sedarono con il tesar . Non ci potevo credere il mio migliore amico era li dentro e non poteva vedere la sua famiglia , mi sembrava di essere in incubo e anche lui . Ma non era incubo , era la realtà e nessuno ci poteva fare niente ,nemmeno io . Alister fu riportato nella sua cella e alla fine decise di tentare il suicidio , si era detto che se non poteva vedere la sua famiglia allora non voleva vivere . Alister per uccidersi si stava mettendo la testa nel cesso che aveva e dalla camera di sicurezza videro che lui stava provando a uccidersi e cosi scapparono subito e intervennero prima che si poteva uccidere . Fu portato in infermeria per farlo visitare al dottore della BlackStorm Prison e poi chiese al paziente – perché hai provato a ucciderti ? .

Alister rispose in modo brutto e disse – lo sai benissimo . Qui non ci fanno vedere i nostri parenti e io ero un poliziotto e  mia figlia sta morendo di paura perché dei mostri l’ hanno quasi uccisa e io non lo posso confortare . Quindi preferisco morire che stare qui dentro senza non vederla . Su una scaffale vide della morfina , il Dottore capì subito cosa stava facendo e lo stava per fermare a fare quella follia . Ma non ci riusci , perché Alister arrivo alla siringa prima del Dottore e la inietto nel cuore e poi subito dopo pochi minuti il suo corpo  stava per morire . Alister stava per terra e il suo cuore si stava per fermare ma il Dottore prese un medicinale e glielo inietto nel cuore e lui si riprese . Una volta questo lui torno nella sua cella e fu ammanettato con delle catene per impedire a lui di fare tale scemenze .

 

Categorie
2013 Aqua Damon Saintcall Daniel Saintcall Database Distruttori Dr Alyssa Saintcall Kratos Kyra Saintcall Oliver Saintcall Pandora Pioners 5 Polizia Internazionale Polizia Internazione del Mondo Fantastico Universo

Sarah la Fenice Rossa porta me e mia sorella Alyssa sulla Terra

Maraxus il mio pianeta natale per la precisione è stato distrutto il 10 compleanno di mia sorella Alyssa che è più grande di me di 2 anni . Come vi ho detto lei per molto tempo non ha voluto più festeggiare il suo compleanno per molto tempo . Il mio pianeta era davvero molto bello , ci vivevano moltissime persone , l’ atmosfera era come quella della Terra quindi anche senza tute o altre cose si poteva vivere li sopra . Io e mia sorella Alyssa eravamo i figli di due persone molto importanti sul pianeta Maraxus , Alukard e Helena Saintcall facevano parte del consiglio e grazie a loro che facevano parte di molte organizzazioni per proteggere la galassia , loro erano molto conosciuti e per questa cosa la Polizia Interazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi affidava loro missioni molto importanti . Missioni per aiutare alieni che spesso non si sapevano difendere da umani che li volevano schiavizzare o volevano fare altre atrocità contro di loro . Tra le varie razze che aiutavano furono gli Odd e molte altre razze e sopratutto contro i Cacciatori di Stelle , alcuni volevano prendere dalle stelle il loro nucleo per diventare più forti e uccidere chiunque si mettesse contro di loro . Sul mio pianeta c’ era moltissima conoscenza che era custodita dentro una grande biblioteca davvero molto grande . Li dentro c’ era scritto tutto sulle varie razze alieni , i loro punti deboli e i loro punti di forza , non solo i miei genitori ma anche gli altri del mio popolo andava in giro per i mondi , per i vari tempi e cercavano alieni . Grazie all’ occhio dell’ fenice il mio popolo capiva subito i punti deboli delle varie creature alieni e dopo aver scoperta questa cosa tornavano sul mio pianeta e lo mettevano nel loro database . Il mio pianeta Maraxus è nel sistema solare Pioners 5 , dal quale prende il nome da un viaggiatore che si chiama Oberon Pioners 5 . Tra i vari pianeti esiste il pianeta Fenix dove nascono , crescono e vivono per sempre le Fenice , tra le fenici più importanti c’ e la loro regina che si chiama Sarah la Fenice Rossa . Nota cosi perché come combattente è incredibile , lei era incredibile ma contro i Distruttori non poté fare niente , pote fare una cosa sola scappare lontano . I Distruttori sono come i simbionti il colore di tutta la loro pelle è nera , nel senso che sono come l’ oscurità stessa e entrano dentro il corpo di una persona e poi utilizzano quei corpi per distruggere tutto e tutti . Tu sei cosciente quando i Distruttori sono dentro di te , ma la cosa più brutta è che tu devi stare li a guardare senza poter fare niente . Anche con tutti i poteri del mondo i Distruttori ti entrano nella testa e tu come se fossi scollegato dal mondo intero , dentro la tua mente vedi oscurità e non c’ e un solo piccolo barlume di luce . Anche se ci provi l’ oscurità ti prende l’ oscurità che hai dentro il tuo corpo la unisce con quella e poi ti colpisce e una volta colpita ti assale la paura . Prima di sentire la morte del tuo pianeta dentro di te senti e vedi i tuoi compagni che stanno a terra e la loro pelle prima diventa gialla come la paura come in pochi secondi si trasformano in polvere e non puoi fare niente . I Distruttori volle distruggere il pianeta Fenix , andò li e agi come al suo modo che li distingueva in tutto l’ universo , Sarah la Fenice Rossa insieme alla sua amica li combatte il più che poteva come ogni cosa era impossibile . Alla fine la sua mia amica fece un attacco per fare in modo che lei Sarah la Fenice Rossa si potesse mettere al sicuro , lei arrivò sul mio pianeta stanca e quando arrivò li subito dopo senti dentro di se le urla di tutto il suo popolo che chiedeva aiuto , ma lei non poteva fare niente contro di loro . Sarah la Fenice Rossa dopo si accascio a terra , io quando la incontrai avevo 6 anni e mia sorella Alyssa 8 , quando vedemmo lei accasciata per terra io dissi a mia sorella – vai a chiamare il medico mentre io resto li accanto a lei . Alyssa andò a chiamare il medico , il medico arrivò sul luogo e visitò Sarah la Fenice Rossa nel suo studio , io e mia sorella Alyssa la portammo nel suo studio e li la visito . Dopo pochi minuti lei si risveglio e vide me , mia sorella Alyssa e il medico David , Sarah la Fenice Rossa inizio a chiedere un sacco di cose a noi , noi iniziammo a dire dove si trovava e poi noi ci chiedevamo come mai lei era qui . Poi lei si mise seduta su una sedia e inizio a raccontare come era arrivata qui sul nostro pianeta , dopo un po’ di tempo mio padre Alukard mi chiamo in modo telepatico , perché vide che io e mia sorella eravamo in infermeria – State bene tu e Alyssa , so che state in infermeria e mi sono preoccupato . Io gli risposi – Io e Alyssa stiamo bene , ma qui c’ e Sarah la Fenice Rossa , regina del pianeta Fenix , il suo pianeta è stato distrutto dai Distruttori e poi è venuta qui . Mio padre si concentro e si teletrasporto in infermeria , Sarah la Fenice Rossa appena vide mio padre capì chi era lui e poi Sarah la Fenice Rossa chiese a lui – posso stare qui il mio pianeta è stato distrutto e non ho più una casa . Mio padre fu molto gentile con lei e disse – resta tutto il tempo che vuoi , non sarai una Dominatrice di Poteri , ma pure tu sai utilizzare moltissimi poteri quindi qui ti sentirai come casa. Con il tempo mio padre e mia madre iniziarono a conoscere Sarah e stavano vedendo se si potevano fidare di lei , con il tempo loro insieme chiese a lei – vuoi diventare la madrina di Daniel e Alyssa . Con il tempo pure noi avevamo conosciuto Sarah la Fenice e noi non potevamo avere una madrina migliore era bravissima e sopratutto sapeva molte cose e grazie a noi le seppe molte cose e le ci insegno moltissime cose .Tra le varie cose come prendere il controllo dei nostri poteri , non lo imparammo subito ma con il tempo iniziammo a fare qualcosa , come sollevare piccoli e grandi sassi . Quando mia sorelle fece 10 anni successe una cosa che nessuno si aspettava i Distruttori arrivano sul nostro pianeta e volevano radere al suolo il mio pianeta . I miei genitori sapevano che stavano arrivano e chiese a Sarah la Fenice Rossa di portare me e mia sorella sul pianeta terra nella casa dove loro avevano prestabilito che dovevano crescere e alla fine di non uccidere i nostri nemici non per vendetta ma per la giustizia sotto la Polizia Interazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . La Casa in cui ci portò Sarah la Fenice Rossa era come quella di Helen Magnus ma all’ interno era completamente diversa . Io e mia sorella con le lacrime agli occhi , visto che per tutto il viaggio sentimmo dentro la nostra testa le urla di tutti i nostri amici e alla fine le ultime urla che sentimmo furono quelle dei nostri genitori . Noi dicevamo a Sarah la Fenice Rossa – riportaci indietro , vogliamo aiutare i nostri genitori . Sarah la Fenice Rossa si abbasso e disse – non posso farlo , ho giurato ai vostri genitori che non vi avrei fatto fare pazzie e se vi facessi fare questa pazzia i vostri genitori sono morti senza alcun motivo . Poi capimmo dopo molto tempo , ci calmammo e incontrammo i nostri nuovi genitori e nostro fratello Damon , i nostri genitori si chiamavano Oliver e Kyra Saintcall . Da quel giorno quella fu la casa in cui vivemmo e viviamo ancora li , insieme a Kratos , Pandora e Aqua . 

Categorie
2013 Angela Ferrante Angelica J. Lincol Dialoghi Dominatore di Poteri Federica Nami Lincol Mondi Fantastici Mondo Nexus Persone Racconto Raven City Sarah la Fenice Rossa Shadow Black Universo

Angela Ferrante parte 6

Avere uno shock è molto brutto , davvero molto brutto quando hai uno shock ci vuole davvero molto tempo prima di riuscirlo a sconfiggerlo . Spesso però alcune volte lo shock lo si deve affrontare , se non affronti tale shock non potrai andare in avanti , più non l’ ho affronti più inizia dentro di te a pensare tali pensieri “ Non posso più andare in avanti , non ce la faccio “ Questi pensieri sono già dentro di noi ed escono fuori solo quando noi siamo in uno shock . Angela dopo molto tempo l’ ha superato o pensavo che era cosi , ma dopo il brutto incidente che è successo con il potere dell’ elettricità non lo credo più . Anzi penso più che lo shock è ancora dentro di lei , nella sua mente e se non faccio qualcosa con Angelica J . Lincol e Federica Nami Lincol non potrò mai far diventare Angela Ferrante capo della Polizia Internazionale del Tempo , dello Spazio e dei Mondi . Sarah la Fenice Rossa che era dentro il luogo che avevo fatto per Angela Ferrante e vide che li dentro c’ era una infermeria ben attrezzata e pronta all’ uso . Angela vieni ti voglio fare un piccolo controllo e vedere se tu stai bene oppure – disse ad Angela in maniera molto amichevole , Angela disse a lei in maniera molto preoccupata – mi farà male questo controllo , Sarah la Fenice Rossa guardò in faccia Angela e le disse in maniera non molto agitata , ma calma e senza preoccupazione – non ti farò male , te lo prometto . Angela si fidò di Sarah la Fenice Rossa e come le aveva promesso lei non le fece nessun male , prese una piccola lume e la indirizzo negli occhi di Angela – guarda la luce e seguila con gli occhi . Angela inizio a seguire la luce con calma e poi fece tutti i controlli che Sarah la Fenice Rossa gli volle fare . Sarah la Fenice Rossa era una grande dottoressa , davvero molto brava , se tu eri malata lei cercava di curarti in tutti i modi , non solo malattie normali ma anche malattie non umane . Su Fenix ogni guerriero veniva addestrato anche a curare tutte le malattie umane e non umane , non solo per curare loro stessi ma anche le persone che avevano bisogno delle sue cure . Sarah la Fenice Rossa venne con lei nell’ altra stanza dove io , Angelica J . Lincol e Federica Nami Lincol stavamo parlando . Sentite tutti e due , se dobbiamo fare questa cosa , cioè entrare nella mente di Angela Ferrante dobbiamo stare molto attenti , seno lei potrebbe finire molto male e sopratutto lei potrebbe morire . Quindi quando noi stiamo li dentro dovremo faremo massima attenzione a tutto , basta una piccola cosa e potremmo perdere per sempre Angela Ferrante . Quando pronunciai perdere per sempre , Angela Ferrante e Angelica J . Lincol si fecero serie e molto preoccupate e dissero – faremo molto attenzione quando staremo li dentro , dentro la mente di Angela , cioè nostra sorella adottiva , l’ abbiamo conosciuta e noi la riteniamo già come nostra sorella . Io dissi a loro in maniera molto calma – sentite insieme ce la possiamo fare , uniamo le forze e possiamo fare tutto anche salvare la vita di vostra sorella . Sarah la Fenice Rossa portò Angela Ferrante li dentro , Angela Ferrante si avvicinò dietro di me e – Io sono pronta , quando vogliamo iniziare , sono pronta . A dire quella cosa ci volle molto coraggio e molto forza , se doveva andare male potevamo perdere tutto e non potevamo fare assolutamente niente se si perdeva . Tutto finiva , non solo il suo destino ma anche il mio , se non riuscivo ad addestrare Angela Ferrante , tutto il mondo mi sarebbe caduto addosso. Per entrare nella mente di Angela Ferrante dovevamo concentraci , iniziammo a farlo e dopo un po’ di tempo entrammo nella mente di Angela . La sua mente era rappresentata dalla sua vecchia , la casa in cui erano morti i suoi genitori che le volevano davvero molto bene , tanto che sua madre e sua madre la chiamavano principessa . Appena entrati in casa c’ era un piccolo tavolino vicino alla porta e li c’ era il telefono di casa , quel luogo era il luogo dove il padre e la madre di Angela insieme a lei vedevano molti film e molte cose . Li facevano giochi e moltissime cose , adesso invece per lei era solo una cosa brutta . Camera sua era dipinta con le stelle , con i pianeti e con le galassie , i suoi genitori avevano fatto questo perché il sogno più grande .

Dove siamo ? – chiedemmo alla mente di Angela Ferrante , Angela Ferrante era con noi e in modo un po’ di triste , come se non volesse dircelo , ma poi disse – questa è casa mia , la casa dove sono morti i miei genitori . Tra le varie che vedemmo nell mente di Angela Ferrante fu i corpi dei suoi genitori morti , stesi li a terra in una pozza di sangue . Il coltello con cui la donna li aveva uccisi proveniva dalla sua cucina , lei li aveva minacciati di darla loro figlia , quella non era sua figlia ma chi ha problemi mentali non se ne importa niente , con i suoi occhi vede soltanto quello che vuole vedere e lei vedeva la figlia morta 5 anni fa . Visto che loro non volevano dare la loro figlia a lei , lei li uccise e se ne andò , ma prima andò a cercare sua figlia dentro la casa . Non la trovò e se andò a casa sua a ripensare dove potesse trovare sua figlia e cosa potesse farlo per trovarla . In tutta la casa sentivamo il male , molto male e pure dentro i corpi dei suoi genitori sentivamo il male , prima lo senti solo io ma poi sentimmo la presenza del male anche gli altri . Quando poi il male si accorse di noi , prese tutte le sue parti e si trasformò in una copia identica ad Angela Ferrante , ma molto cattiva . Fece apparire una spada uguale a quella di Angela Ferrante e disse con tanta rabbia e con tutta la sua oscurità che la sua voce venne deformata ed era terrificante – vogliamo Angela Ferrante , ci dobbiamo battere contro di lei , se qualcuno si intromette lo uccideremo . Angela non sapeva cosa fare , se combatteva poteva andare , ma poteva andare anche bene . Io , Angelica e Federica guardammo con sguardo molto coraggioso ad Angela e dicemmo – adesso se ci ascolti con molta attenzione , ce la puoi fare . Angela decise di ascoltarci e disse – ok , cosa devo fare ? , io risposi – allora , quella è la tua parte malvagia non la puoi uccidere , né sconfiggere , ma ce un modo per farlo . Quando dissi quelle cose , Angela fu un po’ felice , perché c’ era un modo per sconfiggere il suo lato negativo , poi mi guardò e disse – come la sconfiggo ? , io con tutta sincerità le dissi – ti può sembrare pazzo , ma devi abbracciare la tua parte oscura . Angela mi guardò come se fossi impazzito o avessi detto una follia , ma lei si fidava di me e poi disse – ci proverò . Angela inizio a combattere , sfoderò la spada e la incrocio con la sua spada versione oscura , misero le spade uno contro l’ altra . Tutti e due utilizzavo tutte le loro forze per far togliere la spada dalla mano , chi ci riusciva aveva un grande vantaggio . Se ci riusciva la parte oscura di Angela , le avrebbe fatto cose terribili , l’ avrebbe presa per i capelli e poi dopo tutte le torture che gli poteva fare dentro la sua mente solo piena di morte , avrebbe preso la sua spada e gliela messa dentro il suo cuore . Anche se era morta , gli avrebbe rimasto la spada nel cuore e se ci riusciva , la parte oscura vinceva e Angela sarebbe divenuta molto cattiva e ci avrebbe ammazzato tutti e avrebbe distrutto Raven City e tutto il mondo di Nexus . Angela prese molto occasioni e dopo tentativi , alcuni vuoti e altri no lei riusci a togliere dalla mano la spada alla sua parte oscura . Poi la parte oscura di Angela disse a lei con quella voce che faceva paura – che vuoi farmi , uccidermi , tu non né hai il coraggio . Angela poi disse alla parte oscura con tutto la sua felicità – ucciderti non ci penso proprio . Poi fece come le avevo detto io , prese e andò ad abbarbicare la sua parte oscura , la parte oscura si disperse e disse con tutta la sua ira e tutta la sua furia e la voce gli venne ancora più spaventosa – tornerò e la prossima volta tu non mi batterai . Angela guardandola negli occhi e mentendo gli occhi fissi su di lei con tutta la calma che ha , le disse – ti aspetterò e quando ti incontrò ti sconfiggerò come ho fatto oggi . Dopo la parte oscura se ne andò a noi andammo ad abbracciare Angela e dissi a lei – adesso noi possiamo uscire dalla tua mente . Dopo ce andammo dalla mente di Angela Ferrante , noi andammo da lei l’ abbracciammo tutti insieme e dicemmo a lei – bravissima , sei riuscita a sconfiggere la tua parte oscura . Adesso che la sua parte oscura era tolta noi potevamo riprendere il nostro allenamento con i poteri che Shadow Black le aveva dato .   

Categorie
2013 Angela Ferrante Angelica J. Lincol Dominatore di Poteri Me Mondi Fantastici Mondo Parlare con Angela Parlare con Sarah Racconto Sarah la Fenice Rossa supereroi Superpoteri

Angela Ferrante parte 5

Mi ero messo il biglietto da visita dell’ agente Zane Taylor nei tasca sinistra dei miei pantaloni , cosi se un giorno mi serviva per parlare con lui di qualcosa o se avevo problemi . Io guardai Angela e dissi – continuiamo il nostro allenamento , Angela era pronta a ricominciare il nostro allenamento , iniziammo a utilizzare le spade . Feci vedere ad Angela come combattere con la spada , come contrattaccare e poi iniziammo il nostro allenamento con l’ elettricità . Angela da quando avevamo iniziato a utilizzare le spade , era come un manichino che non sapeva combattere , invece adesso lei sapeva utilizzare la spada e poteva combattere perfettamente ed era pronta in ogni occasione . Io la guardai negli occhi e dissi a lei – adesso ti devo imparare a utilizzare i tuoi poteri dell’ elettricità , Angela disse – sarà difficile controllare questo potere ? . Io sempre guardando Angela le dissi – si e no , dipende da quanto ti concentri e sopratutto dipende da te . Se ne utilizzi troppo potrebbe succedere una cosa molto brutta e se ti concentri troppo poco non succede niente . Angela sentendo il mio discorso si senti un po’ spaventata e ricordò quello che successe con il potere del fuoco . Non lo voglio fare , ho paura – Angela aveva paura e io andai verso di lei , presi la mano e cercai di calmarla il più possibile . So che è difficile e forse sarà doloroso e duro , però io sto qui e se succede qualcosa ti aiuterò in tutti i modi possibili e se ti ferisci in qualche modo ti guarisco io . Adesso fai come ti dico e riuscirai a fare le cose bene – Angela mi guardò e disse – ok . Chiudi gli occhi , inizia a concentrarti e cerca dentro di te il potere dell’ elettricità dentro di te , adesso continua a concentrarti e pensa di risvegliarlo . Angela lo fece con molta calma e dalle sue mani iniziarono a uscire scariche elettriche di bassa intensità , ma dentro lei successe qualcosa e perse il controllo e l’ elettricità che stava controllando , inizio a perderne il controllo . Angela senza saperlo fece un’ onda elettrica , io con i miei poteri fermai l’ onda d urto elettrica e poi per il troppo uso dei suoi poteri perse conoscenza . Io la presi subito prima che potesse cadere per terra e la portai in infermeria , Sarah la Fenice Rossa entrò nel campo base che ho creato per Angela Ferrante . Sarah la Fenice Rossa vide me , intorno al corpo svenuto di Angela e mi chiese – cosa è successo ? , io risposi – stavamo iniziando a utilizzare i poteri dell’ elettricità , poi però non cosa gli è successo e ha creato un ‘ onda d’urto molto potente , io fermai con i miei poteri e poi è svenuta e poi la presi prima possa cadere a terra . Feci apparire una barella , mi feci aiutare da Sarah la Fenice Rossa , lei prese una piccola luce , apri le palperebbe , prima e poi l’ altra e la punto prima nel occhio dentro e poi sinistro e Sarah la Fenice Rossa capì che era solo svenuta . Sarah la Fenice Rossa mi guardò in faccia e disse – non ti preoccupare è solo svenuta , nel campo base arrivano Angelica J . Lincol e Federica , le sorelle di Angela che stavano sorvegliando questo posto dall’ alto e pure loro da lontano avevano visto che era successo ed erano andate a vedere . Appena viderò che Angela era svenuta , mi guardarono e all’ unisono – cosa è successo ? , io le guardi tutti e due – Stavo allenando Angela con i poteri elettrici però poi forse ha pensato a un incubo o un evento passato molto doloroso e lei ha perso il controllo del potere che era riuscita a controllare . Dopo aver dato spiegazione ad Angelica J . Lincol e Federica , tutti e tre insieme restammo con lei in infermeria fino a quando lei riprese conoscenza . Mentre aspettavo che lei rispese conoscenza , chiesi ad Angelica J . Lincol – devo sapere se Angela ha avuto un evento traumatico nella sua vita o no . Angelica J . Lincol non poteva dire no , visto che c’ era lei quando ha dovuto far uscire Angela dallo stato di shock in cui era . Alla fine disse a me – si e adesso che farai con lei ? , io risposi a lei con molta serietà e risoluto – prima di procedere con i suoi allenamenti devo far affrontare a lei questa cosa , cioè con il vostro aiuto dobbiamo entrare nella mente di Angela Ferrante e cercare di aiutarla dall’ interno a superare l’ evento traumatico che gli è successo tempo fa . Angelica J . Lincol sapeva che entrare nella mente di qualcuno è molto difficile e complesso e se succedeva qualcosa li dentro avremmo perso per sempre Angela Ferrante , un po’ preoccupata – ok ci verrò , ma stiamo attenti quando stiamo li dentro , perché basta un passo falso e noi abbiamo perso Angela Ferrante per sempre. Federica – dovremmo prestare la massima attenzione , pure Federica voleva venirci . Prima di poter far questa cosa noi dovevamo aspettare che Angela Ferrante si svegli il più presto possibile e cosi iniziare questa nostra avventura dentro la mente di Angela Ferrante e poi liberarla da questo avvenimento che le impedisce di utilizzare i propri poteri . Angela Ferrante si era ripresa dopo due ore e vicino al suo letto con la mano nella sua c’ era quella di sua sorella Federica , la sua sorellina alla quale voleva molto bene e poi c’ era sua sorella più grande Angelica J . Lincol . Cosa è successo ? – chiese un po’ disorientata e un po’ confusa , Federica si sveglio – Angela ti sei svegliata , finalmente , sei stata svenuta due ore di fila e tutti eravamo preoccupati per te . Angela inizio a scendere dal letto con molta calma e piano , dopo pochi minuti si senti meglio , il suo fattore rigenerante era entrato in funzione e l’ aveva fatta sentire meglio . Sto bene – disse in modo molto gentile a Federica , arrivò dove si stava allenando con me , mi vide di spalle che ero un po’ preoccupata . Io senti dei passi dietro di te , avevo passato molto tempo con Angela Ferrante e potevo capire che era lei dal suo paio di scarpe ,giuste per lei . Io mi avvicinai a lei – stai bene , Angela ? , Angela risposi – si , sto bene , mi puoi dire cosa mi è successo , l’ unica cosa che mi ricordo è che stavo provando a utilizzare l’ elettricità che era dentro di me e facevo come dicevi tu , poi ho perso il controllo o è successo qualcosa e poi non ricordo niente , voglio sapere veramente cosa è successo e non voglio nessuna scusa . Angela inizio a parlare in modo serio , aveva uno sguardo cosi serio , che decisi di dirgli la gravita – Senti tu sei svenuta , so che hai passato uno shock , cioè la morte dei tuoi genitori a cui eri molto legati e hai avuto uno shock , so anche che tu hai affrontato quello shock , però c’ e una brutta notizia . Angela mi guardo ancora con quello sguardo serio e voleva la verità – qual’ e la brutta notizia ? , io non volevo dirlo e Angela gridò – dimmi la verità . Alla fine io dovetti dirglielo – lo shock che hai affrontato , lo hai affrontato fisicamente in modo incredibile , però è ancora dentro di te e adesso io , Federica e Angelica dobbiamo entrare nella tua mente e liberarti dall’ interno del male che ti impedisce di utilizzare i tuoi poteri , questa cosa che devo fare con loro è molto pericolosa e potresti morire se non la facciamo bene . Angela rimase un po’ spaventata dalle mie parole , ma poi disse con uno sguardo serio- basta che state attenti e tutto andrà bene , io mi fido di voi . Abbraccia Angela e le disse – quando sei pronta per questa cosa diccelo e noi procediamo , se ci dobbiamo fermare ce lo dici sempre tu e noi usciamo dalla tua mente . Lo so che è dolorosa questa cosa , ma la dobbiamo fare seno non potrai utilizzare i tuoi poteri né adesso né in futuro .

 

Continua …